• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 6 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 87

Discussione: Il terrorismo

Cambio titolo
  1. #1
    Utente L'avatar di J-ALEX
    Registrato il
    07-04
    Località
    Nel mio paese
    Messaggi
    462

    Arrabbiato Il terrorismo


    E’ un’arma feroce quanto efficace, violenta quanto spettacolare, criminale e al tempo stesso politica. Ma soprattutto il terrorismo è un’arma.
    A volte rappresenta l’extrema ratio per la realizzazione di principi che di per sé sarebbero anche nobili e condivisibili, se il terrorismo non avesse – quasi sempre – la caratteristica di sparare nel mucchio, di sacrificare civili inermi. Spesso la via terroristica rappresenta solo una scorciatoia per raggiungere finalità irraggiungibili per via pacifica.
    Il fenomeno del terrorismo si è imposto a livello globale con il secolo appena trascorso, ma con un’intensità ed una violenza sempre in crescendo.
    Non esiste, evidentemente, un solo terrorismo: accanto a quello "contro lo Stato" esiste la violenza terroristica "di Stato". E spesso è difficile stabilire una graduatoria di crudeltà tra un’azione terroristica in grande stile di un commando clandestino che sacrifica vittime innocenti ed il bombardamento di un’aviazione militare regolare di uno Stato civile che condanna alla stessa fine altre vittime innocenti.
    In queste pagine affronteremo però solo il primo dei due aspetti. Ben consapevoli, comunque, che spesso le due forme di terrorismo sono pienamente connaturate.
    Cercheremo di scandagliare il fenomeno in tutti i suoi aspetti e le sue forme: dal terrorismo separatista ed irredentista, condotto da movimenti che hanno come obiettivo la lotta per la liberazione del proprio paese da forme di egemonia, per lo più esterne, fino al terrorismo inteso come guerra planetaria per affermare la prevalenza di una concezione del mondo.
    In altre parole da fenomeni di lotta armata circoscritti come quelli rappresentati dall’ETA basca, dall’IRA irlandese, dalle FARC colombiane, dall’UCK balcanico (solo per fare qualche esempio) fino alla galassia degli esegeti della paura che compongono il
    network islamico del terrore, in un miscuglio spesso indescrivibile dove lotta di liberazione e terrorismo, appunto, si confondono.
    Ma parleremo anche di forme eversive e sovversive ormai sparite, oppure "in sonno" che si sono radicate negli anni Settanta in America Latina, in Giappone, in Europa
    .


  2. #2
    Utente
    Registrato il
    03-03
    Messaggi
    3.105
    é molto difficile combattere un esecito "invisibile"...
    Comunque:
    Le Farc-Ep (Fuerzas Armadas Rivolucionarias de Colombia – Ejercito del Pueblo) gruppo rivoluzionario “marxista-leninista” e “bolivariano”, vennero fondate il 27 maggio 1964, da esponenti del Partito comunista e dagli uomini della Autodefensas Campesinas (Ac). Questi gruppi di autodifesa si erano formatasi negli anni cinquanta per lottare contro i latifondisti sotto la guida di Pedro Antonio Marin, meglio noto come Manuel Marulanda Velez, soprannominato 'Tirofijo', ancora oggi leader delle Farc. Le Farc nacquero sulla spinta degli eventi del maggio 1964 quando i gruppi di Autodefensas Campesinas vennero attaccati dall’esercito colombiano. Circa 15.000 uomini armati attaccarono i campesinos a Marquetalia che riuscirono però a sfuggire ed a riunirsi con altri gruppi di autodefensas formando le Farc.
    Da allora le Farc, che possono contare su circa 15 mila guerriglieri armati, attaccano caserme di polizia, infrastrutture energetiche, organizzano sequestri e compiono attentati in varie città colombiane. I numerosi dialoghi avviati negli ultimi vent’anni tra governo e Farc, allo scopo di giungere ad un cessate il fuoco sono spesso falliti a causa dell’intervento di disturbo dei gruppi paramilitari colombiani dal 1980 organizzati nell’Auc(Autodifese unite colombiane). Nel 2002 le Farc sono state inserite nelle liste dei gruppi terroristici stilate dal governo statunitense e dall’Unione Europea.
    __________________________________________________________ ____
    Sono oltre 30 anni che i vari governi del paese iberico affrontano la sfida dell'ETA (Euskadi Ta Askatasuna= Patria basca e libertà), gruppo terroristico tra i più decisi ed audaci del mondo nato negli anni '50 come movimento politico-militare d'opposizione al'oppressivo regime franchista ed al suo tentativo di soffocare l'identità e la libertà basca.
    I primi membri dell'Eta, nazionalisti e marxisti, ricorrono alla lotta armata e subiscono la dura repressione dei servizi segreti del dittatore Franco: nel 1970 alcuni prigionieri baschi vengono giustiziati, tra lo sdegno del mondo, mediante garrotamento. L'appoggio di buona parte della popolazione basca permette all'ETA di resistere e passare al contrattacco: nel 1973 uno spettacolare attentato esplosivo in piena Madrid elimina Carrero-Blanco, il dispotico successore designato del Caudillo, aprendo paradossalmente la via per una svolta democratica nel paese.
    L'ETA, però, continua la lotta per l'indipendenza completa anche dopo il ritorno della libertà e di un parziale federalismo in Spagna. Seguono anni di attentati, assassini ed intimidazioni e quasi metà della popolazione dei Paesi Baschi si astiene dal voto nel referendum che approva la nuova larghissima autonomia della regione nel 1979. Negli anni '80 il governo di Madrid, esasperato dal continuo stillicidio di atti terroristici in tutta la Spagna, ricorre alla collaborazione con la Francia (che tiene sotto controllo i suoi Baschi i quali aiutano e nascondono i membri dell'ETA) ed utilizza anche i famigerati GAL, reparti speciali antiterrorismo, che uccidono numerosi presunti membri dell'ETA ed esponenti del suo partito politico Herri Batasuna.
    Lo scandalo verrà fuori negli anni '90 grazie al giudice Garzon, il quale ha recentemente ordinato gli ultimi arresti contro la presunta cupola dell'organizzazione terroristica basca. L'ETA, comunque, è sempre vitale ed usufruisce di un continuo ricambio di uomini, come ha dimostrato l'autobomba madrilena e la continua lotta di strada che i suoi sostenitori, tra atti di vandalismo e proteste di piazza, mettono in atto quotidianamente nei Paesi Baschi.
    Ultima modifica di Lupin III; 27-08-2004 alle 09:49:35

  3. #3
    Utente L'avatar di J-ALEX
    Registrato il
    07-04
    Località
    Nel mio paese
    Messaggi
    462
    Citazione Lupin III
    é molto difficile combattere un esecito "invisibile"...
    Di certo nn possiamo andare avanti così, viene uccisa gente che va a guadagnarsi un pezzo di pane e rischia la vita...


  4. #4
    GUARÐIAN OF THE BLIND L'avatar di Zack_ultimatesoldier
    Registrato il
    10-02
    Località
    Vice(nza)City ®[Zack]
    Messaggi
    24.060
    Citazione J-ALEX
    Di certo nn possiamo andare avanti così, viene uccisa gente che va a guadagnarsi un pezzo di pane e rischia la vita...
    precisamente

  5. #5
    Adelferius
    Ospite
    Citazione J-ALEX
    Di certo nn possiamo andare avanti così, viene uccisa gente che va a guadagnarsi un pezzo di pane e rischia la vita...
    questa teste di caz*** con il corano stanno per scatenare una terza guerra mondiale.

  6. #6
    boh L'avatar di Jack89
    Registrato il
    11-03
    Località
    Bolzano (Alto Adige)
    Messaggi
    13.884
    Citazione J-ALEX
    In altre parole da fenomeni di lotta armata circoscritti come quelli rappresentati dall’ETA basca, dall’IRA irlandese, dalle FARC colombiane, dall’UCK balcanico (solo per fare qualche esempio) fino alla galassia degli esegeti della paura che compongono il network islamico
    Ti sei dimenticato dei fondamentalisti indipendentisti islamici ceceni.


  7. #7
    Utente
    Registrato il
    03-03
    Messaggi
    3.105
    Comunque per quanto riguarda l'IRA ci sarebbe un discorso più articolato.
    Non dico che appoggio i loro modi di fare, ma il motivo per cui lo fanno, non mi sembra neanche lontanamente da paragonare alle FARC o roba simile...

  8. #8
    Adelferius
    Ospite
    Citazione Lupin III
    Comunque per quanto riguarda l'IRA ci sarebbe un discorso più articolato.
    Non dico che appoggio i loro modi di fare, ma il motivo per cui lo fanno, non mi sembra neanche lontanamente da paragonare alle FARC o roba simile...
    Ira secondo me ha in parte ragione , secondo le mie modestissime conoscenze colpisce solo obbiettivi politici e cmq l'irlanda per secoli è stata sfruttata dagli inglesi che l'hanno divisa , anche se secondo gli ultimi trattati la Gran Bretagna non si opporrebbe ad un eventuale riunificazione dell'irlanda.

  9. #9
    Bonecaster L'avatar di Kronos
    Registrato il
    07-04
    Località
    Cuneo
    Messaggi
    5.758
    riproporrei di uccidere tutti i medio orientali


  10. #10
    Citazione Kronos
    riproporrei di uccidere tutti i medio orientali
    Proporrei la tua segnalazione.
    Comunque non mi risulta che il terrorismo sia molto efficace (anche perchè quando funziona cambia nome).

  11. #11
    Un uomo senza qualità L'avatar di Dynamite
    Registrato il
    05-04
    Messaggi
    10.555
    Citazione J-ALEX

    E’ un’arma feroce quanto efficace, violenta quanto spettacolare, criminale e al tempo stesso politica. Ma soprattutto il terrorismo è un’arma.
    A volte rappresenta l’extrema ratio per la realizzazione di principi che di per sé sarebbero anche nobili e condivisibili, se il terrorismo non avesse – quasi sempre – la caratteristica di sparare nel mucchio, di sacrificare civili inermi. Spesso la via terroristica rappresenta solo una scorciatoia per raggiungere finalità irraggiungibili per via pacifica.
    Il fenomeno del terrorismo si è imposto a livello globale con il secolo appena trascorso, ma con un’intensità ed una violenza sempre in crescendo.
    Non esiste, evidentemente, un solo terrorismo: accanto a quello "contro lo Stato" esiste la violenza terroristica "di Stato". E spesso è difficile stabilire una graduatoria di crudeltà tra un’azione terroristica in grande stile di un commando clandestino che sacrifica vittime innocenti ed il bombardamento di un’aviazione militare regolare di uno Stato civile che condanna alla stessa fine altre vittime innocenti.
    In queste pagine affronteremo però solo il primo dei due aspetti. Ben consapevoli, comunque, che spesso le due forme di terrorismo sono pienamente connaturate.
    Cercheremo di scandagliare il fenomeno in tutti i suoi aspetti e le sue forme: dal terrorismo separatista ed irredentista, condotto da movimenti che hanno come obiettivo la lotta per la liberazione del proprio paese da forme di egemonia, per lo più esterne, fino al terrorismo inteso come guerra planetaria per affermare la prevalenza di una concezione del mondo.
    In altre parole da fenomeni di lotta armata circoscritti come quelli rappresentati dall’ETA basca, dall’IRA irlandese, dalle FARC colombiane, dall’UCK balcanico (solo per fare qualche esempio) fino alla galassia degli esegeti della paura che compongono il
    network islamico del terrore, in un miscuglio spesso indescrivibile dove lotta di liberazione e terrorismo, appunto, si confondono.
    Ma parleremo anche di forme eversive e sovversive ormai sparite, oppure "in sonno" che si sono radicate negli anni Settanta in America Latina, in Giappone, in Europa
    .
    Coppia------>Incolla Rulez
    Spero almeno, che tu abbia capito quello che hai incollato.
    Può anche darsi che non ci vedremo mai più.


  12. #12
    Bonecaster L'avatar di Kronos
    Registrato il
    07-04
    Località
    Cuneo
    Messaggi
    5.758
    Citazione Melchior
    Proporrei la tua segnalazione.
    Comunque non mi risulta che il terrorismo sia molto efficace (anche perchè quando funziona cambia nome).
    se non è efficace le torri gemelle dove le metti?


  13. #13
    Citazione Kronos
    se non è efficace le torri gemelle dove le metti?
    Hanno ottenuto quello che volevano?
    Dipende da ciò che consideri quello che vogliono.

  14. #14
    Utente L'avatar di J-ALEX
    Registrato il
    07-04
    Località
    Nel mio paese
    Messaggi
    462
    Citazione Kronos
    riproporrei di uccidere tutti i medio orientali
    Concordo!!!


  15. #15
    Utente L'avatar di J-ALEX
    Registrato il
    07-04
    Località
    Nel mio paese
    Messaggi
    462
    Citazione Melchior
    Hanno ottenuto quello che volevano?
    Dipende da ciò che consideri quello che vogliono.
    Nn volevano le torri gemelle volevano solo morti!! e ci sono riusciti... 8(
    Ultima modifica di J-ALEX; 28-08-2004 alle 16:14:49


Pag 1 di 6 1234 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •