• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Silent Hill 4: The room

Cambio titolo
  1. #1
    Rullacartoni L'avatar di M.Uollas
    Registrato il
    10-02
    Località
    scappato di casa
    Messaggi
    1.521

    Ok! Silent Hill 4: The room

    Silent hill, la saga horror videoludica più agghiacciante mai concepita da mente umana giunge al 4° capitolo, rinnovato e trasformato nella forma, ma forse non nella sostanza.

    Abbandonati i toni più avventurosi dei primi 3 capitoli, silent hill 4 fa un lungo passo verso una modalità arcade presentandosi quasi come un picchiaduro a scorrimento dalle marcatissime connotazioni action
    con dei livelli da completare sfracellando nemici , prendendo ispirazione da vecchi titoli come Splatter House (arrivate al livello della clinica e capirete) e da maestri del genere grottesco come Terry Gilliam.

    L'avventura inizia nell'appartamento 302 di South Ashfield Heights, nella cittadina di Ashfield a due passi da Silent Hill, nel quale il giovane Henry Townshend una bella notte inizia a fare degli incubi terribili, e al suo risveglio si ritrova letteralmente barricato in casa;con la porta d'ingresso serrata dall'interno da metri di catene e lucchetti, finestre bloccate, inutile qualsiasi tentativo di farsi sentire o vedere dall'esterno.
    Da questo appartamento la cui esplorazione si svolgerà claustrofobicamente in soggettiva, inizieremo un folle viaggio attraverso strani mondi paralleli tramite dei portali che si apriranno misteriosamente, prima sulle pareti del bagno e in seguito in altri punti della stanza.

    Brevi livelli nei quali faremo la conoscenza con un assortimento di mostruosità tipiche della serie, dagli ormai falmiliari cani scorticati a nuovi "amici" come gli spettri talmente simpatici da non poter essere mai fermati, ma solo tramortiti.
    L' arsenale di armi col quale splattare senza pietà gli abomini di silent hill 4 va dai classici oggetti come pistole, asce, picconi e spranghe di ferro, a novità come un bel set di mazze da golf (?), taglierini, pale, bottiglie e un bastone infuocato, che sostituisce la storica torcia elettrica, mandata in questo episodio in pensione (sob!).

    Durante le nostre peripezie interdimensionali faremo anche la conoscenza con la bella ed inquietante Eileen Galvin della porta accanto, che potremo all'inizio soltanto spiare da un buco nella parete, e con altri misteriosi personaggi che non mancheranno di regalarci momenti angoscianti.
    Da questi livelli faremo presto ritorno nell'appartamento, dove potremo ricaricare l'energia (almeno nelle prime fasi), organizzare l'inventario (divenuto limitato, proprio come in resident evil) e utilizzare l'unico salvataggio presente nel gioco; Il passaggio attraverso i tunnel è infatti oltre che una tappa obbligata per lo sviluppo dell'avventura, anche un vero e proprio checkpoint che potremo sfruttare in ogni momento del gioco.

    Le sezioni in prima persona sono ben realizzate tranne che per qualche lieve problema di collisione con i mobili che nn ci permetterà di avvicinarci tropo ad essi, molto bella anche la grafica del motore interamente riscritto per questo episodio, anche se non raggiunge i fasti del terzo capitolo e molto belle le musice del geniale Akira Yamaoka,tra le quali spiccano lo spettacolare intro di chitarra dissonante, e "room of angel", lo struggente tema principale.

    mentre non si può dire lo stesso per le animazioni (henry si muove come un bamboccione) e per gli effetti sonori, che si limitano a urla più o meno umane e versacci di ogni tipo, spesso banali.
    Tra le altre novità introdotte da konami oltre alle fasi in soggettiva anche il sistema di controllo, inanzitutto la gestione dell'inventario che avverrà tramite la pressione del tastierino direzionale senza mai fermare il gioco, e il sistema di combattimento nel quale è stato introdotto una barra di caricamento del colpo, cambiamenti efficaci ma forse solo un pò pretestuosi, che lasciano il gioco ad un gameplay classico che piace, ma che può anche sapere di vecchio...

    anche se non si può negare la qualità del titolo konami che resta sempre altissima, questo silent hill 4 potrebbe leggermente
    deludere i veri fan della saga, quello che si è perso per strada è quella atmosfera da incubo quasi incantata che ne ha decretato il successo fin dal primo episodio, a discapito di un atmosfera più ricca di particolari e di scenari tipicamente horror; giocare a SH4 è come fare un giro nel più sfarzoso dei lunapark, ma dopo un pò ti sembra di avere già visto tutto.
    La tentazione di comprare il gioco e infilarlo nella ps2 sarà comunque fortissima, così come la voglia di andare avanti e finirlo una volta iniziato.

    Conclusione:
    Un gioco ben fatto sotto tutti i punti di vista, divertente (e terrorizzante) che può leggermente deludere chi ha amato le atmosfere più oniriche dei primi 3 episodi mentre non mancherà di divertire ed incuriosire l'appassionato di avventure horror con molta azione e molto-molto sangue.



    Voto Globale : 8/10
    episodi precedenti (voti personali)
    silent hill: 8,5/10
    silent hill2: 9/10
    silent hill3: 7,5/10

    Vai al sito ufficiale
    Ultima modifica di M.Uollas; 9-11-2004 alle 20:32:45



  2. #2
    DarkKosay
    Ospite
    molto bello .....bella anche la recensione ....ben fatta.

  3. #3
    samtam90
    Ospite
    Citazione M.Uollas
    Silent hill, la saga horror videoludica più agghiacciante mai concepita da mente umana giunge al 4° capitolo, rinnovato e trasformato nella forma, ma forse non nella sostanza.

    Abbandonati i toni più avventurosi dei primi 3 capitoli, silent hill 4 fa un lungo passo verso una modalità arcade presentandosi quasi come un picchiaduro a scorrimento dalle marcatissime connotazioni action
    con dei livelli da completare sfracellando nemici , prendendo ispirazione da vecchi titoli come Splatter House (arrivate al livello della clinica e capirete) e da maestri del genere grottesco come Terry Gilliam.

    L'avventura inizia nell'appartamento 302 di South Ashfield Heights, nella cittadina di Ashfield a due passi da Silent Hill, nel quale il giovane Henry Townshend una bella notte inizia a fare degli incubi terribili, e al suo risveglio si ritrova letteralmente barricato in casa;con la porta d'ingresso serrata dall'interno da metri di catene e lucchetti, finestre bloccate, inutile qualsiasi tentativo di farsi sentire o vedere dall'esterno.
    Da questo appartamento la cui esplorazione si svolgerà claustrofobicamente in soggettiva, inizieremo un folle viaggio attraverso strani mondi paralleli tramite dei portali che si apriranno misteriosamente, prima sulle pareti del bagno e in seguito in altri punti della stanza.

    Brevi livelli nei quali faremo la conoscenza con un assortimento di mostruosità tipiche della serie, dagli ormai falmiliari cani scorticati a nuovi "amici" come gli spettri talmente simpatici da non poter essere mai fermati, ma solo tramortiti.
    L' arsenale di armi col quale splattare senza pietà gli abomini di silent hill 4 va dai classici oggetti come pistole, asce, picconi e spranghe di ferro, a novità come un bel set di mazze da golf (?), taglierini, pale, bottiglie e un bastone infuocato, che sostituisce la storica torcia elettrica, mandata in questo episodio in pensione (sob!).

    Durante le nostre peripezie interdimensionali faremo anche la conoscenza con la bella ed inquietante Eileen Galvin della porta accanto, che potremo all'inizio soltanto spiare da un buco nella parete, e con altri misteriosi personaggi che non mancheranno di regalarci momenti angoscianti.
    Da questi livelli faremo presto ritorno nell'appartamento, dove potremo ricaricare l'energia (almeno nelle prime fasi), organizzare l'inventario (divenuto limitato, proprio come in resident evil) e utilizzare l'unico salvataggio presente nel gioco; Il passaggio attraverso i tunnel è infatti oltre che una tappa obbligata per lo sviluppo dell'avventura, anche un vero e proprio checkpoint che potremo sfruttare in ogni momento del gioco.

    Le sezioni in prima persona sono ben realizzate tranne che per qualche lieve problema di collisione con i mobili che nn ci permetterà di avvicinarci tropo ad essi, molto bella anche la grafica del motore interamente riscritto per questo episodio, anche se non raggiunge i fasti del terzo episodio e molto belle le musice del geniale Akira Yamaoka,tra le quali spiccano lo spettacolare intro di chitarra dissonante, e "room of angel", lo struggente tema principale.

    mentre non si può dire lo stesso per le animazioni (henry si muove come un bamboccione) e per gli effetti sonori, che si limitano a urla più o meno umane e versacci di ogni tipo, spesso banali.
    Tra le altre novità introdotte da konami oltre alle fasi in soggettiva anche il sistema di controllo, inanzitutto la gestione dell'inventario che avverrà tramite la pressione del tastierino direzionale senza mai fermare il gioco, e il sistema di combattimento nel quale è stato introdotto una barra di caricamento del colpo, cambiamenti efficaci ma forse solo un pò pretestuosi, che lasciano il gioco ad un gameplay classico che piace, ma che può anche sapere di vecchio...

    anche se non si può negare la qualità del titolo konami che resta sempre altissima, questo silent hill 4 potrebbe leggermente
    deludere i veri fan della saga, quello che si è perso per strada è quella atmosfera da incubo quasi incantata che ne ha decretato il successo fin dal primo episodio, a discapito di un atmosfera più ricca di particolari e di scenari tipicamente horror; giocare a SH4 è come fare un giro nel più sfarzoso dei lunapark, ma dopo un pò ti sembra di avere già visto tutto.
    La tentazione di comprare il gioco e infilarlo nella ps2 sarà comunque fortissima, così come la voglia di andare avanti e finirlo una volta iniziato.

    Conclusione:
    Un gioco ben fatto sotto tutti i punti di vista, divertente (e terrorizzante) che può leggermente deludere chi ha amato le atmosfere più oniriche dei primi 3 episodi mentre non mancherà di divertire ed incuriosire l'appassionato di avventure horror con molta azione e molto-molto sangue.



    Voto Globale : 8/10
    episodi precedenti (voti personali)
    silent hill: 8,5/10
    silent hill2: 9/10
    silent hill3: 7,5/10

    Vai al sito ufficiale
    Bravo. La recensione è ben fatta, ben strutturata e ben scritta, anche se ci sono alcuni difetti.

    3/5

  4. #4
    Super Luigi Bros. L'avatar di BLUE
    Registrato il
    10-02
    Località
    Regno dei Funghi
    Messaggi
    32.757
    Ben curata, però è strano che nessuno abbia commentato questo gioco.....
    Comunque 8 su 10.
    BLUE
    BYE BYE!
    (EX dal 22/11/2012)Asso della connessione Platino 390. Mio Mii 3DS: Cliccami.
    Community MK7 con solo giroscopio: Volanteguscio- 64-6435-5290-7117.

  5. #5
    Super Luigi Bros. L'avatar di BLUE
    Registrato il
    10-02
    Località
    Regno dei Funghi
    Messaggi
    32.757

    Esclamazione

    L'avevo finito due giorni fa e come al solito è sottovalutato..... M'è piaciuto senza dubbio più di SH 3! Quindi al gioco va un 8,5 pieno!
    BLUE
    BYE BYE!
    (EX dal 22/11/2012)Asso della connessione Platino 390. Mio Mii 3DS: Cliccami.
    Community MK7 con solo giroscopio: Volanteguscio- 64-6435-5290-7117.

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •