• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 7 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 93

Discussione: Firmata la nuova Costituzione Irachena

Cambio titolo
  1. #1
    101 Airborne L'avatar di maverick84
    Registrato il
    12-02
    Località
    Palermo
    Messaggi
    10.571

    Firmata la nuova Costituzione Irachena

    I 25 membri del Consiglio governativo approvano all'unanimità
    Iraq, firmata la nuova Costituzione
    La decisione per alzata di mano alla presenza del capo dell'amministrazione provvisoria americana Paul Bremer

    BAGDAD - I 25 membri del Consiglio goverantivo Iracheno hanno approvato all’unanimità la nuova costituzione provvisoria. La decisione è stata presa per alzata di mano in un’ultima riunione prima della cerimonia della firma. Il consiglio si è riunito questa mattina alla presenza del capo dell’amministrazione provvisoria americana Paul Bremer e del rappresentante britannico Jeremy Greenstock. «Dobbiamo mettere gli interessi del paese al di sopra dei nostri interessi di parte. Il mondo ci sta a guardare e si aspetta che noi lavoriamo al servizio della nazione», ha detto il presidente di turno del consiglio Mohammed Bahr al-Ulloum. Poco prima della fine della riunione del Consiglio una forte esplosione ha scosso il centro di Bagad. L’esplosione non lontano dall’Hotel al-Manour a ridosso della zona verde, dove ha sede il quartier generale della Coalizione e dove di trova il Convention Center, l’edificio in cui è riunito il consiglio governativo: non è stata segnalata alcuna vittima.

    I principi della nuova Costituzione

    La Costituzione provvisoria irachena, firmata dopo due rinvii dal Consiglio di governo transitorio, rappresenterà il riferimento giuridico dal prossimo primo luglio - ossia da quando il potere passerà dagli americani agli iracheni - fino alle elezioni politiche che dovranno tenersi al più tardi entro il gennaio del 2005. La Costituzione transitoria non ha carattere vincolante rispetto a quella permanente che verrà elaborata dall'Assemblea provvisoria che nascerà dalle elezioni e i principi qui enunciati potrebbero essere cambiati, in tutto o in parte. Ecco i punti salienti del testo.

    ASSETTO ISTITUZIONALE - l'Iraq avrà un presidente e un primo ministro che sarà a capo dell'esecutivo. È tramontata l'ipotesi, sostenuta da alcuni membri del Consiglio, di una presidenza collegiale che riflettesse la composizione etnico-religiosa del paese.

    IL RUOLO DELL'ISLAM - l'Islam sarà la religione ufficiale dello Stato e rappresenterà una fonte per la legislazione (ma non l'unica). Viene garantita la libertà totale per tutte le altre religioni, mentre non potranno esserci leggi contrarie all'Islam, ma i principi religiosi non dovranno invalidare i diritti individuali o le regole della democrazia. Le correnti di tendenza integralista in seno al Consiglio di governo premevano per un testo ispirato esclusivamente all'Islam.

    DIRITTI UMANI - Saranno garantite le libertà fondamentali dei cittadini, in modo particolare la libertà di culto, di pensiero e di parola. L'arabo e il curdo saranno le due lingue ufficiali, ma le minoranze (assiro-caldei e turcomanni) potranno adoperare le loro lingue nelle scuole.

    FEDERALISMO - La struttura federale dell'Iraq - ambita soprattutto dai curdi, che dal 1991 gestiscono autonomamente il Nord-Est del Paese - è espressamente prevista dalla Costituzione transitoria. Il Kurdistan continuerà ad essere amministrato dai curdi e la milizia locale dei peshmerga continuerà a garantire la sicurezza fino a che un governo eletto deciderà in merito all'ampiezza ed alle modalità dell'autonomia stessa.

    IL RUOLO DELLE DONNE - Il testo pone come obiettivo il raggiungimento di una quota del 25% di rappresentanza femminile nella futura assemblea parlamentare. La legge fondamentale provvisoria vieta genericamente discriminazioni contro le donne ma, come ha denunciato l'organizzazione Human Rights Watch, nongarantisce esplicitamente la parità tra uomini e donne in materia di divorzio e di eredità.

    --------------------------------------------------------------------------------

    Libertà
    Ultima modifica di maverick84; 8-03-2004 alle 13:20:42
    "I fascisti si dividono in due categorie: i fascisti e gli antifascisti"
    Ennio Flaiano


  2. #2
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Conditio sine qua non

  3. #3
    Skree
    Ospite
    Tutto sta a vedere se riusciranno a mantenere le promesse...

    Speriamo bene, se ci riusciranno, è di sicuro una cosa ottima.

  4. #4
    Bannato L'avatar di Cercatore
    Registrato il
    11-03
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17.685
    Nel frattempo il terrorismo ha già mostrato il suo rincrescimento x la cosa 8(

  5. #5
    Skree
    Ospite
    Cercatore

    Nel frattempo il terrorismo ha già mostrato il suo rincrescimento x la cosa 8(
    Beh, quello e' scontato, e' successo in israele, e succederà in Iraq, un ordine che tenta di dare un po' di "giustizia" e' l'ultima cosa che vogliono certi popoli ormai abituati al... chiamiamolo caos. L'unica cosa che possiamo fare e' sperare che le cose vadano per il meglio.

  6. #6
    Πολύτρουπος L'avatar di Hobbit83
    Registrato il
    04-03
    Località
    Stadio Romeo Neri, Rimini
    Messaggi
    3.172
    Non sembra del tutto malvagia, ma è presto per esultare: la vera costituzione la faranno gli sciti quando andranno al potere nel gennaio prossimo, e lì si tornerà all'Islam come legge suprema, un pò come in Iran....

    Fra
    3 sono i Re, il 3° era chiamato non ti scordar di me, perchè metteva foto giganti del suo viso: rimase incastrato nel suo proprio sorriso...

  7. #7
    Utente
    Registrato il
    10-03
    Località
    Bologna
    Messaggi
    598

    Re: Firmata la nuova Costituzione Irachena

    maverick84

    I 25 membri del Consiglio governativo approvano all'unanimità
    Iraq, firmata la nuova Costituzione
    La decisione per alzata di mano alla presenza del capo dell'amministrazione provvisoria americana Paul Bremer

    BAGDAD - I 25 membri del Consiglio goverantivo Iracheno hanno approvato all’unanimità la nuova costituzione provvisoria. La decisione è stata presa per alzata di mano in un’ultima riunione prima della cerimonia della firma. Il consiglio si è riunito questa mattina alla presenza del capo dell’amministrazione provvisoria americana Paul Bremer e del rappresentante britannico Jeremy Greenstock. «Dobbiamo mettere gli interessi del paese al di sopra dei nostri interessi di parte. Il mondo ci sta a guardare e si aspetta che noi lavoriamo al servizio della nazione», ha detto il presidente di turno del consiglio Mohammed Bahr al-Ulloum. Poco prima della fine della riunione del Consiglio una forte esplosione ha scosso il centro di Bagad. L’esplosione non lontano dall’Hotel al-Manour a ridosso della zona verde, dove ha sede il quartier generale della Coalizione e dove di trova il Convention Center, l’edificio in cui è riunito il consiglio governativo: non è stata segnalata alcuna vittima.

    I principi della nuova Costituzione

    La Costituzione provvisoria irachena, firmata dopo due rinvii dal Consiglio di governo transitorio, rappresenterà il riferimento giuridico dal prossimo primo luglio - ossia da quando il potere passerà dagli americani agli iracheni - fino alle elezioni politiche che dovranno tenersi al più tardi entro il gennaio del 2005. La Costituzione transitoria non ha carattere vincolante rispetto a quella permanente che verrà elaborata dall'Assemblea provvisoria che nascerà dalle elezioni e i principi qui enunciati potrebbero essere cambiati, in tutto o in parte. Ecco i punti salienti del testo.

    ASSETTO ISTITUZIONALE - l'Iraq avrà un presidente e un primo ministro che sarà a capo dell'esecutivo. È tramontata l'ipotesi, sostenuta da alcuni membri del Consiglio, di una presidenza collegiale che riflettesse la composizione etnico-religiosa del paese.

    IL RUOLO DELL'ISLAM - l'Islam sarà la religione ufficiale dello Stato e rappresenterà una fonte per la legislazione (ma non l'unica). Viene garantita la libertà totale per tutte le altre religioni, mentre non potranno esserci leggi contrarie all'Islam, ma i principi religiosi non dovranno invalidare i diritti individuali o le regole della democrazia. Le correnti di tendenza integralista in seno al Consiglio di governo premevano per un testo ispirato esclusivamente all'Islam.

    DIRITTI UMANI - Saranno garantite le libertà fondamentali dei cittadini, in modo particolare la libertà di culto, di pensiero e di parola. L'arabo e il curdo saranno le due lingue ufficiali, ma le minoranze (assiro-caldei e turcomanni) potranno adoperare le loro lingue nelle scuole.

    FEDERALISMO - La struttura federale dell'Iraq - ambita soprattutto dai curdi, che dal 1991 gestiscono autonomamente il Nord-Est del Paese - è espressamente prevista dalla Costituzione transitoria. Il Kurdistan continuerà ad essere amministrato dai curdi e la milizia locale dei peshmerga continuerà a garantire la sicurezza fino a che un governo eletto deciderà in merito all'ampiezza ed alle modalità dell'autonomia stessa.

    IL RUOLO DELLE DONNE - Il testo pone come obiettivo il raggiungimento di una quota del 25% di rappresentanza femminile nella futura assemblea parlamentare. La legge fondamentale provvisoria vieta genericamente discriminazioni contro le donne ma, come ha denunciato l'organizzazione Human Rights Watch, nongarantisce esplicitamente la parità tra uomini e donne in materia di divorzio e di eredità.

    --------------------------------------------------------------------------------

    Libertà



    Dal testo sembra una cosa fatta bene. il problema però sarà passare dalla teoria alla pratica

  8. #8
    Rivoluzionario L'avatar di Gendo Ikari
    Registrato il
    03-03
    Località
    Neo Tokyo 3
    Messaggi
    6.197
    Firmata....ma da chi? Da un'assemblea costituente votata dal popolo o da un consiglio di pochi eletti scelti dal governo americano presidiati da Paul Bremer?
    Viva l'Itaglia!

  9. #9
    Skree
    Ospite
    Gendo Ikari

    Firmata....ma da chi? Da un'assemblea costituente votata dal popolo o da un consiglio di pochi eletti scelti dal governo americano presidiati da Paul Bremer?
    Beh...

    Ipotesi 1: Se e' stata un assemblea irachena, hanno dimostrato intelligenza e lungimiranza

    Ipotesi 2: Se sono stati organi costituiti dagli Stati Uniti, hanno semplicemente progettato qualcosa di intelligente.

    In entrambi i casi e' una cosa positiva, nel primo piu' che nel secondo, ma comunque in entrambi positiva.

  10. #10
    Old Member L'avatar di Nagdorf
    Registrato il
    10-02
    Località
    Padova
    Messaggi
    922
    Mi sembra troppo "costretta" come Costituzione, mi auguro che quella finale sia meno condizionata

    Quit Msg: Sono fin troppo consapevole del fatto che si vive in un'epoca in cui solo gli ottusi sono presi sul serio, e io vivo nel terrore di non essere frainteso

  11. #11
    Bannato L'avatar di Cercatore
    Registrato il
    11-03
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17.685
    Nagdorf

    Mi sembra troppo "costretta" come Costituzione, mi auguro che quella finale sia meno condizionata
    Vana speranza. La condizionale americana ci sarà sempre

  12. #12
    Utente L'avatar di cerberus
    Registrato il
    01-03
    Località
    Salaria Sport Village
    Messaggi
    18.301
    Gendo Ikari

    Firmata....ma da chi? Da un'assemblea costituente votata dal popolo o da un consiglio di pochi eletti scelti dal governo americano presidiati da Paul Bremer?
    La seconda... ed è stato meglio così...

    Per quanto riguarda la costituzione: poco più che una stesura di buoni propositi... se gli Americani se ne andassero ( come molti vorrebbero ), chi li farà rispettare?
    Engineers do it better
    "Lo scienziato non studia la natura perché è utile, ma perché ne prova piacere e ne prova piacere perché è bella. Se la natura non fosse bella, non varrebbe la pena studiarla e la vita non varrebbe la pena di essere vissuta”.( Henri Poincaré )
    "Scientists discover the world that exists; engineers create the world that never was."

  13. #13
    CodeRed
    Ospite
    bhà... israele II alla vendetta

  14. #14
    Utente L'avatar di BILBAO
    Registrato il
    02-03
    Località
    BELFAST
    Messaggi
    2.040
    Gendo Ikari

    Firmata....ma da chi? Da un'assemblea costituente votata dal popolo o da un consiglio di pochi eletti scelti dal governo americano presidiati da Paul Bremer?

    sicuramente non porta in calce la firma di saddam hussein e di tutto il suo enturage di vigliacchi e codardi homuncoli, il cui unico piacere era quello di scrivere con il sangue delle proprie vittime(

  15. #15
    daimyo di Kai L'avatar di Iladhrim84
    Registrato il
    12-02
    Località
    Castello di Yogai-jo
    Messaggi
    10.516
    cerberus

    La seconda... ed è stato meglio così...

    Per quanto riguarda la costituzione: poco più che una stesura di buoni propositi... se gli Americani se ne andassero ( come molti vorrebbero ), chi li farà rispettare?
    Ma scusa, loro sono una massa di bestie dislessiche incapaci di fare la democrazia con le proprie mani?

    Ah, no, giusto, noi siamo la razza occidentale, superiore in tutto e per tutto su quei poveracci
    Ma gli spagnoli stanno ancora facendo gli esperimenti per controllare se gli indios avevano un'anima?...
    Quandi attacchi, attendi il momento giusto.
    Quando attendi, resta sospeso come il masso sul ciglio di un precipizio profondo mille metri.
    Quando arriva il momento giusto, annullati nell’attacco, come il masso che precipita nel vuoto
    .


    Suzume-no-kumo

Pag 1 di 7 1234 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •