• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 40

Discussione: Il generale Custer

Cambio titolo
  1. #1
    Don't be scared homie! L'avatar di Makaveli
    Registrato il
    02-04
    Messaggi
    13.965

    Il generale Custer

    Conoscete il generale George Armstrong Custer?
    Io lo apprezzo moltissimo, era veramente un grande...
    Nella guerra civile si distinse per il suo coraggio, le sue cariche di cavalleria furono decisive in molte occasioni, e fu ucciso a little big horn, il 25 giugno 1876, dagli indiani guidati da cavallo pazzo.

  2. #2
    vuole solo la juveh!1!1!! L'avatar di Vulcan Raven
    Registrato il
    03-03
    Località
    un puntino in prov. NA
    Messaggi
    31.905
    un'ottima guida militare.

  3. #3
    Momentaneamente assente L'avatar di roland
    Registrato il
    12-02
    Località
    22 Acacia Avenue
    Messaggi
    5.281
    Un povero fesso, che assetato di fama e gloria, ha portato i suoi uomini al macello.
    Quel tizio ha fatto un sacco di porcate.
    Non basta essere bravi, bisogna essere i migliori.

  4. #4
    daimyo di Kai L'avatar di Iladhrim84
    Registrato il
    12-02
    Località
    Castello di Yogai-jo
    Messaggi
    10.516
    Citazione roland
    Un povero fesso, che assetato di fama e gloria, ha portato i suoi uomini al macello.
    Quel tizio ha fatto un sacco di porcate.

    Quoto, cmq non è proprio "...e fu ucciso a little big horn, il 25 giugno 1876, dagli indiani guidati da Cavallo Pazzo."

    Crazy Horse guidò la riscossa dei suoi guerrieri contro un imbecille che con 700 cavalleggeri si gettò sconsideratamente senza attendere rinforsi contro un numero soverchiante di nativi americani...è stato un bravo comandante fino alla caxxata di little big horn
    Quandi attacchi, attendi il momento giusto.
    Quando attendi, resta sospeso come il masso sul ciglio di un precipizio profondo mille metri.
    Quando arriva il momento giusto, annullati nell’attacco, come il masso che precipita nel vuoto
    .


    Suzume-no-kumo

  5. #5
    Momentaneamente assente L'avatar di roland
    Registrato il
    12-02
    Località
    22 Acacia Avenue
    Messaggi
    5.281
    Non basta essere bravi, bisogna essere i migliori.

  6. #6
    Utente
    Registrato il
    05-04
    Località
    Bologna
    Messaggi
    1.354
    Un film western, al momento non ricordo il titolo, non ne dà una buona presentazione; è chiaro cmq che spesso nei film la storia viene rivisitata.
    Facendo un discorso generale (ovvio ), a prescindere da "lui", in tot casi combattere gli Indiani d'America può essere stato più o meno giustificato; ma in altri tot casi... no.

  7. #7
    uno di passaggio L'avatar di Wiald
    Registrato il
    10-02
    Località
    Colchester, UK
    Messaggi
    2.770
    uno dei tanti criminali che contribuirono al macello del grande popolo indiano

    la via per il superamento di sé è la liberazione dalle aspirazioni mediocri

  8. #8
    Utente L'avatar di Devil 87
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    15.530
    La sua figura l'ho sempre vista presentata collegata a quella di un pazzo morto per la gloria assieme ai suoi soldati.
    Si vive per scoprire nuova bellezza, di solito tanta quanta se ne dimentica.

    - Half Devil -

  9. #9
    Bello e dannato L'avatar di El Gugliauser
    Registrato il
    03-03
    Località
    Torino
    Messaggi
    6.831
    Citazione Fabreister
    Un film western, al momento non ricordo il titolo, non ne dà una buona presentazione
    "Piccolo grande uomo" (ho appena comprato il DVD!), anche se non vuol dire molto perchè è un tipico film 68ino-revisionista, non certo la verità assoluta.

    Comunque sono del parere che Custer sia stato abbastanza un idiota, a sottovalutare così i guerrieri indiani.

  10. #10
    Bello e dannato L'avatar di El Gugliauser
    Registrato il
    03-03
    Località
    Torino
    Messaggi
    6.831
    Citazione Wiald
    uno dei tanti criminali che contribuirono al macello del grande popolo indiano
    Permettimi una considerazione. Mettiamo che i Sioux decidessero di attaccare e ammazzare gli Apache per prendere le loro terre. E' un esempio di fantasia ma comunque ci sono stati casi di guerre fra tribù indiane, anche piuttosto sanguinarie. Nessuno ha mai criticato questo, nessuno si è mai sognato di dire "Sioux macellai, Apache vittime innocenti". No, si dice "evabbè, normale evoluzione della specie, normale sopravvivenza del più forte, vittoria del guerriero migliore e propagazione darwiniana dei geni del vincitore".

    Sul fatto che invece i bianchi hanno fatto la stessa cosa generalizzata (ovvero, attacchiamo e ammazziamo gli indiani per prendergli le terre), si levano proteste e strali di condanna da parte dei soliti buonisti sinistrorsi.

    Eppure mi pare che, scala della guerra a parte, il concetto di base sia lo stesso: uccidere qualcun altro per prenderne le terre.

    Ora, qualcuno è così gentile da spiegarmi perchè se una tribù indiana uccide un'altra tribù per prenderne le terre è normale legge della sopravvivenza del più forte, mentre se i bianchi uccidono gli indiani per prenderne le terre è strage meschina e vergognosa? E non si giustifica il tutto con la "normale sopravvivenza del più forte, vittoria del guerriero migliore e propagazione darwiniana dei geni del vincitore"?

    Non sa anche a voi del solito discorso molto di tendenza che fa figo e non impegna, per la serie "diamo contro all'occidente e ai bianchi colonizzatori?"

  11. #11
    una cosa è combattere per prendere le terre di un altro popolo: questo, diciamo, "ci può stare"

    cosa ben diversa è lo sterminio sistematico (e per "sistematico" intendo che venne attuato nei decenni - e nei secoli - sia dai colonizzatori che dal governo indipendente USA), indiscriminato: genocidio che non venne attuato "solo" per prendere le terre ai nativi, ma per cancellarli dalla faccia della terra.

    Non puoi paragonare lo sterminio criminale e indiscriminato perpetrato da spagnoli, portoghesi, inglesi e francesi prima e dagli statunitensi poi a qualsiasi guerra indiana.

  12. #12
    prima di tutto: IO L'avatar di Onitsuka_Tiger
    Registrato il
    03-04
    Località
    Korova MilkBar
    Messaggi
    2.672
    era un pazzo innamorato della sua stessa leggenda
    "Oh deliziosa delizia e incanto. Era piacere impiacentito e divenuto carne. Come piume di un raro metallo spumato, o come vino d'argento versato in nave spaziale. Addio forza di gravità. Mentre slusciavo, quali visioni incantevoli..."
    TOCQUEVILLE 13 - LA DISCO COOL DI MILANO

  13. #13
    Utente L'avatar di Roy
    Registrato il
    10-02
    Località
    Limbo
    Messaggi
    5.225
    Citazione El Gugliauser
    Permettimi una considerazione. Mettiamo che i Sioux decidessero di attaccare e ammazzare gli Apache per prendere le loro terre. E' un esempio di fantasia ma comunque ci sono stati casi di guerre fra tribù indiane, anche piuttosto sanguinarie. Nessuno ha mai criticato questo, nessuno si è mai sognato di dire "Sioux macellai, Apache vittime innocenti". No, si dice "evabbè, normale evoluzione della specie, normale sopravvivenza del più forte, vittoria del guerriero migliore e propagazione darwiniana dei geni del vincitore".

    Sul fatto che invece i bianchi hanno fatto la stessa cosa generalizzata (ovvero, attacchiamo e ammazziamo gli indiani per prendergli le terre), si levano proteste e strali di condanna da parte dei soliti buonisti sinistrorsi.

    Eppure mi pare che, scala della guerra a parte, il concetto di base sia lo stesso: uccidere qualcun altro per prenderne le terre.

    Ora, qualcuno è così gentile da spiegarmi perchè se una tribù indiana uccide un'altra tribù per prenderne le terre è normale legge della sopravvivenza del più forte, mentre se i bianchi uccidono gli indiani per prenderne le terre è strage meschina e vergognosa? E non si giustifica il tutto con la "normale sopravvivenza del più forte, vittoria del guerriero migliore e propagazione darwiniana dei geni del vincitore"?

    Non sa anche a voi del solito discorso molto di tendenza che fa figo e non impegna, per la serie "diamo contro all'occidente e ai bianchi colonizzatori?"
    Guarda che noi che critichiamo siamo bianchi. Il problema non é la colonizzazione: infatti, possiamo notare nella storia indiana, che nessun popolo ha mai schiacciato qualche altra tribù. I Sioux non hanno sterminato del tutto gli Uroni (per fare un esempio), né gli hanno mai tolto tutte le terre, o tutte le tradizioni.
    L'uomo bianco invece é stato più meschino: gli indiani guerreggiavano per mangiare, per potere avere più bufali. Cosa facciamo noi bianchi? Uccidiamo il bufalo per diletto, coscienti della nostra superiorità. In barba al fatto che la terra che andiamo ad invadere é la loro, noi siamo gli ospiti (tra l'altro benvenuti), che il bufalo é l'alimento base, nonché colonna della vita indiana. Noi distribuiamo acquavite per farli confondere (non l'avevano mai avuta prima), noi distribuiamo loro coperte infette, spacciandole per doni. Noi violentiamo le loro donne, noi li massacriamo per prenderci una terra non nostra, in barba alla civile e democratica convivenza, con un popolo a noi non ostile. Noi ci prendiamo il diritto di togliere loro le vite, confinandoli in riserve sempre più piccole, arrivando ad estinguerli, come animali, in barba al fatto che loro sono uomini, e hanno avuto la sfortuna di non essere al nostro livello di tecnologie, di armamenti, di usi e costumi, i tanto osannati modi occidentali.

    E la democrazia e la tolleranza? Al periodo delle guerre con gli indiani, già si andavano proclamando questi principi. Eccola la differenza, noi dovremmo essere superiori, eppure non si é visto, almeno da un punto di vista umano.
    Maestro Sensate

    Moderazione in rosso e grassetto . Chiarimenti ne Il Forum dei Forum o in privato

  14. #14
    Don't be scared homie! L'avatar di Makaveli
    Registrato il
    02-04
    Messaggi
    13.965
    Quello chi si verificò in quegli anni fu un vero e proprio sontro di civiltà.

    Da una parte la civiltà americana (per molti aspetti ancora profondamente europea) e dalla altra parte quella di un popolo primitivo. Gli americani si comportarono con la mentalità di quel tempo, e non bisogna sottovalutare il fatto che avevano appena affrontato una sanguinosissima guerra civile.

    Anche gli indiani ebbero le loro colpe, Cavallo pazzo ad esempio guidava un gruppo di giovani guerrieri che attaccavano i coloni che passavano attraverso i territori indiani (i coloni avevano stipulato dei patti con i sioux in base ai quali gli era permesso il passaggio), e questi eccidi colpirono molto l'opinione pubblica.

    Per quanto riguarda Custer, è certamente vero che sottovalutasse la forza degli indiani, ma bisogna ricordare che nessuno avrebbe pensato che a little big horn ci fossero così tanti guerrieri indiani.

    C'erano 226 soldati americani e 3-4 mila indiani, tutti a cavallo e per metà armati di fucili.

    La conoscenza del territorio permise agli indiani di tenere nascosto il loro numero fino all'ultimo momento.

    In segno di riconoscimento al valore e al coraggio di Custer, che impressionò molti indiani durante la battaglia stessa (come il capo Cheyenne Due Lune), il cadavere di Custer non fu mutilato.

  15. #15
    daimyo di Kai L'avatar di Iladhrim84
    Registrato il
    12-02
    Località
    Castello di Yogai-jo
    Messaggi
    10.516
    Citazione El Gugliauser
    Permettimi una considerazione. Mettiamo che i Sioux decidessero di attaccare e ammazzare gli Apache per prendere le loro terre. E' un esempio di fantasia ma comunque ci sono stati casi di guerre fra tribù indiane, anche piuttosto sanguinarie. Nessuno ha mai criticato questo, nessuno si è mai sognato di dire "Sioux macellai, Apache vittime innocenti". No, si dice "evabbè, normale evoluzione della specie, normale sopravvivenza del più forte, vittoria del guerriero migliore e propagazione darwiniana dei geni del vincitore".

    Sul fatto che invece i bianchi hanno fatto la stessa cosa generalizzata (ovvero, attacchiamo e ammazziamo gli indiani per prendergli le terre), si levano proteste e strali di condanna da parte dei soliti buonisti sinistrorsi.

    Eppure mi pare che, scala della guerra a parte, il concetto di base sia lo stesso: uccidere qualcun altro per prenderne le terre.

    Ora, qualcuno è così gentile da spiegarmi perchè se una tribù indiana uccide un'altra tribù per prenderne le terre è normale legge della sopravvivenza del più forte, mentre se i bianchi uccidono gli indiani per prenderne le terre è strage meschina e vergognosa? E non si giustifica il tutto con la "normale sopravvivenza del più forte, vittoria del guerriero migliore e propagazione darwiniana dei geni del vincitore"?

    Non sa anche a voi del solito discorso molto di tendenza che fa figo e non impegna, per la serie "diamo contro all'occidente e ai bianchi colonizzatori?"

    Non ti preoccupare, non è un esempio di fantasia perchè ci sono state molte guerre tra tribù indiane, molto sanguinose, e in moltissimi casi non casuali(ad esempio, tot tribù ogni anno partiva con tot guerrieri per fare attaccare i possedimenti di un'altra tribù)
    Bisogna anche dire che le prime tribù che conobbero il fucile cominciarono a fare strage degli altre tribù che ancora non lo conoscevano.


    per l'altro fatto, bhè, quelle guerre erano normali, quella dell'uomo bianco era dettata da avidità di terre e di oro, cosa che portò allo sterminio sistematico dei nativi americani, che accolsero benevolmente gli europei, aiutandoli in molti casi a sfruttare il terreno per coltivare e campare...E' stata una delle piu grandi "bastardate" della Storia
    Quandi attacchi, attendi il momento giusto.
    Quando attendi, resta sospeso come il masso sul ciglio di un precipizio profondo mille metri.
    Quando arriva il momento giusto, annullati nell’attacco, come il masso che precipita nel vuoto
    .


    Suzume-no-kumo

Pag 1 di 3 123 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •