In un'intervista del mese scorso apparsa sulla rivista PC Gamer Magazine, Karl Jeffrey, CEO Climax, conferma le voci che affermavano che lo sviluppo di WO stava procedendo nonostante l'ufficiale chiusura e nonostante Games Workshop non contribuisca pi finanziariamente allo sviluppo del prodotto, ipotizzando anche una possibile data di release approssimativamente tra 18 mesi.

Inoltre David Nicholson, presidente della Climax, ha rilasciato un'intervista a RPGVault per far luce sulla vicenda:

Quali circostanze vi hanno condotto ad annunciare in giugno la cancellazione di WO, e cosa successo da allora?

Dopo una dettagliata e completa revisione dei costi per completare il gioco e inserilo nel mercato, Games Workshop ha deciso che la spesa non avrebbe giustificato i costi sostenuti. Nessuno ha mai voluto interromperne lo sviluppo, stato dovuto semplicemente ai costi per svilupparlo.

Games Workshop ha preso la giusta decisione di interrompere i finanziamenti diretti. Da quel giorno di giugno Climax ha continuato a finanizare lo sviluppo di Warhammer Online, che sta procedendo bene. Ovviamente, siamo in costante contatto con i ragazzi della GW che sono molto compiaciuti di quanto stiamo facendo.


Il sito e ancora da riaprire.