• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 44

Discussione: La Suprema Malattia della Mente,L'infezione dei sogni,il crollo della ragione, Follia

Cambio titolo
  1. #1
    Divoratore di Ninfe L'avatar di Archaon UnBornUnDyng
    Registrato il
    12-02
    Località
    La Città D'Argento.
    Messaggi
    5.797

    La Suprema Malattia della Mente,L'infezione dei sogni,il crollo della ragione, Follia

    Non la pazzia clinica, non parlo delle patologie mentali ma della follia intesa come suprema elevazione dell'annulamento di logica e ragione.
    Cosa è per voi la follia ?
    che possa essere definita come la disfunzione della mente, una cancrena estesa e inarrestabile ? la follia, questa totale alienazione dalla realtà materiale è forse la trascendenza empirica della carne ? colei che ci fà vivere finalmente nel nostro pensiero non più legati alla materia ? colei che ci dona la possibilità di non avere confini e di non essere imprigionati ai nostri arti ?
    Una distruzione del tessuto del reale, una frantumazione di uno specchio in miriadi di prismi variopinti ed estinti, forse in questo abisso di surreale irrealtà, d'impronunciabile e soggettiva verità quello che noi chiamiamo reale diventa fittizio ? se vivo nella mia mente, disperso in incubi e sogni, la mia realtà diventa questo infinito di astri e buchi neri.
    Vedere il mondo, le cose, le persone, al di fuori della prigione della ragione, privi della gabbia di pregiudizi, logica e pensieri, ma osservarli come puro pensiero, come puro spirito di osservazione ci permetterà di vedere finalmente il tessuto del reale, ma con questa nostra follia potremmo forse rendercene conto ? non credo, il paradosso del vero ha le sue catene nei due estremi, il primo è la ragione e il secondo è la follia, la ragione ci permette di elaborare ma con essa non possiamo vedere, la follia di vedere ma non di elaborare, dunque l'insostenibile peso della materia, del pensiero, dei ricordi e del rimpianto, quest'inesauribile fonte di rimorso graverà ancora e per sempre sulle spalle dei viventi, degli uomini, con la follia potremmo liberarci dai vincoli delle possibilità e del dolore, ma potremo, poi, provare ancora gioia ?
    "Che ingordo, che ingordo!"mi disse la farfalla blu"Tutte quelle belle fanciulle hai sgranocchiato, ma eri già sazio!" "Eppure"risposi"Ho ancora sete"

  2. #2
    è di nuovo route L'avatar di Nipote
    Registrato il
    01-04
    Località
    Falconara(AN)
    Messaggi
    1.141
    sinceramente ultimamente sto cercando lafollia, voglio entrare nella mentalità dei matti.
    Tratto dal Manuale di Vampiri: La Masquerade
    Le Inevitabili Clausole Esonerative
    Vampiri:La Masquerade è ungioco.E' un gioco che richiede immaginazione, sforzo, creatività e, soprattutto, maturità.Parte di questa maturità sta nel comprendere che Vampiri è solo un gioco e che le situazioni presentate in queste pagine sono immaginarie.Se batti qualcuno a Monopoli, non esci e gli ipotechi casa.Se affondi qualcuno a Battaglia Navale, non vai all'arsenale e inizi a lanciare bombe molotov contro le navi.Lo stesso principiovale per qualunque gioco di ruolo o di narrazione.In altre parole non sei un vampiro.Quando la sessione di gioco finisce, metti via il libro, i dadi e ti godi il resto della vita e lasci fare lo stesso agli altri.
    Per il 99,9999% (e più) di voi ce è abbastanza "normale" da non avere bisogno di simili, ridicole, avvertenze, buon divertimento

  3. #3
    Divoratore di Ninfe L'avatar di Archaon UnBornUnDyng
    Registrato il
    12-02
    Località
    La Città D'Argento.
    Messaggi
    5.797
    Citazione Nipote
    sinceramente ultimamente sto cercando lafollia, voglio entrare nella mentalità dei matti.
    Citazione Archaon UnBornUnDyng
    Non la pazzia clinica, non parlo delle patologie mentali ma della follia intesa come suprema elevazione dell'annulamento di logica e ragione.
    non parlo della pazzia da "manicomio".
    "Che ingordo, che ingordo!"mi disse la farfalla blu"Tutte quelle belle fanciulle hai sgranocchiato, ma eri già sazio!" "Eppure"risposi"Ho ancora sete"

  4. #4
    Bannato L'avatar di Cercatore
    Registrato il
    11-03
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17.685
    Ci sono diversi tipi di follia.

  5. #5
    è di nuovo route L'avatar di Nipote
    Registrato il
    01-04
    Località
    Falconara(AN)
    Messaggi
    1.141
    Citazione Archaon UnBornUnDyng
    non parlo della pazzia da "manicomio".
    anch'io non parlo di quella e forse prima mi sono espresso male dicendo dei matti...voglio iniziare a pensare fuori da ogni schema logico, voglio comprendere le cose che la ragione non riesce neanche a percepire.
    Tratto dal Manuale di Vampiri: La Masquerade
    Le Inevitabili Clausole Esonerative
    Vampiri:La Masquerade è ungioco.E' un gioco che richiede immaginazione, sforzo, creatività e, soprattutto, maturità.Parte di questa maturità sta nel comprendere che Vampiri è solo un gioco e che le situazioni presentate in queste pagine sono immaginarie.Se batti qualcuno a Monopoli, non esci e gli ipotechi casa.Se affondi qualcuno a Battaglia Navale, non vai all'arsenale e inizi a lanciare bombe molotov contro le navi.Lo stesso principiovale per qualunque gioco di ruolo o di narrazione.In altre parole non sei un vampiro.Quando la sessione di gioco finisce, metti via il libro, i dadi e ti godi il resto della vita e lasci fare lo stesso agli altri.
    Per il 99,9999% (e più) di voi ce è abbastanza "normale" da non avere bisogno di simili, ridicole, avvertenze, buon divertimento

  6. #6
    Arael Windwings L'avatar di RoyalEagle
    Registrato il
    11-03
    Località
    Pompei (NA)
    Messaggi
    5.636
    Solo coloro che perdono la ragione si privano delle maschere.





  7. #7
    Inzallanuto innamorato L'avatar di Rafael
    Registrato il
    10-02
    Località
    Da nessuna parte
    Messaggi
    18.236
    Se ti dicessi di essere alla ricerca della follia,e non riuscendo a raggiungere quello stato di alienazione mentale diventassi folle,mi consideresti tale da subito o lo ero anche prima?
    La follia domina la vita quotidiana di tutti,poichè essendo questa piatta e vuota di emozioni,l'unica cosa che ci rimane da fare è cercare di superarla e di alienarsi,cosa che riesce solo ad un folle,perchè in fondo siamo tutti pazzi
    Preferisco il silenzio ora, sono stanco di questo mondo, di questa gente, di essere invischiato nel groviglio delle loro vite. Dicono di aver lavorato tanto per aver costruito il paradiso per poi scoprire che è popolato di orrori. Forse il mondo non viene creato, forse niente viene creato. Un orologio senza orologiaio. E' troppo tardi. E' sempre stato e sarà sempre troppo tardi.

  8. #8
    (un po' meno) cattivo L'avatar di L33T
    Registrato il
    10-02
    Località
    Ovunque e in nessun luogo
    Messaggi
    3.908
    Follia come massima apertura delle porte della percezione. Follia come estasi. Follia come possibilità dell'intuizione intellettuale. Follia come accesso non mediato al reale insomma.
    Se si assume la limitatezza della ragione è senz'altro un'esperienza possibile, ma che senso ha discuterne?
    Il linguaggio, da cui non possiamo prescindere, è per sua essenza incapace di esprimere cose del genere. E' forma, in quanto insieme di simboli e di regole, e solo della forma può dar conto: lo posso ad es. usare per dirti che un limone è giallo, ma così facendo in effetti ti sto solo dicendo in quale rapporto il colore giallo si trova con tutti gli altri colori su una qualche scala; la sensazione del giallo (il contenuto) la VIVO soltanto io, ed è ineffabile.
    Forse dovremmo accettare la massima di Wittgenstein: "su ciò, di cui non si può parlare, si deve tacere"
    Es ist nichts schrecklicher als eine tätige Unwissenheit.

  9. #9
    The Nightreplyer L'avatar di Blue_Demon
    Registrato il
    03-04
    Località
    Milano
    Messaggi
    1.524
    Archaon, boss, ti rispondo appena ho finito di leggere il libro di Erasmo da Rotterdam...non sto scherzando

  10. #10
    è di nuovo route L'avatar di Nipote
    Registrato il
    01-04
    Località
    Falconara(AN)
    Messaggi
    1.141
    Citazione L33T
    Follia come massima apertura delle porte della percezione. Follia come estasi. Follia come possibilità dell'intuizione intellettuale. Follia come accesso non mediato al reale insomma.
    Se si assume la limitatezza della ragione è senz'altro un'esperienza possibile, ma che senso ha discuterne?
    Il linguaggio, da cui non possiamo prescindere, è per sua essenza incapace di esprimere cose del genere. E' forma, in quanto insieme di simboli e di regole, e solo della forma può dar conto: lo posso ad es. usare per dirti che un limone è giallo, ma così facendo in effetti ti sto solo dicendo in quale rapporto il colore giallo si trova con tutti gli altri colori su una qualche scala; la sensazione del giallo (il contenuto) la VIVO soltanto io, ed è ineffabile.
    Forse dovremmo accettare la massima di Wittgenstein: "su ciò, di cui non si può parlare, si deve tacere"
    quoto,aggiungo 10 caratteri.
    Tratto dal Manuale di Vampiri: La Masquerade
    Le Inevitabili Clausole Esonerative
    Vampiri:La Masquerade è ungioco.E' un gioco che richiede immaginazione, sforzo, creatività e, soprattutto, maturità.Parte di questa maturità sta nel comprendere che Vampiri è solo un gioco e che le situazioni presentate in queste pagine sono immaginarie.Se batti qualcuno a Monopoli, non esci e gli ipotechi casa.Se affondi qualcuno a Battaglia Navale, non vai all'arsenale e inizi a lanciare bombe molotov contro le navi.Lo stesso principiovale per qualunque gioco di ruolo o di narrazione.In altre parole non sei un vampiro.Quando la sessione di gioco finisce, metti via il libro, i dadi e ti godi il resto della vita e lasci fare lo stesso agli altri.
    Per il 99,9999% (e più) di voi ce è abbastanza "normale" da non avere bisogno di simili, ridicole, avvertenze, buon divertimento

  11. #11
    Moderamucche L'avatar di exchpoptrue
    Registrato il
    07-03
    Località
    Torino - Età: 33 asd
    Messaggi
    19.095
    La follia secondo me è un qualcosa di assolutamente normale sotto il nostro punto di vista ma non sotto il punto di vista degli altri.

  12. #12
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Citazione Blue_Demon
    Archaon, boss, ti rispondo appena ho finito di leggere il libro di Erasmo da Rotterdam...non sto scherzando
    Quello con la prefazione di Silvio?

    Se la follia fosse un urlo, da ogni casa si sentirebbe urlare. Poi c'è chi grida più forte e chi grida più piano.

  13. #13
    The Nightreplyer L'avatar di Blue_Demon
    Registrato il
    03-04
    Località
    Milano
    Messaggi
    1.524
    Citazione IL CONTE
    Quello con la prefazione di Silvio?

    Se la follia fosse un urlo, da ogni casa si sentirebbe urlare. Poi c'è chi grida più forte e chi grida più piano.
    Bel post, conte..
    Sì, la prefazione è sua...sai com'è: essendo uno degli aiutanti di Follia, un minimo spazio gli ci voleva

  14. #14
    Ballerino latino L'avatar di Nio
    Registrato il
    10-02
    Località
    paesino di campagna
    Messaggi
    2.435
    Archaon, tu intendi la follia come annullamento della ragione.
    E per ragione l'elaborazione della materia, ma la qual cosa che "con essa non possiamo vedere".
    Io penso invece che è proprio con la ragione, unita alla trascendenza e alla fede, che si possa vedere.
    Se infatti follia è annullamento della ragione, e la ragione è elaborazione, la follia non ti fa capire un bel niente, perchè con essa vedi cose che possono essere non vere, ma non te ne rendi conto. E se te ne rendi conto, non le capisci.
    Quindi, per "vedere", serve sì la ragione, perchè tutte le cose sono collegate fra loro, e se rompi qusti collegamenti, non riesci più a elaborare e a capire....
    -Nio,portatore dell'iNioranza.
    -Quello che è giusto è sbagliato, quello che è arrivato se nè andato, quello che è chiaro e luminoso non è così sicuro. Tutte le promesse diventano menzogna. Tutto ciò che è benevolo si corrompe nel tempo(Graffin, Bad Religion)
    -Gli uomini non impareranno mai dai loro sbagli, finchè non si faranno del male da soli.
    - "L'uomo non crede più in Dio. Perchè l'uomo si sente sicuro, nel suo cuore ci sono altri valori che non sono quelli dell'amore, della giustizia e della fraternità. L'uomo pensa di essere Dio stesso".
    avrai un mondo bellissimo, in cui potrai fare tutto ciò che vuoi, perchè tu sei libero, come un passerrotto. ma quando ti sveglierai dal sonno, vedrai un contorno atroce e violento in quella cornice che sembrava tanto bella e perfetta.
    "Dio offre il destino, ma è l'Uomo a sceglierlo"(Miura, Berserk)
    Punk nella TESTA, non nella CRESTA

  15. #15
    Fatto! L'avatar di Deeder [away]
    Registrato il
    08-03
    Località
    on Winme but i love linux
    Messaggi
    488
    la follia?
    mi pare che al tuo concetto si possa ricollegare la follia greca dell' "enthusiasmos", l'ingresso del dio nel corpo che, tramite questa follia indotta, permetteva all'uomo di accedere alle verità superiori, non vincolate dalla realtà. Il dio in questione era Dioniso.
    Questo genere di follia, non era visto come una patologia, bensì come mezzo, veicolo pere mezzo del quale l'uomo entrava in contatto con questa dimensione alternativa, reputata divina.
    [move]Without the mask where will you hide? Can't find yourself, lost in your lie...[/move]

Pag 1 di 3 123 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •