• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 9 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 126

Discussione: Multe agli utenti dei P2P!!

Cambio titolo
  1. #1
    CHILAVERT THE BEST L'avatar di torcipa
    Registrato il
    10-02
    Località
    Provincia di marte
    Messaggi
    1.097

    Infelice Multe agli utenti dei P2P!!

    Da quache giorno mi è giunta voce che scaricare dai P2P sei diventato molto pericoloso.....


    Diventa reato pertanto distribuire brani musicali protetti da copyright via internet tramite i software P2P e il file sharing tipo lo scomparso Napster o l'ancora attivo Kazaa. Inoltre, sempre in linea con le norme europee, chi abusivamente rimuoverà le misure di protezione di cd o dvd rischierà il carcere.

    Il cerchio si stringe attorno al P2P. Dopo una serie di battaglie dai risultati altalenanti, ora la RIAA mette in campo tutto il suo potere per stanare gli utenti e far valere i propri diritti sia con le buone che con le cattive.

    In queste ore la Camera USA sta vagliando una proposta di legge secondo la quale chi mette a disposizione il proprio hard disk per condividere musica protetta rischia 5 anni di carcere ed un risarcimento danni fino a 150.000 dollari. La norma, ora al vaglio dei Repubblicani, prevede che il reato scatti dopo 10 duplicazioni illegali. Tale iniziativa è accompagnata da una serie di norme anti-spam ed a quanto pare sarebbe seguita a breve da un corrispettivo europeo che renderebbe la battaglia all'MP3 selvaggio davvero una questione globale.

    Nel contempo la RIAA ha ottenuto la sentenza che cercava per rendere effettivamente attuabile la norma in via di approvazione: Verizon sarà costretta a rendere pubblici i nomi abbinati ai numeri IP segnalatisi per una condivisione illegale di file vietati. Con questa sentenza la RIAA punta a far aprire i registri di tutti i provider (finora unico scudo di protezione degli utenti) per avere definitivamente il coltello dalla parte del manico. Si attendono contromosse.

    Filesharing in Danimarca: multe dirette agli utenti

    2 dicembre 2002

    Mentre tutti guardavano con apprensione e curiosità agli Stati Uniti e alle decisioni del solito giudice californiano se aprire o no un processo contro Kazaa, arriva dalla vecchia Europa un gran sberlone agli utenti delle reti peer-to-peer. In particolare, dalla piccola e libertaria Danimarca, dove per la prima volta centocinquanta singoli utenti hanno ricevuto per posta una robusta multa per la loro attività online.

    A spedire le lettere è stato l'Antipiratgruppen, un’associazione dal nome chiarissimo anche per chi non capisce il danese, che ha rintracciato centocinquanta utenti di Kazaa e e Donkey, ne ha monitorato l’attività, rintracciato l’indirizzo Ip e quindi ha convinto un tribunale locale a obbligare i provider a fornire i dati anagrafici degli utenti. A loro ha spedito altrettante multe per un totale di 133600 dollari.

    Il meccanismo seguito dall'Antipiratgruppen è stato abbastanza semplice. Come ben sanno gli utenti di Kazaa, una volta che si rintraccia un file sulla rete peer-to-peer è possibile vedere cos’altro si trova sulcomputer in cui risiede quel file (utilizzando funzioni come find from the same user o browse user). Servendosi di un software scritto da quattro studenti universitari, l’Apg ha cercato gli utenti più attivi di Kazaa e eDonkey, in particolare quelli più generosi nel mettere a disposizione materiale protetto da copyright, ed è riuscito a risalire agli indirizzi Ip dei loro computer.

    La vera sorpresa è arrivata a questo punto. Perché mentre negli Stati Uniti i giudici non hanno ancora ordinato ai provider di fornire gli indirizzi privati dei loro utenti (c’è ancora in ballo una causa tra la Riaa e il provider Verisign), il tribunale danese ha dato subito ragione all’Apg. E come se non bastasse, anche il Danish Consumer Council – un’associazione di consumatori subito interpellata dai destinatari delle multe – ha fornito un parere favorevole all’azione del gruppo anti-pirati.

    Mentre non si sa ancora bene come verranno redistribuiti i soldi incassati dalle multe e chi ha effettivamente già pagato, la Rete è stata invasa da una serie di proteste e dibattiti sull’argomento, con un forum piuttosto vivace su Slashdot. Qui sono due le accuse più comuni rivolte all’Apg.

    La prima è quella di aver dato per scontata l’equazione nome del file = file illegale, senza averla controllata caso per caso.

    Per esempio, oggi non è raro che le major mettano in circolazione Mp3 falsi, con il nome di una canzone e il contenuto diverso, per complicare la vita dei cosiddetti pirati. Secondo, il peso delle multe. L’Apg ha seguito un meccanismo matematico piuttosto severo, valutando 2,67 dollari per ogni canzone, 26,70 per ogni film e circa 50 per ogni videogame trovato online. Con il risultato di spedire multe che, nel caso più elevato, hanno sfiorato i 14mila dollari.



    Che ne pensate??

  2. #2
    Drago della conoscenza L'avatar di Shinryu
    Registrato il
    02-03
    Località
    Neo Tokyo 3
    Messaggi
    1.239
    Che se questi casi arrivano anceh in italia nessuno spenderà + soldi per la banda larga e telecom bestemmierà.
    My Blog: L'ultimo messaggero sacrificale

    All's Right with the World

    The year's at the spring,
    And day's at the morn;
    Morning's at seven;
    The hill-side's dew-pearled;
    The lark's on the wing;
    The snail's on the thorn;
    God's in his Heaven
    All's right with the world!



  3. #3
    Master Of Gnocca ® L'avatar di Evil666
    Registrato il
    12-02
    Località
    Roma
    Messaggi
    42.116
    Shinryu

    Che se questi casi arrivano anceh in italia nessuno spenderà + soldi per la banda larga e telecom bestemmierà.
    lol

    "Non mi sono mai chiesto perché scattassi delle foto. In realtà la mia è una battaglia disperata contro l'idea che siamo tutti destinati a scomparire. Sono deciso ad impedire al tempo di scorrere"
    Robert Doisneau

  4. #4
    113 L'avatar di lupo3
    Registrato il
    04-03
    Località
    Rimini
    Messaggi
    13.726
    Shinryu

    Che se questi casi arrivano anceh in italia nessuno spenderà + soldi per la banda larga e telecom bestemmierà.
    Lo penso anch'io

  5. #5
    CHILAVERT THE BEST L'avatar di torcipa
    Registrato il
    10-02
    Località
    Provincia di marte
    Messaggi
    1.097
    Shinryu

    Che se questi casi arrivano anceh in italia nessuno spenderà + soldi per la banda larga e telecom bestemmierà.
    Veramente la notizia io l'ho sentita alla primapagina che fà il mattino il TG5, e si parlava di multe di 2000€ anche in italia.....

  6. #6
    Utente L'avatar di MastroGP
    Registrato il
    03-04
    Messaggi
    424
    Ultima modifica di MastroGP; 3-03-2004 alle 14:48:19

  7. #7
    sti cavoli L'avatar di jack546
    Registrato il
    10-03
    Località
    halo
    Messaggi
    2.413
    loro bloccano e noi continueremmo da altre parti

    nn vinceranno loro!!!!!!! vinceremo noi


  8. #8
    sti cavoli L'avatar di jack546
    Registrato il
    10-03
    Località
    halo
    Messaggi
    2.413
    poi la guarda di finanza come fa a sapere gli ip delle persone che si collegano hai server???????

    se uno su un server imposta un minimo di 1 giga di mp3 da condividere per forza, la finanza come fa??

    di modo loro potranno dare multe allinfinito, ma i programmi con winmx ecc... nn li possono chiudere
    Ultima modifica di jack546; 3-03-2004 alle 11:35:22


  9. #9
    Diabulus in Musica
    Registrato il
    10-03
    Località
    Genova
    Messaggi
    2.726
    Ai provider verrà chiesto di creare filtri specializzati capaci di ridurre o minimizzare le attività di scambio illecito di materiali
    mi fanno ridere queste cose

    quando riusciranno a programmare un filtro del genere io divento prete

    spesso è difficile anche per la gente comune capire se un file è legale o no, figurati per un software.....
    [size=1]Bassi: G&L L-2500 USA 5 corde, Takamine acustico 4 corde, Ibanez GSR200 4 corde .
    Ampli: MarkBass MiniCMD 121P [email protected] [email protected]
    Genere: quel che capita
    Gruppi: Uàkatu jazz trio, Andrea Sigona

  10. #10
    sti cavoli L'avatar di jack546
    Registrato il
    10-03
    Località
    halo
    Messaggi
    2.413
    nikki88

    mi fanno ridere queste cose

    quando riusciranno a programmare un filtro del genere io divento prete

    spesso è difficile anche per la gente comune capire se un file è legale o no, figurati per un software.....

    hai ragione!!!


  11. #11
    CHILAVERT THE BEST L'avatar di torcipa
    Registrato il
    10-02
    Località
    Provincia di marte
    Messaggi
    1.097
    jack546

    poi la guarda di finanza come fa a sapere gli ip delle persone che si collegano hai server???????
    Non lo sò....ma da quanto ho capito una volta identificato il tuo IP vanno dal tuo fornitore di internet(Alice, tiscali, libero...) e si fanno dare i dati!
    Dnq se uno utilizza il proxy non dovrebbe essere coinvolto!

  12. #12
    . L'avatar di carlo17
    Registrato il
    02-04
    Località
    Italy
    Messaggi
    3.804
    torcipa

    Non lo sò....ma da quanto ho capito una volta identificato il tuo IP vanno dal tuo fornitore di internet(Alice, tiscali, libero...) e si fanno dare i dati!
    Dnq se uno utilizza il proxy non dovrebbe essere coinvolto!
    che vuol dire usa il proxy

  13. #13
    Diabulus in Musica
    Registrato il
    10-03
    Località
    Genova
    Messaggi
    2.726
    torcipa

    Non lo sò....ma da quanto ho capito una volta identificato il tuo IP vanno dal tuo fornitore di internet(Alice, tiscali, libero...) e si fanno dare i dati!
    Dnq se uno utilizza il proxy non dovrebbe essere coinvolto!
    si però è una palla: t rallentano la conn..
    [size=1]Bassi: G&L L-2500 USA 5 corde, Takamine acustico 4 corde, Ibanez GSR200 4 corde .
    Ampli: MarkBass MiniCMD 121P [email protected] [email protected]
    Genere: quel che capita
    Gruppi: Uàkatu jazz trio, Andrea Sigona

  14. #14
    Death Coil
    Registrato il
    06-03
    Messaggi
    2.088
    Ma le ADSL non hanno l'indirizzo IP variabile ??

    Ogni connessione viene assegnato un IP differente dal precedente.

    In teoria quindi basta scollegarsi massimo ogni 2 giorni per non destare sospetti.


    E' un po come le telefonate nei film....se parli troppo a lungo vieni rintracciato.
    PC Enermax Liberty 620w | Intel® Core™2 Duo E8500 | Asus P5QL-E | 2*2gb Kingston Ddr2 C5 | Asus EAH 4850 1gb ddr3 | WD Raptor 2x WD360ADFD Raid0 | Maxtor 320gb | Samsung 22" | Pinnacle Pctv |

  15. #15
    Ex admin L'avatar di Lex
    Registrato il
    10-02
    Località
    Udine
    Messaggi
    36.677
    Il provider sa comunque a chi corrispondono gli ip, per cui verificando tra i log è possibile risalire all'intestatario dell'account.
    Comunque, non vedo cosa ci sia i strano in questo: è risaputo da tempo che la pirateria è illegale.
    You will die, mortal


    Gli interventi di moderazione sono in rosso e grassetto. Chiarimenti a riguardo in privato.
    A causa di limiti di tempo, non risponderò a questioni relative al forum su MSN salvo in casi di reale emergenza. Se avete bisogno di contattarmi, mandatemi un mp.

Pag 1 di 9 1234 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •