• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Polybius: tra leggenda e seghe mentali

Cambio titolo
  1. #1
    Lv. 99 Black Mage! L'avatar di Exec
    Registrato il
    11-02
    Messaggi
    945

    Sonno Polybius: tra leggenda e seghe mentali

    Purtroppo sono pochine le leggende metropolitane videoludiche vere e proprie che girano in rete, a parte le varie bufalone su come resuscitare Aeris, accattare Mew o quella dei quintali di cartuccie invendute (e ce credo!) di quella ciofecona di E.T. per Atari 2600 sotterrate nel deserto del New Mexico. Comunque, da poco mi sono trovato davanti anche quest'altra leggenda abbastanza interessante e altrettanto inquietante.

    Polybius sarebbe un fantomatico videogioco, un puzzle game astratto e estremamente veloce, comparso sotto forma di cabinato verso l'81 in una dozzina di bar nella sola periferia di Portland.
    Il gioco in questione avrebbe la terrificante particolarità di provocare amnesia (la leggenda non dice se momentanea o permanente) e orribili incubi durante la notte a chiunque ci avesse giocato, non si sa in che maniera. Altra caratteristica è inoltre il fatto che, oltre a dare per un po' assuefazione, chi ci giocasse cominciasse ad odiare senza alcuna spiegazione qualunque videogioco. Si dice che uno dei fantomatici "giocatori" fosse diventato, in seguito, addirittura un personaggio di spicco nella crociata contro i viggì, stica**i...
    Chi sarebbe la mente malata e sadica dietro a questo gioco? Probabilmente, dice al solito la leggenda, un gruppo di persone impegnate in tecnologie pseudo-miliari, che hanno utilizzato come base per il gioco gli algoritmi di qualche strano programma di proprietà della Cia.
    Un'altra versione della leggenda dice che invece dietro ci sia Ed Rottberg, creatore tra l'altro di Battlezone.
    Fatto inquetante è poi che ogni tanto, a tarda sera, nei bar in questione arrivassero tizi vestiti di nero (eheh... i classici "men in black" ) a controllare solamente i record fatti dai giocatori e varie altre informazioni che il gioco aveva probabilmente immagazzinato durante le partite. Dopo un mese, poi, i cabinati scomparvero definitivamente e non se ne ebbe più nessuna traccia.

    Questo è quanto si può raccogliere in rete.
    Insomma, una leggenda con i fiocchi, anche se è difficile credere che un semplice programmino, addirittura di vent'anni fa provochi tutto questo. Improbabile ma interessante.
    Giusto per questo mi piaceva farvela conoscere. ^__^'
    Qualcuno di voi, oltre a me, ne ha mai sentito parlare prima d'ora?

    Ok. Ora posso dormire felice e appagato.

    N.B.:
    - Vari siti d'emulazione hanno delle Rom di questo Polybius, ma non sono nient'altro che fake fatti ad hoc, con tanto di rumorini sinistri (un po' come le grida che ogni tanto si sentono in quella fregnaccia di Chiller, per intenderci). E come al solito si bloccano alla schermata dei titoli.
    Comunque, fate tutto a vostro rischio e pericolo!
    - "Sinnesloschen" in tedesco significa "perdita dei sensi". Questo basta per dire che l'unico screenshot disponibile al mondo di Polybius puzza quindi al 99,99999% di fake. Vabbuò...
    - La stessa leggenda dei "men in black" si raccontava per i cabinati di Pac Man e Defender.
    Ultima modifica di Exec; 21-03-2004 alle 22:48:33

  2. #2
    Moderamucche L'avatar di exchpoptrue
    Registrato il
    07-03
    Località
    Torino - Età: 33 asd
    Messaggi
    19.095
    Probabilmente la gente iniziava ad odiare i viggì perchè questo gioco era una schifezza e gli veniva il nervoso per aver sprecato soldi e tempo;
    Oppure, a quei tempi i viggì erano una novità, quindi le persone erano facilmente "impressionabili" e si facevano venire strane "malattie e sintomi";
    Oppure, era un viggì fatto dalla Nasa per testare le potenzialità dei videogiocatori, e chi faceva un punteggio alto magari giorni dopo scompariva.......

  3. #3
    Redattore L'avatar di pape
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    9.791
    Pazzesco... proprio qualche tempo fa mi stavo interessando a questa follia grazie a un thread su digitpress.

    La leggenda, come fa notare Exec, parla di cose folli, fra cui MIB che checkano i credits, gente complita da amnesia, gente che dal giorno che l'ha visto non gioca più o addirittura è diventata attivista della lotta contro i VG.

    La realtà è ovviamente sconosciuta, ma sembra che Polybius fosse un gioco vettoriale, stiel Tempest. Il gioco di luci e colori potrebbe spiegare svenimenti o cmq fastidio dopo aver giocato, tutto il resto rimane parto della mente di molti, IMHO.

    In ogni caso, sembra che quella delle cassette di ET non sia una bufala ;-)

    Pape

  4. #4
    Moderamucche L'avatar di exchpoptrue
    Registrato il
    07-03
    Località
    Torino - Età: 33 asd
    Messaggi
    19.095
    Se la gente dopo aver giocato soffriva di amnesia allora potrebbe tornare utile il fatto che i MIB "sparaflesciavano"(avete visto MIB?) le persone che ci giocavano......magari anche tramite il gioco stesso.

    Certo però che sarebbe terribile se fosse tutto vero.......


  5. #5
    Utente L'avatar di Lee
    Registrato il
    10-02
    Località
    Faenza (RA)
    Messaggi
    5.604
    pape


    In ogni caso, sembra che quella delle cassette di ET non sia una bufala ;-)

    Pape
    Cosa dice la leggenda?

  6. #6
    Lv. 99 Black Mage! L'avatar di Exec
    Registrato il
    11-02
    Messaggi
    945
    Lee

    Cosa dice la leggenda?
    Approfondisco io volentieri. Eheheh.
    Insomma, nell'82, dopo aver messo in vendita migliaia di cartuccie di E.T. per Atari 2600 (uno dei peggiori giochi del tempo, ma anche della storia, programmato in fretta e furia in un solo paio di settimane, giusto per uscire proprio "in contemporanea" al film), anche più del numero di tutte le console stesse vendute fino ad allora (perchè speravano si rivelasse un successone), l'Atari si ritrovò sugli scaffali, alla fine del periodo natalizio, la maggior parte delle copie ancora invendute, insieme a molte altre di Pac Man (bruttissima e infima conversione dell'originale, quasi una bestemmia al mitico pallinone giallo).
    L'Atari non seppe proprio che cosa farsene e quindi i capoccia decisero di caricare il tutto su un convoglio di camion, per poi andare a buttare tutto quanto in una gigantesca fossa nel deserto del New Mexico (variante: dopo essere state scaricate, le cartucce furono ricoperte con una colata di cemento) e poi ricoprirla. Fine.
    Quello che non è leggenda, comunque, è che con questo floppone l'Atari ci perse un sacco di dollari in licenze e costi di produzione.

    Comunque, Pape, finchè non vedo una foto credibile del fetentissimo ritrovamento o qualche documentazione attendibile non ci credo.
    Ultima modifica di Exec; 22-03-2004 alle 15:28:21

  7. #7
    Redattore L'avatar di pape
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    9.791
    Exec


    Comunque, Pape, finchè non vedo una foto credibile del fetentissimo ritrovamento o qualche documentazione attendibile non ci credo.
    Ahahah, nemmeno io. MA ammetti che è plausibile la cosa, vista la genialità di atari col marketing :-P. Per Ploybius, beh, mi sembra assurdo che un gioco venga diffuso solo in qualche puzzolente sala del Portland. E più che altro mi diverte pensare ai MIB che arrivano... cristo, ma vestirsi anonimi no, eh? :-P

    Pape

  8. #8
    Bannato L'avatar di Bastard Crow
    Registrato il
    01-03
    Località
    Roma
    Messaggi
    8.715
    Exec

    Insomma, nell'82, dopo aver messo in vendita migliaia di cartuccie di E.T. per Atari 2600 (uno dei peggiori giochi del tempo, ma anche della storia, programmato in fretta e furia in un solo paio di settimane, giusto per uscire proprio "in contemporanea" al film), anche più del numero di tutte le console stesse vendute fino ad allora (perchè speravano si rivelasse un successone), l'Atari si ritrovò sugli scaffali, alla fine del periodo natalizio, la maggior parte delle copie ancora invendute, insieme a molte altre di Pac Man (bruttissima e infima conversione dell'originale, quasi una bestemmia al mitico pallinone giallo).
    L'Atari non seppe proprio che cosa farsene e quindi i capoccia decisero di caricare il tutto su un convoglio di camion, per poi andare a buttare tutto quanto in una gigantesca fossa nel deserto del New Mexico (variante: dopo essere state scaricate, le cartucce furono ricoperte con una colata di cemento) e poi ricoprirla. Fine.
    Quello che non è leggenda, comunque, è che con questo floppone l'Atari ci perse un sacco di dollari in licenze e costi di produzione.
    Ma c'è un sito che raccoglie tutte queste storie??

  9. #9
    Bannato L'avatar di Cloud Strife
    Registrato il
    11-02
    Località
    Roma
    Messaggi
    42.182
    Gli uomini in nero andavano a controllare i crediti per reclutare gente capace e meritevole nell'esercito.Il resto è coperto dal segreto militare.
    Nascondete,sono tra noi.

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •