News

DOOM Trilogy Video Recensione

DOOM Trilogy per Nintendo Switch, ecco la nostra video recensione. Vi lasciamo con un piccolo estratto proveniente dalla nostra review:

La storica trilogia di DOOM sbarca su Nintendo Switch e lo fa mantenendo inalterati quelli che sono gli elementi caratteristici e i valori che l’hanno resa epocale. Il gameplay dei primi due capitoli risulta tuttora adrenalinico ed avvincente, non sentendo quasi per nulla il peso degli anni. Merito senza dubbio di un level design portentoso unito ad una formula straordinaria, nonché di una soundtrack formata da brani pazzeschi ed incisivi che pompano potentemente la sete di sangue e devastazione. Quello che invece ne risente un po’ di più è DOOM 3, del quale si avverte abbastanza il peso dei suoi anni. Si tratta pur sempre di un titolo che merita di essere riscoperto, poiché non è il disastro decantato in giro, ma rimane pur sempre l’opera meno riuscita dell’intera serie creata da id Software. Il cambio di rotta poteva rivelarsi un’idea appassionante, se solo fosse stato gestito bene. I problemi, però, come analizzato in corso di recensione, sono da ritrovarsi in un impianto ludico che funziona a metà, ma soprattutto in uno shooting poco esaltante. Passi lo sparare meno o la minor frenesia, ma quando si spara, in DOOM, il giocatore deve sentire l’enfasi scorrere forte nelle vene, ed invece così non è. DOOM rimane quella perla che ha consacrato il genere degli FPS, ancora oggi un punto di riferimento assoluto e in portatile si gioca che è un piacere. Tuttavia, pur dimostrandosi ancora capace di divertire con spensieratezza, potrebbe non essere più alla portata di tutti, abituati ormai agli standard odierni. Come accennato nella recensione, riteniamo non ci voglia poi molto a riabituarsi ai comandi old e a quel tipo di impostazione, mentre il terzo resta indubbiamente quello più difficile da digerire, non solo per il fatto che sia meno bello, ma anche perché è invecchiato un po’ male. Chi vi scrive è comunque per la contestualizzazione dei prodotti, ma il problema di DOOM 3 è proprio che non funziona al 100% di suo, quindi è difficile sorvolare pure sulle problematiche figlie del tempo (probabilmente già avvertibili in minima parte all’epoca). Tolto questo, si tratta di tre titoli significativi (soprattutto i primi due) e potete decidere di acquistarli pure singolarmente. Nonostante tutto, noi siamo per consigliarvi l’intera trilogia; il prezzo è ottimo e DOOM 3 può regalare un’esperienza intrigante che vale la pena di essere vissuta, anche per riscoprire ciò che era nel 2004. Perché sappiamo quello che non è, ma quel che rimane qualche merito lo ha, seppur in maniera grezza. Non vi resta che armarvi di fucile a pompa e solcare quell’inespugnabile soglia degli inferi per scatenare l’ira funesta sui raccapriccianti demoni, rivivendo sulla propria pelle i mitici anni ’90, ma dall’atmosfera del pianeta rosso quale è Marte.

Per tutte le altre recensioni, vi invitiamo a consultare la nostra sezione dedicata.