Guide

Sekiro Shadows Die Twice: guida alla Falena

La conclusione della narrazione di quanto accaduto nella tenuta Hirata è prossima, ad appena un Boss di distanza. Boss, non mid-Boss, benché tale distinzione sia, in Sekiro Shadows Die Twice, meno marcata rispetto ad altri titoli. VI accorgerete della differenza perché la Falena, il Boss di cui vi parleremo in questo video, rischia di diventare un incubo ben peggiore di qualunque altro mid-Boss incontrato fino a questo momento. Come sempre, però, se seguirete i nostri 5 punti e presterete attenzione, vi sorprenderete di quanto facilmente riuscirete a superarla. Persino troppo facilmente, se arriverete fino in fondo alla guida…

Generale Naomori Kawarada
Orco Incatenato
Cacciatore di Shinobi Misen’in Enshin
Juzou l’ubriacone
I Senza testa

1) Schivata e contrattacco

La Falena, a ben pensarci, è pur sempre il primo Boss vero e proprio che, potenzialmente, incontrerete nel gioco. From ci da una mano importante con il popup che appare a schermo non appena la Boss fight ha inizio, e ci suggerisce di utilizzare, con nemici agili come la Falena, il contrattacco a seguire di una schivata, decisamente efficace per riempire in fretta la barra dell’equilibrio nemica. Non è, come un altro metodo che vi illustreremo alla fine di questa guida, un vero e proprio “cheesing” del boss, inteso come semplificazione eccessiva che rovina l’esperienza, in quanto sebbene sia possibile chainare i contrattacchi, farlo richiede di individuare una finestra specifica nella guardia della Falena. E non è infallibile!

2) Preparazione preventiva

Non andate dalla Falena con una fiaschetta sola, ma nemmeno con due, a meno che non siate pronti a imparare i pattern di attacco con precisione: tre sarebbe il numero perfetto, e non è poi così impossibile raggiungere tale numero di cure prima della Falena. Quindi… perché no? Un vero Shinobi pianifica tutto prima di uno scontro difficile!

3) Illudiamo le illusioni

La Falena vi sorprenderà con attacchi sovrannaturali prodotti attraverso illusioni. La prima è fingere la sua morte, per poi rivelare una seconda fase del Boss durante la quale saltuariamente evocherà avversari fantasma fragili, ma temibili per via del loro numero. Oltretutto, facendoli sparire, la Falena li trasformerà in scintille luminose esplosive, imparabili con la nostra spada, e necessariamente da schivare, o comunque evitare, riparandovi dietro una colonna, possibilmente la più lontana dal punto dove le illusioni saranno più raggruppate. Vi viene fornito un seme della percezione da un NPC prima del Boss, e altri sono rintracciabili nelle prime fasi del gioco. Usarlo farà sparire le illusioni all’istante, ma è decisamente più facile correre in giro per la mappa finché non sarà la falena stessa a farle sparire. O, anche, stare così attaccati al Boss da bloccare la sua animazione di evocazione sul nascere.

4) Attenti alla telecamera

E’ pur sempre un gioco di FromSoftware, pertanto non dovreste stupirvi nello scoprire che, con i nemici veloci e salterini quali la Falena, ma non solo, la telecamera tende a fare le bizze, e incastrarvi in visuali pericolose. Con la Falena, i momenti in cui dovrete stare più concentrati, aspettandovi una rotazione improvvisa della visuale, sono principalmente due: quando salterà in alto per attivare la sua presa, e quando salterà all’indietro per lanciare i suoi velocissimi aghi. Nel primo caso usate il kanji per darvi un timing di schivata. Nel secondo… parate.

5) Beyblade!

Arriva sempre, o quasi, quel momenti in cui per qualsivoglia ragione un Boss di un gioco di FromSoftware ci incastra tanto a lungo da farci desiderare di non essere mai nati, e qualunque cosa tentiamo di fare, semplicemente, non funziona. E’ in questi momenti che mettere da parte l’onore è cosa buona e giusta per non impazzire del tutto, ripromettendosi, se proprio volete, che “un giorno ri-affronterete questa boss fight più coraggiosamente”. Ma quel giorno non è oggi. Oggi acquisterete l’abilità Salto Corvino. Roteando come beyblade impazziti sulla Falena sfruttando questa abilità, le probabilità che il Boss possa rispondere e schivare si riducono notevolmente, e contemporaneamente il danno alla sua posatura si fa più elevato, rispetto agli attacchi più classici inferti con la spada. Più easy di così proprio non si può: è la sua kryptonite.

Indipendentemente da come abbiate sconfitto la Falena, noi non vi giudicheremo, sereni, cel’avete fatta: avete abbattuto il primo vero Boss propriamente detto di Sekiro Shadows Die Twice. Godetevi il vostro premio, un potenziamento della statistica di attacco che è una manna dal cielo per tutti gli scontri a venire, e pensate positivo: la Falena è solo l’inizio di un lungo viaggio ben più arduo di così. Affilate bene le vostre zanne, lupi. Alla prossima.