• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 18

Discussione: Sciopero Generale (veramente un po in ritardo, ma meglio tardi che mai...)

Cambio titolo
  1. #1
    Utente Tostapane L'avatar di WarriorXP
    Registrato il
    10-02
    Località
    MI C.le - LE
    Messaggi
    23.429

    Esclamazione Sciopero Generale (veramente un po in ritardo, ma meglio tardi che mai...)

    http://demo.ffii.org/italian.html

    Facciamo ancora in tempo! Phoenix, oscura il tuo sito!

  2. #2
    Utente Tostapane L'avatar di WarriorXP
    Registrato il
    10-02
    Località
    MI C.le - LE
    Messaggi
    23.429

  3. #3
    Utente L'avatar di Phoenix
    Registrato il
    10-02
    Località
    Midwich Street
    Messaggi
    6.699
    Fatto


    He who is not bold enough to be stared at from across the abyss
    is not bold enough to stare into it himself.

  4. #4
    Utente Tostapane L'avatar di WarriorXP
    Registrato il
    10-02
    Località
    MI C.le - LE
    Messaggi
    23.429
    Phoenix

    Fatto
    Magari lasciacelo così il sito, pure quando finisce lo sciopero

  5. #5
    Utente L'avatar di Phoenix
    Registrato il
    10-02
    Località
    Midwich Street
    Messaggi
    6.699
    Sei pazzo? Dopo Pasqua uppo un kernel howto che lèvati, niente solletico, niente di niente 8|


    He who is not bold enough to be stared at from across the abyss
    is not bold enough to stare into it himself.

  6. #6
    Utente Tostapane L'avatar di WarriorXP
    Registrato il
    10-02
    Località
    MI C.le - LE
    Messaggi
    23.429
    Faccio notare come anche www.gnu.org stia partecipando

  7. #7
    Utente L'avatar di Andrea03
    Registrato il
    01-03
    Località
    Napoli
    Messaggi
    5.172

  8. #8
    Ex ***** VIPz Estathé L'avatar di nicjedi
    Registrato il
    12-02
    Località
    non vivo
    Messaggi
    16.148
    Lo sapete che la Microsoft è contro questi brevetti?
    Lo sapete il perché? Perché per brevettare un software, bisognerebbe rendere pubblico il codice.
    Oltretutto la legge non dice che il software deve essere brevettato, ma che può essere brevettato.
    Come succede oggi per tutte le altre cose, se non brevetti una tua "invenzione", chiunque la può utilizzare, e ricreare...cosa cambierebbe per il mondo Open-Source...niente. Oltretutto, essendo Windows e IE, diversi come codice da Linux e Mozilla, se anche la Microsoft brevettasse i suoi prodotti (cosa di cui dubito fortemente), non ci sarebbero problemi per il mondo Open-source. E vi ricordo anche una cosa...il brevetto ha un limite...basta che modifichi una riga del codice brevettato, e il codice non sarebbe più quello brevettato...un po' come succede oggi, dove basta firmare le scarpe "nuke", "naike"...e non si paga nulla...magari con il disegno ribaltato.....

    Ciao

    Nicola
    "La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci"
    "Non lasciare mai che la morale ti impedisca di fare la cosa giusta"
    "La disumanità del computer sta nel fatto che, una volta programmato e messo in funzione, si comporta in maniera perfettamente onesta."
    "fare molte cose alla volta significa non farne bene nessuna"


  9. #9
    Utente L'avatar di Phoenix
    Registrato il
    10-02
    Località
    Midwich Street
    Messaggi
    6.699
    Il problema è diverso: se tutto diventa brevettabile (e con tutto intendo anche, ad esempio, "barra di avanzamento grafica che indica il tempo di installazione di un programma") si ha un tarpare le ali a chiunque produca software libero,grauito o open source. Questo perchè se chiudi il codice nessuno può venire a dirti "ahah hai usato il quicksort!" senza che tu puoi rispondere "ma no sa, è uno shellsort ", mentre se il codice è aperto sarebbe sotto gli occhi di tutti e sarebbe impossibile nascondere l'implementazione esatta utilizzata per raggiungere un determinato scopo. Se uno produce un software a pagamento, dal quale cioè sa che avrà dei guadagni, può anche permettersi di spendere miliardi in brevetti, se uno produce un software che non garantisce guadagni elevati o addirittura totalmente no-profit, non può.
    Inoltre cambiare una lettera di "adidas" è un conto, cambiare una riga di codice è un'altra storia... prova a modificare le variabili di, che so, PV=nRT: otterrai qualcosa di totalmente diverso.
    Infine il concetto dei brevetti software è piuttosto esteso: per prendere un esempio fatto anche sul sito di riferimento, non viene brevettata una specifica trappola per topi, ma ogni mezzo in grado di intrappolare mammiferi.
    Il software libero e l'open source più in generale sono basati sul buon codice e sul riuso dello stesso; è impensabile doversi scervellare a trovare soluzioni alternative (e con ogni probabilità meno performanti) solo perchè qualcuno ha brevettato tutti gli algoritmi più utili o le idee più diffuse.


    He who is not bold enough to be stared at from across the abyss
    is not bold enough to stare into it himself.

  10. #10
    Ex ***** VIPz Estathé L'avatar di nicjedi
    Registrato il
    12-02
    Località
    non vivo
    Messaggi
    16.148
    Phoenix

    Il problema è diverso: se tutto diventa brevettabile (e con tutto intendo anche, ad esempio, "barra di avanzamento grafica che indica il tempo di installazione di un programma") si ha un tarpare le ali a chiunque produca software libero,grauito o open source. Questo perchè se chiudi il codice nessuno può venire a dirti "ahah hai usato il quicksort!" senza che tu puoi rispondere "ma no sa, è uno shellsort ", mentre se il codice è aperto sarebbe sotto gli occhi di tutti e sarebbe impossibile nascondere l'implementazione esatta utilizzata per raggiungere un determinato scopo. Se uno produce un software a pagamento, dal quale cioè sa che avrà dei guadagni, può anche permettersi di spendere miliardi in brevetti, se uno produce un software che non garantisce guadagni elevati o addirittura totalmente no-profit, non può.
    Inoltre cambiare una lettera di "adidas" è un conto, cambiare una riga di codice è un'altra storia... prova a modificare le variabili di, che so, PV=nRT: otterrai qualcosa di totalmente diverso.
    Infine il concetto dei brevetti software è piuttosto esteso: per prendere un esempio fatto anche sul sito di riferimento, non viene brevettata una specifica trappola per topi, ma ogni mezzo in grado di intrappolare mammiferi.
    Il software libero e l'open source più in generale sono basati sul buon codice e sul riuso dello stesso; è impensabile doversi scervellare a trovare soluzioni alternative (e con ogni probabilità meno performanti) solo perchè qualcuno ha brevettato tutti gli algoritmi più utili o le idee più diffuse.
    Beh...il sito che mi dai è il principale oppositore..non posso prenderlo come oro colato, invece da un po' sto cercando il testo della proposta, ma non lo trovo...solo quello è LA prova di come è il vero testo della legge.
    Cmq non possono, almeno basndomi sull'esperienza dei brevetti già esistenti negli altri campi, brevettare "il codice unico per fare le barre di scorrimento" tanto per fare un esempio. Se andate a vedere come funzionano i brevetti, uno può brevettare una propria "invenzione", ma solo quella, se creo una macchina che mi pulisce le scarpe, io posso brevettare solo quel tipo di macchina, e non tutte le macchine possibili ed esistenti che mai verranno ideate.
    Il brevetto secondo me è meglio del Copyright che esiste ora, perché Con il copyright , se ad esempio tu compri Windows, non sai cosa hai veramente comprato, perché non puoi vederne il codice, mentre con software brevettato, puoi tranquillamente guardarti il codice prima di acquistarlo, e se ti garba, se ti sembra valer il costo del prodotto, allora lo prendi.
    Per Linux e l'Open-Source non cambierebbe nulla, se Stallman non brevetta il codice, resterà libero, e così per chiunque svilupperà software Open-source, basterà non brevettarlo.
    Ah, e rispondo già alla domanda, "e se qualcuno lo prendesse e lo brevettasse lui?"
    Beh...1° il brevetto costa e non poco, 2° deve dimostrare di essere lui ad aver ideato il codice, se il vero programmatore si fa avanti e porta prove che è stato lui a ideare il codice, il tipo bast... dentro può incorrere pure in procedimenti penali

    EDIT: Il brevetto software esiste già negli Stati Uniti e in Giappone...non mi sembra che Linux lì sia vietato...anzi

    Ciao

    Nicola
    Ultima modifica di nicjedi; 13-04-2004 alle 11:29:43
    "La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci"
    "Non lasciare mai che la morale ti impedisca di fare la cosa giusta"
    "La disumanità del computer sta nel fatto che, una volta programmato e messo in funzione, si comporta in maniera perfettamente onesta."
    "fare molte cose alla volta significa non farne bene nessuna"


  11. #11
    Utente
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    2.367
    Per fortuna che c'è IBM che copre il culo a tutti.......|) |) |)

  12. #12
    Ex ***** VIPz Estathé L'avatar di nicjedi
    Registrato il
    12-02
    Località
    non vivo
    Messaggi
    16.148
    Ho finalmente trovato il testo della proposta (e guardate dove sono andato a trovarlo.. )

    http://www.radioradicale.it/software...va%20CE_it.pdf

    Se volete leggerlo..sono 31 pagine, belle pesanti, ma leggendole si capisce che questa protesta è inutile
    Vi riporto un piccolo paragrafo, molto interessante:
    "Di conseguenza, un algoritmo astratto in quanto tale non può essere oggetto di monopolio.
    Secondo le regole usuali della brevettabilità, il brevetto concesso per un'invenzione basata su
    un determinato algoritmo non può essere esteso ad altre applicazioni di tale algoritmo." (Pagina 8 prima del titoletto in grassetto)

    Vi piace? Dice che un algoritmo, un codice, non può essere brevettato in quanto tale, ma posso brevettarlo come applicazione ad esempio in un impianto industriale.
    Già solo questo elimina ogni preoccupazione

    Ciao

    Nicola
    Ultima modifica di nicjedi; 13-04-2004 alle 11:57:44
    "La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci"
    "Non lasciare mai che la morale ti impedisca di fare la cosa giusta"
    "La disumanità del computer sta nel fatto che, una volta programmato e messo in funzione, si comporta in maniera perfettamente onesta."
    "fare molte cose alla volta significa non farne bene nessuna"


  13. #13
    Utente Tostapane L'avatar di WarriorXP
    Registrato il
    10-02
    Località
    MI C.le - LE
    Messaggi
    23.429
    Nicjedi, forse noi abbiamo preso molto sul serio (anche se non credo) la cosa, ma mi pare di capire che anche tu la stia prendendo troppo alla leggera...

    Per Linux e l'Open-Source non cambierebbe nulla, se Stallman non brevetta il codice, resterà libero, e così per chiunque svilupperà software Open-source, basterà non brevettarlo.
    E se poi qualche simpaticone frega il codice e se lo brevetta?

    ---TU---> Allora lo brevetti in tempo l'ideatore originale!

    ---IO---> E i soldi glieli dai tu ad ogni sviluppatore?

    Conclusione: l'applicazione originale deve chiudere e muore il progetto, viene sostituito da un programma non "free" in tutti i sensi 8|

  14. #14
    Ex ***** VIPz Estathé L'avatar di nicjedi
    Registrato il
    12-02
    Località
    non vivo
    Messaggi
    16.148
    WarriorXP

    Nicjedi, forse noi abbiamo preso molto sul serio (anche se non credo) la cosa, ma mi pare di capire che anche tu la stia prendendo troppo alla leggera...


    E se poi qualche simpaticone frega il codice e se lo brevetta?

    ---TU---> Allora lo brevetti in tempo l'ideatore originale!

    ---IO---> E i soldi glieli dai tu ad ogni sviluppatore?

    Conclusione: l'applicazione originale deve chiudere e muore il progetto, viene sostituito da un programma non "free" in tutti i sensi 8|
    No, nessuno, a parte lo sviluppatore originale può brevettare il codice, perché nessuno a parte lui po' provare di averlo "ideato", e cmq, come ho già scritto nel post prima, non si potrebbe mai brevettare un codice in quanto tale...ad esempio, potrei brevettare una distro di linux che fa funzionare un macchinario....e mi dovrebbero pagare, solo se uno usa la distro sul quel macchinario, ok? Non posso brevettare la distro e basta...ma legata ad una qualche applicazione tecnica...c'è scritto mille volte nel pdf che ho linkato

    Ciao

    Nicola
    "La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci"
    "Non lasciare mai che la morale ti impedisca di fare la cosa giusta"
    "La disumanità del computer sta nel fatto che, una volta programmato e messo in funzione, si comporta in maniera perfettamente onesta."
    "fare molte cose alla volta significa non farne bene nessuna"


  15. #15
    Utente L'avatar di Phoenix
    Registrato il
    10-02
    Località
    Midwich Street
    Messaggi
    6.699
    Quindi questa lunga di serie di scioperi e proteste sarebbe animata da una semplice "incomprensione"? Eppure ci sono dei precedenti, in USA, dove il software e brevettabile:
    In 1984, the compress program was written, a program for data compression. At the time, there was no patent on the LZW compression algorithm which it used. Then in 1985, the US issued a patent on this algorithm and over the next few years, those who distributed the compress program started getting threats. There was no way that the author of compress could have realized that he was likely to get sued.
    ...
    But the same patented LZW compression algorithm was also used in image formats such as the GIF format. But there because the job people wanted to do was not to simply compress data but to make an image that people could display with their software, it turned out extremely hard to switch over to a different algorithm. We have not been able to do it in 10 years! Yes, people use the gzip algorithm to define another image format, once people started getting threatened with law suits for using GIF files.
    Sometimes the idea that's patented will be so broad and basic that it basically rules out an entire field. For instance, the idea of Public Key Encryption which was patented in the US. The patent expired in 1997. Until then, it largely blocked the use of Public Key Encryption in the US. A number of programs that people started to develop got crushed. They were never really available because the patent holders threatened them. Then, one program got away. The program PGP, which initially was released as free software. Apparently, the patent holders by the time they got around to attacking, realized they might get too much bad publicity. So they imposed restrictions making it for non-commercial use only, which meant it couldn't catch on too much. So they greatly limited the use of Public Key Encryption for a decade or more. There was no way around that patent. There was nothing else you could do like that.
    Infine qualche nota sulle differenza tra copyright e brevetti:

    Copyrights cover the details of expression of a work. Copyrights don't cover any ideas. Patents only cover ideas and the use of ideas. Copyrights happen automatically. Patents are issued by a patent office in response to an application: patents cost a lot of money.

    Copyrights cover copying. If you write a novel that turns out to be word-for-word the same with Gone with the Wind and you can prove you never saw Gone with the Wind, that would be a defense to any accusation of copyright infringement.

    A patent is an absolute monopoly on using an idea. Even if you could prove you had the idea on your own, it would be entirely irrelevant if the idea is patented by somebody else.
    Parole di Stallman (fonte).

    Infine pare Microsoft abbia brevettato l'idea dei desktop virtuali. Significa che dovrà rilasciarne il codice? O che userà il brevetto solo per rompere le pelotas ai vari gnome/KDE?


    He who is not bold enough to be stared at from across the abyss
    is not bold enough to stare into it himself.

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •