• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 8 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 109

Discussione: Ponte sullo Stretto

Cambio titolo
  1. #1
    Paladino del Nord
    Ospite

    Ponte sullo Stretto

    Tratto da www.ansa.it

    Corsa a tre per l'opera piu' ambiziosa del governo Berlusconi, il gigantesco ponte sullo Stretto di Messina. Mercoledi' scade infatti il termine per partecipare alla gara per l'appalto piu' grande mai realizzato in Italia, quello del General Contractor del ponte, che dovra' realizzare un collegamento stabile, viario e ferroviario, tra Calabria e Sicilia. Mercoledi' a mezzogiorno si scopriranno ufficialmente le carte sulle imprese che si candidano a costruire la megaopera da 4,4 miliardi di euro, che salgono a 6 miliardi con gli oneri finanziari. La gara era partita il 15 aprile scorso e il termine per la presentazione delle candidature era stato fissato inizialmente il 15 giugno, poi ci sono stati tre mesi di proroga per dare piu' respiro alle cordate.

    Tre, al momento, i grandi raggruppamenti di imprese in lizza per accaparrarsi la commessa miliardaria, con un buon mix di big internazionali del settore. Quello capitanato da Impregilo con Condotte, Cmc di Ravenna, Grassetto, la francese Vinci, la spagnola Sacyr Vallehermoso, i giapponesi della Ihi (Ishikawajima Harima Heavy) per la fornitura di acciaio, la danese Cowi per la progettazione, impresa specializzata in questa tipologia di opere.

    C'e' poi la cordata guidata da Astaldi (con una quota del 23%) che vede schierate Pizzarotti (12%), Vianini (12%), Consorzio cooperative costruzioni (10%), Grandi lavori Fincosit (4%), Maire Engineering (4%), Ghella Costruzioni (1,99). I gruppi stranieri indicati sono gli spagnoli Ferrovial Agroman (13%) Necso Entrecanales (13%), i giapponesi della Nippon Steal Corporation (7%), e la Chodai, sempre giapponese, per la progettazione.

    Infine, la terza cordata in procinto di formalizzare la richiesta in vista della scadenza del 15, sarebbe guidata da Risalto, consorzio stabile formato da Rizzani de Eccher, Salini e Todini; dovrebbero farne parte la Baldassini Tognozzi, i francesi di Bouygues, gli austriaci di Strabag e gli spagnoli di Dragados. Restano da definire le imprese per la progettazione e sarebbero in corso trattative con due gruppi.

    La societa' Stretto di Messina insediera' una commissione di 5 membri, presieduta da un esterno, che verra' incaricata di esaminare i requisiti dei richiedenti; entro 30 giorni inviera' la documentazione di gara alle imprese pre-qualificate che avranno poi il tempo per elaborare la propria offerta.

    Il Ponte sullo Stretto di Messina, compresi i suoi collegamenti stradali e ferroviari, dovra' essere realizzato in 78 mesi. Il general contractor prescelto dovra' avere avuto un giro d'affari in lavori da 1,3 miliardi nel periodo 2001-2003, e risorse finanziarie disponibili di almeno 200 milioni di euro. Con la sua campata centrale lunga 3.300 metri, quello sullo Stretto di Messina sara' il ponte piu' lungo del mondo. Al secondo posto il giapponese Akashi Kaikyo, con una luce di 1.991 metri. Il ponte di Messina misurera' 3.666 metri di lunghezza complessiva, comprese le campate laterali. La coppia di cavi per la sospensione, composto ciascuno da 44.352 fili d'acciaio, e' lunga 5.300 metri, il diametro e' di un metro e 24 cm. La realizzazione dell'opera attivera' 40.000 posti di lavoro nei sei anni di cantiere e consentira' un risparmio dell'equivalente di 12.750.000 tonnellate di legna in meno sul quantitativo energetico consumato dal traghettamento in 30 anni di esercizio rispetto al 'sistema ponte'.

    L'opera vera e propria e i collegamenti ferroviari e stradali dovranno essere realizzati in 78 mesi ''dalla data di inizio delle attivita', al netto dei tempi necessari per le approvazioni progettuali'' stabilisce il bando.

  2. #2
    Il ponte è una vergogna.
    -Appalti mafiosi
    -Soldi buttati via
    -è inutile
    -COSTRUITO FRA DUE PLACCE TETTONICHE IN ALLONTANAMENTO
    "Il sonno della ragione genera mostri"

  3. #3
    aka "Music~Man" L'avatar di Valiant
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    24.562
    soldi che possono essere spesi moooooooolto meglio.

  4. #4
    The Right Swedish L'avatar di Fabry1999
    Registrato il
    12-03
    Località
    Mc,Berlino est
    Messaggi
    1.972
    Citazione Melchior
    Il ponte è una vergogna.
    -Appalti mafiosi
    -Soldi buttati via
    -è inutile
    -COSTRUITO FRA DUE PLACCE TETTONICHE IN ALLONTANAMENTO
    Dimmi un appalto al sud non mafioso....
    SOCING!

  5. #5
    boh L'avatar di Jack89
    Registrato il
    11-03
    Località
    Bolzano (Alto Adige)
    Messaggi
    13.884
    Ecco il mio parere:
    -Il ponte sullo stretto sarà il simbolo della modernizzazione italiana, e come tale lo rispetto
    -Il ponte eviterà enormi e interminabili code all'imbarco (una decina di volte ho fatto la traversata)
    -Il ponte velocizzerà e diminuerà i costi dello scambio commerciale sicilia-italia
    -Il ponte velocizzerà e ottimizzerà i trasporti sicilia-italia (come italia intendo il resto della penisola, non che io consideri la sicilia un altro stato )

    Il ponte quindi avrà dei vantaggi sopratutto di carattere economico, visto la non brillante situazione italiana, credo che sia un ottima idea. Tuttavia presenta dei difetti:

    -Resisterà all'usura del tempo?
    -Lo stretto di Messina è uno dei posti dove vi sono le correnti più forti, sarà davvero sicuro il ponte?
    -Durante il periodo di costruzione (6 anni e mezzo, ma contando eventuali ritardi secondo me saranno almeno 7, se non 8) come si farà a traversare lo stretto? Non si intralceranno i lavori?
    -Hanno parlato molto di impatto ambientale notevole.
    -Alcune centinaia di persone che lavorano presso traghetti e imbarchi perderanno il lavoro.
    -In futuro il ponte potrebbe costituire un obiettivo sensibile, nei confronti del terrorismo.

    Tuttavia credo che alla fin fine sia un progetto maggiormente positivo.
    Riguardo alle ditte, spero con tutto il cuore che possano vincere ditte straniere, lontane dal rischio di mafia, mi dispiacerebbe che in futuro si venisse a sapere che il ponte è stato costruito per mano mafiosa. Mi affiderei sopratutto ai giapponesi, che in ingegneria sono davvero bravissimi.


  6. #6
    Neo-Atlantideo L'avatar di Marcus85
    Registrato il
    12-02
    Località
    Toronto (ON) - Canada
    Messaggi
    8.360
    Citazione Jack89
    Ecco il mio parere:
    -Il ponte sullo stretto sarà il simbolo della modernizzazione italiana, e come tale lo rispetto
    -Il ponte eviterà enormi e interminabili code all'imbarco (una decina di volte ho fatto la traversata)
    -Il ponte velocizzerà e diminuerà i costi dello scambio commerciale sicilia-italia
    -Il ponte velocizzerà e ottimizzerà i trasporti sicilia-italia (come italia intendo il resto della penisola, non che io consideri la sicilia un altro stato )

    Il ponte quindi avrà dei vantaggi sopratutto di carattere economico, visto la non brillante situazione italiana, credo che sia un ottima idea. Tuttavia presenta dei difetti:

    -Resisterà all'usura del tempo?
    -Lo stretto di Messina è uno dei posti dove vi sono le correnti più forti, sarà davvero sicuro il ponte?
    -Durante il periodo di costruzione (6 anni e mezzo, ma contando eventuali ritardi secondo me saranno almeno 7, se non 8) come si farà a traversare lo stretto? Non si intralceranno i lavori?
    -Hanno parlato molto di impatto ambientale notevole.
    -Alcune centinaia di persone che lavorano presso traghetti e imbarchi perderanno il lavoro.
    -In futuro il ponte potrebbe costituire un obiettivo sensibile, nei confronti del terrorismo.

    Tuttavia credo che alla fin fine sia un progetto maggiormente positivo.
    Riguardo alle ditte, spero con tutto il cuore che possano vincere ditte straniere, lontane dal rischio di mafia, mi dispiacerebbe che in futuro si venisse a sapere che il ponte è stato costruito per mano mafiosa. Mi affiderei sopratutto ai giapponesi, che in ingegneria sono davvero bravissimi.
    quoto. Quanto all'ultima parte però preferirei che gli appalti fossero affidati ad imprese italiane, per impedire quanto meno una fuga di capitali verso l'estero, senza contare come l'Italia nel settore ingegneristiche e delle grandi opere sia all'avanguardia, attestandosi su livelli del tutto analoghi a quelli nipponici, come testimonia l'appalto italiano per la costruzione della più grande diga del mondo sul fiume Giallo, in Cina.
    Repubblica della nuova Atlantide 1,2,3

    GLI DEI TORNERANNO (?)

    Moderazione in rosso e grassetto.Chiarimenti ne Il forum del forum o in privato.

  7. #7
    Paladino del Nord
    Ospite
    Citazione Jack89
    Ecco il mio parere:
    -Il ponte sullo stretto sarà il simbolo della modernizzazione italiana, e come tale lo rispetto
    -Il ponte eviterà enormi e interminabili code all'imbarco (una decina di volte ho fatto la traversata)
    -Il ponte velocizzerà e diminuerà i costi dello scambio commerciale sicilia-italia
    -Il ponte velocizzerà e ottimizzerà i trasporti sicilia-italia (come italia intendo il resto della penisola, non che io consideri la sicilia un altro stato )

    Il ponte quindi avrà dei vantaggi sopratutto di carattere economico, visto la non brillante situazione italiana, credo che sia un ottima idea. Tuttavia presenta dei difetti:

    -Resisterà all'usura del tempo?
    -Lo stretto di Messina è uno dei posti dove vi sono le correnti più forti, sarà davvero sicuro il ponte?
    -Durante il periodo di costruzione (6 anni e mezzo, ma contando eventuali ritardi secondo me saranno almeno 7, se non 8) come si farà a traversare lo stretto? Non si intralceranno i lavori?
    -Hanno parlato molto di impatto ambientale notevole.
    -Alcune centinaia di persone che lavorano presso traghetti e imbarchi perderanno il lavoro.
    -In futuro il ponte potrebbe costituire un obiettivo sensibile, nei confronti del terrorismo.

    Tuttavia credo che alla fin fine sia un progetto maggiormente positivo.
    Riguardo alle ditte, spero con tutto il cuore che possano vincere ditte straniere, lontane dal rischio di mafia, mi dispiacerebbe che in futuro si venisse a sapere che il ponte è stato costruito per mano mafiosa. Mi affiderei sopratutto ai giapponesi, che in ingegneria sono davvero bravissimi.
    Concordo con le ditte straniere, e specialmente giapponesi. Se fatto bene, sarà sicuro e resisterà all'usura. Obbiettivo sensibile? E' vero, ma allora non costruiamo più niente.

  8. #8
    Bannato L'avatar di thelightbringer
    Registrato il
    01-04
    Località
    Stadio Delle Alpi
    Messaggi
    2.830
    crollerà.

  9. #9
    boh L'avatar di Jack89
    Registrato il
    11-03
    Località
    Bolzano (Alto Adige)
    Messaggi
    13.884
    Vabbè, riguardo alle imprese preferirei appoggiarmi a quelle straniere. Ma questa è in fin dei conti una formalità.


  10. #10
    boh L'avatar di Jack89
    Registrato il
    11-03
    Località
    Bolzano (Alto Adige)
    Messaggi
    13.884
    Citazione thelightbringer
    crollerà.
    Che catastrofista. Cerca di argomentare i tuoi post, magari portando qualche ragionamento e qualche prova.


  11. #11
    Citazione Paladino del Nord
    Concordo con le ditte straniere, e specialmente giapponesi. Se fatto bene, sarà sicuro e resisterà all'usura. Obbiettivo sensibile? E' vero, ma allora non costruiamo più niente.
    Resta il fatto che non durerà più di 50 anni.
    Come si fà a costruirlo in una zona ad elevatissimo rischio sismico?
    "Il sonno della ragione genera mostri"

  12. #12
    Moderatore Apple L'avatar di sgtbash
    Registrato il
    10-02
    Località
    Catania
    Messaggi
    8.296
    Citazione Melchior
    Il ponte è una vergogna.
    -Appalti mafiosi
    -Soldi buttati via
    -è inutile
    -COSTRUITO FRA DUE PLACCE TETTONICHE IN ALLONTANAMENTO
    Questo post è una vergogna.
    Appalti mafiosi? A già le solite idee della sicilia.
    Soldi buttati via? Secondo te creare un collegamento iperveloce con la sicilia sono soldi buttati via?
    Inutile? Inutile nel 2004 è il traghetto, cioè guardate New York nella sola manahttan ci sono 5 ponti, ma dai, rasentiamo il ridicolo.
    E poi le placche tettoniche, anche in california ci sono terremoti in continuazione, ma non per questo per il Golden Gate Bridge hanno fatto tutti questi casini.

    An a day keeps microsoft away | Il nostro punto di Vista? Mac OS X 10.5 Leopard

    Moderazione in rosso e grassetto. Chiarimenti ne Il forum del forum o in privato.

  13. #13
    The Right Swedish L'avatar di Fabry1999
    Registrato il
    12-03
    Località
    Mc,Berlino est
    Messaggi
    1.972
    Citazione Melchior
    Resta il fatto che non durerà più di 50 anni.
    Come si fà a costruirlo in una zona ad elevatissimo rischio sismico?
    Se si utilizzano a regola d'arte tutte le norme antisismiche resisterà...tanto vale allora evacuare Reggio Calabria,Messina,il friuli,mezza umbria e le città sotto il vesuvio....va costruito ma con molta attenzione tutto qui,pericoli ci sono ovunque in Italia
    SOCING!

  14. #14
    Utente L'avatar di Guo Jia
    Registrato il
    08-03
    Località
    Parigi, 1794.
    Messaggi
    5.600
    Citazione Melchior
    Resta il fatto che non durerà più di 50 anni.
    Come si fà a costruirlo in una zona ad elevatissimo rischio sismico?
    I ponti sono le strutture antisismiche per eccellenza... i terremoti non sono un problema serio per la struttura (semmai lo è per chi la sta attraversando ).

    Per quanto riguarda le placche tettoniche in allontanamento... considerata la lentezza del fenomeno, il problema non è grave, e non si presenterà per molto tempo.
    "Quanti gioielli dormono sepolti nell'oblio e nelle tenebre, lontano dalle zappe e dalle sonde; quanti fiori effondono il profumo, dolce come un segreto, con rimpianto, nelle solitudini profonde." - Charles Baudelaire

    "Bonaire preferisce concentrarsi sull'ondeggiare delle onde piuttosto che su quello delle mie tette." - The legend of Alundra

    http://www.youtube.com/user/heita3 - ecco un genio.

  15. #15
    Neo-Atlantideo L'avatar di Marcus85
    Registrato il
    12-02
    Località
    Toronto (ON) - Canada
    Messaggi
    8.360
    Citazione Melchior
    Resta il fatto che non durerà più di 50 anni.
    Come si fà a costruirlo in una zona ad elevatissimo rischio sismico?
    A Taiwan è stato costruito il grattacielo più alto del mondo, eppure l'isola è soggetta con cadenza annuale a terremoti devastanti. In Giappone sorgono numerosi grattacieli e ponti all'avanguardia, tutti perfettamente capaci di resistere ai terremoti grazie alle recenti tecnologie antisismiche basate sulla flessibilità dei materiali e sui margini di oscillazione della struttura. Quanto al discorso sulle placche tettoniche, così come ogni ponte, le sezioni saranno raccordate con cerniere metalliche espansibili entro certi limiti (lo stesso problema è stato risolto brillantemente nel caso del ponte greco tra Rio/Patras e Lepanto, tra il Peloponneso e l'attica), ragione per cui la tettonica non costituisce una pregiudicante verso la stabilità del ponte, che contribuirebbe a rafforzare l'immagine di un'Italia moderna e proiettata verso il fututo, esaltando l'ingegneria e la tecnologia italiana, oltre ad alimentare il turismo.
    Repubblica della nuova Atlantide 1,2,3

    GLI DEI TORNERANNO (?)

    Moderazione in rosso e grassetto.Chiarimenti ne Il forum del forum o in privato.

Pag 1 di 8 1234 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •