• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 11 di 11

Discussione: Vecchi libri scolastici: cosa farne?

Cambio titolo
  1. #1
    Chuck Addicted L'avatar di Francutio
    Registrato il
    11-05
    Messaggi
    25.862

    Vecchi libri scolastici: cosa farne?

    Facendo un po' di ordine in camera ho deciso di far fuori i libri scolastici delle medie, che sicuramente non riaprirò più. Ho dei dubbi anche su molti di quelli delle superiori, ma andiamo per gradi e poi il concetto resta lo stesso.

    Chiaramente libri di 5/10/15 anni fa sono invendibili nell'usato, cambiano le edizioni, cambiano le adozioni, non provo neanche a portarli in qualche libreria. Qualcuno ha suggerimenti alternativi al buttarli nel bidone della carta?

    Qualche associazione che potrebbe raccoglierli? Se può aiutare, sono di Torino, quindi magari non indirizzatemi a Via delle Acciughe 42 a Pantelleria.

  2. #2
    Utente L'avatar di Falegname Geppetto
    Registrato il
    09-14
    Messaggi
    3.266
    bruciali come si faceva con le streghe

  3. #3
    Guerriero di Innos L'avatar di chepe
    Registrato il
    07-04
    Località
    Modena
    Messaggi
    6.854
    Citazione Francutio Visualizza Messaggio
    Facendo un po' di ordine in camera ho deciso di far fuori i libri scolastici delle medie, che sicuramente non riaprirò più. Ho dei dubbi anche su molti di quelli delle superiori, ma andiamo per gradi e poi il concetto resta lo stesso.

    Chiaramente libri di 5/10/15 anni fa sono invendibili nell'usato, cambiano le edizioni, cambiano le adozioni, non provo neanche a portarli in qualche libreria. Qualcuno ha suggerimenti alternativi al buttarli nel bidone della carta?

    Qualche associazione che potrebbe raccoglierli? Se può aiutare, sono di Torino, quindi magari non indirizzatemi a Via delle Acciughe 42 a Pantelleria.
    beh i libri delle medie sono praticamente carta straccia ma quelli delle superiori possono ancora avere un mercato se tenuti bene.
    Alcuni testi poi non risentono dell'età tipo dizionari, manuali di matematica eccetera.
    ''USI A OBBEDIR TACENDO E TACENDO MORIR''
    5° BTG. CARABINIERI EMILIA-ROMAGNA

  4. #4
    Mentore della Palvin L'avatar di Don Dema
    Registrato il
    04-14
    Località
    SS Lazio
    Messaggi
    8.228
    Citazione chepe Visualizza Messaggio
    beh i libri delle medie sono praticamente carta straccia ma quelli delle superiori possono ancora avere un mercato se tenuti bene.
    Alcuni testi poi non risentono dell'età tipo dizionari, manuali di matematica eccetera.
    Il problema è che, conoscendolo, saranno ridotti talmente male che, a confronto, il Colosso di Rodi è messo meglio.

    DD

    [Profilo PSN]
    Moderazione in rosso e grassetto - Contattami in MP

  5. #5
    Ogni lasciata è persa L'avatar di iMaX
    Registrato il
    05-03
    Località
    : àtilacoL
    Messaggi
    26.902
    Secondo me bisogna gettare il cuore oltre l'ostacolo e...buttarli via.
    Amici,
    per questioni di tempo mi è impossibile controllare contemporaneamente tutte le sezioni del forum.

    Per qualsiasi necessità Vi invito caldamente a:

    • Usare il tasto "Segnala"
    • Citarmi/Quotarmi all'interno delle discussioni
    • Inviarmi un MP

    Grazie!

  6. #6
    testo momentaneo L'avatar di the stranger94
    Registrato il
    01-13
    Località
    (PD)
    Messaggi
    7.235
    Ho una soffitta piena di libri e quaderni (siamo 3 fratelli) sarebbe si da buttare via quasi tutto. Prima o poi ci riuscirò

    Tapatalked with my A8 2018 (SM-A530F)




  7. #7
    dormiente L'avatar di bertuccia2004
    Registrato il
    05-04
    Località
    vicolo di racon city
    Messaggi
    12.920
    Io li conservo tutti, ogni disegnino fatto sulle pagine mi riporta indietro in un viaggio nel tempo e nei ricordi. Perlopiù facevo culi di sfregio

  8. #8
    Sono da buttare, non hanno alcun valore perché il ciclo vitale di un libro scolastico si esaurisce in tre anni. Le uniche eccezioni possono essere in una piccola scuola, con una docente che sta lì da 20 anni ed è particolarmente legata a un'edizione che, nonostante gli aggiornamenti, non cambia molto. Questo mi è successo alle superiori, da studente, in storia; avevo comprato una edizione vecchia, cambiavano un po' le pagine ma era sostanzialmente uguale e a lei non importava nulla.
    Comunque libri da buttare.
    La pazzia dilagherà... un giorno...

  9. #9
    Guerriero di Innos L'avatar di chepe
    Registrato il
    07-04
    Località
    Modena
    Messaggi
    6.854
    Citazione Lord Skop's Visualizza Messaggio
    Sono da buttare, non hanno alcun valore perché il ciclo vitale di un libro scolastico si esaurisce in tre anni. Le uniche eccezioni possono essere in una piccola scuola, con una docente che sta lì da 20 anni ed è particolarmente legata a un'edizione che, nonostante gli aggiornamenti, non cambia molto. Questo mi è successo alle superiori, da studente, in storia; avevo comprato una edizione vecchia, cambiavano un po' le pagine ma era sostanzialmente uguale e a lei non importava nulla.
    Comunque libri da buttare.
    infatti sarebbero da buttare gli insegnanti, non i libri.
    Nel 90% delle materie la merda che si studia è esattamente la stessa merda che si studiava 20 anni fa, è che i prof devono vendere i loro libri e quindi fanno cestinare quelli vecchi.
    Laplace, Keplero, Newton, Leibniz, Einstein, Dante, Virgilio, Manzoni eccetera quello che dovevano dire l'hanno già detto e sono sempre le stesse puttanate, dalla tomba non faranno uscire degli aggiornamenti nel frattempo.
    Sono gli insegnanti che invece dovrebbero aggiornarsi il cervello e fare spendere meno soldi alla gente.
    ''USI A OBBEDIR TACENDO E TACENDO MORIR''
    5° BTG. CARABINIERI EMILIA-ROMAGNA

  10. #10
    Citazione chepe Visualizza Messaggio
    infatti sarebbero da buttare gli insegnanti, non i libri.
    Nel 90% delle materie la merda che si studia è esattamente la stessa merda che si studiava 20 anni fa, è che i prof devono vendere i loro libri e quindi fanno cestinare quelli vecchi.
    Laplace, Keplero, Newton, Leibniz, Einstein, Dante, Virgilio, Manzoni eccetera quello che dovevano dire l'hanno già detto e sono sempre le stesse puttanate, dalla tomba non faranno uscire degli aggiornamenti nel frattempo.
    Sono gli insegnanti che invece dovrebbero aggiornarsi il cervello e fare spendere meno soldi alla gente.
    Ma i libri non li scrivono gli insegnanti, comunque spesso siamo costretti a cambiarli perché non li ristampano più. La vita media di un'edizione è 3 anni...
    Poi sono d'accordo che bene o male sono tutti validi, alcuni più in altri punti e meno in altri, altri insospettabilmente dànno più spazio a certi argomenti e meno a certi altri; in antologia, alcuni fanno un po' di confusione coi generi perché mettono il fantasy in 2° media e un genere ostico come l'autobiografia in 1°, etc... ma più o meno sono tutti validi. Tanto non è il libro, ma la testa. Io tendo ad usarli poco, però vedo che i ragazzi fanno fatica perché l'impostazione didattica è quella di studiare su libri e schemi (e fare le verifiche a crocette), quindi opto per una soluzione a metò: sto usando i libri come supporto e mi baso su materiali che creo io di sera (come stavo facendo adesso prima di entrare su GR ), che proietto in classe, spiego, faccio prendere appunti e poi metto nell'aula virtuale del registro elettronico. Le verifiche le preparo soprattutto su quello, infatti i volumi delle verifiche li uso solo per grammatica e per le comprensioni.
    La pazzia dilagherà... un giorno...

  11. #11
    Chuck Addicted L'avatar di Francutio
    Registrato il
    11-05
    Messaggi
    25.862
    Leggo con piacere i vostri spunti e colgo l'occasione, qualora vi andasse e vi capitassero nuovamente tra le mani, di condividere le vostre vignette ai margini di un testo di Cicerone o del capitolo di trigonometria.

    Circa l'argomento principale del topic, sono consapevole che non hanno valore commerciale e in quanto all'affettivo, ho selezionato tempo addietro qualcosina simpatica e poco voluminosa, del resto mi libererei a cuor leggero. Mi chiedevo solo se qualche associazione di accoglienza immigrati potesse farne buon uso, ma forse preferirebbero ricevere iPhone e WiFi, non so.

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •