• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 11 di 11

Discussione: Zapaterismi

Cambio titolo
  1. #1
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307

    Messaggio Zapaterismi

    La sinistra riformista cambia strategia:
    se prima erano in 4(gatti) a ballare Zapatero
    adesso sono tutti a ballare con Zapatero !!!

    Secondo me(e non solo) influenzata dalle scelte della sinistra radicale, da Zapatero(che non è la Bibbia, ma non è nemmeno il Pnac) e alle porte dell'elezioni Europee la sinistra razionale, riformista lascia ogni ambiguità e si butta a capofitta nella scelta del "ritiro preventivo".

    Il giornale di Polito domani pubblica il discorso di Brahmini, ecco un anticipazione raccolta nell'editoriale.

    Il riformista (di domani)
    ELETTORALISMI
    La sinistra non ha più tempo per l’Onu


    Pubblichiamo oggi (domani 29aprile Ndr) quasi integralmente la relazione che Lakdhar Brahimi, inviato speciale di Kofi Annan, ha svolto l’altra sera al consiglio di sicurezza dell’Onu sul processo di transizione in corso in Iraq. Lo facciamo perché in Italia chi chiede il ritiro delle nostre truppe (e ormai si appresta a chiederlo anche la lista Prodi, con una certa fretta, presentando una mozione entro il 15 maggio, da mettere ai voti entro il 28 maggio, data di chiusura del parlamento per la campagna elettorale europea) spiega l’accelerazione sulla base del fatto che i margini della cosiddetta svolta si starebbero esaurendo. Siccome è Brahimi l’incaricato dall’Onu di verificarne la fattibilità, cioè di nominare un governo provvisorio in Iraq entro la scadenza prevista dalla precedente risoluzione approvata all’unanimità (il 30 giugno), ci sembra che sia più attendibile dei leader del centrosinistra italiano nel giudicarne le prospettive. Leggete pure il testo. Ma la frase chiave è alla fine e recita: «C’è molto da fare e il tempo è breve. Il compito di fronte a noi, per compiere il quale abbiamo il forte sostegno del Consiglio di sicurezza - e cioè assistere la formazione di un governo ad interim per il 30 giugno e preparare le elezioni da tenere nel gennaio 2005 - al punto in cui sono le cose non sarà facile. Al contrario, ci sono trappole potenzialmente pericolose e grandi ostacoli ad ogni passo di questa strada. Ma il lavoro è fattibile (<+cors>doable<+tondo>) se ci fissiamo obiettivi saldi nei principi ma realistici, se ci muoviamo in quella direzione con prudenza e se non restiamo soli nel muovere quei passi. Avremo bisogno, in particolare, che il Consiglio di sicurezza sia unito dietro di noi e con noi».
    Dunque il lavoro terribilmente difficile di stabilizzare l’Iraq si può fare per Brahimi, ma è già chiaro che non si può fare per l’opposizione in Italia. Ricordiamo, en passant, che Brahimi è un algerino, musulmano sunnita, è stato presidente della Lega araba e in questa veste ha più volte preso le parti di Saddam. Tutto è tranne che un amerikano. Perché dunque la posizione iniziale della lista Prodi («aspettiamo l’Onu») si è trasformata in un «anticipiamo l’Onu»?
    La risposta è nelle date, ed è una risposta molto triste. L’opposizione non condiziona più la richiesta del ritiro al 30 giugno, giorno che ha a che fare con la situazione in Iraq; ma al 28 maggio, giorno che ha a che fare solo con la situazione in Italia, perché è l’ultima occasione utile prima delle elezioni. L’urgenza elettorale ha preso il sopravvento sulla considerazione di ciò che è utile all’Iraq, annullando così la differenza che aveva finora distinto la sinistra riformista dal pacifismo senza se e senza ma, pur essendo entrambi stati contrari alla guerra. Si dà così ragione, e forse voti, a Bertinotti e Cossutta, che all’Onu non hanno mai creduto. Oppure si dà ragione, e forse voti, al governo, che ora si aggrappa all’Onu.
    Dopo che questa mozione sarà stata votata succederanno le seguenti cose: Brahimi dirà entro la fine di maggio se è riuscito a fare il governo e con chi; gli americani decideranno se accettarlo o meno; le grandi potenze, probabilmente nel G8 della prima decade di giugno e dopo la visita di Bush da Chirac, decideranno se dare il via libera a una nuova risoluzione Onu che riconosca il governo provvisorio varato da Brahimi. In una parola, dopo che in Italia si sarà votato sulla impossibilità della svolta, ci potrebbe essere la svolta. Prodi, lo si capisce dalle dichiarazioni di ieri, non condivide la scelta del ritiro. Fermi allora questa deriva.

  2. #2
    prima di tutto: IO L'avatar di Onitsuka_Tiger
    Registrato il
    03-04
    Località
    Korova MilkBar
    Messaggi
    2.672
    vado ad informarmi e poi rispondo!!
    "Oh deliziosa delizia e incanto. Era piacere impiacentito e divenuto carne. Come piume di un raro metallo spumato, o come vino d'argento versato in nave spaziale. Addio forza di gravità. Mentre slusciavo, quali visioni incantevoli..."
    TOCQUEVILLE 13 - LA DISCO COOL DI MILANO

  3. #3
    Utente L'avatar di cerberus
    Registrato il
    01-03
    Località
    Salaria Sport Village
    Messaggi
    18.301
    Mi chiedevo per l'appunto che senso avesse una richiesta di ritiro delle truppe anticipata di un mese... ora è tutto più chiaro...
    Engineers do it better
    "Lo scienziato non studia la natura perché è utile, ma perché ne prova piacere e ne prova piacere perché è bella. Se la natura non fosse bella, non varrebbe la pena studiarla e la vita non varrebbe la pena di essere vissuta”.( Henri Poincaré )
    "Scientists discover the world that exists; engineers create the world that never was."

  4. #4
    Bannato L'avatar di GUNLUCKY
    Registrato il
    03-03
    Località
    sulle ali dell'Arcadia
    Messaggi
    9.411
    incredibile ma davvero lo pubblicano?

  5. #5
    uno di passaggio L'avatar di Wiald
    Registrato il
    10-02
    Località
    Colchester, UK
    Messaggi
    2.770
    c'è di buono che finalmente il centro-sinistra ha una posizione di politica estera comune

    GUNLUCKY

    incredibile ma davvero lo pubblicano?
    perchè non dovrebbero? 8|

    la via per il superamento di sé è la liberazione dalle aspirazioni mediocri

  6. #6
    Bannato L'avatar di GUNLUCKY
    Registrato il
    03-03
    Località
    sulle ali dell'Arcadia
    Messaggi
    9.411

    Domanda

    Wiald


    perchè non dovrebbero? 8|

    Non mi pare di aver detto che non dovrebbero...

  7. #7
    uno di passaggio L'avatar di Wiald
    Registrato il
    10-02
    Località
    Colchester, UK
    Messaggi
    2.770
    GUNLUCKY

    Non mi pare di aver detto che non dovrebbero...
    e allora non ho capito perchè hai chiesto se l'avrebbero pubblicato

    la via per il superamento di sé è la liberazione dalle aspirazioni mediocri

  8. #8
    Bannato L'avatar di GUNLUCKY
    Registrato il
    03-03
    Località
    sulle ali dell'Arcadia
    Messaggi
    9.411
    Wiald

    e allora non ho capito perchè hai chiesto se l'avrebbero pubblicato

    Pura curiosità: mi chiedevo come è possibile fare richieste di questo tipo, basate sul niente come il niente che si è dimostrata essere l' ONU fino ad oggi.

  9. #9
    uno di passaggio L'avatar di Wiald
    Registrato il
    10-02
    Località
    Colchester, UK
    Messaggi
    2.770
    Citazione GUNLUCKY
    Pura curiosità: mi chiedevo come è possibile fare richieste di questo tipo, basate sul niente come il niente che si è dimostrata essere l' ONU fino ad oggi.
    il fatto che tu non sappia su cosa sono basate non significa che siano basate sul niente

    la via per il superamento di sé è la liberazione dalle aspirazioni mediocri

  10. #10
    Bannato L'avatar di GUNLUCKY
    Registrato il
    03-03
    Località
    sulle ali dell'Arcadia
    Messaggi
    9.411
    Citazione Wiald
    il fatto che tu non sappia su cosa sono basate non significa che siano basate sul niente
    Mpfh...http://www.repubblica.it/2004/d/sezi...ssi/fassi.html

    Senti Wiald il fatto che io non ti vada a genio e che tu mi consideri un ignorante o un superficiale o non so cos'altro mi lascia più che altro perplesso...ma tant'è pensa pure ciò che preferisci.

  11. #11
    uno di passaggio L'avatar di Wiald
    Registrato il
    10-02
    Località
    Colchester, UK
    Messaggi
    2.770
    Citazione GUNLUCKY
    Mpfh...http://www.repubblica.it/2004/d/sezi...ssi/fassi.html

    Senti Wiald il fatto che io non ti vada a genio e che tu mi consideri un ignorante o un superficiale o non so cos'altro mi lascia più che altro perplesso...ma tant'è pensa pure ciò che preferisci.
    l'avevo letta grazie, se ti va ti evidenzio il concetto più importante che ha determinato la scelta della richiesta di ritiro

    "L'America vuole continuare a gestire in prima persona la sicurezza in Iraq. E l'amministrazione Bush lo ha detto chiaramente: il nuovo esecutivo sarà sotto tutela"

    ecco a cosa si riveriva fassino

    "Colin Powell ha chiarito la posizione USA in merito al presunto "passaggio di poteri" fissato al 30 giugno prossimo. "Sarà una sovranità molto limitata", ha dichiarato Powell, "e molti poteri dovranno essere ceduti alle forze d'occupazione". Powell ha ribadito che la permanenza di circa 150.000 truppe d'occupazione sul suolo iracheno "e' essenziale affinché il governo da noi nominato possa essere effettivo. Dobbiamo essere in grado di operare in Iraq liberamente, e questo vuol dire infrangere ciò che si potrebbe definire una sovranità piena". Powell prevede dunque un'estensione ed un rafforzamento dell'occupazione in Iraq, avvenuta senza mandato ONU oltre un anno fa. Powell ha anche dichiarato di essere certo che qualsiasi futuro "governo" iracheno legittimerà la presenza delle truppe USA in Iraq, ed ha cercato di confutare la previsione di molti analisti, secondo cui il vero governo iracheno sarà rappresentato dall'ambasciata USA a Baghdad, guidata dal futuro "viceré" John Negroponte, uno dei falchi dell'amministrazione Bush. L'attuale capo del Consiglio Governativo iracheno appena nominato dagli USA, Masud Barzani, ha accusato gli USA di comportarsi come un "esercito d'occupazione". Anche per i curdi cade dunque il mito dell'esercito di liberazione."

    la via per il superamento di sé è la liberazione dalle aspirazioni mediocri

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •