• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Recensione Concerto Thy Majestie

Cambio titolo
  1. #1
    Kelvan
    Ospite

    Recensione Concerto Thy Majestie

    12/12/2002 Bloom - 21.15

    <<A Pe (Peppe, unico vero compagno di avventure), minkia come piove!>>
    <<Minkia Ci (sta per Ciccio; mi chiamano così...), sta sera non ci torniamo a casa!!>>
    Le parole di due poveri mettaller che per colpa della stupidità dei genitori (in questo caso i suoi) in motore sono dovuti andare al concerto tanto aspettato dei Thy Majestie, sotto un diluvio universale.....voglio la macchina!
    Posato il motore e salutato amici vari incontrati al locale per puro caso, entriamo e ci sediamo ad un tavolo...

    Sono le 22.40, e dopo una birretta in compagnia di amici e della mia ex (che è anche la cugina di Maurizio Malta, chitarrista dei TM), ci addentriamo nella sala dove il gruppo spalla si prepara a romperci le orecchie nel vero senso della parola.....non so il nome, perchè un mio amico, già ubriaco, non sapendo pronunciare una parola in inglese, ha detto un insieme di suoni a kazzo d cane.....
    I cani spalla iniziano a suonare......è 1 schifo......
    a parte il fatto che il cantante sembra (solo fisicamente) Matthew Barlow, e che quindi mi aspettavo tonalità mostruose.....questo cane se ne esce con una voce da pecora e una semi-black che si alternano in capolavori distrutti quali:
    - Cemetery Gates (sbagliano la fine - voce di *****)
    - Master Of Puppets (voce di *****)
    - The Trooper (accordi a kazzo di cane - voce di ***** - il batterista perde una bacchetta)
    Suonano anche due pezzi loro....non male.....pecatto che l'assolo di uno fosse un semplice esercizio per chitarra...... che pena....

    Finalmente alle 23.30 i TM entrano sul palco...buidello!!...
    giusto poco prima avevo parlato con Maurizio Malta (cosa fa avere l'ex cugina di una celebrtià....eheheh) che mi aveva spiegato un pò i problemi che avevano avuto con il soundcheck....non l'avesse mai detto.....
    L'opera inizia:
    Rerum Memoria è il preludio all'odissea maledetta......
    The King and The Warrior è un vero delirio sina dai primi suoni.
    Si presentano in classico abbigliamento mettaller.....tutti neri, Dario Grillo con una bella giacchettina e, con mio grande stupore Giuseppe Bondì, con la faccia pulita!!!
    La prima volta nella mia vita!Sono troppo scioccato!!
    Segue Echoes of War che sembra che intenda il mio volere......la canzone non mi attira molto ed inffatti, dopo i primi 30 secondi di canzone.......zac......il jack del microfono salta e Dario bestemmia in aramaico....
    Ci vorrano 5 minuti prima che l'addetto muova il suo culo peloso e vada a cambiare microfono....anche questo un mezzo microfono by Marocchin (come mi è solito dire).
    Il gruppo pieno di speranza e incoraggiato dal pubblico ricomincia Echoes e continua con Telham Hill......carine...ma come dirà lo stesso Dario, non sono canzoni da proporre dal vivo, vista l'incredibile difficoltà nell'ascoltarle.....
    Proprio per questo, i TM ci regalano uno dei migliori pezzi della serata (insieme a The King and The Warrior, Under Siege, Wings of Wind e la sorpresona). Si tratta di Sword Of Justice, primo pezzo d'oro del loro demo e messo all'11a posizione nel loro "The Lasting Power".
    Solo così riescono a risvegliare l'intero pubblico che ormai dormiva dalla pausa per il problema del microfono cazzone.

    Dopo la buona Through The Bridge of Spears il gruppo sforna il loro cavallo di battaglia da sempre...o almeno dagli albori, vista la mia conoscenza dei TM.....
    è UNDER SIEGE e il pubblico impazzisce alle prime note fatte da Giuseppe con la tastiera..........inconfondibile!
    Segue The Pride of a HouseCarl con la quale il gruppo si prende una pausa, nonstante abbia chiesto al pubblico se la volesse o no .

    5 sono i minuti che ci separano dalla mega sorpresa.....solo 5.

    Chiamo Maurizio e gli faccio i complimenti, nonostante lui si lamenti delle condizioni dell'impianto vocale...
    Rimango al lato del palchetto per seguirmi la fine del concerto e il mio occhio cade sulla scaletta........
    [MOVE]GOOOODOOOOO [/MOVE]
    Proprio in quel momento inizia il pezzo che avevo appena letto.....
    naturalmente fatto alla perfezione, come i veri artisti sanno fare......sto parlando di
    THE EVIL THAT MEN DO .
    Un vero capolavoro fatto in maniera divina!
    <<Complimenti davvero ragazzi!>> dico al tastierista, che ringrazia ed infila un floppy nella console.....
    Tra le grida, ce n'è uno in particolare.......tre ragazze dei componenti del gruppo che fanno un bordello allucinante e, con mio grande stupore, scopro che, nonsolo sono delle belle fighette, ma sanno tutte la canzoni a memoria !

    Ormai è la fine; dopo Wings Of Wind, che, come già detto precedentemente, è 1 delirio puro, segue Demons on The Crown, annunciato come pezzo che incarna meglio lo spirito dei TM, almeno secondo ciò che dicono alcune riviste specializzate in materia Metal.......

    Appalusi, baci, abbracci e piacevoli sorprese:
    <<Maurizio!>>
    <<Oh Francesco! Ti è piaciuto allora?>>
    <<Siete stati grandiosi! Mi fai un piacere?>>
    <<Grazie! Si dimmi!>>
    <<Mi dai la scaletta con le vostre firme, perpiacere?>>
    <<Ma certo!>>

    Alla faccia di tutti voi poveri pazzi che vi potete godere i migliori gruppi metal, stando al Nord, io mi sono beccato la scaletta di Mau con le firme di tutto il gruppo!
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
    Se e quando avrò lo scanner, giuro che ve la posterò!

    Note:
    C'è da segnalare un piccolo errore...nella scaletta era prevista Facing the Beast dopo The Pride.... non so se sia stato un bene o un male...ma considerando il pessimo impianto audio forse hanno fatto bene a non farla.

    Voti
    Gruppo: 8
    Se non fosse che alcune canzoni non dovrebbero essere fatte dal vivo, sarebbero da 9 pieno.

    Locale: 6 1/2
    piuttosto piccolo...ma considerando la compagnia di metaller palermitani seri, era più che soddisfacente.

    Organizzazione: 4
    Uno dei più grandi gruppi di epic italiano va a suonare per soli 3 E in un pub disperso nel Palermitano (che alla fine si trova vicino casa mia), e i "signori" organizzatori non provvedono a comprare un microfono serio......bhà....... 8(

  2. #2

    aloha!
    Firma oltre il limite di larghezza

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •