• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 6 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 79

Discussione: L'incubo della pedofilia(desiree)

Cambio titolo
  1. #1
    C1 si vede,Juve L'avatar di adrianoimperatore
    Registrato il
    09-04
    Località
    Napoli
    Messaggi
    6.231

    L'incubo della pedofilia(desiree)

    Nuovo orrore nella villetta di Leno. Dopo la morte due anni fa di Desirée, in casa Piovanelli c’è ancora paura di un nuovo incubo. Per il delitto della povera 14enne tre minorenni e un adulto sono stati condannati, ma in famiglia regna ancora il terrore. Da tempo, infatti, un pedofilo telefona in casa Piovanelli e ripetendo frasi oscene chiede di poter parlare con le sorelline di Desy. La famiglia non ne può più: "Andiamo via dal paese".



    L’incubo del maniaco si ripete da tanto tempo. Le prime telefonate, fatte da una voce roca, maschile, sconosciuta, arrivarono dopo il delitto di Desirée, come racconta il Corriere della Sera. L’uomo dall’altra parte della cornetta chiedeva di poter parlare con Desy. Un folle, una mente malata che aveva sentito della vicenda della 14enne di Leno alla tv. Poi, però, le telefonate si sono fatte più frequenti e le frasi oscene pure. Il presunto pedofilo ha cominciato a chiedere insistentemente di poter parlare con le sorelline di Desy, in particolare con la piccola Michela, 10 anni. La famiglia Piovanelli è ripiombata nel terrore.

    Le bambine sono spaventate e mamma e papà sono tormentati dagli squilli del telefono. Vivere in paese è diventato sempre più pesante. “Teniamo i nostri figli lontani dalla cornetta. Non li lasciamo mai soli, li accompagniamo a scuola e andiamo a riprenderli. Siamo esausti, siamo costretti ad andarcene da qui. Abbiamo segnalato il fatto alla polizia, ma non sappiamo proprio chi possa essere, speriamo solo che quest’uomo si stanchi presto” dice papà Maurizio. In più a Leno, a pochi passi dalla casa di Desy, abitano le famiglie degli assassini della 14enne. “Ci incontriamo spesso, i nostri sguardi si sfiorano. Eppure mai, in due anni, è arrivata una parola di conforto. E’ insopportabile – dice la madre di Desy, Maria Grazia – Il dolore che provo è solo mio. Ma mi chiedo che cosa sarebbe costata a loro una frase di scuse, un’espressione di cordoglio? Spero solo che presto saremo lontani da tanta indifferenza”.ma dico io ma si può essere cosi spregevoli(x non usare altri termini?)Dopo la grande vogliono pure la piccola?ma in ke mondo siamo finiti?invito tutti a postare su quest argomento e sulla pedofilia in generale



    Vendesi pippone brasiliano: per informazioni,contattare il patron Moratti.




  2. #2
    Molotov
    Ospite
    Da abbattere con una dose massiccia di Alprazolam.
    O di Vioxx.

  3. #3
    *yRaM*
    Ospite
    Non ci sono parole...

    è davvero terribile e purtroppo molte famiglie vivono questo terrore

  4. #4
    Il Tecnico L'avatar di danhck88
    Registrato il
    04-04
    Località
    Busto Arsizio
    Messaggi
    12.790
    non capisco che gusto ci provi certa gente... mah

  5. #5
    di tutto un pò L'avatar di darkmanor'skaz
    Registrato il
    07-04
    Località
    nel culo di tuo padre
    Messaggi
    3.333
    Citazione adrianoimperatore
    Nuovo orrore nella villetta di Leno. Dopo la morte due anni fa di Desirée, in casa Piovanelli c’è ancora paura di un nuovo incubo. Per il delitto della povera 14enne tre minorenni e un adulto sono stati condannati, ma in famiglia regna ancora il terrore. Da tempo, infatti, un pedofilo telefona in casa Piovanelli e ripetendo frasi oscene chiede di poter parlare con le sorelline di Desy. La famiglia non ne può più: "Andiamo via dal paese".



    L’incubo del maniaco si ripete da tanto tempo. Le prime telefonate, fatte da una voce roca, maschile, sconosciuta, arrivarono dopo il delitto di Desirée, come racconta il Corriere della Sera. L’uomo dall’altra parte della cornetta chiedeva di poter parlare con Desy. Un folle, una mente malata che aveva sentito della vicenda della 14enne di Leno alla tv. Poi, però, le telefonate si sono fatte più frequenti e le frasi oscene pure. Il presunto pedofilo ha cominciato a chiedere insistentemente di poter parlare con le sorelline di Desy, in particolare con la piccola Michela, 10 anni. La famiglia Piovanelli è ripiombata nel terrore.

    Le bambine sono spaventate e mamma e papà sono tormentati dagli squilli del telefono. Vivere in paese è diventato sempre più pesante. “Teniamo i nostri figli lontani dalla cornetta. Non li lasciamo mai soli, li accompagniamo a scuola e andiamo a riprenderli. Siamo esausti, siamo costretti ad andarcene da qui. Abbiamo segnalato il fatto alla polizia, ma non sappiamo proprio chi possa essere, speriamo solo che quest’uomo si stanchi presto” dice papà Maurizio. In più a Leno, a pochi passi dalla casa di Desy, abitano le famiglie degli assassini della 14enne. “Ci incontriamo spesso, i nostri sguardi si sfiorano. Eppure mai, in due anni, è arrivata una parola di conforto. E’ insopportabile – dice la madre di Desy, Maria Grazia – Il dolore che provo è solo mio. Ma mi chiedo che cosa sarebbe costata a loro una frase di scuse, un’espressione di cordoglio? Spero solo che presto saremo lontani da tanta indifferenza”.ma dico io ma si può essere cosi spregevoli(x non usare altri termini?)Dopo la grande vogliono pure la piccola?ma in ke mondo siamo finiti?invito tutti a postare su quest argomento e sulla pedofilia in generale
    Ma io penso perchè diavolo bisogna rompere le palle alla gente..........è una storia incredibile e indicibile...........questo lo acchiapperei e lo castrerei......
    Nel momento in cui ti puntano una pistola sulla fronte hai poche scelte; inginocchiarti e chiedere pietà sperando che l'assassino si impietosisca, cercare di reagire e farti sicuramente ammazzare, oppure accettare il tuo destino e quindi la morte, a questo punto ti resta solo una cosa da fare, cioè riflettere sulla tua intera vita, ma devi fare in fretta, il tempo scorre inesorabile...

  6. #6
    di tutto un pò L'avatar di darkmanor'skaz
    Registrato il
    07-04
    Località
    nel culo di tuo padre
    Messaggi
    3.333
    Citazione [[*Molotov*]]
    Da abbattere con una dose massiccia di Alprazolam.
    O di Vioxx.
    Ma che fa sta robba........sballa?
    Nel momento in cui ti puntano una pistola sulla fronte hai poche scelte; inginocchiarti e chiedere pietà sperando che l'assassino si impietosisca, cercare di reagire e farti sicuramente ammazzare, oppure accettare il tuo destino e quindi la morte, a questo punto ti resta solo una cosa da fare, cioè riflettere sulla tua intera vita, ma devi fare in fretta, il tempo scorre inesorabile...

  7. #7
    Molotov
    Ospite
    Citazione darkmanor'skaz
    Ma che fa sta robba........sballa?
    Uccide, in certe dosi. Non sono droghe ma psicofarmaci pesanti.

  8. #8
    Citazione adrianoimperatore
    Nuovo orrore nella villetta di Leno. Dopo la morte due anni fa di Desirée, in casa Piovanelli c’è ancora paura di un nuovo incubo. Per il delitto della povera 14enne tre minorenni e un adulto sono stati condannati, ma in famiglia regna ancora il terrore. Da tempo, infatti, un pedofilo telefona in casa Piovanelli e ripetendo frasi oscene chiede di poter parlare con le sorelline di Desy. La famiglia non ne può più: "Andiamo via dal paese".



    L’incubo del maniaco si ripete da tanto tempo. Le prime telefonate, fatte da una voce roca, maschile, sconosciuta, arrivarono dopo il delitto di Desirée, come racconta il Corriere della Sera. L’uomo dall’altra parte della cornetta chiedeva di poter parlare con Desy. Un folle, una mente malata che aveva sentito della vicenda della 14enne di Leno alla tv. Poi, però, le telefonate si sono fatte più frequenti e le frasi oscene pure. Il presunto pedofilo ha cominciato a chiedere insistentemente di poter parlare con le sorelline di Desy, in particolare con la piccola Michela, 10 anni. La famiglia Piovanelli è ripiombata nel terrore.

    Le bambine sono spaventate e mamma e papà sono tormentati dagli squilli del telefono. Vivere in paese è diventato sempre più pesante. “Teniamo i nostri figli lontani dalla cornetta. Non li lasciamo mai soli, li accompagniamo a scuola e andiamo a riprenderli. Siamo esausti, siamo costretti ad andarcene da qui. Abbiamo segnalato il fatto alla polizia, ma non sappiamo proprio chi possa essere, speriamo solo che quest’uomo si stanchi presto” dice papà Maurizio. In più a Leno, a pochi passi dalla casa di Desy, abitano le famiglie degli assassini della 14enne. “Ci incontriamo spesso, i nostri sguardi si sfiorano. Eppure mai, in due anni, è arrivata una parola di conforto. E’ insopportabile – dice la madre di Desy, Maria Grazia – Il dolore che provo è solo mio. Ma mi chiedo che cosa sarebbe costata a loro una frase di scuse, un’espressione di cordoglio? Spero solo che presto saremo lontani da tanta indifferenza”.ma dico io ma si può essere cosi spregevoli(x non usare altri termini?)Dopo la grande vogliono pure la piccola?ma in ke mondo siamo finiti?invito tutti a postare su quest argomento e sulla pedofilia in generale
    Uno shcifo assurdo. Mi hciedo che aspettino a far rintracciare la chiamata e sbatterlo in galera. Quanto alla pedofilia, è indubbiamente uno dei reati più spregevoli e abominevoli che esistono, almeno l'organizzatore dell'omicidio ha avuto quel che si meritava...i 3 ragazzi invece se la sono cavata troppo bene, erano da ergastolo tutti.
    La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci
    Isaac Asimov

  9. #9
    Favolosho L'avatar di bàn
    Registrato il
    07-04
    Messaggi
    701
    voglio prendere il responsabile di questa nuova minaccia e..............



    ...



    incredibile, non trovo termini x definire cosa vorrei fargli
    <-- Farai questa fine.

  10. #10
    Utente pigro L'avatar di Italiano medio
    Registrato il
    07-04
    Messaggi
    6.011
    Citazione darkmanor'skaz
    Ma io penso perchè diavolo bisogna rompere le palle alla gente..........è una storia incredibile e indicibile...........questo lo acchiapperei e lo castrerei......

    Io chiamerei Motumbo e lo farei violentare...



    Skerzi a parte mi dispiace molto per la famiglia...ma la polizia non potrebbe mettere sotto controllo il telefono e rintracciare da dove proviene la chiamata??


  11. #11
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Ho letto proprio oggi sul giornale una brutta storia: un bambino di 8 anni che da 3 anni subiva violenze sessuali dal padre, da amici, da parenti(anche zii minorenni) e da sconosciuti....tutto per pochi euro...e il padre aveva anche un lavoro!

  12. #12
    Illusion to bullshit. L'avatar di Xenoray
    Registrato il
    08-04
    Località
    Abusivo a casa mia
    Messaggi
    15.384
    Citazione IL CONTE
    Ho letto proprio oggi sul giornale una brutta storia: un bambino di 8 anni che da 3 anni subiva violenze sessuali dal padre, da amici, da parenti(anche zii minorenni) e da sconosciuti....tutto per pochi euro...e il padre aveva anche un lavoro!
    ..................


    in italia dovrebbe esserci la pena di morte x ste cose..
    nn sto skerzando..
    In gioco: Fire Emblem: Awakening - Beyond: due anime
    Finiti recentemente:
    Transistor (9)

    Droppati per incompatibilità: Valkyria Chronicles

  13. #13
    Il Tecnico L'avatar di danhck88
    Registrato il
    04-04
    Località
    Busto Arsizio
    Messaggi
    12.790
    Citazione IL CONTE
    Ho letto proprio oggi sul giornale una brutta storia: un bambino di 8 anni che da 3 anni subiva violenze sessuali dal padre, da amici, da parenti(anche zii minorenni) e da sconosciuti....tutto per pochi euro...e il padre aveva anche un lavoro!
    non ho parole.. come si può divertire così la gente?

  14. #14
    di tutto un pò L'avatar di darkmanor'skaz
    Registrato il
    07-04
    Località
    nel culo di tuo padre
    Messaggi
    3.333
    Citazione IL CONTE
    Ho letto proprio oggi sul giornale una brutta storia: un bambino di 8 anni che da 3 anni subiva violenze sessuali dal padre, da amici, da parenti(anche zii minorenni) e da sconosciuti....tutto per pochi euro...e il padre aveva anche un lavoro!
    Aleegriaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa........... .ma cose più simpatiche no...............
    Nel momento in cui ti puntano una pistola sulla fronte hai poche scelte; inginocchiarti e chiedere pietà sperando che l'assassino si impietosisca, cercare di reagire e farti sicuramente ammazzare, oppure accettare il tuo destino e quindi la morte, a questo punto ti resta solo una cosa da fare, cioè riflettere sulla tua intera vita, ma devi fare in fretta, il tempo scorre inesorabile...

  15. #15
    di tutto un pò L'avatar di darkmanor'skaz
    Registrato il
    07-04
    Località
    nel culo di tuo padre
    Messaggi
    3.333
    Citazione IL CONTE
    Ho letto proprio oggi sul giornale una brutta storia: un bambino di 8 anni che da 3 anni subiva violenze sessuali dal padre, da amici, da parenti(anche zii minorenni) e da sconosciuti....tutto per pochi euro...e il padre aveva anche un lavoro!
    l'ansa ne parla?
    Nel momento in cui ti puntano una pistola sulla fronte hai poche scelte; inginocchiarti e chiedere pietà sperando che l'assassino si impietosisca, cercare di reagire e farti sicuramente ammazzare, oppure accettare il tuo destino e quindi la morte, a questo punto ti resta solo una cosa da fare, cioè riflettere sulla tua intera vita, ma devi fare in fretta, il tempo scorre inesorabile...

Pag 1 di 6 1234 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •