• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 5 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 62

Discussione: In una scuola a Milano, creata classe riservata a studenti Islamici

Cambio titolo
  1. #1
    Utente L'avatar di pasquale7bellezze
    Registrato il
    05-03
    Località
    Torino
    Messaggi
    11.760

    In una scuola a Milano, creata classe riservata a studenti Islamici

    MILANO - Una classe per soli ragazzi islamici. In un liceo milanese. Pubblico, laico, con insegnanti italiani. Niente Corano né Vangelo, ma programmi ministeriali come quelli degli altri studenti. «Al limite toglieremo il crocifisso dall’aula e permetteremo alle ragazze di fare ginnastica di pomeriggio, come chiedono i genitori». Pochi giorni dopo la decisione della Regione Campania di concedere alle scuole la possibilità di festeggiare anche le ricorrenze religiose non cristiane, l’istituto superiore Gaetana Agnesi di Milano, vicino all’università Bocconi, concede a venti ragazzi islamici (17 femmine, 3 maschi) di frequentare la prima classe del liceo di scienze sociali. «Con il velo, certo, e tutti in un’unica sezione - conferma il preside, Giovanni Gaglio - ma questo è il primo passo verso l’integrazione».

    LA RICHIESTA - Una piccola rivoluzione, visto che per la prima volta sono stati i genitori a chiedere alle istituzioni di far continuare gli studi ai figli. Passaggio scontato per i ragazzini italiani, negato ai coetanei egiziani che fino alla terza media hanno frequentato la scuola islamica di via Quaranta. Perché per gli studenti del «Fagr Al Islam» - soprattutto per le ragazze - dopo gli esami di idoneità era previsto o il rientro in patria, o la fine degli studi, o un’istruzione da privatisti. Nessuna commistione con gli altri ragazzi. Fino a quando, qualche mese fa, alcuni genitori egiziani si sono rivolti al Cisem, il «Centro innovazione sperimentazione educativa» della Provincia di Milano che organizza corsi di recupero per gli allievi della scuola islamica. Una richiesta di aiuto per far continuare ai figli gli studi. A una condizione: che i ragazzi fossero riuniti in un’unica sezione. Da qui i contatti con l’istituto Agnesi, con la direzione scolastica regionale e il provveditorato. Un infuocato collegio docenti che in cinque ore ha approvato la proposta ed ecco nascere in via sperimentale la prima classe «tutta islamica» in un liceo di scienze sociali.

    IL PROGETTO - «Si tratta - spiega il preside Gaglio - di un progetto molto delicato che riguarda minori che appartengono a famiglie integraliste. I responsabili della comunità islamica di via Quaranta si sono detti molto favorevoli al progetto». Nessun venerdì libero e nessuna festa religiosa prevista. «Se ci chiederanno di organizzare lezioni in arabo - precisa il preside - vedremo di assecondare le richieste. Ma solo al pomeriggio, e nell’ambito dell’autonomia scolastica. Si tratta di un dovere di solidarietà previsto dalla carta dei diritti dei fanciulli. È fondamentale superare i pregiudizi, abbattere muri e gettare ponti. Sappiamo che la cosa susciterà qualche polemica, ma ci sembrava doveroso accogliere questi ragazzi».

    LE REAZIONI - E le polemiche sono arrivate. Non solo a proposito della classe islamica all’Agnesi. Nel mirino c’è anche la scuola di via Quaranta, che conta 400 allievi e che non è riconosciuta dallo Stato, e il progetto del Provveditorato milanese di creare 4 classi di soli bambini islamici in alcune elementari e medie della città (con programma italiano e senza l’insegnamento del Corano).
    Il no alle aule per soli islamici è arrivato secco dai rappresentanti di An e della Lega in Regione Lombardia [ aggiungo io, anche da Rifondazione Comunista ]. Ma il direttore scolastico regionale, Mario Dutto, replica: «Per noi ogni minorenne deve frequentare una scuola riconosciuta dal sistema italiano. Per una corretta integrazione etnica, dobbiamo spingere i genitori di ragazzi musulmani a iscrivere i figli a scuole italiane».

    FESTIVITA’ RELIGIOSE - Anche sulle festività religiose i toni si fanno accesi: dopo la delibera della giunta regionale campana che permette di celebrare nelle scuole il Ramadan, la Pasqua ebraica, il Capodanno cinese e le altre feste delle comunità straniere, il dibattito è arrivato in Regione Lombardia. Il presidente lombardo Roberto Formigoni definisce «eccessivo e rigido» il provvedimento della Campania. «In Lombardia - spiega - abbiamo deciso di dare valore all’autonomia delle scuole. Le nostre feste sono quelle della nostra tradizione e fede religiosa cui nessuno di noi intende rinunciare. D’altra parte ci sono nelle nostre scuole bambini portatori di altre tradizioni che vanno rispettate ed è giusto riconoscere il loro diritto a esprimere la propria appartenenza religiosa, ma le modalità è bene che siano decise dalle singole scuole».

    Annachiara Sacchi

    da Il corriere della Sera
    -------------------------------------------------------------------------

    A dir poco sconcertante...
    Si separano sempre di più gente di cultura diversa, e si mira invece all'integrazione di esse. Direi che è una contraddizione ridicola, l'unico modo per integrare gente straniera è semplicemente accoglierla ed inserirla in un ambiente comune, come la scuola pubblica, dove tutti hanno stessi diritti, e nessuno viene considerato peggio dell'altro, e vengono date pari possibilità a tutti quanti.
    Mentre esiste ancora gente che si ostina con la loro xenofobia, ovvero i genitori di codesti alunni islamici, che non vogliono vedere i loro figli ascoltare la lezione affianco ad un alunno italiano... gente che non vuole stare insieme ad altri, che crea davanti a sè barriere invalicabili, ed altra gente che ne asseconda le richieste...
    Se un uomo pretende gli studi di suo figlio esclusivamente insieme a gente della sua cultura, cerchi un' altra scuola privata, e con i suoi soldi permette uno studio " su misura ", nessuno glielo vieta, ma che non venga a mettere nessuno in condizioni di separare e troncare ancor di più i rapporti tra diverse genti, e al razzismo stesso.

  2. #2
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Una decisione che non condivido.

  3. #3
    EXEC_SPHILIA/. ♥ L'avatar di Glenn
    Registrato il
    10-02
    Località
    Miltia System
    Messaggi
    28.728
    Bah, che decisione sciocca...

  4. #4
    Bannato L'avatar di Bastard Crow
    Registrato il
    01-03
    Località
    Roma
    Messaggi
    8.715
    Io trovo sciocco mettere i crocifissi in classe.

  5. #5
    Utente L'avatar di pasquale7bellezze
    Registrato il
    05-03
    Località
    Torino
    Messaggi
    11.760
    Citazione Bastard Crow
    Io trovo sciocco mettere i crocifissi in classe.
    Io invece lo trovo solo una dimostrazione della fede cristiana...
    Poi non mi pare strano, insegnano dalle elementari religione cattolica a scuola

  6. #6
    Utente L'avatar di Roy
    Registrato il
    10-02
    Località
    Limbo
    Messaggi
    5.225
    Neanch'io condivido.
    Maestro Sensate

    Moderazione in rosso e grassetto . Chiarimenti ne Il Forum dei Forum o in privato

  7. #7
    LiMiT bReAk L'avatar di Luke Skywalker
    Registrato il
    10-02
    Località
    Como
    Messaggi
    6.492
    Nemmeno io condivido questa cosa...

  8. #8
    Utente L'avatar di poliver87
    Registrato il
    06-04
    Località
    Universo parallelo
    Messaggi
    183
    NO[U] Categorico!!!!!!!!

  9. #9
    Bannato L'avatar di Bastard Crow
    Registrato il
    01-03
    Località
    Roma
    Messaggi
    8.715
    Citazione pasquale7bellezze
    Io invece lo trovo solo una dimostrazione della fede cristiana...
    Poi non mi pare strano, insegnano dalle elementari religione cattolica a scuola
    Benchè sia la religione maggiormente praticata in Italia non è motivo sufficente a tenere simboli sacri in una classe.

  10. #10
    Utente L'avatar di pasquale7bellezze
    Registrato il
    05-03
    Località
    Torino
    Messaggi
    11.760
    Citazione Bastard Crow
    Benchè sia la religione maggiormente praticata in Italia non è motivo sufficente a tenere simboli sacri in una classe.
    Finchè in quella classe insegneranno religione cattolica, IMHO, è giusto che si tenga, altrimenti, se maggior parte dei genitori degli alunni, non lo vuole, che lo si tolga.

  11. #11
    Bannato L'avatar di Bastard Crow
    Registrato il
    01-03
    Località
    Roma
    Messaggi
    8.715
    Citazione pasquale7bellezze
    Finchè in quella classe insegneranno religione cattolica, IMHO, è giusto che si tenga, altrimenti, se maggior parte dei genitori degli alunni, non lo vuole, che lo si tolga.
    Il fatto che una cosa esista da molto tempo non significa che sia giusta.

  12. #12
    Utente L'avatar di pasquale7bellezze
    Registrato il
    05-03
    Località
    Torino
    Messaggi
    11.760
    Citazione Bastard Crow
    Il fatto che una cosa esista da molto tempo non significa che sia giusta.
    Certo, ma io sto dicendo che le decisioni di togliere o no crocifissi devono avvenire solo se una maggioranza vuole che essi vengano tolti. Se nessuno si lamenterà, se la maggior parte vorrà che rimangano appesi, se a nessuno danno fastidio, nessuno può permettersi di staccarli e lanciarli dalla finestra. Questo dico

  13. #13
    Bannato L'avatar di Bastard Crow
    Registrato il
    01-03
    Località
    Roma
    Messaggi
    8.715
    Citazione pasquale7bellezze
    Certo, ma io sto dicendo che le decisioni di togliere o no crocifissi devono avvenire solo se una maggioranza vuole che essi vengano tolti. Se nessuno si lamenterà, se la maggior parte vorrà che rimangano appesi, se a nessuno danno fastidio, nessuno può permettersi di staccarli e lanciarli dalla finestra. Questo dico
    Si potrebbe applicare lo stesso concetto alle leggi razziali allora.

  14. #14
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Citazione Bastard Crow
    Si potrebbe applicare lo stesso concetto alle leggi razziali allora.
    Ottimo paragone

  15. #15
    Bannato L'avatar di Bastard Crow
    Registrato il
    01-03
    Località
    Roma
    Messaggi
    8.715
    Citazione IL CONTE
    Ottimo paragone
    Thanks

Pag 1 di 5 1234 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •