E3

Dragon Ball FighterZ – Anteprima

di 15/06/2017
 

Bandai Namco Entertainment nel corso della conferenza Microsoft ha presentato un nuovo titolo dedicato alla famosa serie di Akira Toryiama, serie la cui popolarità non ha fatto altro che aumentare andando a conquistarsi col tempo, una schiera sempre più vasta di affezionatissimi fan. Dragon Ball FighterZ,  questo il nome del nuovo picchiaduro con protagonisti Goku e compagni, è stato mostrato con uno spettacolare trailer.

L’unreal engine 4 si presenta davvero in ottima forma, e riesce a rendere il cell shading quasi all’altezza dei disegni del celebre anime. Sempre per quanto concerne il comparto tecnico va detto che mentre i personaggi son realizzati in 3D, le arene sono fatte invece in 2.5D: il risultato finale su schermo di questa particolare commistione è sinceramente impressionante.

Dragon Ball FighterZ

Per quanto concerne il gameplay la nuova produzione Bandai Namco Entertainment si rifà alla scuola di Guilty Gear, discostandosi in maniera netta da meccaniche come quelle viste in titoli come il recente Tekken 7 e Injustice 2. In FighterZ infatti, sarà fondamentale calcolare con estrema precisione quando e come attaccare, pena una sonora sconfitta. Il focus del gioco ad ogni modo non sarà sull’uno contro uno, ma sul tre contro tre, costringendovi in questo modo a scegliere con molta attenzione i combattenti che andranno a comporre la vostra mini squadra. Esattamente come in un qualsiasi capitolo tag della serie Tekken, anche qui vi sarà la possibilità di cambiare lottatore in tempo reale alla sola pressione di un tasto grazie allo Z assist. Quest’ultimo infatti, vi permetterà di ottenere  un supporto immediato da parte di uno dei vostri lottatori rimasti in disparte, fornendovi al contempo la possibilità di sferrare un attacco potenziato e allo stesso tempo di concatenare combo lunghe quanto spettacolari. Ad accentuare questa spettacolarità ci pensa un altissimo livello di distruttibilità delle arene, che sinceramente non ci aspettavamo.

A fare da contraltare a quanto detto sino ad ora, vi sono tutta una serie di dubbi legati al single player, per il quale al momento non è stato svelato ancora nulla. Sempre a proposito di dubbi, va detto che a parte i combattenti mostrati in sede di presentazione, nello specifico: Goku, Gohan, Vegeta, Freezer, Cell e Majin Bu, resta ancora da capire a quanto ammonterà il roster finale di personaggi a disposizione. Tenendo conto della potenza di calcolo delle attuali console, è lecito quanto meno sperare in una quantità di lottatori paragonabile a quella vista e apprezzata nel mai troppo lodato Budokai Tenkaichi 3.  In definitiva, questo nuovo picchiaduro basato su Goku e compagni si è rivelato una sorpresa davvero inaspettata, che conferma l’ottimo stato di salute di una serie animata oramai leggendaria e con davvero pochi eguali ancora oggi.





Loading Facebook Comments ...