• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Riding Spirits 2

Cambio titolo
  1. #1
    Muso giallo L'avatar di sabin87
    Registrato il
    10-02
    Località
    Beijing
    Messaggi
    7.511

    Riding Spirits 2

    RIDING SPIRITS 2

    Ammettiamolo.Su Playstation 2 non esiste un vero simulatore motociclistico e, se proprio vogliamo andare a vedere, anche le altre piattaforme a 128 bit non esistono grandi esponenti di questo genere.
    Circa 2 anni or sono, precisamente nel Novembre del 2002, nel tentativo di colmare questa lacuna BAM!!! mise in commercio il primo Riding Spirits con il pretenzioso intento di farlo diventare “il Gran Turismo delle moto”.
    Purtroppo il gioco non venne particolarmente apprezzato dalla critica che lo considerò un gioco mediocre soprattutto per i problemi di controllo delle moto, per una grafica abbastanza anonima e per alcuni difetti legati alla giocabilità.
    A causa di questi fattori, oltre che alla scarsa pubblicità fatta al titolo, BAM!!! ha abbandonato il progetto di realizzare un seguito.
    Capcom, però, ha creduto nelle potenzialità del progetto e ha deciso di realizzare un seguito che è proprio il gioco di che andremo ad analizzare.
    Come già detto in precedenza, uno dei maggiori difetti del primo Riding Spirits era proprio la difficoltà nel controllare le moto dovuta probabilmente al tentativo di realizzare un modello di guida il più inerente possibile alla realtà.
    Questo fatto però portava a continue cadute in gara, soprattutto in modalità simulazione, facendo risultare la guida quasi frustrante visto che dopo la seconda strisciata per terra ci si ritrovava a correre da soli e a dover “tirare” rischiando di ritrovarsi per l’ennesima volta per terra.
    Proprio sulla giocabilità sono stati fatti interventi in modo tale da non compromettere il realismo e allo stesso tempo rendere la guida più piacevole.
    Bisogna comunque dire che non è un gioco di stampo arcade, perciò senza un adeguato allenamento vi ritroverete comunque sdraiati con la moto sull’asfalto diverse volte.
    Per chi si sente insicuro o non interessato alla simulazione è possibile disattivare le cadute, ma anche disattivandole non potrete evitare il disarcionamento dalla moto nel caso di uno scontro a 200 Km/h contro un muro.
    La fisica delle moto rimane comunque ottima e abbastanza veritiera; di certo se proverete a passare da una 250cc a un 1000cc vi ritroverete a fare molta più fatica nelle serie di curve “destra-sinistra” dove è necessario alzare la moto velocemente in modo da cambiarne la direzione in modo rapido per impostare la traiettoria migliore.
    Le prestazioni delle moto(come sottolinea anche un avviso prima della presentazione)non sono identiche a quelle della realtà anche se non si distaccano poi molto dalle prestazioni delle controparti metalliche.
    La novità forse più piacevole del gioco è probabilmente l’aggiunta delle moto italiane(Aprilia, Bimota, Cagiva, Ducati, Husquavrna, MV Agusta, tm racing e VOR), austriache(KTM), tedesche(BMW), britanniche(Triumph) e svedesi(Husaberg) contro le sole 4 case giapponesi(ovviamente presenti anche in anche in questo con l’aggiunta dei rispettivi reparti corse come ad esmpio l’HRC per la Honda)del primo episodio.
    Come i più ferrati di voi in materia motociclistica avranno capito leggendo nomi come KTM o Husquavrna, sono state aggiunte nuove categorie di moto ovvero supermotard, maxi scooter, naked e custom; oltre a questo vanno aggiunte le moto stradali che restano comunque le principali protagoniste del gioco e l’inserimento delle cilindrate da 50cc e 125cc.
    Questa varietà di mezzi ha portato all’aggiunta di nuove piste tra le quali figurano anche Montegi e Suzuka oltre alle nuove piste sterrate e ad inediti circuiti cittadini.
    A completare questo incredibile database di veicoli ci sono un incredibile numero di tute e caschi che oltre ad essere acquistati possono essere vinti al termine di determinate competizioni per personalizzare la nostra controparte poligonale.
    A proposito di personalizzazione và detto che le moto possono essere potenziate a nostro piacimento aggiungendo scarichi, gruppi termici, frizioni e quant’altro vi venga in mente.
    Graficamente il gioco è più piacevole rispetto al Riding Spirits originale con delle texture più curate e un maggior numero di poligoni che formano le moto rendendole così praticamente uguali alle loro “gemelle” reali, anche se comunque il tutto è ancora lontano anni luce dagli standard fissati da Gran Turismo 3 al momento del suo sbarco sul monolite nero.
    Il sonoro, purtroppo, è rimasto su bassi livelli; il rombo dei motori è alquanto improbabile soprattutto per le cilindrate maggiori, mentre per le cilindrate più piccole il rumore, seppur diverso da quello vero, è almeno verosimile.
    Le musiche dei menù sono sobrie e non disturbano mai l’udito durante la selezione dell’opzione di gioco.
    Opzioni di gioco che sono aumentate grazie all’aggiunta oltre di una scuola guida dove vedere dei video per imparare le basi per guidare bene, e di una galleria per la visualizzazione di replay,codici ecc…, della modalità “sfida dei 100”, che consiste in una serie di cento sfide 1 contro 1 utili per guadagnare soldi, aumentare la percentuale di completamento del gioco e ricevere premi da utilizzare nella classica modalità Riding Spirits.
    Il gioco in multyplayer ha mantenuto il suo principale difetto, ovvero il dover gareggiare per forza nella visuale in prima persona senza la possibilità di cambiare.
    La longevità del gioco in singolo dovrebbe però bastare per farvi acquistare questo gioco in quanto sono presenti un altissimo numero di sfide disposte in 6 classi, ognuna con la propria modalità di allenamento e le proprie tipologie di gare che grazie all’aggiunta delle nuove categorie di mezzi risultano molto più varie: si passa dalle gare di supermotard alle gare per moto d’epoca fino a gare in discesa destinate a moto preparate al limite della pazzia.
    Tutto sommato è un gioco che ogni motociclista dovrebbe provare, almeno per dare una chance a Capcom di tentare la realizzazione di un seguito ancora migliore, e magari chissà, un domani ci ritroveremo a parlare del nuovo Riding Spirits come del “real riding simulator”.

    Positivo:
    -Fisica delle moto veramente buona
    -Una quantità sconfinata di moto e gare
    -Longevità in singolo molto buona

    Negativo:
    -Grafica ancora da migliorare
    -Difficoltà nell’abituarsi al modello di guida
    -Rumore dei motori pessimo

    Voto:8


    Una delle novità più importanti del gioco è l'inserimento di piste sterrate e moto da cross

    Il grande elenco delle gare è strutturato come una mappa del mondo collegata da autostrade.

    Gli appassionati di moto italiane gradiranno senz'altro l' aggiunta di queste ultime tra le moto acquistabili.

    Purtroppo la povertà grafica è ancora evidente anche se migliorata rispetto a Riding Spirits

  2. #2
    Muso giallo L'avatar di sabin87
    Registrato il
    10-02
    Località
    Beijing
    Messaggi
    7.511
    Ehm...chi è che ha votato?
    Se votate almeno postate spiegando i motivi del voto pls

  3. #3
    ho votato.... ma media è drasticamente caduta però....

    la rece sembra ben fatta (non conosco il gioco) ed è luga abbastanza.
    Il gioco sembra non piacermi e voto TERRIBILE, non per la rece, ma per il gioco... scusa!

  4. #4
    Muso giallo L'avatar di sabin87
    Registrato il
    10-02
    Località
    Beijing
    Messaggi
    7.511
    Citazione MisterZeta
    ho votato.... ma media è drasticamente caduta però....

    la rece sembra ben fatta (non conosco il gioco) ed è luga abbastanza.
    Il gioco sembra non piacermi e voto TERRIBILE, non per la rece, ma per il gioco... scusa!
    ehm...la valutazione va data alla recensione,non al gioco

    p.s. vorrei sapere chi si diverte a dare i voti a caso... cioè prima c'erano 4 stelline,poi è arrivato misterzeta a darmi terribile perchè il gioco non gli piace e adesso qualcuno ha dato un voto alto visto che da 2 stelle è passato a 3...

  5. #5
    NOFXARO L'avatar di pippo619
    Registrato il
    07-04
    Località
    Amico di STORM
    Messaggi
    1.893
    ho appena votato io 4/5.

    bella rece, l'unica cosa che impedisce il massimo punteggio è il gioco che per quant bello, non è epico.
    cmq ottimo!
    Citazione Ualone
    Ti dirò di più. Se eviti di comprare PSM, da oggi in poi, tra cinque/sei anni avrai messo da parte un 300 euro. Potrai sicuramente comprarti PlayStation 3 e un paio di giochi, considerando che nel 2010/2011 la console costerà sicuramente meno che al lancio.
    Anzi, magari trovi il punto d'incontro tra i soldi risparmiati e il prezzo della console verso il 2008/2009, se ti va bene.
    Io ci rifletterei.

  6. #6
    Muso giallo L'avatar di sabin87
    Registrato il
    10-02
    Località
    Beijing
    Messaggi
    7.511
    Grazie pippo cmq i voti andrebbero dati alle recensioni non ai giochi

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •