• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 19

Discussione: Guerra ai giochi di guerra

Cambio titolo
  1. #1
    Pure Scorn L'avatar di mikevil
    Registrato il
    07-04
    Località
    Nel mondo, purtroppo.
    Messaggi
    112

    Guerra ai giochi di guerra

    Ultimamente sfogliare una qualsiasi rivista di videogames (Videogiochi e poche(2?) altre escluse) è, personalmente, molto snervante.
    Prewiev, rewiev e compagnia cantando, sono invase da quintalate di giochi bellici.
    Basta voltare una pagina per ritrovarti di fronte un'ennesimo militare pronto a:
    • Compiere una missione segreta in solitudine o in gruppo.
    • Salvare il mondo dalla minaccia terrorista (meglio se islamica).
    • Cancellare dalla faccia della terra la feccia nazista.
    • Sterminare schifosi poligoni musi gialli.
    • Fare propaganda per arruolare la maggior parte dei giocatori (meglio se per l'esercito americano, e ancora meglio se in maniera "massiva").
    • Guidare miriadi di microscopici omini perfettamente mimetizzati.

    Sembra di comprare un numero della rivista delle Forze Armate (di mouse e tastiera?)...

    Ok, posso comprendere l'effetto novità dei primi giochi, il grande fatturato ricavato dai medesimi visto il periodo storico che stiamo vivendo(...) e tutte le altre belle cose propinate da software house sempre + "patriottiche", ma vi chiedo:
    Non ne avete abbastanza?
    Non vi siete stufati del 20simo sbarco in Normandia, del 100.000simo vietcong sterminato, della 1.000.000sima nazione islamica ricivilizzata?
    Tutto questo realismo simulativo si può chiamare ancora "video-GIOCO"?

    Gli sviluppatori credono che il videogioco possa sostituire in meglio il tanto odiato libro di storia o il documentario mattore sulla Seconda Guerra Mondiale?
    E voi ci credete?
    Devo attendere con impazienza un simulatore di campo di concetramento?

    Mah, un tempo si (e sterminavo) sterminavano gli alieni invasori, oggi gioco a fare la guerra, ma quella vera, anche se "simulata" oppure passata, oggi gioco...

    Domani chissà?

  2. #2
    esule L'avatar di Melkor
    Registrato il
    04-04
    Messaggi
    8.251
    Io piuttosto mi chedo se sia giusto giocare alla guerra quando i nostri nonni hanno davvero vissuto in quell'epoca, hanno sofferto veramente, hanno visto morti veri. A volte mi metto a piangere giocando a MoH.

  3. #3
    Pure Scorn L'avatar di mikevil
    Registrato il
    07-04
    Località
    Nel mondo, purtroppo.
    Messaggi
    112
    Melkor ti pongo una domanda.
    Ci giochi per "rivivere" quegli avvenimenti?
    Non credi che basti parlare con un anziano per capire veramente gli orrori della guerra?

  4. #4
    Techno Macht Frei
    Registrato il
    06-03
    Località
    Città di Radaxian
    Messaggi
    10.260
    Citazione mikevil
    Melkor ti pongo una domanda.
    Ci giochi per "rivivere" quegli avvenimenti?
    Non credi che basti parlare con un anziano per capire veramente gli orrori della guerra?
    no.non mi basta.

    sopprattutto perchè è tutta finzione quindi niente di grave._.

  5. #5
    esule L'avatar di Melkor
    Registrato il
    04-04
    Messaggi
    8.251
    Non so perché ci gioco. Tra l'altro mi piacciano i giochi sulla WWII, più di qualunque altro sparatutto. Forse perché, rappresentando qualcosa di "vero", sono in qualche modo più coinvolgenti. Se riesco a giocarci dimenticando per un attimo che che ciò che vedo sullo schermo è accaduto sul serio, mi diverto anche. Ma se ad un certo punto mi tornano in mente le immagini di tutte quelle persone morte, di quei volti sofferenti, di quei racconti tristi della gente che c'era davvero, che descrive come morì un fratello, o un amico, o un nemico... io non lo so. Non so davvero cosa dire.

  6. #6
    esule L'avatar di Melkor
    Registrato il
    04-04
    Messaggi
    8.251
    Citazione game³
    sopprattutto perchè è tutta finzione quindi niente di grave._.
    So che è finzione, che quei 200 nazisti e quei 100 italiani che ho ammazzato sono finti, ma se penso a tutte i milioni di persone che sessant'anni fa sono morti, se penso che sto rivivendo per gioco ciò che mio nonno vide e fece per davvero
    mi viene da piangere. A cosa serve MoH? A ricordare? A speculare sui morti? Io non so che rispondere.

    E comunque la mia repulsione verso la guerra non viene dai giochi. In televisione fanno vedere ultimamente dei documentari sulla WWII. Il prossimo è sulla guerra in Italia.

    L'altro giorno stavo giocando online a un gioco di guerra. Ho acceso la televisione e c'era questo programma. Ho smesso.

    Ma dopo ci sono tornato.

  7. #7
    Pure Scorn L'avatar di mikevil
    Registrato il
    07-04
    Località
    Nel mondo, purtroppo.
    Messaggi
    112
    Melkor, il tuo discorso mi fa sorgere un'ulteriore riflessione, forse scontata.

    La violenza attrae, inutile negarlo.Il videogame offre da sempre la componente "violenta", anche se verso entità non propriamente reali.
    Ma con l'avvento delle texture fotorealistiche, della fisica realistica, il videogioco violento è diventato più concreto, permettendo a chiunque lo voglia di imbracciare una perfetta riproduzione di arsenali, attrezzature e, purtroppo, di vivere situazioni sin troppo realistiche (o attuali).

    Si è vero, quando premo il bottone sinistro del mouse, sto trucidando un'insieme di poligoni ricoperti di realtà "finta" (scusate il gioco di parole), ma è il contesto che mi rende scettico, è il fatto di sentirmi immerso in situazioni che ricalcano (o ci provano) avvenimenti veri, tristi, atroci.

    E così ci si ritrova a divertirsi con situazioni che hanno poco di divertente (dipende sempre dai punti di vista), riempirsi d'adrenalina per una morte evitata e per una inflitta, mentre nella realtà, in quello situazione, mio nonno ha provato solo paura.

    La cosa che mi lascia + interdetto è però la saturazione di questo filone ludico.
    Possibile che la richiesta sia così forte? Che la guerra sia diventata il "divertimento" del nostro tempo?

    Si è finzione, ma deve esserci il rispetto per le morti REALI anke nei giochi oppure tutto è permesso?

  8. #8
    Bananocrate L'avatar di giobbe
    Registrato il
    03-03
    Località
    Ankhmorpork
    Messaggi
    12.037
    Sono giochi. Puoi giocarli o meno. Se ti senti un profanatore di tombe a giocare ad un gioco ambientato in guerre realmente avvenute, non giocarci. Ma c'è anche chi se ne sbatte. Oppure c'è chi ci gioca sapendo che la guerra è guerra, ma che anche il gioco è gioco. Perchè alla fine restano giochi, e nel gioco quasi tutto è lecito... è finzione... anche se quando la finzione è così reale, visivamente e storicamente, un pò la cosa inizia a mettere a disagio... ma è il rispetto e/o la sensibilità e/o la coscienza dell'utente a decidere se il gioco rimmarrà sullo scaffale del negozio.

  9. #9
    Utente L'avatar di *Crazy Sniper*
    Registrato il
    06-04
    Messaggi
    1.565
    gli sparatutto bellici sono il mio genere preferito, e ci gioco divertendomi un mondo e non faccio molto a caso che questi episodi siano realmente esistiti, anzi credo che sia per questo che è uno dei generi più in voga del momento, e ammazzare un americando un tedesco, o un comunista mi lascia indifferente, anzi più delle volte son contento, semmai mi viene una tristezza immensa e i goccioloni agli occhi qaundo vedo filmati storici sulle atrocità che son successe ai quei tempi, certo non quando mi diverto a cecchinare quei maledetti cricchi in CoD, ma forse semplicemente perchè sono in grado come altre persone di distinguere gioco da realtà, chi non fosse completamente capace è meglio che lasci il gioco sullo scaffale!!!

  10. #10
    Utente L'avatar di Super Destroyer
    Registrato il
    02-04
    Messaggi
    2.559
    Citazione mikevil
    Melkor ti pongo una domanda.
    Ci giochi per "rivivere" quegli avvenimenti?
    Non credi che basti parlare con un anziano per capire veramente gli orrori della guerra?
    Se voglio rivivere quegli avvenimenti guardo un documentario o sfoglio un libro mentre se voglio divertirmi allora prendo un videogioco.

  11. #11
    esule L'avatar di Melkor
    Registrato il
    04-04
    Messaggi
    8.251
    Citazione mikevil
    Possibile che la richiesta sia così forte? Che la guerra sia diventata il "divertimento" del nostro tempo?
    La guerra è la realtà del nostro tempo. Se non esistesse la TV, la guerra la conscerei solo per sentito dire. Forse perché vediamo decine di morti al giorno al TG che ci sembra naturale e divertente fare le stesse cose per gioco.

  12. #12
    esule L'avatar di Melkor
    Registrato il
    04-04
    Messaggi
    8.251
    Citazione Super Destroyer
    Se voglio rivivere quegli avvenimenti guardo un documentario o sfoglio un libro mentre se voglio divertirmi allora prendo un videogioco.
    Il problema è: perché troviamo divertente uccidere un tedesco o un americano per gioco quando 60 anni fa i nostri nonni lo dovevano fare per davvero, e avevano paura e morivano anche?

    Se un mio zio sapesse che uccido italiani e tedeschi, se mio bisnonno fosse ancora vivo e mi vedesse uccidere un partigiano per gioco, cosa direbbero? Cosa penserebbero?

  13. #13
    Youll'never walk alone L'avatar di I.R.ish
    Registrato il
    02-04
    Messaggi
    6.884
    semplicemente no.
    Non mi stuferò mai di questo genere di giochi.
    Sono i miei preferiti.
    I più drammatici,più coinvolgenti,e,per me,i più divertenti.

    Io per esempio non sopporto i picchiaduro.
    ANNARELLA UNA DI NOI

  14. #14
    Utente L'avatar di Triffo
    Registrato il
    07-04
    Messaggi
    806
    hanno rotto, vabbè posso capire che ne escano però un FPS su 2 è una ricostruzione storica, ormai hanno veramente rotto... torno a giocare ad UT2004 và

  15. #15
    koroexmod L'avatar di nightside
    Registrato il
    10-03
    Località
    como, l'uggiosa
    Messaggi
    37.503
    perchè giocare ai pokemon pur sapendo che esistono luoghi dove veramente gli animali vengono aizzati uno contro l'altro fino alla morte?
    perchè giocare a GTA o mafia pur conoscendo benissimo le storie di falcone e borsellino?
    perchè giocare a need for speed underground pur sapendo il numero spropositato di morti che ci sono sulle strade?
    o perchè giocare a hitman pur sapendo che l'assassinio è un crimine punito in alcuni stati addirittura con la pena capitale?
    perchè sono giochi...perchè sono simulazioni irreali di vita o avvenimenti reali, perchè è un modo per gustare ciò che è proibito, perchè permette di essere il "buono" anche quando si fa la parte del "cattivo", perchè forse è bello interpretare una volta ogni tanto un marine di quelli che abbiamo visto nei film, perchè è bello sentire l'adrenalina nel superare i propri avversari frutto dei propri investimenti nella messa a punto, perchè è bello elaborare un colpo nei minimi particolari e portarlo a termine, perchè è bello ottenere una vittoria dopo aver allenato con impegno degli esseri strambi e apparentemente innoqui, oppure perchè piace l'idea di dare il proprio contributo ad un episodio fondamentale per la storia umana, o forse perchè piace l'idea di essere dio, o di salvare il mondo, di essere l'eroe che risolve la situazione, cosa che nel mondo reale è poco plausibile....
    forse perchè è solo un gioco ed è dannatamente divertente.

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •