• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 20

Discussione: Videogiochi Anni 90 VE LI RICORDATE?

Cambio titolo
  1. #1
    Utente L'avatar di fabaggio85
    Registrato il
    10-03
    Località
    Baggio's World
    Messaggi
    28

    Videogiochi Anni 90 VE LI RICORDATE?

    Solo x citarne alcuni.....

    NINTENDO
    La serie di Donkey Kong Country
    Super Mario Bros
    Iss Deluxe

    SEGA
    Sonic
    Alex Kidd x Sega Master System
    Golden Axe
    Hang-On
    Kick Off

    COIN-OP
    Puzzle Bobble

    COMPUTER
    Il PRIMO MITICO Prince of Persia
    Il primo amore non si scorda mai

    Roberto Baggio !!!!!!!!!!!
    200 GOL IN SERIE A
    200 EMOZIONI


  2. #2
    tremAte siAm tornAti L'avatar di Grifo
    Registrato il
    12-02
    Località
    Vicino Genova
    Messaggi
    4.115
    Pensa che io mi ricordo anche quelli degli anni 80

  3. #3
    Utente L'avatar di shun
    Registrato il
    03-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    11
    super mario bros soprattuto il tre ..è la serie che mi è piaciuta in assoluto con tutti quei costumini..che figata...ma anche il tines toons..che potevi usare taz mania....
    cmq il primissimo gioco è stato sul commodor 64... e neanche mi ricordo come si chiamava ..cmq c erano dei serpenti e tu eri uno di questo e dovevi mangiare le uova e non ti dovevi far beccare dagli altri ..troppo bello io piccino piccino che giocavo con sto coso ...alla snake del passato....
    quello su console vero e proprio è stato tetris ..su gameboy
    e poi sono seguitiquelli per il pc tipo dyna ... golden axe ecc--
    potenza inaudita la sua potenza come non ne avevo mai vista...
    superiore a me di certo...
    a quest'uomo non ho saputo oppormi ma la rosa bianca ha avuto il suo fatale effetto..la XII casa non sarà mai sua

  4. #4
    Utente L'avatar di I LOVE INTER
    Registrato il
    03-04
    Località
    GIARDINI NAXOS
    Messaggi
    392

    Nostalgia

    Indimenticabili le partite con Mega Drive e Super Nintendo. Thunderforce 3,il primo Fifa Soccer e soprattutto Mario All Stars(incredibile),F-Zero e Mario Kart(impareggiabili),Super Metroid(STUPENDO) e i mostruosi Donkey Kong Country 1 & 2.

  5. #5
    Moderatore Pornocratico L'avatar di Saverione
    Registrato il
    10-02
    Località
    Deep Space 9
    Messaggi
    14.955
    Gli anni '90 me li ricordo come un periodo di grossissimi cambiamenti: i primi giochi in Cd-rom che vantavano intro animate e sonoro superiore (7th guest, 11th hour!! Mitici!), il C64 che ormai aveva imboccato il declino -ma i giochi piu'belli son stati forse quelli di questo periodo-, l'amiga che rullava di brutto -malata senza sintomi-, la demoscene, i coders finlandesi, il superNES e il megadrive che se le suonavano, i primi giochi poligonali degni di questo nome su PC, le prime schede acceleratrici, la sound blaster 16 ormai nelle case di tutti -o quasi-, l'avvento della playstation, Tekken, internet e i PC nelle case della gente, finalmente...

    Mamma mia, i 10 anni piu'critici del mondo dell'informatica.

    Moderazione balorda in Rosso e Grassetto

  6. #6
    Bannato L'avatar di Cloud Strife
    Registrato il
    11-02
    Località
    Roma
    Messaggi
    42.182
    Anche se ero piccolo me li ricordo abbastanza bene,per lo meno per quello che ho provato.

    Ricordo l'Amiga(600 e 1200),il C64,il NES,lo SNES,il Mega Drive,il GB,la Psx.Ricordi bellissimi.

    P.S.Ho messo le console da me possedute.

  7. #7
    A prova di morte L'avatar di Otacon86
    Registrato il
    06-03
    Località
    Surè
    Messaggi
    2.332
    Nel 1990 La Nintendo, lancia il Super FAMICOM (in Italia Supernintendo, o SNES) in Giappone e l’anno dopo in America. Fu un grande successo ma non si può dire che battè il Mega Drive. Quelli furono anni d’oro, da una parte il SuperNintendo offriva finezze come il mode7 e 256 colori a schermo, dall’altra il Megadrive con i suoi soli 64 colori rispondeva con la velocissima CPU che surclassava quella dello SNES. I giochi uscivano quasi sempre per entrambe le console.
    Nel 1990 la NEC lancia il turbo express color. Grande console e stessa sorte del PC engine.
    Nel 1991 la SEGA lancia il Game Gear: un Master system portatile. Purtroppo la console non ebbe fortuna a causa del prezzo elevato e dell’elevatissimo consumo di. Nemmeno il TV tuner, che lo trasformava in una tv portatile, ne risollevò le sorti.
    Sempre nel 1991 è SNK a lanciare la sua bellissima console: Il NEO GEO. Il Neo Geo era un sistema nato per le sale giochi e adattato anche per casa. In pratica coin op e console erano la stessa cosa. I prezzi dei giochi però erano parecchio alti: le cartucce costavano quanto la console stessa e cio’ era dovuto al fatto che contenevano molti dei componenti che sarebbero potuti essere ospitati nella console stessa. Il Neo Geo è ancora diffusissimo in tutte le sale giochi (Metal slug, Fatal Fury e tantissimi altri titoli). Successivamente ne venne commercializzata una versione con cd rom, il Neo Geo cd, appunto.
    Sempre del 1991 è il tentativo di Philips di creare il nuovo strumento multimediale per tutta la famiglia: Il CD-I o cd interactive. Si dice che inizialmente Philips cercava un accordo con Nintendo per il cd da aggiungere al Supernintendo, quando l’accordo salto’ decise di produrre questo mezzo. Il cd-I faceva da karaoke, aveva l’espansione per leggere i video cd e aveva i giochi e enciclopedie. Ebbe un discreto successo ma il sistema fu abbandonato. Come joypad si usava il telecomando.
    Nel 1992 Commodore produce l’Amiga 600 che avrà un buon successo, putroppo l’anno successivo compirà un passo falso cercando di entrare nel mondo delle console con il cd32. Pochissimo software e scarso supporto ne decretano il fallimento.
    Nel 1993 la SEGA lancia il Mega Cd, ma il suo alto prezzo e i giochi non all’altezza lo relegarono in una nicchia. Sul Mga Cd apparirono i primi abbozzi di film interattivi.
    Nel 1993 Atari fa il suo ultimo ed estremo tentativo: il Jaguar. Ma il gioco di lancio, cyber morph delude le aspettative e nel ‘94 esce l’unico grande gioco di questa console: Alien vs Predator, ma il resto è poca roba.
    Nel 1994 La 3do (consorzio tra Panasonic e Matsushita) lancia la creatura di Trip Hawkins: l’fz1, meglio conosciuta proprio come 3DO. E’ la prima console a 32 bit con cd. Questa macchina si rivelerà un fallimento a causa dei pochi giochi di qualità e dell’eccessivo prezzo.
    Nonostante il 3do si sia rivelato un fallimento, SEGA lancia nel 1994/95 il SATURN, la sua console a 32 bit per battere Nintendo. In Giappone ha un buon seguito ma in America e in Europa no. La gente aspetta l’annunciata nuova meraviglia di Nintendo che però non arriva.
    E’ la Sony a lanciare il concorrente del Saturn: la Playstation (o psx). Tecnicamente le due console si equivalevano (anche se erano diverse: la sony aveva tutta elettronica proprietaria mentre il Saturn si appogiava a dei RISC della Hitachi) e avevano un prezzo di lancio in italia superiore al milione. Ci fu una bella lotta iniziale ma poi si incominciò a capire che la console con i migliori giochi e soprattutto la migliore campagna pubblicitaria era la Playstation. Il successo fu planetario, così come la diffusione dei modchip e dei giochi piratati, il Saturn era destinato a soccombere mentre la playstation è viva ancora oggi nonostante l’uscita della ps2 nel 2000.
    Nel 1996 finalmente Nintendo si decide a far uscire la sua nuova console: il Nintendo 64. Non usa clamorosamente i cd ma ancora le obsolete cartucce (che però offrono maggiori garanzie contro la pirateria) e la sua grafica è superiore a tutte le console sul mercato, con effetti di anti-aliasing e bilinear filtering.
    Tecnicamente il Nintendo 64 sembrerebbe la console più forte del lotto ma è la psx ad averla vinta: si diffonde a macchia d’olio, ha centinaia di giochi tra cui capolavori assoluti del calibro di GT, Tekken 3, ISS pro, resident Evil, Metal Gear Solid, Final Fantasy. Tutti i più grandi programmatori si cimentano con la Playstation che diventa lo standard dell’intrattenimento digitale.
    La playstation ha l’indubbio merito di aver tolto i videogiochi dalla nicchia che occupavano trasformandoli in un vero e proprio fenomeno di massa.
    Nel 1998 la SEGA mette sul piatto la sua ultima carta per contrastare lo strapotere di Sony: il suo 128 bit DREAMCAST (DC). La console aveva enormi potenzialità, un sistema operativo derivato da windows CE, una spiccata tendenza al multiplayer con i suoi 4 ingressi per joypad e un modem per connettersi ad internet. In giappone fu accolta freddamente mentre ebbe un buon successo in europa ma soprattutto in America. In Italia la console non è mai stata supportata a livello pubblicitario e ci furono grossi problemi di distribuzione tanto che nel 2000 la SEGA tolse la distribuzione alla Giochi preziosi per fare tutto da sola.
    I giochi di lancio non erano di grande qualità ma negli ultimi anni il Dreamcast ha sfornato una serie interminabile di capolavori. Nonostante un nutrito gruppo di fan il Dreamcast non vende come la Playstation e si incomincia a malignare sulla sua sorte. Inoltre l’aggressiva politica commerciale di SONY impedisce ad alcune software house di sviluppare per Dreamcast, tant’è che la maggior parte dei titoli di richiamo sono prodotti dalla SEGA stessa.
    Sul DC nascono i primi giochi Internet-only per console (Phantasy star online e la conversione di Quake 3 arena); le conversioni da BAR dei coin op SEGA sono perfette al pixel. Viene inoltre realizzata una variante del Dreamcast appositamente per le sale giochi: La Naomi board, su cui nascono molti giochi di successo.
    Altre caratteristiche interessanti del Dreamcast sono le VMU, le memory card dotate di un display e pulsanti che permettono di giocare ovunque a dei mini giochi che si ottengono giocando con alcuni titoli, e i particolari supporti anti-pirateria sui quali erano rilasciati i giochi: i gd rom. Questi cd contenevano 1 Gb di dati e sono illeggibili dai comuni lettori cd del PC.
    Purtroppo però nel 1999 un gruppo di hacker denominato Utopia scopre il modo di collegare un Dreamcast al PC per poter estrarre i dati dei GD e riversarli su normali cd. Il gruppo inoltre crea il famoso boot cd: un disco che avvia il DC in modo da fargli leggere normali cd (come le copie illegali dei giochi). Su internet comincia la furiosa distribuzione delle iso dei giochi (immagini dei gd rom) ma c’è un altro fenomeno collaterale: i primi sviluppatori indipendenti di software per Dreamcast.

  8. #8
    Krs
    Ospite
    la prima console a 32 bit con cdrom non è stato il 3do (uscito nel 1993, non nel 94) ma il l'Fm Towns Marty della fujitsu. Il Saturn aveva 3 cpu, 2 sh2 a 28mhz (le stesse usate sul 32x, solo clockate a 22/23 mhz) + un sh1 a 20 mhz della hitachi (in teoria i 2 SH2 dovevano lavorare in parallelo...) nintendo usa il nome famicom per il mercato giapponese, nes per l'americano e nintendo per l'europeo. La grande Commodore ha commesso il passo falso ben due volte, prima con il CDTV poi con il cd32 (troppo simile al 1200, mancanza della fastram che penalizzava spaventosamente le prestazioni generali dell'hw e in aggiunta solo l'akiko, che faceva pure pena)

    la psx era nata come espansione cd per il snes (non proprio come la conosciamo noi) poi nintendo ha piantato sony... che si è vendicata direi =)

    si saverione, la demoscene rullava di brutto, ma sinceramente è morta con amiga purtroppo la controparte pc è composta da cretini esaltati che, grazie a internet, scaricano sorgenti e li spacciano per loro... con l'avvento di internet i lamer si sono moltiplicati spaventosamente... maledetti loro

    i miei anni 90 sono tutti su amiga grandi giochi, programmi favolosi, os stupendo e potenziale per fare demo, audio e grafica al top. possedevo anche le console ma sinceramente non ho mai sopportato l'idea di giocare e basta, lo trovavo e lo trovo troppo limitativo, un computer ha anche la tastiera... non solo i joystick e nulla è più divertente di mettersi davanti a un computer a fare qualcosa, tutti sono in grado di giocare

    ciao
    Ultima modifica di Krs; 12-03-2004 alle 12:57:55

  9. #9
    Youll'never walk alone L'avatar di I.R.ish
    Registrato il
    02-04
    Messaggi
    6.884
    guardando al passato mi chiedo come ho fatto a divertirmi con una massa di pixel dai quali si riusciva a stento a distinguere il protagonista dal resto dello scenario..
    bellissimo Silent Service del C64 oppure più recente Chaos Engine per Amiga500

  10. #10
    Moderatore Pornocratico L'avatar di Saverione
    Registrato il
    10-02
    Località
    Deep Space 9
    Messaggi
    14.955
    I.R.ish

    guardando al passato mi chiedo come ho fatto a divertirmi con una massa di pixel dai quali si riusciva a stento a distinguere il protagonista dal resto dello scenario..
    bellissimo Silent Service del C64 oppure più recente Chaos Engine per Amiga500
    Io invece mi chiedo come mai mi divertivo allora con quella roba li'come non mi capita piu'ormai da un pezzo con PC e PSX (fermo restando che esperienze assolute come Metal Gear Solid o FF danno le loro belle soddisfazioni).

    Moderazione balorda in Rosso e Grassetto

  11. #11
    Moderatore Pornocratico L'avatar di Saverione
    Registrato il
    10-02
    Località
    Deep Space 9
    Messaggi
    14.955
    Otacon86


    Purtroppo però nel 1999 un gruppo di hacker denominato Utopia scopre il modo di collegare un Dreamcast al PC per poter estrarre i dati dei GD e riversarli su normali cd. Il gruppo inoltre crea il famoso boot cd: un disco che avvia il DC in modo da fargli leggere normali cd (come le copie illegali dei giochi). Su internet comincia la furiosa distribuzione delle iso dei giochi (immagini dei gd rom) ma c’è un altro fenomeno collaterale: i primi sviluppatori indipendenti di software per Dreamcast.
    Purtroppo?!?
    Non ci vedo niente di male nell'approfondire le conoscenze di una macchina, inoltre la nascita di sviluppatori indipendenti di SW per Dreamcast la vedo solo come una cosa buona, indice che la gente ha i mezzi e le cognizioni per capire come sfruttare una macchina in tutti i modi possibili. (la Dreamcast ha tanti usi interessantissimi, procurarmene una a due becchi sarebbe un affarone).

    Moderazione balorda in Rosso e Grassetto

  12. #12
    Krs
    Ospite
    il discorso è sempre lo stesso, non cambia nulla se utopia ha trovato il modo di collegare il dc al pc.... alla fine col dc ti toccava scaricare iso mentre con una psx moddata ti copiavi direttamente gli originali... trai due qual'era la più semplice e comoda? non è stata la pirateria a uccidere il dc e senza questa probabilmente avrebbe venduto ancor meno

    ciao

  13. #13
    Moderatore Pornocratico L'avatar di Saverione
    Registrato il
    10-02
    Località
    Deep Space 9
    Messaggi
    14.955
    Ah, verissimo, se il DC ha fatto la fine che ha fatto lo si deve a tanti altri motivi -scegliete il vostro preferito-, basta vedere che la pirateria ha fatto la fortuna della Sony (perche'provate a negare il fatto che la PSX e'stata vendutissima proprio perche'si moddava facilmente e si trovavano i giochi a 5 euro...).

    Moderazione balorda in Rosso e Grassetto

  14. #14
    Krs
    Ospite
    beh, il problema principale è uno solo: si chiamava Sega dreamcast e non Sony Dreamcast. E' buffo Save, prova a pensare per un momento se le attuali console cambiassero "padrone", per esempio una ipotetica Sony Xbox, di sicuro non sarebbe più la xflop, nemmeno lo scatolone nero, cambierebbe nel monolitone nero o Xgod... oppure il dc... il Sony Dreamcast, con tutti gli utenti Sega playstation 2 a dire che la console Sony dreamcast ha una gran grafica ma giochi pessimi mentre loro, su Sega ps2 hanno grafica shimmerata, texture del cavolo etc... ma i magici giochi Sega...

    si potrebbe continuare in eterno

    ciao

  15. #15
    Youll'never walk alone L'avatar di I.R.ish
    Registrato il
    02-04
    Messaggi
    6.884
    Saverione

    Io invece mi chiedo come mai mi divertivo allora con quella roba li'come non mi capita piu'ormai da un pezzo con PC e PSX (fermo restando che esperienze assolute come Metal Gear Solid o FF danno le loro belle soddisfazioni).


    quello succede anche a me.Non credo di essermi emozionato di più a giocare a PES3 che non piuttosto a Microprose Soccer tanto per farti un esempio (o a sensible soccer).Forse che ero più piccolo perciò tutto mi affascinava di più.Ora è cambiato.

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •