• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizza Risultati Sondaggio: grazia a sofri?

Partecipanti
27. Non puoi votare in questo sondaggio
  • non so chi sia Sofri, ne Calabresi ne Lotta Continua

    6 22,22%
  • Favorevole alla grazia a Sofri

    7 25,93%
  • Contrario alla grazia a Sofri

    14 51,85%
Pag 1 di 6 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 85

Discussione: Grazia

Cambio titolo
  1. #1
    uno di passaggio L'avatar di Wiald
    Registrato il
    10-02
    Località
    Colchester, UK
    Messaggi
    2.770

    Grazia

    sulla questione della Grazia a Sofri posto l'opinione di due grandi uomini di cultura di destra e sinistra e chiedo la vostra opinione

    Una destra cialtrona

    Il tradimento della parola data su una questione di coscienza: una vergogna

    del direttore del FOGLIO: Giuliano Ferrara

    Il voto ad personam della destra parlamentare contro Adriano Sofri mostra chiaramente il carattere cialtrone della coalizione che governa questo paese. I suoi partiti, la maggioranza dei suoi deputati, il suo leader Silvio Berlusconi, uno che sa distrarsi come pochi altri quando non si tratti degli affari suoi, hanno dato una prova miserabile. Berlusconi aveva detto e scritto in coscienza, e si tratta della vita di un uomo e di un caso civile di evidente valore, che “sono maturi i tempi per la grazia a Sofri”. Da un anno e mezzo si è fatto prendere in giro da un manipolo di vecchi missini riciclati e dal capociurma delle tifoserie varesotte della Lega, e dopo avere ceduto a questi inflessibili garantisti, a questi combattenti strenui per la libertà e il diritto, ma solo in casa propria e a proprio vantaggio, dopo aver rinunciato a esercitare dignitosamente le sue prerogative di guida, ha pensato bene di dare lo squillo di tromba della ritirata: il Cav. non vuole grane prima delle elezioni, e la legge Boato vada a farsi fottere, e con la legge tutto, coscienza personale e ragionevolezza politica e civile di una soluzione umanitaria alla quale si frapponeva solo l’idiosincrasia per gli “intellettuali” del burocrate che fa le funzioni di Guardasigilli e di quattro mozzorecchi forcaioli. Noi sul caso Sofri non abbiamo mai fatto, da sedici anni a questa parte, cioè da un tempo in cui Berlusconi si occupava solo del Milan e delle sue tv, una battaglia ideologica o anche solo politica. Abbiamo detto quel che pensavamo nell’ordalia dei processi, abbiamo chinato il capo e messo la più rigorosa sordina al nostro convinto innocentismo di fronte ai verdetti finali, abbiamo chiesto un provvedimento di grazia per un prigioniero esemplare, che era stato un imputato esemplare dal punto di vista del funzionamento dello stato di diritto in una democrazia moderna. Ci è stato detto che avevamo ragione, che la nostra richiesta era condivisa, e alla fine che la soluzione Boato era “ragionevole”. Poi è stata tradita vergognosamente la parola data, e con un voto gaglioffo una legge che autorizzava il presidente della Repubblica a esercitare un potere che la Costituzione gli garantisce in via esclusiva è stata colpita e affondata per paura delle “pernacchie”, come ha detto Er Pecora, uno degli statisti della Casa delle libertà e della galera. Questo giornale è nato da un patto d’amicizia non servile con Berlusconi, ora dovrebbe chiudere all’istante, insieme con un’amicizia consumata. Essendo un giornale minimamente utile, andiamo avanti nella più assoluta libertà, senza più illusioni e senza rancori, finché la proprietà editoriale non deciderà di cacciarci. [Veronica Lario si è stufata del giocattolino e vuole dare via la sua quota azionaria, ndW]Poi ne faremo un altro, se possibile ancora più bello

    ____________________________________________________

    Il voltafaccia su Sofri
    dell'editorialista di Repubblica e de l'Espresso: GIORGIO BOCCA

    NON ci sarà grazia per Sofri. La Camera ha bocciato la proposta estrema del verde Boato che dava la possibilità al capo dello Stato di concedere la grazia senza passare per il Guardasigilli. Il risultato è stato accolto da un lungo applauso a Montecitorio. E' la Casa delle libertà che festeggia la privazione della libertà di un cittadino in alcuni processi condannato ma in altri assolto, come mandante d'un omicidio politico di 25 anni fa. Quell'applauso fa cadere come un castello di carte tutti gli impegni, le promesse, le dichiarazioni di buona volontà che tanti deputati di Forza Italia avevano espresso nei giorni scorsi: alla resa dei conti solo 8 di loro non hanno boicottato la legge Boato.

    Quell'applauso rappresenta una sonora smentita a Silvio Berlusconi dalla sua maggioranza: convinto da Giuliano Ferrara, il premier aveva dichiarato pubblicamente sul Foglio di essere favorevole alla grazia. Si vede ora quanto avesse a cuore una soluzione per Sofri, e quanto abbia lavorato davvero per averla.

    Le dichiarazioni dei giustizialisti della destra si segnalano per un cinismo da legulei che ignora la sorte di un uomo che in un quarto di secolo si è meritato la stima dei suoi concittadini. Ha detto il coordinatore di Alleanza nazionale La Russa, ex dirigente del Msi: "I fautori della grazia hanno voluto troppo, hanno cercato di ottenere che il presidente della Repubblica dovesse prendere sulle sue spalle il desiderio di Adriano Sofri il quale non vuole chiedere la grazia e non vuole farla chiedere neppure da un parente o da un convivente con un atto di arroganza politica che contrasta col percorso positivo che si può riconoscere a Sofri in questi anni".

    In questo Paese di furbi e con il ceto dirigente che ci ritroviamo (decine di deputati perseguiti dalla giustizia o da essa condannati, decine implicati in casi di corruzione vergognosi) si può capire che una buona parte dei cittadini in cuor suo abbia suggerito a Sofri: ma chiedila questa grazia, non cercare la soluzione perfetta in una società di imbroglioni e di compromessi. Anche chi scrive avrebbe voluto dargli il consiglio della rassegnazione al potere, ma trattenuto dal pensiero che una sofferta rischiosissima testimonianza di giustizia non poteva essere negata e derisa come una anomalia.

    Perché il rifiuto di Sofri di chiedere la grazia era, è di una logica assoluta: se affermo con tutte le mie forze di essere innocente come posso chiedere di essere graziato per un delitto che non ho commesso? Il cinismo dei giustizialisti di destra si tinge anche di volgarità. Ha detto l'onorevole La Russa: "Non avremmo considerato uno scandalo che, come accade adesso, l'iniziativa di grazia fosse del ministro della Giustizia, avremmo invece considerato uno scandalo il tentativo di trasformare il presidente della Repubblica in Gigi Marzullo che si fa una domanda e si dà una risposta. Hanno cercato di fare questo per accontentare il desiderio di un aspirante di grazia che però non vuol dichiarare di aspirare. E' stato un vero e proprio harakiri della sinistra". Il dramma di Adriano Sofri e del commissario Calabresi, degli anni della contestazione violenta, alla stregua di una scaltrezza parlamentare e di una gag da palcoscenico.

    Il rifiuto della grazia a Sofri secondo l'unica correzione possibile della legge, in pratica la condanna definitiva di Sofri a passare la sua vita in carcere, suggellato da un forte applauso della maggioranza. E in aggiunta altri due aspetti negativi e provocatori di quel forte applauso: riconoscere che la maggioranza appoggia la non spenta volontà di vendetta di An e che per farlo smentisce e sfregia il presidente della Repubblica Ciampi che da tempo sollecita una soluzione del caso Sofri. Un gruppo parlamentare, un partito che rinnegano le loro origini arrivando a definire il fascismo di Salò il "male assoluto", ma che non dimentica le sue vendette, la sua lunga emarginazione. Una brutta storia, un brutto applauso.
    Ultima modifica di Wiald; 18-03-2004 alle 14:42:40

    la via per il superamento di sé è la liberazione dalle aspirazioni mediocri

  2. #2
    CodeRed
    Ospite
    no, io sono d'accordo alla grazia. E sono anche d'accordo con il direttore di ReteAll Music, che ieri ho visto per caso nella sua piccola trasmissione, e che dice che siamo ancora alla guerra fredda e alle litigate imbecilli tra PC e AN

  3. #3
    Bello e dannato L'avatar di El Gugliauser
    Registrato il
    03-03
    Località
    Torino
    Messaggi
    6.831
    Come la sinistra puo' ancora rivangare odio e malumori verso i fascisti (appartenenti a un passato del tutto morto), allora sia consentito anche ad AN di non dimenticare e di non perdonare criminali comunisti di un passato le cui ideologie invece emergono ancora (nuove Brigate Rosse) e fanno ancora morti.

    Che Sofri resti pure in galera.

  4. #4
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Wiald, siamo telepatici
    Avevo già pronto il topic con gli stessi articoli(e la reazione di berlusconi)...va bene, guarda di là

    Berlusconi non poteva imporre un diktat per una questione di coscienza, purtroppo il centro destra ha ritenuto di voler intraprendere la strada dell'instransigenza e un pò mi dispiace per Sofri.
    Ha già scontato 7 anni di carcere(sono cmq tanti, anche se avesse istigato all'odio), ha maturato una crescita intellettuale riconosciuta anche dall'ignorante La Russa, rispetto agli altri accusati, ha pagato e non è fuggito. Si è comportato da detenuto modello e Ciampi lo voleva graziare.
    Io dico che non è detta l'ultima parola, ma per un altro pò resterà in carcere.

  5. #5
    CodeRed
    Ospite
    El Gugliauser

    Come la sinistra puo' ancora rivangare odio e malumori verso i fascisti (appartenenti a un passato del tutto morto), allora sia consentito anche ad AN di non dimenticare e di non perdonare criminali comunisti di un passato le cui ideologie invece emergono ancora (nuove Brigate Rosse) e fanno ancora morti.

    Che Sofri resti pure in galera.
    un tantinello faziosetto? Ma nooooo, brigate rosse=tutta la sinistra italiana

  6. #6
    Bello e dannato L'avatar di El Gugliauser
    Registrato il
    03-03
    Località
    Torino
    Messaggi
    6.831
    CodeRed

    un tantinello faziosetto? Ma nooooo, brigate rosse=tutta la sinistra italiana
    E chi ha detto questo? Ma sai leggere?

    Io ho solo detto che la sinistra e' sempre pronta a vedere fascisti ovunque e mai pronta abbastanza a dire che e' una vergogna se qualche brigatista viene scarcerato, il che mi sembra ben diverso...

  7. #7
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    El Gugliauser

    E chi ha detto questo? Ma sai leggere?

    Io ho solo detto che la sinistra e' sempre pronta a vedere fascisti ovunque e mai pronta abbastanza a dire che e' una vergogna se qualche brigatista viene scarcerato, il che mi sembra ben diverso...
    Sono daccordo per quanto riguarda AN. Vedi caso Cesare Battisti.
    Ma per Sofri è diverso, è un caso umano e civile, oltre che per gli amici intellettuali.
    Fammi il nome di un intellettuale italiano che sia contrario alla Grazia a Sofri, un nome...

  8. #8
    Bello e dannato L'avatar di El Gugliauser
    Registrato il
    03-03
    Località
    Torino
    Messaggi
    6.831
    Oltretutto non vedo cosa ci sia da scandalizzarsi per la decisione del governo...

    La democrazia impone che se la maggioranza dei parlamentari ha espresso il desiderio di non rendere cosi' facile la scarcerazione di un criminale allora la decisione debba essere accettata: chi ha votato cosi' aveva il suo pieno diritto di farlo. Cosa c'entra che Berlusconi si fosse detto inizialmente favorevole? Gli altri non possono votare come credono?

    Come al solito pretendete che i desideri di una minoranza diventino legge e verita' assoluta per tutti...

    Vorrei vedere se la sinistra fosse alla maggioranza e una minoranza proponesse di togliere il reato di apologia del fascismo con una regolare votazione... Comincereste a fare i girotondi del ***** e manifestazioni in tutte le piazze!

  9. #9
    Bello e dannato L'avatar di El Gugliauser
    Registrato il
    03-03
    Località
    Torino
    Messaggi
    6.831
    IL CONTE

    Sono daccordo per quanto riguarda AN. Vedi caso Cesare Battisti.
    Ma per Sofri è diverso, è un caso umano e civile, oltre che per gli amici intellettuali.
    Fammi il nome di un intellettuale italiano che sia contrario alla Grazia a Sofri, un nome...
    Mah, vedi, sono d'accordo che ci sia gente molto piu' colpevole di Sofri e che invece non ha pagato. Ma il fatto che qualcuno sia meno criminale di qualcun altro che invece l'ha scampata non vuol dire che debba essere considerato un sant'uomo.

    Una delle motivazioni dietro la scarcerazione di Sofri, al di la' della presunta riabilitazione del personaggio, era fra l'altro il fatto che le ideologie violente che aveva diffuso ormai appartengono al passato, e che non c'era piu' pericolo di terrorismo di quel genere.

    E invece guarda cosa e' successo negli ultimi due anni... Ci sono ancora degli idioti che credono che si debba sparare agli sporchi borghesi, agli imprenditori, o a chi non ha una visione del mercato del lavoro come la loro. E il fatto che si perdoni o giustifichi in qualche modo una persona che e' stata sulla stessa lunghezza d'onda di questa gente mi sembra molto pericoloso.

  10. #10
    uno di passaggio L'avatar di Wiald
    Registrato il
    10-02
    Località
    Colchester, UK
    Messaggi
    2.770
    El Gugliauser

    Oltretutto non vedo cosa ci sia da scandalizzarsi per la decisione del governo...

    La democrazia impone che se la maggioranza dei parlamentari ha espresso il desiderio di non rendere cosi' facile la scarcerazione di un criminale allora la decisione debba essere accettata: chi ha votato cosi' aveva il suo pieno diritto di farlo. Cosa c'entra che Berlusconi si fosse detto inizialmente favorevole? Gli altri non possono votare come credono?

    Come al solito pretendete che i desideri di una minoranza diventino legge e verita' assoluta per tutti...

    Vorrei vedere se la sinistra fosse alla maggioranza e una minoranza proponesse di togliere il reato di apologia del fascismo con una regolare votazione... Comincereste a fare i girotondi del ***** e manifestazioni in tutte le piazze!
    non era questione di rendere più facile la scarcerazione di un criminale, ma di dare al presidente della repubblica un diritto che la costituzione gli garantisce. in presenza di determinate condizioni

    la via per il superamento di sé è la liberazione dalle aspirazioni mediocri

  11. #11
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    El Gugliauser

    Mah, vedi, sono d'accordo che ci sia gente molto piu' colpevole di Sofri e che invece non ha pagato. Ma il fatto che qualcuno sia meno criminale di qualcun altro che invece l'ha scampata non vuol dire che debba essere considerato un sant'uomo.

    Una delle motivazioni dietro la scarcerazione di Sofri, al di la' della presunta riabilitazione del personaggio, era fra l'altro il fatto che le ideologie violente che aveva diffuso ormai appartengono al passato, e che non c'era piu' pericolo di terrorismo di quel genere.

    E invece guarda cosa e' successo negli ultimi due anni... Ci sono ancora degli idioti che credono che si debba sparare agli sporchi borghesi, agli imprenditori, o a chi non ha una visione del mercato del lavoro come la loro. E il fatto che si perdoni o giustifichi in qualche modo una persona che e' stata sulla stessa lunghezza d'onda di questa gente mi sembra molto pericoloso.
    Sofri non ha mai fatto atti di terrorismo.

  12. #12
    Bello e dannato L'avatar di El Gugliauser
    Registrato il
    03-03
    Località
    Torino
    Messaggi
    6.831
    IL CONTE

    Sofri non ha mai fatto atti di terrorismo.
    Solo di terrorismo ideologico e incitazione al terrorismo. Infatti ho detto che e' sicuramente meno colpevole di altri che hanno agito di persona.

  13. #13
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Come ultima cosa, anche la famiglia Calabresi non era contraria alla Grazia.

  14. #14
    Bello e dannato L'avatar di El Gugliauser
    Registrato il
    03-03
    Località
    Torino
    Messaggi
    6.831
    Wiald

    non era questione di rendere più facile la scarcerazione di un criminale, ma di dare al presidente della repubblica un diritto che la costituzione gli garantisce. in presenza di determinate condizioni
    Va bene. E allora?

    La maggioranza di governo ha DEMOCRATICAMENTE deciso che questo non si possa piu' fare. E anche questo e' un DIRITTO CHE LA COSTITUZIONE LE GARANTISCE.

    E lo garantisce anche a chi non la pensa come voi, per quanto vi possa dare fastidio.

  15. #15
    Bello e dannato L'avatar di El Gugliauser
    Registrato il
    03-03
    Località
    Torino
    Messaggi
    6.831
    IL CONTE

    Come ultima cosa, anche la famiglia Calabresi non era contraria alla Grazia.
    Fatti loro... Magari sono cattolicissimi... Fosse per il Papa tutte le carceri verrebbero svuotate...

Pag 1 di 6 1234 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •