• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: Conan [PC]

Cambio titolo
  1. #1
    Web Knowledger L'avatar di exel88
    Registrato il
    10-02
    Località
    Deep Internet
    Messaggi
    2.330

    Conan [PC]

    Conan

    - Sistema: PC

    - Genere: Adventure

    - Software House: TDK Mediactive

    - Sviluppatore: Cauldron

    - Importatore: TDK Mediactive Europe

    - Prezzo Indicativo: ***

    - Recensione a cura di Lugli Andrea “Exel88” ([email protected])

    - Ottimizzato per GPU nVidia

    - Provato su sistema Athlon XP 1700+, 512 MB Ram DDR, Radeon 9600 Atlantis, DirectX 9.0b



    GRAFICA: 6

    Pur non essendo su livelli altissimi la grafica di Conan è funzionale al gioco e non presenta nessun fastidioso bug o difetto. La telecamera, non propriamente perfetta, ci farà penare in moltissime situazioni.



    SONORO: 7

    L’ottimo doppiaggio in italiano e le musiche profonde ci trasporteranno nei duri mondi barbari. I sottotitoli rimangono ugualmente necessari per ovviare ad alcune frasi troppo deboli per esser sentite.



    GIOCABILITA’: 6

    Telecamera e sistema di controllo alle prime sono macchinosi da usarli ed offrono poche potenzialità. Una volta padroneggiati si dimostreranno comunque utili per la composizione di intricate ma potenti combo.



    LONGEVITA’: 7

    Un titolo mediamente lungo che grazie all’ottima narrazione ci terrà incollati per molte ore alle prese con le scorribande di Conan. Ci penseremo due volte prima di abbandonare il titolo.



    GLOBALE: 7

    Troppa linearità fa male ma i videogiochi servono anche per narrare delle storie. Pur essendo sempre accompagnati da una trama rigorosa non mancheranno situazione in cui avremo un minimo di libertà d’azione. Il gioco è ben calibrato sotto tutti gli aspetti e prosegue per tutta l’avventura senza intoppi o rallentamenti.



    PREGI:

    Adatto sia ai giocatori alle prime armi che agli esperti. Non ha nulla da invidiare ad altri adventure.



    DIFETTI:

    Eccessiva linearità stanca così come l’obbligo di salvare solo se abbiamo nell’inventario dei particolari items.



    RECENSIONE:

    Tutti, almeno una volta nella vita, magari durante una lezione di storia, abbiamo sognato di essere dei guerrieri senza macchia e paura con un solo obiettivo: cercare e distruggere.

    Ok, forse la frase è più stile Terminator che barbaro. ma il messaggio resta invariato.

    In Conan impersoneremo un antico guerriero, forgiato nelle lande del nord Europa, spinto dalla vendetta alla ricerca della banda di assassini colpevoli di aver sterminato la sua famiglia.

    Ci ritroveremo ad affrontare contadini furiosi per esser entrati nel loro territorio; dovremo scappare da popoli autoctoni che odiano gli stranieri. Affronteremo ladri, spadaccini, donne e bambini. Teschi, scheletri e fantasmi faranno la loro comparsa solo per avere un ruolo di comparse nel lungo cammino che porterà il nostro eroe alla morte o più fortunatamente, alla vittoria..

    Cavalcheremo chilometri di prati, ci addentreremo nei boschi, troveremo anime gelide sui ghiacciai, navigheremo i più lunghi fiumi del mondo tutto per fuggire da chi ci sta inseguendo con l’obiettivo di distruggerci e a nostra volta per distruggere chi ha eliminato la nostra famiglia.

    Un viaggio lungo ed emozionante che porterà Conan ad affrontare pericolosi mistero che provocheranno la furia di un particolare dio, che sarà ossessionato dall’idea di eliminarci.

    In sintesi, chi più, chi meno, in Conan cercherà vendetta e a farne le spese saremo proprio noi.



    Conan è un classico adventure, senza elementi di gameplay particolarmente fulminanti per genialità o innovazione.

    Impersoneremo un guerriero barbaro in cerca di giustizia per la morte dei suoi genitori e fratelli per mano di un terribile clan che la gente del luogo a paura di nominare e affrontare.

    Sempre spinti dalla rabbia ma con una strana benevolenza, Conan affronterà ladri e malfattori per riportare un po’ d’ordine nei villaggi visitati.

    Alcuni incontri con questi sono completamente inaspettati e potevamo anche non accorgercene in quanto la scarsa libertà d’azione in Conan ci costringe a seguire rigorosamente la trama e gli obiettivi dati, magari potremo prendere una strada al posto di un’altra ma mai avremo la sensazione di fare qualcosa che dai programmatori non era stato previsto.

    Questa scelta, strana per i tempi attuali in cui quasi tutti i videogame offrono buona libertà, può esser stata dettata per un’immersione più completa nell’avventura senza elementi che possano distrarre da questo.

    Parlando del lato narrativo, in Conan potremo gustarci spesso i buoni filmati doppiati e sottotitolati in italiano accompagnati da musiche profonde che ci faranno sentire a casa… una casa per guerrieri.

    Seppur interessanti e ben fatti, i filmati sono numerosissimi e interrompono troppo spesso l’azione costringendoci a lasciare fermo il mouse proprio quando iniziavamo a scaldarci. In contrapposizione, alcuni combattimenti sono troppo lunghi e difficili, facendo risultare il gioco in qualche tratto frustante per i casual gamer.

    I giocatori più esigenti troveranno quindi un buon livello di difficoltà man mano che si procederà nel gioco e molto utile sarà la capacità di sfruttare i punti abilità che avremo raccolto nei combattimenti per potenziare in seguito le mosse eseguibili o sbloccarne altre.

    Sono circa 65 le mosse usabili tramite combo più o meno semplici. Ovvio dire che maggiore sarà la difficoltà nel portare a segno una combo e più devastante sarà il suo effetto.

    Seppur non essendo obbligatori questi potenziamenti, ci allieveranno qualche dolore e ci faranno uscire vincenti in battaglie che avremo date per perse.

    Oltre alla sola combinazione di tasti, per la corretta realizzazione di queste mosse a volte sarà necessario possedere un oggetto, oppure essere in una particolare situazione o ancora possedere altre abilità già sviluppate.

    Il livello di interazione è quindi elevato. Sbloccheremo molte strade grazie all’attacco giusto che andrà a distruggere quel tronco d’albero che sembrava insuperabile.

    Purtroppo una volta che ci siamo abituati a questo, ovvero a distruggere i tronchi di alberi, il gioco si farà casualmente subdolo costringendoci a provare per mezz’ora a distruggere quel dannato tronco quando in due secondi potevamo saltarlo.



    Sin dai primi momenti di gioco, dopo aver naturalmente visto i lunghissimi filmati inziali, sarà subito richiesto da parte nostra l’uso di particolari mosse per uccidere dei lupi, saltare ostacoli o distruggerli. Pur essendo inizialmente molto semplice e quasi banale, non mancheranno elementi di fastidio che faranno inesorabilmente fallire alcune delle azioni che avevamo programmato.

    E’ infatti questo il più grande problema di Conan. Una eccessiva macchinosità nelle azioni e una telecamera che ci farà imprecare più volte riescono a impedire più volte il godimento dell’avventura facendoci anche abbandonare momentaneamente tutto.

    Sistema di controllo rigido, telecamera difficile da controllare e alcuni scherzi infami dei programmatori (perchè a volte sono davvero subdoli), potrebbero sulle prime far demordere il giocatore più occasionale costringendolo a dirigersi su giochi più convincenti.

    Superati comunque questi iniziali ostacoli il gioco prenderà un ritmo molto fluido che sarà difficile arrestarlo.

    Solo alcuni combattimenti richiederanno un livello di concentrazione superiore al normale e si dimostreranno potenzialmente frustanti. Fortunatamente una volta capita la meccanica di ogni singolo scontro sarà possibile liquidarlo facilmente.

    Inoltre dopo aver preso padronanza con la telecamera, essa si dimostrerà utile in certe scene in cui altre visuali meno dinamiche si potrebbero rivelare irritanti (non che quella di Conan a volte non lo sia).

    Tutte le azioni effettuabili da Conan possono esser gestite facilmente grazie ad un sistema di controllo dinamico che nei combattimenti assumerà una sfumatura, stravolgendola completamente nelle fasi esplorative consentendoci tramite pochi tasti di controllare tutto.



    In ogni momento della nostra avventura, sia durante combattimenti che esplorazioni, filmati o dialoghi, saremo sempre accompagnati da un magnifico comparto sonoro che si rivelerà molto profondo e perfettamente adatto alla situazione.

    Musiche rilassanti nelle esplorazioni delle città, più tuonanti nella scoperta di un tempio, concitate nei combattimenti più crudeli e dolci quando incontreremo qualcuno.

    Così come le musiche i dialoghi non sono da meno. Se i mercanti avranno voci gentili e cordiali, quasi simpatiche, gli uomini di neanderthal parleranno molto raucamente e con l’odio nella voce.

    Il premio per migliore interpretazione va sicuramente alla misteriosa divinità che ci perseguiterà ogni secondo della nostra esistenza. Voce bassa, misteriosa, odiosa ma potente.

    Molto presto avremo modo di temere quella voce in quanto portatrice di fastidiosi fantasmi che ci rallenteranno con le loro abilità nei combattimenti.

    Se la musica troppo alta ci impedirà di sentire adeguatamente i dialoghi, tutti comunque sottotitolati, compresi i più insignificanti, avremo modo di adeguare il volume della musica, del parlato e degli effetti sonori a nostro piacimento, incrementandoli o riducendoli a nostra scelta.



    Conan è uno dei rari titoli ad esser completamente localizzati in italiano, a partire dai manuali e informazioni varie per arrivare ai dialoghi, ma ci riserverà ugualmente una brutta sorpresa: alcuni menu infatti sono tradotti in spagnolo o qualcosa del genere.

    Ci troveremo a modificare le impostazioni di controllo scegliendo un tasto e non capendo quale abbiamo premuto in quanto il nome è completamente misterioso per la nostra mente inferiore.

    Tutto sommato questo è un errore di localizzazione piuttosto insignificante e non metterà in pericolo il divertimento e il godimento del gioco.



    Adatto ai giocatori occasionali e ai più esigenti, Conan nasconde un potenziale eccellente che verrà svelato solo con il procedere dell’azione. Peccato per le persone che demorderanno nelle prime ore di gioco non sentendosi a proprio agio con le sue meccaniche.

    Consigliato a tutti gli amanti degli adventure, Conan si dimostrerà divertente, piacevole e al tempo stesso offrirà delle tematiche profonde che si impadroniranno dei nostri pensieri per molti giorni.



    Copyright by Andrea Lugli and Ludus.it
    Who we are is but a stepping stone to what we can become.

  2. #2
    Bravo exellino.
    BAIOCCO, l'addio

  3. #3
    Bannato L'avatar di Lucious.CI_90
    Registrato il
    08-04
    Località
    Korova Milkbar
    Messaggi
    1.794

    Bella rece, complimenti

    Bravo Exellino, compliments

  4. #4
    samtam90
    Ospite
    Complimenti

    3.5/5

  5. #5
    Utente L'avatar di Giggino
    Registrato il
    09-04
    Messaggi
    27.903
    complimenti!

    7.5/10!

  6. #6
    Web Knowledger L'avatar di exel88
    Registrato il
    10-02
    Località
    Deep Internet
    Messaggi
    2.330
    rotfl tutti che mi chiamano exellino xD

    grazie
    Who we are is but a stepping stone to what we can become.

  7. #7
    Unforgivable L'avatar di Thorin
    Registrato il
    05-03
    Località
    London
    Messaggi
    9.972
    Appena sufficiente.
    Scherzo.


  8. #8
    Per Big Fire!
    Registrato il
    03-04
    Località
    calabria. età:??
    Messaggi
    6.874
    ok, ci siamo!
    4/5.
    In (ri)gioco: troppa roba .-.
    Raptr, My Anime List - cantaperme.net

    Magnus april fool Bakemonogatari=mecha

    Io e Zart [1][2] [3] [4][5] noclip D00M

    Intel Core I5 3570k, 8 gb RAM 1600mhz, Ati Sapphire Radeon HD7950OC

  9. #9
    DarkKosay
    Ospite
    Bella la recensione anche se Conan non mi piace molto , comunque ti do 4/5

  10. #10
    Web Knowledger L'avatar di exel88
    Registrato il
    10-02
    Località
    Deep Internet
    Messaggi
    2.330
    Non è un gioco bellissimo ma pur sempre un titolo valido agli appassionati.
    Grazie
    Who we are is but a stepping stone to what we can become.

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •