• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 5 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 66

Discussione: Ricchi e poveri

Cambio titolo
  1. #1
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307

    Ricchi e poveri

    CRONACHE
    Per il 60% il reddito è insufficiente per vivere dignitosamente
    Gli italiani si sentono più poveri
    Secondo l'indagine condotta dall'Isae in Italia la percezione della soglia di «povertà soggettiva» si è alzata a 1700 euro

    ROMA - Gli italiani si sentono più poveri.
    Secondo l'indagine mensile condotta dall'Isae sulla povertà soggettiva in Italia e in Europa, il 60% ritiene il reddito familiare insufficiente per vivere dignitosamente. La ricerca, che analizza la percezione del proprio stato di disagio da parte delle famiglie, rivela come l'indicatore di povertà sia aumentato consistentemente rispetto al luglio dello scorso anno, quando si attestava al 51%.



    Operai al lavoro (Ciofani)
    1700 EURO IL LIVELLO MINIMO - Il livello minimo di reddito, considerato necessario per condurre una vita dignitosa senza lussi ma con l'indispensabile, si attesta sui 1700 euro, cifra più alta rispetto a quella registrata nel 2003. Forse, spiega l'Isae in una nota, «perchè i consumatori hanno incorporato in ritardo, nella propria valutazione sul reddito necessario, l'aumento dell'inflazione legata al caro-euro». In particolare, la sensazione di disporre di un reddito insufficiente per le proprie necessità si è maggiormente diffusa tra luglio 2003 e febbraio 2004, per poi migliorare negli ultimi mesi.

    LA PERCEZIONE DI OPERAI E CASALINGHE - La percezione diminuisce nei nuclei familiari ad alto reddito (26%) e aumenta in quelli a basso reddito (86%), costituiti da operai, disoccupati, casalinghe e lavoratori part-time, persone con basso livello di istruzione, anziani soli, nell'Italia meridionale e nelle isole.

    IN EUROPA - Facendo un raffronto a livello europeo, l'indagine dell'Isae ha messo in evidenza come la povertà soggettiva incida di più nei paesi dell'area mediterranea rispetto a quelli nordici. Tuttavia, è proprio in questi paesi che si sono avvertite le maggiori difficoltà per quanto riguarda il consumo dei beni ritenuti essenziali, come affitto, abbigliamento, alimentari, bollette e riscaldamento.
    L'indicatore del disagio è alto anche negli stati dell'Europa centrale, mentre in quelli dell'area mediterranea, dove la povertà soggettiva è più diffusa, il grado di disagio è più contenuto rispetto a quello della popolazione complessiva. «Segno che in questo caso - conclude l'Isae - il reddito considerato necessario è meno legato in questo caso ad elementi di difficoltà nell'affrontare consumi essenziali».

    COM'E' FATTA L'INDAGINE - L'Isae ha costruito un indicatore di disagio, dato dal rapporto tra la quota, calcolata per le famiglie «povere», di coloro che dichiarano di avere incontrato difficoltà nel sostenere un insieme di spese relative alla casa (riscaldamento, bollette, mobili, affitto, mutuo e acquisti rateali) e alla persona
    (alimentazione, abbigliamento, vacanze e vita sociale), e la
    stessa quota calcolata sul totale delle famiglie. Tale indicatore
    consente di individuare i consumi per i quali i nuclei che si
    sentono «poveri» sperimentano una maggiore inadeguatezza rispetto agli altri.
    Se l'indicatore è pari ad uno il grado di difficoltà delle famiglie che si considerano povere è identico a quello dell'intera popolazione; più esso supera tale valore, maggiore è il disagio per le prime.









    Secondo voi quanto è il reddito mensile "teorico" che permette di vivere sopra la soglia della povertà?
    Effettivamente 1000€ al mese sono pochi, soprattutto se c'è da pagare un affitto.
    E d'uopo segnalare questa testimonianza, ripresa sempre dal corriere( il forum di Severgnini)

    Vivere con 988 euro al mese

    Cari Italians, vivo da sola, in Italia, da circa 3 anni. Da gennaio, lavorando con contratto Co.Co.Co, senza aver fatto un singolo giorno di ferie, riesco prendere circa 988 euro al mese. Le mie spese mensili sono le seguenti: 260 euro tra affitto e spese della casa; 55 euro la ricarica telefonica; 200 euro per mangiare e bere, 150 euro di benzina. 100 euro di uscite e varie (compleanni, libri, vestiti etc). Mi restano 223 euro scarsi per le spese impreviste e previste: bollo auto, assicurazione auto, dentista etc. Il risultato di questi mesi è il seguente: lavoro 8/9 ore per 5/6 giorni a settimana, non ho tempo e soldi per fare molto di quello che mi piace, sono sempre stanca e continuo a non riuscire a mettere da parte un centesimo per andare in vacanza, comperarmi vestiti, andare a cena fuori dove e quando voglio, pagarmi una pensione integrativa. Il paradosso della mia situazione è questo: se tornassi a vivere con mamma e papà, limitandomi a fare qualche lavoretto saltuario, tipo ripetizioni di lingua o barista nel fine settimana, i risultati sarebbero esattamente gli stessi, guadagnando addirittura qualcosa in tempo libero e salute. La libertà costa molto, penserete e avete ragione. Io credo, tuttavia, che a quasi 30 anni la libertà non debba essere un privilegio, ma un diritto. Sbaglio? Saluti Lisa

    Questa ragazza testimonia l'insoddisfazione di tanti giovani in condizioni simili.


    A voi.....

  2. #2
    Rivoluzionario L'avatar di Gendo Ikari
    Registrato il
    03-03
    Località
    Neo Tokyo 3
    Messaggi
    6.197
    W il liberismo.
    Viva l'Itaglia!

  3. #3
    Bannato L'avatar di Zahk
    Registrato il
    09-03
    Località
    Milano
    Messaggi
    6.024
    ci voleva pure na ricerca per scoprirlo...

  4. #4
    Redattore L'avatar di pape
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    9.791
    La tipa se la passa già bene: paga una miseria di affitto. E se già è difficile vivere nelle sue condizioni, figuriamoci pagando un affitto a prezzi standard (circa il triplo di quello che paga lei)

    Pape

  5. #5
    Utente L'avatar di Guo Jia
    Registrato il
    08-03
    Località
    Parigi, 1794.
    Messaggi
    5.600
    A quanto parte, rientro ampiamente nella fascia povera della popolazione italiana
    "Quanti gioielli dormono sepolti nell'oblio e nelle tenebre, lontano dalle zappe e dalle sonde; quanti fiori effondono il profumo, dolce come un segreto, con rimpianto, nelle solitudini profonde." - Charles Baudelaire

    "Bonaire preferisce concentrarsi sull'ondeggiare delle onde piuttosto che su quello delle mie tette." - The legend of Alundra

    http://www.youtube.com/user/heita3 - ecco un genio.

  6. #6
    è di nuovo route L'avatar di Nipote
    Registrato il
    01-04
    Località
    Falconara(AN)
    Messaggi
    1.141
    non rientro nella fascia povera ma se uno dei miei genitorti non potesse la vorare ci rientrerei.

    Cmq è vero che uno a trent'anni gli conviene rimanere con i genitori che andarsene, tra affitti ed altre cose non se ne esce, e poi quella della lettera è "molto fortunata" se si tiene conto che non tutti i neolaureati trovano un lavoro da 988€ al mese, un affitto da 250€ e i genitori perfettamente autosufficenti (magari questul'tima è rara per un 30enne ma non impossibile e si può aggravare col tempo).

    Tratto dal Manuale di Vampiri: La Masquerade
    Le Inevitabili Clausole Esonerative
    Vampiri:La Masquerade è ungioco.E' un gioco che richiede immaginazione, sforzo, creatività e, soprattutto, maturità.Parte di questa maturità sta nel comprendere che Vampiri è solo un gioco e che le situazioni presentate in queste pagine sono immaginarie.Se batti qualcuno a Monopoli, non esci e gli ipotechi casa.Se affondi qualcuno a Battaglia Navale, non vai all'arsenale e inizi a lanciare bombe molotov contro le navi.Lo stesso principiovale per qualunque gioco di ruolo o di narrazione.In altre parole non sei un vampiro.Quando la sessione di gioco finisce, metti via il libro, i dadi e ti godi il resto della vita e lasci fare lo stesso agli altri.
    Per il 99,9999% (e più) di voi ce è abbastanza "normale" da non avere bisogno di simili, ridicole, avvertenze, buon divertimento

  7. #7
    PMA all day! L'avatar di Il Fotografo
    Registrato il
    11-03
    Località
    ROMA
    Messaggi
    7.467
    Citazione Zahk
    ci voleva pure na ricerca per scoprirlo...
    mi hai tolto le parole di bocca...quoto!

  8. #8
    Utente L'avatar di Enavar
    Registrato il
    05-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    1.026
    Citazione IL CONTE
    lavorando con contratto Co.Co.Co, senza aver fatto un singolo giorno di ferie, riesco prendere circa 988 euro al mese
    Da notare che non parla di vacanze, parla di ferie. Vale a dire stare in vacanza ed essere ugualmente pagati. Ormai solo chi lavora al ministero ha le ferie, quindi non vedo cosa ci sia da lamentarsi.

    260 euro tra affitto e spese della casa;
    Sei una ragazza fortunata, io ne pago 400.
    55 euro la ricarica telefonica;
    Al mese? AL MESE? Ma smetti di telefonare! 55 euro li pagano giusto i medici e gli avvocati che stanno sempre attaccati al cell! Questa è una spesa che si può tranquillamente tagliare.
    200 euro per mangiare e bere
    OK.
    150 euro di benzina
    Posa la Rolls e compra qualcosa che consuma meno. 150 euro in auto significa circa 140 litri. Una normale macchina con uno ci fa 15-16 km. Vale a dire che fa circa 75 km al giorno. Mi sembra un po' tantino.
    100 euro di uscite e varie (compleanni, libri, vestiti etc).
    OK.
    Mi restano 223 euro scarsi per le spese impreviste e previste: bollo auto, assicurazione auto, dentista etc.
    L'assicurazione e il bollo si pagano una volta l'anno. Il dentista se non hai seri problemi medici, anche. 223 euro al mese sono cinque milioni all'anno e che spende così tanto solo per queste cose?

    Ora: la ragazza ha ragione, anch'io vivo da solo e guadagno esattamente 1000 euro al mese. Non sono nemmeno un Cococo, ma un lavoratore indipendente, il che vuol dire che se non lavoro non mangio. Vivo a Roma, che non è certo la più economica delle città.
    Però tutte ste lamentele mi stanno sulle balle, ste persone mi danno tanto l'aria di volere la pappa fatta e potersi permettere tutto da subito. Io ho imparato a mie spese a vivere con poco. E' ovvio che in futuro conto di stare meglio, ma non rimpo le palle a tutti cvon queste lagne ingiustificate. Mi spiace, ma non ha affatto la mia comprensione.

  9. #9
    è di nuovo route L'avatar di Nipote
    Registrato il
    01-04
    Località
    Falconara(AN)
    Messaggi
    1.141
    Citazione Il Fotografo
    mi hai tolto le parole di bocca...quoto!
    con una ricerca statistica è più difficile dire "non è vero" da parte dei più scettici

    Tratto dal Manuale di Vampiri: La Masquerade
    Le Inevitabili Clausole Esonerative
    Vampiri:La Masquerade è ungioco.E' un gioco che richiede immaginazione, sforzo, creatività e, soprattutto, maturità.Parte di questa maturità sta nel comprendere che Vampiri è solo un gioco e che le situazioni presentate in queste pagine sono immaginarie.Se batti qualcuno a Monopoli, non esci e gli ipotechi casa.Se affondi qualcuno a Battaglia Navale, non vai all'arsenale e inizi a lanciare bombe molotov contro le navi.Lo stesso principiovale per qualunque gioco di ruolo o di narrazione.In altre parole non sei un vampiro.Quando la sessione di gioco finisce, metti via il libro, i dadi e ti godi il resto della vita e lasci fare lo stesso agli altri.
    Per il 99,9999% (e più) di voi ce è abbastanza "normale" da non avere bisogno di simili, ridicole, avvertenze, buon divertimento

  10. #10
    FILOSOFO DEI 2 MONDI L'avatar di exuder
    Registrato il
    01-04
    Località
    Nell'aldiquiquoqua
    Messaggi
    4.800
    L'EURO AIUTA!!!
    Dimmi amore,
    che ne sarà del nostro dolore,
    quando colpito al cuore, non ne resterà che l'onore? O forse solo l'onere?
    Al dì che mai sovviene è facile voltare lo sguardo altrove.
    Ma quando sopraggiunge, che fare? Sorridere....sorridere......dilaniarsi dentro.......sorridere.
    EXUDER

  11. #11
    Gialappo L'avatar di Bardack
    Registrato il
    10-02
    Località
    Baglio Rizzo
    Messaggi
    1.682
    basta fare un giro per strada caro Conte...

  12. #12
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Citazione Bardack
    basta fare un giro per strada caro Conte...
    Non credo sia sufficente

    Io vedo tante belle macchine, cellulari ultra moderni, pantaloni della Rich, ristoranti e negozi frequentati(meno di prima per la verità).

    Ovviamente una statistica è meglio di tanti discorsi da bar....quindi mi è sembrato doveroso aprire il topic per farvi conoscere la notizia e per commentarla.

  13. #13
    Bannato L'avatar di Serial Experiment
    Registrato il
    05-03
    Località
    la mitica Genova
    Messaggi
    625
    Citazione Gendo Ikari
    W il liberismo.
    se ci fosse il comunismo che tu desideri tanto, non il 68% si sentirebbe povero, ma diciamo un buon 99%, cioe' tutti tranne qualche ***** comunista

  14. #14
    Bannato L'avatar di Serial Experiment
    Registrato il
    05-03
    Località
    la mitica Genova
    Messaggi
    625
    Citazione Enavar

    Ora: la ragazza ha ragione, anch'io vivo da solo e guadagno esattamente 1000 euro al mese. Non sono nemmeno un Cococo, ma un lavoratore indipendente, il che vuol dire che se non lavoro non mangio. Vivo a Roma, che non è certo la più economica delle città.
    Però tutte ste lamentele mi stanno sulle balle, ste persone mi danno tanto l'aria di volere la pappa fatta e potersi permettere tutto da subito. Io ho imparato a mie spese a vivere con poco. E' ovvio che in futuro conto di stare meglio, ma non rimpo le palle a tutti cvon queste lagne ingiustificate. Mi spiace, ma non ha affatto la mia comprensione.
    ti do troppo ragione, un sacco di gente vive benissimo ma piange miseria, ne conosco un sacco, con il bmw e poi al supermercato fanne scenate se il cassiere gli dice che il buono sconto di 50 centesimi è scaduto

  15. #15
    Bannato L'avatar di Serial Experiment
    Registrato il
    05-03
    Località
    la mitica Genova
    Messaggi
    625
    Citazione IL CONTE
    Non credo sia sufficente

    Io vedo tante belle macchine, cellulari ultra moderni, pantaloni della Rich, ristoranti e negozi frequentati(meno di prima per la verità).

    Ovviamente una statistica è meglio di tanti discorsi da bar....quindi mi è sembrato doveroso aprire il topic per farvi conoscere la notizia e per commentarla.
    appunto, tra l'altro quest' anno il 70% degli italiani va in vacanza, è la cosa che costa di piu....come si fa a permettersela se siamo tutti poveri?

Pag 1 di 5 1234 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •