• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 8 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 112

Discussione: Riflessione

Cambio titolo
  1. #1
    Utente
    Registrato il
    09-04
    Messaggi
    1.105

    Riflessione

    Spesso ci lamentiamo di non essere abbastanza liberi, ma avete notato che qualsiasi "arte" pesantemente codificata Ŕ quella in cui l'uomo ha raggiunto uno stato di coscienza superiore? Forse che non siamo adatti a evolverci liberamente, ma abbiamo bisogno di regole rigidissime e di cui siamo convinti della giustezza, per trapassare il pensiero ordinario?

  2. #2
    Bannato L'avatar di Falco Bianco
    Registrato il
    11-02
    LocalitÓ
    Palermo
    Messaggi
    17.264
    Citazione Noble Vampire
    Spesso ci lamentiamo di non essere abbastanza liberi, ma avete notato che qualsiasi "arte" pesantemente codificata Ŕ quella in cui l'uomo ha raggiunto uno stato di coscienza superiore?
    perkÚ l'uomo si immerge e allo stesso tempo riscopre l'instintualitÓ della volontÓ di vita (basta, devo aprire un thread su cosa intendo per volontÓ di vita perkÚ ogni volta ho la sensazione di esser preso per pazzo)

  3. #3
    Utente
    Registrato il
    09-04
    Messaggi
    1.105
    Citazione Falco Bianco
    perkÚ l'uomo si immerge e allo stesso tempo riscopre l'instintualitÓ della volontÓ di vita (basta, devo aprire un thread su cosa intendo per volontÓ di vita perkÚ ogni volta ho la sensazione di esser preso per pazzo)
    Spiegati meglio, cosa vuol dire, appunto, volontÓ di vita?

  4. #4
    Utente
    Registrato il
    09-04
    Messaggi
    1.105
    Un esempio di arte pesantemente codificata Ŕ la scrittura cinese o giapponese, le arti marziali o la musica. Tutte pratiche mirate a una sola cosa: il raggiungimento di una coscienza superiore [ o illuminazione ] raggiungendo la perfezione in un qualsiasi campo. La perfezione Ŕ codificata da millenni a seconda dell'arte ed Ŕ umanamente adattata, il fatto Ŕ che quando si Ŕ in grado di esistere nella perfezione, e rendersene conto, si esce fuori dal mondo e si ha accesso ad altre dimensioni.
    Sono principi Zen, complicatissimi e articolati ma credo che capiate... un'altro esempio di perfezione [ questo soprattutto nel marziale ] Ŕ il raggiungimento dello stato "intenzione = azione". Ovvero quando l'intenzione e l'azione sono la stessa cosa e avvengono nello stesso momento. Se fossi intenzionato a volare o a trapassare una quercia con un pugno, sarebbe giÓ accaduto nel tempo che ci metto a formulare quest'idea.

  5. #5
    Bannato L'avatar di Falco Bianco
    Registrato il
    11-02
    LocalitÓ
    Palermo
    Messaggi
    17.264
    Citazione Noble Vampire
    Spiegati meglio, cosa vuol dire, appunto, volontÓ di vita?
    secondo Schopenauer, con vari collegamenti possibili con il resto dell'idealismo tedesco, la volontÓ di vita Ŕ una "spinta" primigena, ke induce gli elementi naturali, come l'uomo, ad agire. ogni uomo interpreta la volontÓ di vita in maniera differente da gli altri, ad esempio nn si spiega come mai mozart riuscisse a suonare il piano all'etÓ di 4 anni... semplicemente il caso ha voluto ke egli trovasse subito le condizioni ideali per quella ke era la sua naturale inclinazione all'espressione della volontÓ di vita. la volontÓ di vita nn Ú nÚ buona nÚ cattiva. l'uomo ha infati la facoltÓ di scegliere, e qui entra in campo fichte, ke ci spiega proprio ke l'uomo ha la capacitÓ di scegliere tra l'agire e il non agire, e nella scelta stessa dell'agire, di agire tra bene e male. infatti il bene Ú l'unica scelta libera (al contrario di come dica ogni tanto qualke esaltato per cui la libertÓ Ú il male) in quanto nn condizionata da rapporti di "convenienza" o cmq un tornaconto. il superuomo nietzschiano, al contrario di quanto si Ú creduto e si continua ancora a credere, nn Ú altro ke questo: l'uomo ke esprime i propri istinti liberamente. Ú facile allora pensare ke se ogni uomo Ú libero di esprimere i propri istinti si cadrebbe nel caos. ma proprio perkŔ l'unico, ma fondamentale, scopo della ragione Ú far capire all'uomo "dove" deve direzionare i propri istinti, il vero superuomo si migliora, cercando la massima espressione della propria individuale volontÓ di vita, ke essendo diversa da tutte le altre nn si scontra, ma si aggiunge come un tassello a tutte le altre.

  6. #6
    Standing by L'avatar di TEC_MrHide
    Registrato il
    04-03
    LocalitÓ
    Provincia di Milano
    Messaggi
    10.068
    Citazione Noble Vampire
    ... Se fossi intenzionato a volare o a trapassare una quercia con un pugno, sarebbe giÓ accaduto nel tempo che ci metto a formulare quest'idea.
    Non ci conterei molto.

    Il principio "intenzione=azione" Ŕ il frutto della pratica, dell'istinto e dell'assorbimento di automatismi: una persona che di arti marziali non sa niente se si vede sferrare un pugno l'unica cosa che pu˛ fare Ŕ spalancare gli occhi e subire l'impatto, mentre un maestro appena coglie il movimento dell'avversario si accinge a parare.

    Per quanto riguarda la "Coscienza superiore", immagino si intenda uno stato di benessere provocato dal distaccamento dalle cose materiali e dalle altre persone.
    "It is by will alone I set my mind in motion. It is by the juice of sapho that thoughts acquire speed, the lips acquire stains, the stains become a warning. It is by will alone I set my mind in motion." - mentat Piter De Vries.

  7. #7
    Bannato L'avatar di Falco Bianco
    Registrato il
    11-02
    LocalitÓ
    Palermo
    Messaggi
    17.264
    Citazione TEC_MrHide
    Il principio "intenzione=azione" Ŕ il frutto della pratica, dell'istinto e dell'assorbimento di automatismi
    attento nn sono automatismi... se fai arti marziali e ragioni per automatismi appena uno ti sta cadendo involontariamente addosso regisci per cosý dire "automaticamente" e lo scagli di lato facendogli anke male...

  8. #8
    Utente
    Registrato il
    09-04
    Messaggi
    1.105
    Citazione TEC_MrHide
    Non ci conterei molto.

    Il principio "intenzione=azione" Ŕ il frutto della pratica, dell'istinto e dell'assorbimento di automatismi: una persona che di arti marziali non sa niente se si vede sferrare un pugno l'unica cosa che pu˛ fare Ŕ spalancare gli occhi e subire l'impatto, mentre un maestro appena coglie il movimento dell'avversario si accinge a parare.

    Per quanto riguarda la "Coscienza superiore", immagino si intenda uno stato di benessere provocato dal distaccamento dalle cose materiali e dalle altre persone.
    Il mio era un esempio, so benissimo che non sarei in grado di farlo -.-
    Per˛ non pensare che io stia parlando per sentito dire...
    Rigurado il maestro... potrebbe benissimo decidere di non parare.
    La coscienza superiore non Ŕ necessariamente benessere, Ŕ semplicemente un pensiero pi¨ evoluto, pi¨ veloce, astratto, al di fuori di ogni canone che appartiene alla fisica e alla materia. Potrebbe, in caso di incidente, trasformarsi in una tristezza talmente infinita da uccidere, o spingere al suicidio. O direttamente alla morte.
    O semplicemente a renderti Dio.
    Benessere Ŕ una parola troppo materiale.

  9. #9
    Utente
    Registrato il
    09-04
    Messaggi
    1.105
    Citazione Falco Bianco
    attento nn sono automatismi... se fai arti marziali e ragioni per automatismi appena uno ti sta cadendo involontariamente addosso regisci per cosý dire "automaticamente" e lo scagli di lato facendogli anke male...
    Quando si Ŕ inesperti capita.
    Comunque pi¨ che automatismi sono riflessi. L'automatismo Ŕ nel criterio fisico del moviemento, se io per muovere un braccio di lato faccio nascere il movimento dal bacino avr˛ sicuramente una potenza maggiore con tensione minore

  10. #10
    Bannato L'avatar di Falco Bianco
    Registrato il
    11-02
    LocalitÓ
    Palermo
    Messaggi
    17.264
    le arti marziali si sposano perfettamente con l'idea di volontÓ di vita. infatti la ragione riesce a trasformare quella ke Ú la nostra "aggressivitÓ" (da nn vedere come parola negativa ma come parola semplicemente neutra) instintuale in quella ke in fondo Ú una meravigliosa danza, il combattimento.

  11. #11
    Utente
    Registrato il
    09-04
    Messaggi
    1.105
    Citazione Falco Bianco
    secondo Schopenauer, con vari collegamenti possibili con il resto dell'idealismo tedesco, la volontÓ di vita Ŕ una "spinta" primigena, ke induce gli elementi naturali, come l'uomo, ad agire. ogni uomo interpreta la volontÓ di vita in maniera differente da gli altri, ad esempio nn si spiega come mai mozart riuscisse a suonare il piano all'etÓ di 4 anni... semplicemente il caso ha voluto ke egli trovasse subito le condizioni ideali per quella ke era la sua naturale inclinazione all'espressione della volontÓ di vita. la volontÓ di vita nn Ú nÚ buona nÚ cattiva. l'uomo ha infati la facoltÓ di scegliere, e qui entra in campo fichte, ke ci spiega proprio ke l'uomo ha la capacitÓ di scegliere tra l'agire e il non agire, e nella scelta stessa dell'agire, di agire tra bene e male. infatti il bene Ú l'unica scelta libera (al contrario di come dica ogni tanto qualke esaltato per cui la libertÓ Ú il male) in quanto nn condizionata da rapporti di "convenienza" o cmq un tornaconto. il superuomo nietzschiano, al contrario di quanto si Ú creduto e si continua ancora a credere, nn Ú altro ke questo: l'uomo ke esprime i propri istinti liberamente. Ú facile allora pensare ke se ogni uomo Ú libero di esprimere i propri istinti si cadrebbe nel caos. ma proprio perkŔ l'unico, ma fondamentale, scopo della ragione Ú far capire all'uomo "dove" deve direzionare i propri istinti, il vero superuomo si migliora, cercando la massima espressione della propria individuale volontÓ di vita, ke essendo diversa da tutte le altre nn si scontra, ma si aggiunge come un tassello a tutte le altre.
    Ma questo discorso Ŕ inapplicabile al reale, Ŕ di certo coerente con se stesso, filosoficamente giusto, ma una vita Ŕ troppo corta perchŔ tutti trovino la propria via... Ci sono persone che sposate e con 2 figli si rendono conto di essere gay, per farti un esempio.

  12. #12
    Bannato L'avatar di Falco Bianco
    Registrato il
    11-02
    LocalitÓ
    Palermo
    Messaggi
    17.264
    Citazione Noble Vampire
    Quando si Ŕ inesperti capita.
    Comunque pi¨ che automatismi sono riflessi. L'automatismo Ŕ nel criterio fisico del moviemento, se io per muovere un braccio di lato faccio nascere il movimento dal bacino avr˛ sicuramente una potenza maggiore con tensione minore
    niente da dire sulla mia spiegazione di volontÓ di vita? dubbi?.. naturalmente ce ne sarebbe da parlare per tantissime pagine (infatti sto meditando da tempo di scrivere un saggio sull'idealismo tedesco, perkŔ Ú molto interessante e soprattutto i filosofi si collegano fra loro in maniera eccezionale)

  13. #13
    Bannato L'avatar di Falco Bianco
    Registrato il
    11-02
    LocalitÓ
    Palermo
    Messaggi
    17.264
    Citazione Noble Vampire
    Ma questo discorso Ŕ inapplicabile al reale, Ŕ di certo coerente con se stesso, filosoficamente giusto, ma una vita Ŕ troppo corta perchŔ tutti trovino la propria via... Ci sono persone che sposate e con 2 figli si rendono conto di essere gay, per farti un esempio.
    secondo me nn Ú affatto cosý, anzi. Ú l'unico mondo perfetto ke pu˛ essere creato. se ci pensi, cos'Ú ke dÓ realmente felicitÓ agli uomini? (quando questi nn sono offuscati da falsi valori) la possibilitÓ di esprimersi... se quindi si riesce a creare un mondo dove ognuno pu˛ esprimere la propria volontÓ di vita in modo da cooperare con tutte le altre e creare del bene per tutti... infatti, benchÚ la via sia una cosa individuale, ha bisogno di incontrarsi con le altre, per poter prendere maggiormente coscienza di sÚ...

  14. #14
    Bannato L'avatar di Falco Bianco
    Registrato il
    11-02
    LocalitÓ
    Palermo
    Messaggi
    17.264
    Citazione Noble Vampire
    ma una vita Ŕ troppo corta perchŔ tutti trovino la propria via...
    nn Ŕ vero, c'Ŕ ki la trova a 4 anni, come Mozart ke ho citato prima e ki la trova da vecchio... la cultura (intesa come conoscenza di tutte le possibili espressioni di sÚ) deve servire a questo... un mondo organizzato in modo da proporre a chiunque un ventaglio di possibilitÓ attraverso le quali si ci pu˛ esprimere prestabilisce la presenza di un bene globale, la mancanza di infelicitÓ.. perkÚ ci sarebbe mancanza di repressione

  15. #15
    Standing by L'avatar di TEC_MrHide
    Registrato il
    04-03
    LocalitÓ
    Provincia di Milano
    Messaggi
    10.068
    Citazione Noble Vampire
    Il mio era un esempio, so benissimo che non sarei in grado di farlo -.-
    Per˛ non pensare che io stia parlando per sentito dire...
    Rigurado il maestro... potrebbe benissimo decidere di non parare.
    La coscienza superiore non Ŕ necessariamente benessere, Ŕ semplicemente un pensiero pi¨ evoluto, pi¨ veloce, astratto, al di fuori di ogni canone che appartiene alla fisica e alla materia. Potrebbe, in caso di incidente, trasformarsi in una tristezza talmente infinita da uccidere, o spingere al suicidio. O direttamente alla morte.
    O semplicemente a renderti Dio.
    Benessere Ŕ una parola troppo materiale.
    - e io ti ho messo lo smile; ^_^
    - non preoccuparti;
    - dovevo mettere il condiozionale, ci ho pensato solo ora...
    - per benessere intendevo la sensazione che la consapevolezza di ci˛ comporta.
    Pensieri "al di fuori di ogni canone che appartiene alla fisica e alla materia"? Cosa intendi dire?
    "It is by will alone I set my mind in motion. It is by the juice of sapho that thoughts acquire speed, the lips acquire stains, the stains become a warning. It is by will alone I set my mind in motion." - mentat Piter De Vries.

Pag 1 di 8 1234 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •