Hey raga,
Qualcuno si ricorda di questo bellissimo RPG della White Wolf.
Il giocatore impersonava uno spirito intrappolato nell'Underworld, nall'eterno crepuscolo tra il delirio delle anime in pena e la realtÓ dei vivi.
L'ho giocato poche volte perchŔ Ŕ un tantino meno immediato dei vari D&D e Call of Cthulhu (ma anche rispetto a Vampiri e Werewolf), ma insieme a Changeling Ŕ uno di quei RPG che ricordo con estremo piacere.
La ciliegina sulla torta era il fatto che ogni giocatore impersonava praticamente due PG: il proprio spirito giocante e l'ombra del PG di un altro giocatore (il lato oscuro, malefico e tentatore dedito all'autodistruzione caratteristico di ogni spettro).
Mi sembra di aver letto che Ŕ fuori stampa...
Capolavoro incompreso?