PDA

Visualizza Versione Completa : La palestra non è uno sport.



La tua coscienza
24-08-2014, 00:07:58
Questa è la risposta che ricevo nel 90% dei casi in cui faccio questa domanda. Perchè non è definibile sport? In cosa differisce?

La definizione di Sport è:


Attività che impegna, sul piano dell'agonismo oppure dell'esercizio individuale o collettivo, le capacità fisico-psichiche, svolta con intenti ricreativi ed igienici o come professione.


Voi cosa dite?

Raindrops
24-08-2014, 00:26:31
La palestra è un edificio.

Zack De La Rocha
24-08-2014, 01:41:11
Intesa nel senso comune che tutti gli danno (cioe il fitness, l'attivitá da criceti per bruciare calorie, e ste cose qua) Non è uno sport, perchè non esiste una competizione, non esiste un obiettivo che vada aldilà di un fine estetico ecc..

Dipende da cosa si fa in palestra: la pesistica è uno sport, il Powerlifting è uno sport, il bodybuilding è già più controverso (siamo tra lo sport e lo "stile di vita" perche include tutta una serie di variabili extra-gym), ma sostanzialmente andare a muzzo in sala pesi non èuno sport.sono d'accordo.

Ancora più difficile è definizione di atleta.

Yanagi tfoa
24-08-2014, 07:16:45
In generale sono d'accordo, poi in palestra ci puoi fare degli sport tipo il sollevamento pesi o il powerlifting o il girevoy

King_
28-08-2014, 17:09:32
Direi di sì.

titan2010
28-08-2014, 19:20:10
Intesa nel senso comune che tutti gli danno (cioe il fitness, l'attivitá da criceti per bruciare calorie, e ste cose qua) Non è uno sport, perchè non esiste una competizione, non esiste un obiettivo che vada aldilà di un fine estetico ecc..

Dipende da cosa si fa in palestra: la pesistica è uno sport, il Powerlifting è uno sport, il bodybuilding è già più controverso (siamo tra lo sport e lo "stile di vita" perche include tutta una serie di variabili extra-gym), ma sostanzialmente andare a muzzo in sala pesi non èuno sport.sono d'accordo.

Ancora più difficile è definizione di atleta.
Allora uno che corre per il piacere di farlo non fa sport?

Secondo me basta evitare di farsi queste seghe mentali :sisi:

Zack De La Rocha
28-08-2014, 20:35:44
Allora uno che corre per il piacere di farlo non fa sport?

Secondo me basta evitare di farsi queste seghe mentali :sisi:
No, non fa sport. Altrimenti anche uno che va a giocare a ping pong una volta al mese è uno sportivo. :-)
Se invece mi dici che c'è un tizio che va a correre con una buona frequenza settimanale (come dico sbaglio, ma chessò diciamo 3,4,5 volte settimanali?) con una programmazione precisa mirata a un obiettivo preciso (correre la maratona di NY l'anno prossimo,ma anche finire il lungomare e tornare indietro entro le 8 di stasera) allora si, siamo già più vicini.

Come dici tu sono seghe mentali e confini non definiti ..ed è in questi casi che bisogna dare una definizione netta!

titan2010
28-08-2014, 20:44:05
No, non fa sport. Altrimenti anche uno che va a giocare a ping pong una volta al mese è uno sportivo. :-)
Se invece mi dici che c'è un tizio che va a correre con una buona frequenza settimanale (come dico sbaglio, ma chessò diciamo 3,4,5 volte settimanali?) con una programmazione precisa mirata a un obiettivo preciso (correre la maratona di NY l'anno prossimo,ma anche finire il lungomare e tornare indietro entro le 8 di stasera) allora si, siamo già più vicini.

Come dici tu sono seghe mentali e confini non definiti ..ed è in questi casi che bisogna dare una definizione netta!
E allora perché uno che va in palestra 3-4-5 volte la settimana con l'obiettivo di avere il six pack o di tirar su x chili con la tal macchina non è uno sportivo? :asd:

Zack De La Rocha
28-08-2014, 21:03:15
E allora perché uno che va in palestra 3-4-5 volte la settimana con l'obiettivo di avere il six pack o di tirar su x chili con la tal macchina non è uno sportivo? :asd:
Perche l obiettivo di avere il six pack o aumentare di peso è qualitativo e non quantitativo, ossia non è ben misurabile. O meglio, viene "misurato" se si parla di vero bodybuilding competitivo ( meno dell'1% di chi frequenta una palestra) ma anche qui i confini sono fumosi Perchè 1) i canoni estetici sono soggettivi e cambiano continuamente 2) In questo caso non conta solo l'allenamento ma anche tutto ciò che c'è intorno.( predisposizione genetica In primis, poi alimentazione fondamentale e quant'altro..diventa determinante il modo in cui si vive proprio).

Mi pare che ci siamo, il discorso fila :D

titan2010
28-08-2014, 21:18:13
Non proprio perché il traguardo è sempre posto da sè stessi e per sè stessi. Definire un'attività come sport o meno in base al fatto che l'obiettivo sia misurabile (voglio correre 10 km in X minuti) o meno (voglio guardarmi allo specchio ed essere soddisfatto del mio fisico) non mi sembra abbia molto senso. Anche perché pure nel 1o caso l'obiettivo è semplicemente una cosa che al momento ti fa star bene con te stesso: raggiunto quello non è che smetti di correre, ti poni un altro obiettivo più ambizioso e via

Jonhson91
28-08-2014, 21:25:12
Perche l obiettivo di avere il six pack o aumentare di peso è qualitativo e non quantitativo, ossia non è ben misurabile. O meglio, viene "misurato" se si parla di vero bodybuilding competitivo ( meno dell'1% di chi frequenta una palestra)


Penso che in qualsiasi attività ginnica sia meno dell'1% la percentuale che la pratica a livello veramente competitivo. Poi perchè se non è competitivo non è misurabile? Settare un programma di forza per raggiungere quel carico in quel tempo è perfettamente misurabile. Così come assumere quei determinati chili di massa, o perdere quei determinati chili di grasso. Indipendentemente dal fatto che sia facile/difficile.



ma anche qui i confini sono fumosi Perchè 1) i canoni estetici sono soggettivi e cambiano continuamente
2) In questo caso non conta solo l'allenamento ma anche tutto ciò che c'è intorno.( predisposizione genetica In primis, poi alimentazione fondamentale e quant'altro..diventa determinante il modo in cui si vive proprio).

Mi pare che ci siamo, il discorso fila :D

In qualsiasi sport conta la genetica e l'alimentazione. Credi che uno di due metri non sia favorito nel Basket/Pallavolo? Credi che i calciatori/nuotatori/tennisti si ingozzino? Hanno un'alimentazione mirata al loro obbiettivo. Nel Bodybuilding è la stessa cosa, solo che l'obbiettivo finale è estetico. Credo sia solo questione di ampliare le proprie vedute. Il Bodybuilding esce dai canoni classici dello sport come lo conosciamo, ma non è molto diverso dalla ginnastica artistica, dai tuffi, o dal pattinaggio. Sempre di estetica si parla.

Zack De La Rocha
28-08-2014, 21:40:33
1)
Sulla FORZA e sui CARICHI l'ho detto anche io, si tratta di prestazione insindacabile e l'ho detto io stesso (ho citato il Powerlifting)

2) in NESSUNISSIMO, ma davvero nessuno sport,conta l'alimentazione ( e il ruolo dei farmaci ancor di piu) come nel bodybuilding, calciatori-nuotatori-tennisti che curano l'alimentazione poi è il colmo. L'unica eccezione a questa regola è il rientrare nelle categorie di peso di ogni sport (regola che costringe a pratiche assurde solitamente circoscritte a pochissini giorni )

3) RIPETO se parliamo di bodybuilding competitivo la definizione di sport ci può QUASI stare (ma -ripeto- è un discorso complicato, io non lo chiamerei sport)

4) il paragone con i tuffi o la ginnastica artistica o il pattinaggio è fuori luogo, il bodybuilding si basa su regolamenti e canoni semplicemente visivi che cambiano non solo da epoca a epoca (basti vedere le differenze nelle dimensioni dei vincitori e dei partecipanti in generale nel corso degli anni.) ma anche da giorno a giorno (basti pensare ai competitors che hanno gare vicine di qualche giorno e sbagliano alcune pratiche come la ricarica dei carboidrati o l'utilizzo dei farmaci..apparendo molto più brutti che due giorni prima) e soprattutto da giudice a giudice (creando soggettività e conflitti incredibili tra l'altro). Gli altri sport da te citati hanno dei regolamenti precisi che danno punteggi precisi (un tuffo di livello 10 fatto bene da più punti di un tuffo di livello 1 fatto bene.) una gara di tuffi richiede allenamenti estenuanti in cui si ricerca la perfezione maniacale tecnica, la prestazione ottimale come in ogni altro vero sport. Non nel bodybuilding.
Dai non scherziamo, ma se nelle gare Di bb è fondamentale spalmarsi il mallo correttamente per apparire al meglio e mettersi sotto la luce giusta..come cazzo si fa a paragonarlo ad altro. :asd:


Nessun orizzonte, si tratta di analizzare e saper chiamare le cose col proprio nome.

Jonhson91
28-08-2014, 22:16:11
1)

2) in NESSUNISSIMO, ma davvero nessuno sport,conta l'alimentazione ( e il ruolo dei farmaci ancor di piu) come nel bodybuilding, calciatori-nuotatori-tennisti che curano l'alimentazione poi è il colmo. L'unica eccezione a questa regola è il rientrare nelle categorie di peso di ogni sport (regola che costringe a pratiche assurde solitamente circoscritte a pochissini giorni )


Scusa, hai mai praticato sport a livello agonistico? :asd: Perchè da quello che dici non credo tu sappia nemmeno di cosa stai parlando.



3) RIPETO se parliamo di bodybuilding competitivo la definizione di sport ci può QUASI stare (ma -ripeto- è un discorso complicato, io non lo chiamerei sport)

La definizione è palese. E' scritta nel primo post. Se poi tu hai una tua personale definizione od opinione ben venga. Esponila e ne discutiamo, ma non cambia il concetto.



4) il paragone con i tuffi o la ginnastica artistica o il pattinaggio è fuori luogo, il bodybuilding si basa su regolamenti e canoni semplicemente visivi che cambiano non solo da epoca a epoca (basti vedere le differenze nelle dimensioni dei vincitori e dei partecipanti in generale nel corso degli anni.)
E quindi? Qual è il problema? Basta che un atleta sappia nella determinata gara quali sono i canoni che gli permettono di essere competitivo. Se fra 20 anni saranno diversi qual è il problema? Tutti gli sport sono in evoluzione, si alza il livello, cambiano gli standard, cambiano gli obbiettivi. Embè?



ma anche da giorno a giorno (basti pensare ai competitors che hanno gare vicine di qualche giorno e sbagliano alcune pratiche come la ricarica dei carboidrati o l'utilizzo dei farmaci..apparendo molto più brutti che due giorni prima)

Forse confondi "cambiare gli standard dello sport" con "cambiare l'aspetto fisico del singolo individuo inseguito ad un errata programmazione dell'alimentazione". Sono due cose diverse eh.



e soprattutto da giudice a giudice (creando soggettività e conflitti incredibili tra l'altro). Gli altri sport da te citati hanno dei regolamenti precisi che danno punteggi precisi (un tuffo di livello 10 fatto bene da più punti di un tuffo di livello 1 fatto bene.)


Anche il bodybuilding si basa su parametri precisi, anche se non quantificabili:

La categoria BB uomini va valutata in base ai canoni internazionali (IFBB) che sono:



- Simmetria
- Proporzioni
- Massa muscolare
- Definizione


Tu puoi quantificarmi una prestazione di Carolina Kostner?
C'è una giuria che su determinati canoni valuta soggettivamente la prestazione dando un punteggio. Niente di classificabile numericamente. Io non vedo profonde differenze.



una gara di tuffi richiede allenamenti estenuanti in cui si ricerca la perfezione maniacale tecnica, la prestazione ottimale come in ogni altro vero sport. Non nel bodybuilding.
Dai non scherziamo, ma se nelle gare Di bb è fondamentale spalmarsi il mallo correttamente per apparire al meglio e mettersi sotto la luce giusta..come cazzo si fa a paragonarlo ad altro. :asd:


Invece per competere ad alti livelli nel bodybuilding basta andare due volte al mese in palestra e mangiare a caso. Vero.

Traspare un palese pregiudizio nei confronti del bodybuilding che evidentemente conosci quanto io conosco l'arte del cucito. Se vuoi essere aperto e discuterne io sono qua. Se invece preferisci continuare ad uscirtene con queste perle puoi continuare a discutere da solo, nessuno ti contraddirrà.

Zack De La Rocha
28-08-2014, 22:22:35
Ho fatto sport agonistici,e ho fatto anche bodybuilding. E sono disposto a discuterne. e trovo il tuo atteggiamento decisamente flammoso (arte del cucito? Perle?).

Jonhson91
28-08-2014, 22:26:52
Ho fatto sport agonistici,


Forse hai creduto di farlo. Io ho fatto nuoto e livello agonistico. A livello regionale, poche volte nazionale. E a ME facevano iniziare a curare l'alimentazione. A Me. Che ero poco più di un bambino che faceva le gare la domenica. E tu credi veramente che lo sport professionistico (qualsiasi sport) non curi l'alimentazione?



e ho fatto anche bodybuilding. E sono disposto a discuterne. e trovo il tuo atteggiamento decisamente flammoso (arte del cucito? Perle?).

Questo è flammoso:


Dai non scherziamo, ma se nelle gare Di bb è fondamentale spalmarsi il mallo correttamente per apparire al meglio e mettersi sotto la luce giusta..come cazzo si fa a paragonarlo ad altro.
:asd:

Non le mie risposte. Che sono sempre in attesa.

Zack De La Rocha
28-08-2014, 22:38:36
Forse hai creduto di farlo. Io ho fatto nuoto e livello agonistico. A livello regionale, poche volte nazionale. E a ME facevano iniziare a curare l'alimentazione. A Me. Che ero poco più di un bambino che faceva le gare la domenica. E tu credi veramente che lo sport professionistico (qualsiasi sport) non curi l'alimentazione?



Questo è flammoso:



Non le mie risposte. Che sono sempre in attesa.
Leggi l'intervista, la biografia, le informazioni,quel che vuoi tu di QUALSIASI campione di sport agonistico e vedrai che nessuno Sta attento a ciò che mangia.

Questo non vuol dire necessariamente che mangino junk food ( a proposito, Bolt mangia alette di pollo fritto i giorni delle gare) ma che semplicemente NON hanno consapevolezza alimentare. Ma zero. Non ne hanno idea, mangiano quel che gli si dice di mangiare (e se vai a vedere ci si limita a consigli tipo "la pasta deve essere in bianco,non condita" oppure "per secondo pollo grigliato e verdure" ossia le robe più generiche, oltre che bro-science all'inverosimile) quando devono proprio, e quando invece possono mangiano ciò che vogliono. Semplicemente negli sport di prestazione non conta l'alimentazione, o meglio, per citare Andrea Biasci, l'alimentazione conta solo se negativa.


Tornando al discorso BB, ti ripeto che non ho detto che il BB ( e mi riferisco esclusivamente a quello competitivo, non ai gym rat da palestra) non possa considerarsi uno sport, ho detto che si inquadra in una categoria molto particolare dai confini non ben definiti..che includono oltre alla prestazione fisica cioè l'allenamento (che nella filosofia che segue è gia agli antipodi rispetto agli altri sport) anche tutta una lunga serie di fattori magari trascurabili nella maggiorparte degli altri sport (vedi l'importanza dell'alimentazione o l'eccessiva dipendenza del bb dai farmaci, senza stare a scomodare la nebbiositá di un regolamento -oggettivo per definizione- che si basa su canoni soggettivi)

Jonhson91
28-08-2014, 22:51:04
Leggi l'intervista, la biografia, le informazioni,quel che vuoi tu di QUALSIASI campione di sport agonistico e vedrai che nessuno Sta attento a ciò che mangia.

Questo non vuol dire necessariamente che mangino junk food ( a proposito, Bolt mangia alette di pollo fritto i giorni delle gare) ma che semplicemente NON hanno consapevolezza alimentare. Ma zero. Non ne hanno idea, mangiano quel che gli si dice di mangiare (e se vai a vedere ci si limita a consigli tipo "la pasta deve essere in bianco,non condita" oppure "per secondo pollo grigliato e verdure" ossia le robe più generiche, oltre che bro-science all'inverosimile) quando devono proprio, e quando invece possono mangiano ciò che vogliono. Semplicemente negli sport di prestazione non conta l'alimentazione, o meglio, per citare Andrea Biasci, l'alimentazione conta solo se negativa.



Se proprio ti fa piacere resta di questa tua idea. Ma sappi che è completamente falsa. Qualsiasi atleta di alto livello è seguito da specialisti a livello di preparazione atletica e alimentazione. Scommetto anche io che se mi vado a leggere l'autobiografia di Balotelli leggerò di sigarette e mcDonalds. C'è gente superdotata geneticamente. Ma che c'entra questo con il concetto base? Dire che lo sport ad alti livelli, qualsiasi sport, non contempli una cura dell'alimentazione quasi maniacale è sbagliato. E questo te lo può dire CHIUNQUE sia del settore o sappia di cosa parla.

Ma siccome non ho voglia di stare qui a rispondersi "e invece si, e invece no, e invece si, e invece no" in continuazione chiudiamo la questione e pensala come preferisci.



Tornando al discorso BB, ti ripeto che non ho detto che il BB ( e mi riferisco esclusivamente a quello competitivo, non ai gym rat da palestra) non possa considerarsi uno sport, ho detto che si inquadra in una categoria molto particolare dai confini non ben definiti..che includono oltre alla prestazione fisica cioè l'allenamento (che nella filosofia che segue è gia agli antipodi rispetto agli altri sport) anche tutta una lunga serie di fattori magari trascurabili nella maggiorparte degli altri sport (vedi l'importanza dell'alimentazione o l'eccessiva dipendenza del bb dai farmaci, senza stare a scomodare la nebbiositá di un regolamento -oggettivo per definizione- che si basa su canoni soggettivi)

E inutile che ripeti sempre le stesse cose senza rispondere a quello che ho già detto nei precedenti post:

1) I confini non sono nebbiosi. Rientra nella definizione di sport. La definizione è chiara. L'italiano non è soggettivo.
2) La fondamentale importanza dell'alimentazione non lo allontana in alcun modo dalla definizione di sport. Anzi, benchè tu creda il contrario l'alimentazione è alla base di qualsiasi sport professionistico. Ma anche ammesso per assurdo che non lo fosse, perchè mai e in quale universo la cura dell'alimentazione dovrebbe renderlo meno sport del calcio?
3) Ovviamente mi riferisco alla categoria Natural del Bodybuilding.
4) Il regolamento e i parametri sono soggettivi come sono soggettivi tutti gli sport che sono giudicati da una giuria.

Zack De La Rocha
28-08-2014, 22:53:36
Se proprio ti fa piacere resta di questa tua idea. Ma sappi che è completamente falsa. Qualsiasi atleta di alto livello è seguito da specialisti a livello di preparazione atletica e alimentazione. Scommetto anche io che se mi vado a leggere l'autobiografia di Balotelli leggerò di sigarette e mcDonalds. C'è gente superdotata geneticamente. Ma che c'entra questo con il concetto base? Dire che lo sport ad alti livelli, qualsiasi sport, non contempli una cura dell'alimentazione quasi maniacale è sbagliato. E questo te lo può dire CHIUNQUE sia del settore o sappia di cosa parla.

Ma siccome non ho voglia di stare qui a rispondersi "e invece si, e invece no, e invece si, e invece no" in continuazione chiudiamo la questione e pensala come preferisci.



E inutile che ripeti sempre le stesse cose senza rispondere a quello che ho già detto nei precedenti post:

1) I confini non sono nebbiosi. Rientra nella definizione di sport. La definizione è chiara. L'italiano non è soggettivo.
2) La fondamentale importanza dell'alimentazione non lo allontana in alcun modo dalla definizione di sport. Anzi, benchè tu creda il contrario l'alimentazione è alla base di qualsiasi sport professionistico. Ma anche ammesso per assurdo che non lo fosse, perchè mai e in quale universo la cura dell'alimentazione dovrebbe renderlo meno sport del calcio?
3) Ovviamente mi riferisco alla categoria Natural del Bodybuilding.
4) Il regolamento e i parametri sono soggettivi come sono soggettivi tutti gli sport che sono giudicati da una giuria.
Se vabbe, le mie idee sono "completamente false e sbagliate" . non hai voglia,non ho voglia neanche io, adios

Jonhson91
28-08-2014, 22:56:30
Se vabbe, le mie idee sono "completamente false e sbagliate" . non hai voglia,non ho voglia neanche io, adios

:rotfl:

Dai speravo in un pò più di impegno.

Ah, per inciso. Non cercare scuse per abbandonare un discorso dove non ci sono. Non sono le tue idee ad essere sbagliate. Le idee non possono essere sbagliate. Un'affermazione invece sì. Affermare che nello sport non conta l'alimentazione è obbiettivamente falso.

Però se vuoi trasformare il tutto in un antidemocratico tentativo di limitare la tua libertà di espressione che ti autorizza ad abbandonare la discussione da vincente fai pure. Non ti fermerò.

Zack De La Rocha
28-08-2014, 23:04:16
:rotfl:

Dai speravo in un pò più di impegno.

Ah, per inciso. Non cercare scuse per abbandonare un discorso dove non ci sono. Non sono le tue idee ad essere sbagliate. Le idee non possono essere sbagliate. Un'affermazione invece sì. Affermare che nello sport non conta l'alimentazione è obbiettivamente falso.

Però se vuoi trasformare il tutto in un antidemocratico tentativo di limitare la tua libertà di espressione che ti autorizza ad abbandonare la discussione da vincente fai pure. Non ti fermerò.
Cristoddio, non lo sai. Parli senza sapere le cose,per luoghi comuni. Ma chi te l'ha detto? È dura da accettare che gli unici complessati sul l'alimentazione A livelli patologici siano i culturisti? Chiedi agli sportivi di qualsiasi tipo e rango. Chiedi ai calciatori di terza categoria e a quelli di serie A cosa mangiano, chiedi ai nuotatori, chiedi ai pesisti e ai powrrlifter,ai calistenici, chiedi ai lottatori di MMA.

Io mi tiro fuori dal discorso perche sicuramente sto sbagliando eh, ma sicuro, sto cercando scuse. :D

Tu continua a credere che gli sportivi che contano stiano attenti all'alimentazione. Buon proseguimento!

Jonhson91
28-08-2014, 23:09:10
Cristoddio, non lo sai. Parli senza sapere le cose,per luoghi comuni. Ma chi te l'ha detto? È dura da accettare che gli unici complessati sul l'alimentazione A livelli patologici siano i culturisti? Chiedi agli sportivi di qualsiasi tipo e rango. Chiedi ai calciatori di terza categoria e a quelli di serie A cosa mangiano, chiedi ai nuotatori, chiedi ai pesisti e ai powrrlifter,ai calistenici, chiedi ai lottatori di MMA.

Io mi tiro fuori dal discorso perche sicuramente sto sbagliando eh, ma sicuro, sto cercando scuse. :D

Tu continua a credere che gli sportivi che contano stiano attenti all'alimentazione. Buon proseguimento!

Tu continui a non capire che se anche è una cosa palese e ovvia che nel Bodybuilding l'alimentazione abbia un ruolo fondamentale sicuramente più che negli altri sport (Ma questo non significa che negli altri sport l'alimentazione sia a pane salame come credi tu) questo non rende in alcun modo il Bodybuilding meno sport! Perchè mai dovrebbe? Non ha senso nemmeno pensarlo.

E tu ti stai impuntando su questa baggianata insignificante blissando tutte le altre mie risposte.

Tiro una motivazione? Perchè non sai cosa rispondere.

Buon proseguimento!

Zack De La Rocha
28-08-2014, 23:41:13
Tu continui a non capire che se anche è una cosa palese e ovvia che nel Bodybuilding l'alimentazione abbia un ruolo fondamentale sicuramente più che negli altri sport (Ma questo non significa che negli altri sport l'alimentazione sia a pane salame come credi tu) questo non rende in alcun modo il Bodybuilding meno sport! Perchè mai dovrebbe? Non ha senso nemmeno pensarlo.

E tu ti stai impuntando su questa baggianata insignificante blissando tutte le altre mie risposte.

Tiro una motivazione? Perchè non sai cosa rispondere.

Buon proseguimento!
Mi sono impuntato su questa cosa perche è cosi pur non essendo immediatissima come veritá e tu continui a sostenere il contrario con il fare spocchioso di chi è certo al 100%, io ti dico entra meglio nelle vite degli sportivi d'élite e osserva quanto ciò che sembra ovvio non è.

Ultima e poi chiudo. Il bodybuilding è DIVERSO, vuoi considerarlo sport? (A proposito, quale sarebbe la definizione di sport da te data? ) fallo pure.
Ma è completamente diverso da qualsiasi altra cosa.

Consideriamo il bb natural agonistico quindi:


Prima cosa: la barriera all'ingresso è infinitamente più alta e stramba rispetto a tutto il resto, poichè dettata dalla genetica. Non conosco uno sport che, se non sei portato, non puoi neanche iniziare a farlo.

Seconda cosa: non esiste e ripeto non esiste uno sport nel quale il modo di mangiare conta almeno quanto l'allenamento (consideriamo solo i natural e diciamo pure un bel 50% del risultato) .
Diciamo che voglio darti ragione e diciamo che gli olimpionici curino l'alimentazione (cosa contraddetta dalla realtà delle cose,ma supponiamo). L'aiuto del "mangiare bene" in uno sport olimpico quanto può dare? Non possiamo quantificarlo con certezza matematica, ma considerando il numero di medaglie olimpiche o personaggi sportivi di livello che mangiano assolutamente come persone normali (mi vengono in mente sti due perche ultimamente si vedono mentre pasteggiano su YouTube: dmitry klokov e Alessio sakara, per dirne due a random) immagino sia moooolto poco.
Ora capisci che uno sport si qualifica per allenamento di uno o piu gesti atletici+ prestazione/dimostrazione/gara. Aldila del fatto che nel BB non esiste un gesto atletico(lasciamo stare il discorso per ora) Se la variante alimentare (che è più biologia-chimica che altro) diviene quasi più importante della componente atletica allora sei d'accordo o no che sto sport inizia ad avere un posto ancor più particolare/unico?
È ovvio che mi soffermo su questo dettaglio, è stra-importante.

Nel bodybuilding si deve si raggiungere un obiettivo OK, arrivare nella data X che si è più o meno grossi e più o meno tirati. Ciò che c'è nel mezzo è un casino. Al contrario di TUTTI gli altri sport non si allena un gesto atletico, ma si allena il proprio corpo. Non esiste un miglioramento motorio (o meglio non viene perseguito) e va di per sè che la filosofia dell'allenamento BB sia OPPOSTA alla filosofia dell'allenamento di uno sport qualsiasi (sarà mica un indiizio?), essa è dettata da scopi fisiologici e non prestativi , non esiste un gesto o un abilità da migliorare , esiste solo l'accrescimento della propria muscolatura, con metodologie più o meno infinite (leggi: completamente random e affidate al talento genetico del natural tal dei tali, non alla assidua ripetizione dei gesti di gara..il che ti sembrerà pure irrilevante, ma è di questo che è fatto uno sport: la mia gara consiste in qualcosa di completamente differente dal mio allenamento..altra caratteristica unica direi.) Oserei dire che il bb è un eccezionale complemento a qualsiasi sport , ma di sport non ha nulla.

Veniamo infine all obiettivo finale del bb. L'estetica . le masse, le simmetrie e la definizione. Gli sport sono fatti di numeri, freddi e oggettivi, prestazioni atletiche ferme nello spazio e nel tempo ( e anche un 2-0 a calcio èun numero frutto di una prestazione atletica), il bb non ha nulla di tutto questo , èpura esibizione di un impegno cronico e quotidiano (da ammirare e invidiare, spesso) che impegna la giornata H24, corpi giudicati da giudici in base alla bellezza che suscitano in loro al momento dell esibizione (ovviamente influenzati da una certa deformazione generazionale/personale) il tutto perfettamente inquantificabile.

È differente da tutto il resto, volendo potremmo continuare a discutere ma davvero non puoi non capirlo. Se poi tu vuoi dirmi, si è differente ma non vedo Perche non lo si debba chiamare sport, io ti rispondo: vabbe Chiamalo sport, ma riconosci che sotto l'Enciclopedia Treccani meriterebbe almeno una nota particolare?

Detto questo, Buonanotte!

iMaX
29-08-2014, 09:07:53
Leggi l'intervista, la biografia, le informazioni,quel che vuoi tu di QUALSIASI campione di sport agonistico e vedrai che nessuno Sta attento a ciò che mangia.



Dalla biografia di Novak Djokovic, tennista numero uno al mondo, ad oggi

Ogni mattina, quando mi sveglio, bevo un bicchiere d’acqua e faccio stretching per venti minuti, ma a volte anche un po’ di yoga o tai-chi. Poi faccio una colazione, la stessa quasi ogni giorno, perfettamente calibrata per nutrire il mio corpo in vista della giornata che mi aspetta. Intorno alle 8.30 raggiungo il mio allenatore e il fisioterapista, che restano al mio fianco per tutto il giorno controllando ogni mio movimento e tutto ciò che mangio e bevo. Mi alleno con un partner per un’ora e mezza ogni mattina, reidratandomi con acqua tiepida. Bevo una speciale bibita energetica preparata dalla mia squadra con il giusto equilibrio di vitamine, sali minerali ed elettroliti in base alle mie esigenze quotidiane. Faccio altro stretching, mi sottopongo a un massaggio sportivo e poi pranzo, evitando zuccheri e proteine e mangiando solo i carboidrati che rientrano nel mio regime alimentare senza glutine e senza latticini.
Dopodiché inizia l’allenamento. Per circa un’ora mi alleno con i pesi o le fasce elastiche: eseguo fino a venti esercizi diversi, con pesi piccoli e molte ripetizioni per ciascuno dei movimenti del tennis. A metà pomeriggio bevo un integratore preparato dal mio fisioterapista che contiene proteine derivate dai piselli. Altro stretching e poi una nuova sessione di allenamento, ovvero altri novanta minuti a colpire la pallina, in cerca di ogni minimo difetto o deviazione nel servizio e nella risposta. Infine, una quarta sessione di stretching e magari un altro massaggio.
Arrivato a questo punto mi sto allenando da quasi otto ore consecutive, quindi mi prendo una pausa per occuparmi degli aspetti pubblici della mia carriera: una conferenza stampa o un evento di beneficenza. Dopodiché ceno: molte proteine, insalata, niente carboidrati, niente dolce. A volte leggo per un’oretta, di solito libri sulle prestazioni sportive o sulla meditazione, oppure scrivo il mio diario. Poi finalmente vado a dormire.
Questa per me è una “giornata libera”.

Riou Ross
29-08-2014, 09:17:32
Forse non è uno sport-sport, anche se il sollevamento pesi è una disciplina olimpica, però è comunque un attività fisica :sisi:

Jonhson91
29-08-2014, 09:31:24
Ultima e poi chiudo. Il bodybuilding è DIVERSO, vuoi considerarlo sport? (A proposito, quale sarebbe la definizione di sport da te data? ) fallo pure.
Ma è completamente diverso da qualsiasi altra cosa.


Primo post:

Attività che impegna, sul piano dell'agonismo oppure dell'esercizio individuale o collettivo, le capacità fisico-psichiche, svolta con intenti ricreativi ed igienici o come professione.

Definizione di sport. No, non è diverso. Ci sono un'infinità di sport, ognuno diverso l'uno dall'altro per svariati motivi. Possiamo dire che non rientra nell'accezione più comune di sport, questo sì.




Consideriamo il bb natural agonistico quindi:


Prima cosa: la barriera all'ingresso è infinitamente più alta e stramba rispetto a tutto il resto, poichè dettata dalla genetica. Non conosco uno sport che, se non sei portato, non puoi neanche iniziare a farlo.


Palestra può farla chiunque, come chiunque può giocare a calcetto. Sul palco in modo competitivo salgono in pochi, ma in percentuale sono forse di più dei giocatori di calcetto che arrivano in Serie A. La genetica, ad alti livelli, fa da padrone in qualsiasi sport.



Seconda cosa: non esiste e ripeto non esiste uno sport nel quale il modo di mangiare conta almeno quanto l'allenamento (consideriamo solo i natural e diciamo pure un bel 50% del risultato) .
Diciamo che voglio darti ragione e diciamo che gli olimpionici curino l'alimentazione (cosa contraddetta dalla realtà delle cose,ma supponiamo). L'aiuto del "mangiare bene" in uno sport olimpico quanto può dare? Non possiamo quantificarlo con certezza matematica, ma considerando il numero di medaglie olimpiche o personaggi sportivi di livello che mangiano assolutamente come persone normali (mi vengono in mente sti due perche ultimamente si vedono mentre pasteggiano su YouTube: dmitry klokov e Alessio sakara, per dirne due a random) immagino sia moooolto poco.
Ora capisci che uno sport si qualifica per allenamento di uno o piu gesti atletici+ prestazione/dimostrazione/gara. Aldila del fatto che nel BB non esiste un gesto atletico(lasciamo stare il discorso per ora) Se la variante alimentare (che è più biologia-chimica che altro) diviene quasi più importante della componente atletica allora sei d'accordo o no che sto sport inizia ad avere un posto ancor più particolare/unico?
È ovvio che mi soffermo su questo dettaglio, è stra-importante.


Ovvviamente. Nel sumo credo che l'alimentazione conti zero. Il sumo non è uno sport?
Nel tiro con l'arco? Conta l'alimentazione? Meno di zero. Questo lo rende uno sport particolare ed unico visto che al contrario di qualsiasi altro sport di alto livello l'alimentazione non ha rilevanza. Questo lo rende meno sport?
Il curling? Sport olimpico. Quanto conta l'alimentazione? Zero! Non è uno sport?

Ogni sport ha le sue caratteristiche. L'alimentazione può essere più o meno importante ma questo non lo rende più o meno sport. Anzi, il fatto che richieda un'attenzione programmatica all'alimentazione lo rende forse anche più impegnativo di tanti altri sport. Perchè mai questo dovrebbe essere un fattore negativo?



Nel bodybuilding si deve si raggiungere un obiettivo OK, arrivare nella data X che si è più o meno grossi e più o meno tirati. Ciò che c'è nel mezzo è un casino. Al contrario di TUTTI gli altri sport non si allena un gesto atletico, ma si allena il proprio corpo. Non esiste un miglioramento motorio (o meglio non viene perseguito) e va di per sè che la filosofia dell'allenamento BB sia OPPOSTA alla filosofia dell'allenamento di uno sport qualsiasi (sarà mica un indiizio?), essa è dettata da scopi fisiologici e non prestativi , non esiste un gesto o un abilità da migliorare , esiste solo l'accrescimento della propria muscolatura, con metodologie più o meno infinite (leggi: completamente random e affidate al talento genetico del natural tal dei tali, non alla assidua ripetizione dei gesti di gara..il che ti sembrerà pure irrilevante, ma è di questo che è fatto uno sport: la mia gara consiste in qualcosa di completamente differente dal mio allenamento..altra caratteristica unica direi.) Oserei dire che il bb è un eccezionale complemento a qualsiasi sport , ma di sport non ha nulla.


Sì, il fine è estetico. Il gesto consiste nella propria personale tecnica per raggiungere l'obbiettivo. E' implicito nel fatto che il fine sia estetico e non tecnico che il Bodybuilding sia un sport differente da quelli canonici. Nessuno l'ha mai messo in dubbio.



Veniamo infine all obiettivo finale del bb. L'estetica . le masse, le simmetrie e la definizione. Gli sport sono fatti di numeri, freddi e oggettivi, prestazioni atletiche ferme nello spazio e nel tempo ( e anche un 2-0 a calcio èun numero frutto di una prestazione atletica), il bb non ha nulla di tutto questo , èpura esibizione di un impegno cronico e quotidiano (da ammirare e invidiare, spesso) che impegna la giornata H24, corpi giudicati da giudici in base alla bellezza che suscitano in loro al momento dell esibizione (ovviamente influenzati da una certa deformazione generazionale/personale) il tutto perfettamente inquantificabile.


Gli sport artistici vengono valutati da una giuria in modo qualitativo, soggettivo e non quantificabile. Altrimenti non si spiega il voto differente che gli elementi della medesima giuria danno allo stesso tuffo/esibizione. Non tutti gli sport sono quantificabili con precisione.



È differente da tutto il resto, volendo potremmo continuare a discutere ma davvero non puoi non capirlo. Se poi tu vuoi dirmi, si è differente ma non vedo Perche non lo si debba chiamare sport, io ti rispondo: vabbe Chiamalo sport, ma riconosci che sotto l'Enciclopedia Treccani meriterebbe almeno una nota particolare?


Ma che sia diverso dalla definizione canonica che tutti considerano di sport nessuno l'ha mai messo in dubbio. E' indubbio però che l'impegno atletico/fisico/mentale che c'è dietro ad un'attività come il bodybuilding lo rende a tutti gli effetti un'attività sportiva non meno importante/impegnativa di tante altre. A me fa irritare il banalizzare il tutto come una gara di omaccioni che fanno a gara a chi si mette più tinta abbronzante nel pregara. Questo è il punto. Che poi esca dagli schemi comuni sono d'accordo.

Yanagi tfoa
29-08-2014, 10:29:40
Forse non è uno sport-sport, anche se il sollevamento pesi è una disciplina olimpica, però è comunque un attività fisica :sisi:

si ma sollevamento pesi =/= quello che fa il 99,99999999999999999999% degli utenti della palestra

si può dire che le due cose condividono solo il luogo, e talvolta neppure quello :asd:

Riou Ross
29-08-2014, 10:47:22
si ma sollevamento pesi =/= quello che fa il 99,99999999999999999999% degli utenti della palestra

si può dire che le due cose condividono solo il luogo, e talvolta neppure quello :asd:

comunque lo squat è tipo sollevamento pesi... è simile alla disciplina olimpica :look:

Ghost85
31-08-2014, 17:00:50
si ma sollevamento pesi =/= quello che fa il 99,99999999999999999999% degli utenti della palestra

si può dire che le due cose condividono solo il luogo, e talvolta neppure quello :asd:
A mio avviso rimane uno sport. Questo nell'accezione di sport inteso nella definizione postata in op. Che poi la palestra sia uno sport quasi totalmente diverso da tutti gli altri, non ci piove. Ma teoricamente anche "freccette" volendo è uno sport