• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 25

Discussione: lordo fo the rings diretto da altri registi

Cambio titolo
  1. #1
    Countdown To Extinction L'avatar di ikaruga86
    Registrato il
    01-03
    Localitą
    Jesi
    Messaggi
    2.932

    lordo fo the rings diretto da altri registi

    Pedro Almodovar:

    Sam prova un forte sentimento per Frodo, ma non é capace di confessarglielo. Un insperato viaggio verso paesi lontani e sconosciuti, e l'intervento di amici e personaggi particolari nella loro umanitį, faranno si che il legame che unisce i due si intensifichi, anche se mai giungerį ad un finale. Sam comunque maturerį e sarį pronto per affrontare il mondo da solo, dopo l'abbandono dell'amico amato. Un viaggio verso l'ignoto, ma anche una commovente ricerca di sé stessi, operata da persone normali in mezzo ad un vortice di eventi piś grande di loro.
    Notevole l'interpretazione di Penelope Cruz, nei panni di Legolas.


    David Lynch:

    Il nulla. Poi, un lampo di luce. Un anello che cade piano verso terra. Poco oltre, un Nazgul in carica che si avvicina alla moviola. Il cavallo alza schizzi di spuma e polvere al suo passaggio. Frodo congiunge piano le mani, il sole é ormai alto nel meriggio...
    L'eroica scena dimostra come i Grandi nonc adano mai. Nessuno come David Lyncha avrebbe potuto creare una pellicola di tanto sentimento ed al tempo stesso azione, senza dimenticarsi del alto umano dei protagonisti. Speriamo in un grande successo per quella che si rivelerį la storia cinematografica piś avvincente di questo secolo.
    Indimenticabile il duello sul ponte di Moria tra Billy Gandalf e Butch Balrog.


    George Lucas:

    La potente confraternita di Mordor é ormai alle soglie di Gondor, la speranza é nulla. Solo Frodo puó salvare il mondo, la chiave del destino é in lui, ma prima dovrį riuscire a ritrovare sé stesso e comprendere la sua unicitį nello schema delle cose. Ad aiutarlo lo zio Bilbo, che quasi cadde corrotto dal lato Oscuro della Forza, ed un gruppo d'avventurieri spiunti dalle piś disparate esigenze, ma che al momento giusto si riveleranno essere veri amici. Effetti speciali grandiosi ed una trama avvincente, particolarmente curato il rapporto tra Frodo ed il Re Spettro, che come vedremo, nasconde un tremendo segreto dietro la sua maschera...
    Toccante la scena in cui Boromir scopre che Gimli é sua sorella.

    Quentin Tarentino:

    Gandalf: Dagli quell'anello di ***** al tuo fottuto nipote del *****!
    Bilbo: Baciami il culo, brutto figlio di ******* rammollito, chi ***** ***** ti credi per darmi ordini, frocio da sbarco?!
    Gandalf: (estraendo un palanthir) Tu gli dai quel ***** di ***** di fottuto anello, o te lo ficco nel duodeno con diciannove chili di piombo, ***** la ***** di testa di minchia che hai brutto *******!
    E da questa scena iniziale, forse un poco pesante ma originale ed innovativa nel genere, parte la piś roccambolesca avventura immaginata dal re del pulp, intrisa di violenza spicciola, ma di grande intrattenimento. Frodo Baggings e la sua banda di perditempo si troveranno al centro della piś grande guerra civile nel Bronx, presi tra il bullo Sauron It ed il suo viscido e poco affidabile tenente, White Saruman, che con la sua banda di centauri sta cercando di soffiare il quartiere al suo capo.
    Indimenticabile la battaglia tra bande malavitose nella Taverna di Moria, quando la tensione tra i compagni sfocerį in un'orgia d'improvvisa violenza.


    John Woo:

    Aragorn, vecchio mercenario ormai in pensione, stanco della vita e frustrato da un rapporto instabile con la bella prostituta Arwen, vede comparire alla sua porta Gandalf, un vecchio amico dei servizi segreti, Gandalf detto il Grigio, a proporgli di tornare sulla scena per proteggere un gruppo di giovani, caduti nel mirino di organi statali corrotti. Assieme a lui verranno altri mercenari: Legolas, esperto in armi da fuoco dalle dubbie tendenze sessuali; Gimli, guastatore professionista dedito all'alcool, con la mania dell'intaglio; Boromir, uno strano personaggio, nobile fuggito dalla famiglia per provare l'ebbrezza dell'avventura. Con questa compagnia si troverį al centro del piś grande complotto internazionale mai visto, e faticherį ad uscirne, ma alla fine riuscirį nell'intento, ed anche la sua vita prenderį una svolta inattesa...
    Azione al cardiopalma ed attori impeccabili. Tom Cruise ha perso 18 kili per interpretare alla meglio Frodo, per la statura non ha avuto problemi.


    Fratelli Cohen:

    Il signor Bilbo, modesto impiegato statale, trova per caso un anellino durante una gita in montagna. Lo porta a casa, ignaro che questo é il simbolo del clan mafioso di Angband, il cui ultimo boss, Sauron Fraschelli, é deciso a sottomettere tutte le altre famiglie dei dintorni, ma per questo ha bisogno del simbolo della casata per controllare al meglio i suoi seguaci. Avendo saputo da un informatore che l'anello é caduto in mano ad un impiegatuccio, sguinzaglia dietro a lui nove killers professionisti, i cosiddetti fratelli Nazguls, affinché gli riportino il tesoro. Ma questo é giį passato di mano in seguito all'intervento del commercialista della famiglia Baggings, il viscido Gandalf, e ora si trova nelle mani dell'erede della misteriosa fortuna dello zio. Frodo non puó fare altro che affidarsi al programma di protezione della polizia di Rivendell, al comando di Elrond il bastardo, un poliziotto senza scrupoli.
    I fratelli Coehn non smentiscono la loro fama di additti alla marjuana, confezionando un'avventura sempre in bilico tra il riso e la paura. John Belushi non é particolarmente credibile nei panni di Aragorn, ma la simpatia del film ci permette di sorvolare sulle inevitabili imperfezioni del tradurre un libro allo schermo.


    Steven Spielberg:

    Bilbo Baggings, mite contadino, si perde nelle grotte sotto le montagne vicino a casa sua. Intentando ritrovare la strada, incontra una strana creatura aliena a nome Gollum, che gli porge un anello prima di scomparire nelle tenebre. L'ingaro Bilbo non sa di aver messo le mani sul piś potente artefatto dell'antica civiltį marziana, di cui Gollum é l'ultimo rappresentante, l'Anello che permette di mantenere chiusa la porta sull'eterna oscuritį tra le stelle. Lo scienaziato della ISHTAR gandalf Grey scoprirį il mistero dietro il poderoso artefatto, e grazie alle sue conoscienze ed all'aiuto di alcuni impavidi aventurieri, riuscirį a contattare i Gurdiani Stellari prima che le forze oscure aprano definitivamente il passaggio. Propizio sarį anche l'aiuto del traditore Gollum, che alla fine si ravvederį dei suoi atti, sacrificandosi eroicamente per i compagni. Alla fine alcuni dei membri della compagnia riceveranno il piś grande onore per un essere umano: viaggiare nel cosmo per apprenderne i segreti.
    Non avrį il fascino di ET, al quale pare piś Gollum che altri, ma il film é sicuramente intriso della piś grande arte del maestro della fantascienza, in un periodo in cui il genere langue.


    Un qualsiasi altro regista americano:

    L'organizazione criminale M.O.R.D.O.R., dell'est del continente, sta progettando un attacco nucleare contro gli Stati Uniti della Terra di Mezzo, ma un eroico contrattacco dei marines al comando del generale Isildur sventa il complotto. Il codice d'avviamento é in viaggio per Gondor, quando un gruppo di fanatici religiosi dell'est attacca il convoglio, ma il generale fa a tempo a scrivere il codice in un anello ed a gettarlo nel fiume, prima di morire. Cosķ il codice finisce in mano di quattro giovani ed eroici figli della patria, che assieme ad un gruppo di marines, decisi a vendicare la morte dei propri compagni, si porrį in viaggio per sventare le oscure trame di questa associazione bolscevika. La C.d.A., cosķ é il nome in codice del gruppo, penetrerį nella base dell'oscuro criminale Sauron e porrį fine alla minaccia da lui rappresentata per il mondo, sigillando una nuova impresa dell'unitį e la fratellanza tra i popoli, guidati dagli elfi Noldor, la cui bandiera a stelle e striscie é ormai simbolo di reale libertį.

    l'ho trovata su un altro sito pero nn sapevo dove postarla...spero che vi faccia ridere


  2. #2
    Inside Mortal Kombat L'avatar di alexd87
    Registrato il
    03-03
    Localitą
    Carosino (TA)
    Messaggi
    27.547

    Re: lordo fo the rings diretto da altri registi

    ikaruga86

    [i]
    Pedro Almodovar:

    Sam prova un forte sentimento per Frodo, ma non é capace di confessarglielo. Un insperato viaggio verso paesi lontani e sconosciuti, e l'intervento di amici e personaggi particolari nella loro umanitį, faranno si che il legame che unisce i due si intensifichi, anche se mai giungerį ad un finale. Sam comunque maturerį e sarį pronto per affrontare il mondo da solo, dopo l'abbandono dell'amico amato. Un viaggio verso l'ignoto, ma anche una commovente ricerca di sé stessi, operata da persone normali in mezzo ad un vortice di eventi piś grande di loro.
    Notevole l'interpretazione di Penelope Cruz, nei panni di Legolas.
    Questa č la migliore....cmq Penelope Cruz rovina a morte Bloom...io la vedevo meglio negli orchetti....

    George Lucas:

    La potente confraternita di Mordor é ormai alle soglie di Gondor, la speranza é nulla. Solo Frodo puó salvare il mondo, la chiave del destino é in lui, ma prima dovrį riuscire a ritrovare sé stesso e comprendere la sua unicitį nello schema delle cose. Ad aiutarlo lo zio Bilbo, che quasi cadde corrotto dal lato Oscuro della Forza, ed un gruppo d'avventurieri spiunti dalle piś disparate esigenze, ma che al momento giusto si riveleranno essere veri amici. Effetti speciali grandiosi ed una trama avvincente, particolarmente curato il rapporto tra Frodo ed il Re Spettro, che come vedremo, nasconde un tremendo segreto dietro la sua maschera...
    Toccante la scena in cui Boromir scopre che Gimli é sua sorella.

    John Woo:

    Aragorn, vecchio mercenario ormai in pensione, stanco della vita e frustrato da un rapporto instabile con la bella prostituta Arwen, vede comparire alla sua porta Gandalf, un vecchio amico dei servizi segreti, Gandalf detto il Grigio, a proporgli di tornare sulla scena per proteggere un gruppo di giovani, caduti nel mirino di organi statali corrotti. Assieme a lui verranno altri mercenari: Legolas, esperto in armi da fuoco dalle dubbie tendenze sessuali; Gimli, guastatore professionista dedito all'alcool, con la mania dell'intaglio; Boromir, uno strano personaggio, nobile fuggito dalla famiglia per provare l'ebbrezza dell'avventura. Con questa compagnia si troverį al centro del piś grande complotto internazionale mai visto, e faticherį ad uscirne, ma alla fine riuscirį nell'intento, ed anche la sua vita prenderį una svolta inattesa...
    Azione al cardiopalma ed attori impeccabili. Tom Cruise ha perso 18 kili per interpretare alla meglio Frodo, per la statura non ha avuto problemi.


    Fratelli Cohen:

    Il signor Bilbo, modesto impiegato statale, trova per caso un anellino durante una gita in montagna. Lo porta a casa, ignaro che questo é il simbolo del clan mafioso di Angband, il cui ultimo boss, Sauron Fraschelli, é deciso a sottomettere tutte le altre famiglie dei dintorni, ma per questo ha bisogno del simbolo della casata per controllare al meglio i suoi seguaci. Avendo saputo da un informatore che l'anello é caduto in mano ad un impiegatuccio, sguinzaglia dietro a lui nove killers professionisti, i cosiddetti fratelli Nazguls, affinché gli riportino il tesoro. Ma questo é giį passato di mano in seguito all'intervento del commercialista della famiglia Baggings, il viscido Gandalf, e ora si trova nelle mani dell'erede della misteriosa fortuna dello zio. Frodo non puó fare altro che affidarsi al programma di protezione della polizia di Rivendell, al comando di Elrond il bastardo, un poliziotto senza scrupoli.
    I fratelli Coehn non smentiscono la loro fama di additti alla marjuana, confezionando un'avventura sempre in bilico tra il riso e la paura. John Belushi non é particolarmente credibile nei panni di Aragorn, ma la simpatia del film ci permette di sorvolare sulle inevitabili imperfezioni del tradurre un libro allo schermo.
    Queste son le altre molto simpatiche
    Inside Mortal Kombat
    (Sito italiano su Mortal Kombat, in collaborazione con NetherrealmStudios e Warner Games Italia)

  3. #3
    Oltremodo sconveniente L'avatar di pity
    Registrato il
    11-03
    Localitą
    Napoli
    Messaggi
    32.108
    so solo che un signore degli anelli girato da lynch sarebbe una cosa immensa
    Dice che c'č rimasto sulo 'o mare | Io sono la gomma, tu la colla

  4. #4
    Diurno L'avatar di Lydser
    Registrato il
    01-03
    Localitą
    Ragusa
    Messaggi
    18.932
    nn ho letto l'eneide che hai scritto...cmq il signore degli anelli sta benissimo con jackson...tutti gli altri avrebbero sbagliato qualcosa per la troppa personalitą...
    ps:quoto su penelope cruz orchetto

  5. #5
    Moderamucche L'avatar di exchpoptrue
    Registrato il
    07-03
    Localitą
    Torino - Etą: 33 asd
    Messaggi
    19.095
    pity

    so solo che un signore degli anelli girato da lynch sarebbe una cosa immensa
    Hai visto Mulholland drive?

  6. #6
    Oltremodo sconveniente L'avatar di pity
    Registrato il
    11-03
    Localitą
    Napoli
    Messaggi
    32.108
    exchpoptrue

    Hai visto Mulholland drive?
    incredibile, non ci sono parole per un capolavoro del genere
    Dice che c'č rimasto sulo 'o mare | Io sono la gomma, tu la colla

  7. #7
    Bello e dannato L'avatar di El Gugliauser
    Registrato il
    03-03
    Localitą
    Torino
    Messaggi
    6.831
    pity

    incredibile, non ci sono parole per un capolavoro del genere
    Inutile negarlo. Lynch e' un grande. Magari ci sta pigliando tutti per il corallo da anni, pero' e' un grande. Mi sono rivisto recentemente la prima stagione di Twin Peaks, e regge divinamente a distanza di anni, al contrario di tanta altra televisione che fa schifo gia' da subito.

  8. #8
    Oltremodo sconveniente L'avatar di pity
    Registrato il
    11-03
    Localitą
    Napoli
    Messaggi
    32.108
    El Gugliauser

    Inutile negarlo. Lynch e' un grande. Magari ci sta pigliando tutti per il corallo da anni, pero' e' un grande. Mi sono rivisto recentemente la prima stagione di Twin Peaks, e regge divinamente a distanza di anni, al contrario di tanta altra televisione che fa schifo gia' da subito.
    e io twin peaks ancora non l'ho visto!!!
    Dice che c'č rimasto sulo 'o mare | Io sono la gomma, tu la colla

  9. #9
    Utente L'avatar di Atlas
    Registrato il
    03-03
    Messaggi
    2.232
    Che lynch sia un regista capace io lo nego eccome, ho terrore di chi professa il culto dell'immagine, cinema delle impressioni, d'elite, cinema da borghesi... lo mandassero a lavorare quell'ariafrittologo col ciuffetto!!
    No Tears Please, It's a Waste of Good Suffering..

  10. #10
    Oltremodo sconveniente L'avatar di pity
    Registrato il
    11-03
    Localitą
    Napoli
    Messaggi
    32.108
    atlas leggi un po' qui http://www.kalporz.com/stalla/puorz-...ynch/index.htm

    tra l'altro non capisco perchč dici di odiare chi professa il culto dell'immagine; il cinema č un'arte visiva, l'immagine, quindi la forma, č tutto. il culto della forma in un'arte visiva non č null'altro che sostanza pura, la forma nel cinema, a mio parere, č sostanza e al tempo stesso la trascende
    Ultima modifica di pity; 24-03-2004 alle 18:45:41
    Dice che c'č rimasto sulo 'o mare | Io sono la gomma, tu la colla

  11. #11
    Utente L'avatar di AlieNiko
    Registrato il
    01-04
    Localitą
    ¤¤Taranto¤¤ Etą:24
    Messaggi
    16.553
    io l'ho sempre immaginato diretto da Speiberg(il mio regista preferito).
    Kissa' kosa sarebbe venuto fuori(sicuramente un altro capolavoro).
    Ma il Signore Degli Anelli mi sta + ke bene kosģ.
    Grande Peter Jackson

  12. #12
    Utente L'avatar di Atlas
    Registrato il
    03-03
    Messaggi
    2.232
    Perchč pity mi mostra quell'articolo? Gią una volta in passato mi imbattei in crociate contro il borioso lynch, tendo a ripetermi ultimamente ma farņ di necessitą virtł. Ha ben ragione chi dice che cercare di interpretare questi film č patetico (d'altra parte a sostenerlo se non erro č lo stesso lynch). Ed č pur vero che in un film non si deve considerare solo la trama. Si deve perņ, aggiungo io, considerare ANCHE la trama. Sia chiaro; io adoro i film nonsense, ho una passione per Gilliam e per i suoi deliri e le sue sceneggiature coi buchi, vado pazzo per kusturica e i suoi personaggi che muoiono e resuscitano senza spiegazione, la maggior parte dei registi che apprezzo ha una scarsa considerazione del cinema come attinenza al reale (compreso Von Trier, s'intende) e una propensione al nonsense. Quello che pretendo perņ č che oltre al fumo ci sia l'arrosto; la confusione alcolica di Underground ad esempio č un chiaro riferimento alla confusione Yugoslava. Quello che mi fa sostenere che Lynch č semplicemente un regista furbo č che oramai riesce a fare talmente tanto fumo che pur togliendo l'arrosto nessuno se ne accorge. Prendiamo il suo ultimo "capolavoro" mulholland drive. Ditemi cosa voleva dire lynch con questo film. Non lo svolgimento della trama ma il senso del film. Semplicemente resta di questo film la "bellezza" delle immagini. Se non vi č un senso, sia chiaro, questo č cinema delle impressioni. Ci sta bene alla biennale tra kiarostami che riprende 2 che dormono per 8 ore e una videoinstallazione con i videoclip dei radiohead a rotazione. Spacciarlo per cinema č da ladri. Ora; un regista che pretende di usare solo l'immagine č un vigliacco che si autocita e si autoloda in un gioco al massacro (di idee) in favore dell'esaltazione, del culto dell'immagine. Si pensi alla scena lesbo, ridicola, patinata, degna di un penthouse, non di un regista serio e che vorrebbe (o altri vorrebbero?) innovativo, si pensi alla musica usata, pura fuffa, tradizionalismi, cinema reazionario, di maniera, barocco. Mulholland drive č una nefandezza, un film inutile e stupido, la morte del cinema delle idee, la dittatura del culto dell'immagine.
    No Tears Please, It's a Waste of Good Suffering..

  13. #13
    Diurno L'avatar di Lydser
    Registrato il
    01-03
    Localitą
    Ragusa
    Messaggi
    18.932
    AlieNiko

    io l'ho sempre immaginato diretto da Speiberg(il mio regista preferito).
    Kissa' kosa sarebbe venuto fuori(sicuramente un altro capolavoro).
    Ma il Signore Degli Anelli mi sta + ke bene kosģ.
    Grande Peter Jackson
    certo .... veniva un mattone come minority report o a.i. una trilogia gią compressa a fatica in 9ore...neanke il pił incallito dei fan sarebbe sopravvissuto

  14. #14
    Moderamucche L'avatar di exchpoptrue
    Registrato il
    07-03
    Localitą
    Torino - Etą: 33 asd
    Messaggi
    19.095
    Ot: qualcuno mi spiega esattamente che senso ha Mulholland Drive?
    Io ho diverse teorie, tra cui quella di vedere il film al contrario per poterlo capire.......(scusate l'OT)

  15. #15
    None
    Ospite
    e del mio secondo regista preferito niente?niente su come avrebbe realizzato david fincher isda?

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •