• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 36 123411 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 530

Discussione: [1]NBA.Stagione 2004/05--[Topic Ufficiale]

Cambio titolo
  1. #1
    viaggiatore temporale L'avatar di 1bennett4
    Registrato il
    06-04
    Località
    Napoli
    Messaggi
    3.034

    [1]NBA.Stagione 2004/05--[Topic Ufficiale]

    Per vedere la parte precedente di questo thread clicca qui: http://forum.gamesradar.it/showthread.php?t=151740

  2. #2
    Don't take me for granted L'avatar di joshband
    Registrato il
    08-04
    Località
    Devi venirmi a trovare?
    Messaggi
    2.071
    Primoooo!!

  3. #3
    *yRaM*
    Ospite
    Seconda! Sempre e comunque Forza Lakers!!

  4. #4
    Utente
    Registrato il
    09-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    21.024
    Terzo e forza lakers
    TI HO ALZATO LA COPPA IN FACCIA !

  5. #5
    Utente L'avatar di enriyko
    Registrato il
    05-03
    Località
    Casa mia
    Messaggi
    2.811

  6. #6
    viaggiatore temporale L'avatar di 1bennett4
    Registrato il
    06-04
    Località
    Napoli
    Messaggi
    3.034
    io sono primoooooooo

  7. #7
    Don't take me for granted L'avatar di joshband
    Registrato il
    08-04
    Località
    Devi venirmi a trovare?
    Messaggi
    2.071
    Citazione irriducibile87
    Terzo e forza lakers
    Hanno perso 8(

  8. #8
    Utente
    Registrato il
    09-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    21.024
    Citazione joshband
    Hanno perso 8(
    lo so 8(

    se odom metteva la tripla finale ...
    TI HO ALZATO LA COPPA IN FACCIA !

  9. #9
    Don't take me for granted L'avatar di joshband
    Registrato il
    08-04
    Località
    Devi venirmi a trovare?
    Messaggi
    2.071
    Dallas-Portland 92-83
    I Mavericks tornano al successo dopo tre sconfitte consecutive. Dallas però è ancora convalescente, e lo dimostrano le percentuali al tiro (39.7% dal campo). Ma contro Portland è sufficiente un buon Dirk Nowitzki (23 punti e 14 rimbalzi) per avere la meglio.
    Dallas: Nowitzki 23 (6/16, 0/1), Howard 20, Daniels 15. Rimbalzi:
    Nowitzki 14, Dampier 11, Howard 10. Assist: Daniels e Nowitzki 5.
    Portland: Anderson 23 (5/8, 4/8), Randolph 16. Rimbalzi: Randolph 9.
    Assist: Stoudamire 10.


    Philadelphia-Washington 116-114 (dopo un supplementare)
    Sul 114 pari a quattro secondi dalla fine del primo supplementare i Wizards hanno in mano la palla del successo. La rimessa di Jarvis Hayes, però, invece di trovare le mani di Gilbert Arenas finisce in quelle di Allen Iverson che innesca il contropiede e proprio allo scadere realizza il canestro della vittoria. Una giocata "alla Iverson", viziata però dal clamoroso errore di Hayes.
    Philadelphia: Iverson 28 (8/23, 1/3), Korver 26, Jackson 21, Salmons 16. Rimbalzi: Korver e Jackson 8. Assist: Iverson 13.
    Washington: Jamison 27 (9/15, 2/4), Arenas 23, Hughes 20, Hayes 18.
    Rimbalzi: Jamison 15, Haywood 14, Hughes 12. Assist: Hughes 9.


    Atlanta-Orlando 99-117
    L'aria di casa fa bene al rookie di Orlando Dwight Howard. La prima scelta assoluta dello scorso draft, infatti, disputa nella città che lo ha visto crescere la miglior partita della sua breve carriera nella Nba (24 punti e nove rimbalzi) . I Magic battono gli Hawks che incassano così la quinta sconfitta consecutiva.
    Atlanta: Walker e Delk 20, Harrington 15. Rimbalzi: Collier e Walker 7.
    Assist: Walker 9.
    Orlando: Francis 29 (6/9, 0/1), Howard 24, Hill 18. Rimbalzi: Howard 9.
    Assist: Francis 6.


    Boston-Cleveland 96-98
    I Celtics segnano 16 punti consecutivi e si portano sull'83-75. Cleveland però riprende Boston e a 20'' dalla sirena il canestro di Zydrunas Ilgauskas rimette i Cavs avanti di due punti. Paul Pierce prova a trascinare il match al supplementare ma LeBron James gli stoppa la conclusione, regalando così a Cleveland l'ottava vittoria nelle ultime nove gare.
    Boston: Pierce 25 (5/15, 2/4), Blount 19. Rimbalzi: LaFrentz 8. Assist:
    Payton 10.
    Cleveland: Gooden 27 (11/13), Ilgauskas 26, James 20, McInnis 15.
    Rimbalzi: Ilgauskas 8. Assist: James 8.

    Detroit-Miami 78-77
    Per la decima gara consecutiva i Pistons devono inseguire al termine del primo quarto. Miami, guidata da Shaquille O'Neal (24 punti e 17 rimbalzi), prova a scappare ma i campioni in carica, pur senza brillare, rimangono incollati agli Heat e riescono a portare a casa il successo grazie al canestro firmato da Richard Hamilton a 1.3'' dalla sirena.
    Detroit: Hamilton 24 (7/18, 0/1), Billups 15. Rimbalzi: Wallace 9.
    Assist: Billups 7.
    Miami: O'Neal 24 (8/17), Wade 17, Haslem 15. Rimbalzi: O'Neal 17.
    Assist: Wade 6.


    Indiana-Charlotte 82-77
    Chi l'avrebbe mai detto? I Pacers conquistano contro i Bobcats il loro terzo successo consecutivo e ora dopo l'indimenticabile nottata di Detroit (con conseguente squalifica dei tre migliori giocatori del
    roster di Indiana) possono vantare un sorprendente record di 3-1. Fred Jones dimostra ancora una volta di gradire le luci della ribalta e dà un contributo decisivo segnando otto dei suoi 23 punti negli ultimi 2'30'' di gioco.
    Indiana: Croshere e F. Jones 23, Tinsley 16. Rimbalzi: Croshere 12. Assist: Tinsley 5.
    Charlotte: Okafor 19 (9/15). Rimbalzi: Okafor 11, Wallace 10. Assist: Hart 6.


    Minnesota-Memphis 115-90
    Non è fortunato il debutto da allenatore capo di Lionell Hollings, il tecnico chiamato a sostituire il 71enne Hubie Brown, ritiratosi a sorpresa per motivi di salute. I Grizzlies, infatti, vengono dominati dai Timberwolves.
    Minnesota: Garnett 26 (11/15), Sprewell 22, Griffin 15. Rimbalzi: Garnett 15. Assist: Cassell 8.
    Memphis: Miller 19 (4/6, 3/3), Gasol 17. Rimbalzi: Gasol 7. Assist: Watson 8.

    Denver-San Antonio 75-89
    L'influenza limita Kenyon Martin, costretto a gettare la spugna dopo soli sei minuti di gioco. Tim Duncan così sotto canestro ha vita facile. La stella di San Antonio chiude con 23 punti, 13 rimbalzi e sei stoppate e gli Spurs battono Denver, squadra reduce da quattro vittorie consecutive.
    Denver: Anthony 24 (9/21, 0/1). Rimbalzi: Camby 11. Assist: Miller 4.
    San Antonio: Duncan 23 (10/15), Ginobili 16. Rimbalzi: Duncan 13. Assist: Parker e Ginobili 5.

    Utah-Houston 90-80
    Yao Ming (nove punti e quattro rimbalzi) non è in una serata di grande vena e i Rockets cos' provano a vincere il match contro i Jazz dal perimetro. Houston però tira con brutte percentuali e i Jazz, guidati da un ottimo Andrei Kirilenko, riescono ad avere la meglio.
    Utah: Kirilenko 21 (5/12, 2/2), Okur 20, Boozer 15. Rimbalzi: Kirilenko
    12. Assist: Eisley e Arroyo 5.
    Houston: Jackson 18 (1/5, 5/10), McGrady 17. Rimbalzi: Jackson 6. Assist: Jackson 6.


    Phoenix-New Orleans 95-86
    I tifosi di Phoenix trattengono il respiro quando nel secondo quarto il leader dei Suns Steve Nash è costretto a uscire a causa di un colpo in pieno volto. Anche senza il miglior assistman della Nba i Suns riescono
    a tenere a bada gli Hornets conquistando così il loro settimo successo consecutivo. A fine partita il playmaker di Phoenix tranquillizza tutti. Martedì contro i Jazz sarà regolarmente in campo.
    Phoenix: Marion 33 (7/14, 4/8), Richardson 21. Rimbalzi: Marion 15.
    Stoudemire 14. Assist: Johnson 7.
    New Orleans: Nailon 22 (8/17). Rimbalzi: Nailon 9. Assist: Wesley 5.


    Golden State-Los Angeles Clippers 87-98
    I Clippers prendono in mano le redini del match grazie a un parziale di 10-2 al termine del terzo quarto. Continua a sorprendere Bobby Simmons che alla fine risulta decisivo mettendo a referto 17 punti e 12 rimbalzi.
    Golden State: Claxton 22 (6/7, 0/1), Richardson 17, Pietrus 16. Rimbalzi: Foyle 9. Assis: Richardson e Robinson 3.
    Los Angeles: Brand e Simmons 17. Rimbalzi: Simmons 12. Assist: Jaric 7.

    Los Angeles Lakers-Sacramento 106-109
    Kobe Bryant si carica sulle spalle l'attacco dei Lakers, segna 40 punti ma alla fine a sorridere sono i Kings. Sacramento, infatti, ringrazia la precisione di Peja Stojakovic dalla lunetta (13/13, con quattro liberi decisivi negli ultimi secondi del match) e conquista sul parquet dello Staples Center il settimo successo consecutivo.
    Los Angeles: Bryant 40 (8/13, 3/4), Mihm e Cook 15. Rimbalzi: Odom 14. Assist: Bryant 8.
    Sacramento: Stojakovic 26 (5/8, 1/9), Webber 22. Rimbalzi: Webber 16. Assist: Webber 7.

    Seattle-New Jersey 92-79
    Un problema alla spalla sinistra costringe Rashard Lewis a dare forfait nel terzo quarto. I Sonics però trovano la sorprendente produzione del miglior Danny Fortson della stagione (20 punti e otto rimbalzi) e battono senza troppi problemi i sempre più deludenti Nets.
    Seattle: Fortson 20 (6/7), Allen 19. Rimbalzi: Evans 11. Assist: Ridnour 5.
    New Jersey: Jefferson 21 (6/17, 0/2), Williams 20. Rimbalzi: Scalabrine 10. Assist: Jefferson, Best e Scalabrine 2.

  10. #10
    Don't take me for granted L'avatar di joshband
    Registrato il
    08-04
    Località
    Devi venirmi a trovare?
    Messaggi
    2.071
    Toronto (Canada), 26 nov. (Ap) - Dietro la minaccia indirizzata via internet a Vince Carter, guardia dei Toronto Raptors, si nascondeva l'intenzione di interrompere l'incontro di mercoledì con i New York Knicks proprio come accaduto la scorsa settimana con la maxirissa di Detroit tra alcuni giocatori degli Indiana Pacers e diversi spettatori. Lo ha detto oggi Bob Hunter, vice presidente e general manager dell'Air canada Centre, l'impianto che ospita le gare interne dei Raptors e che - proprio dalla gara con i Knicks - ha innalzato il livello di guardia per evitare inconvenienti. La minaccia ricevuta da Carter "faceva intendere che, come accaduto a Detroit, un uomo e 3 suoi amici avrebbero assistito alla partita con l'intenzione di interromperla e di entrare in campo", ha detto Hunter.
    I Raptors, dopo aver trovato la minaccia su internet, contro i Knicks avevano aggiunto 2 agenti di polizia nella zona delle panchine e rinforzato lo staff della security nel palazzetto. Carter, che commentando la rissa di Detroit si era apertamente schierato dalla parte di Ron Artest (squalificato per tutta la stagione per aver invaso le tribune e aver ingaggiato un corpo a corpo con diversi spettatori), nelle ultime settimane è stato spesso contestato dai propri tifosi per aver chiesto di essere ceduto.

  11. #11
    Bannato
    Registrato il
    10-04
    Località
    er ***** che te se frega
    Messaggi
    1.313
    forza sixers...o meglio ...forza iverson!!!

  12. #12
    Don't take me for granted L'avatar di joshband
    Registrato il
    08-04
    Località
    Devi venirmi a trovare?
    Messaggi
    2.071
    Citazione ConSEquENcE
    forza sixers...o meglio ...forza iverson!!!
    Siete partiti bene

  13. #13
    Cavaliere del Tramonto L'avatar di AxelKnoldge
    Registrato il
    03-04
    Località
    HiddenForbiddenHolyGround
    Messaggi
    12.970
    Citazione joshband
    Dallas-Portland 92-83
    I Mavericks tornano al successo dopo tre sconfitte consecutive. Dallas però è ancora convalescente, e lo dimostrano le percentuali al tiro (39.7% dal campo). Ma contro Portland è sufficiente un buon Dirk Nowitzki (23 punti e 14 rimbalzi) per avere la meglio.
    Dallas: Nowitzki 23 (6/16, 0/1), Howard 20, Daniels 15. Rimbalzi:
    Nowitzki 14, Dampier 11, Howard 10. Assist: Daniels e Nowitzki 5.
    Portland: Anderson 23 (5/8, 4/8), Randolph 16. Rimbalzi: Randolph 9.
    Assist: Stoudamire 10.


    Philadelphia-Washington 116-114 (dopo un supplementare)
    Sul 114 pari a quattro secondi dalla fine del primo supplementare i Wizards hanno in mano la palla del successo. La rimessa di Jarvis Hayes, però, invece di trovare le mani di Gilbert Arenas finisce in quelle di Allen Iverson che innesca il contropiede e proprio allo scadere realizza il canestro della vittoria. Una giocata "alla Iverson", viziata però dal clamoroso errore di Hayes.
    Philadelphia: Iverson 28 (8/23, 1/3), Korver 26, Jackson 21, Salmons 16. Rimbalzi: Korver e Jackson 8. Assist: Iverson 13.
    Washington: Jamison 27 (9/15, 2/4), Arenas 23, Hughes 20, Hayes 18.
    Rimbalzi: Jamison 15, Haywood 14, Hughes 12. Assist: Hughes 9.


    Atlanta-Orlando 99-117
    L'aria di casa fa bene al rookie di Orlando Dwight Howard. La prima scelta assoluta dello scorso draft, infatti, disputa nella città che lo ha visto crescere la miglior partita della sua breve carriera nella Nba (24 punti e nove rimbalzi) . I Magic battono gli Hawks che incassano così la quinta sconfitta consecutiva.
    Atlanta: Walker e Delk 20, Harrington 15. Rimbalzi: Collier e Walker 7.
    Assist: Walker 9.
    Orlando: Francis 29 (6/9, 0/1), Howard 24, Hill 18. Rimbalzi: Howard 9.
    Assist: Francis 6.


    Boston-Cleveland 96-98
    I Celtics segnano 16 punti consecutivi e si portano sull'83-75. Cleveland però riprende Boston e a 20'' dalla sirena il canestro di Zydrunas Ilgauskas rimette i Cavs avanti di due punti. Paul Pierce prova a trascinare il match al supplementare ma LeBron James gli stoppa la conclusione, regalando così a Cleveland l'ottava vittoria nelle ultime nove gare.
    Boston: Pierce 25 (5/15, 2/4), Blount 19. Rimbalzi: LaFrentz 8. Assist:
    Payton 10.
    Cleveland: Gooden 27 (11/13), Ilgauskas 26, James 20, McInnis 15.
    Rimbalzi: Ilgauskas 8. Assist: James 8.

    Detroit-Miami 78-77
    Per la decima gara consecutiva i Pistons devono inseguire al termine del primo quarto. Miami, guidata da Shaquille O'Neal (24 punti e 17 rimbalzi), prova a scappare ma i campioni in carica, pur senza brillare, rimangono incollati agli Heat e riescono a portare a casa il successo grazie al canestro firmato da Richard Hamilton a 1.3'' dalla sirena.
    Detroit: Hamilton 24 (7/18, 0/1), Billups 15. Rimbalzi: Wallace 9.
    Assist: Billups 7.
    Miami: O'Neal 24 (8/17), Wade 17, Haslem 15. Rimbalzi: O'Neal 17.
    Assist: Wade 6.


    Indiana-Charlotte 82-77
    Chi l'avrebbe mai detto? I Pacers conquistano contro i Bobcats il loro terzo successo consecutivo e ora dopo l'indimenticabile nottata di Detroit (con conseguente squalifica dei tre migliori giocatori del
    roster di Indiana) possono vantare un sorprendente record di 3-1. Fred Jones dimostra ancora una volta di gradire le luci della ribalta e dà un contributo decisivo segnando otto dei suoi 23 punti negli ultimi 2'30'' di gioco.
    Indiana: Croshere e F. Jones 23, Tinsley 16. Rimbalzi: Croshere 12. Assist: Tinsley 5.
    Charlotte: Okafor 19 (9/15). Rimbalzi: Okafor 11, Wallace 10. Assist: Hart 6.


    Minnesota-Memphis 115-90
    Non è fortunato il debutto da allenatore capo di Lionell Hollings, il tecnico chiamato a sostituire il 71enne Hubie Brown, ritiratosi a sorpresa per motivi di salute. I Grizzlies, infatti, vengono dominati dai Timberwolves.
    Minnesota: Garnett 26 (11/15), Sprewell 22, Griffin 15. Rimbalzi: Garnett 15. Assist: Cassell 8.
    Memphis: Miller 19 (4/6, 3/3), Gasol 17. Rimbalzi: Gasol 7. Assist: Watson 8.

    Denver-San Antonio 75-89
    L'influenza limita Kenyon Martin, costretto a gettare la spugna dopo soli sei minuti di gioco. Tim Duncan così sotto canestro ha vita facile. La stella di San Antonio chiude con 23 punti, 13 rimbalzi e sei stoppate e gli Spurs battono Denver, squadra reduce da quattro vittorie consecutive.
    Denver: Anthony 24 (9/21, 0/1). Rimbalzi: Camby 11. Assist: Miller 4.
    San Antonio: Duncan 23 (10/15), Ginobili 16. Rimbalzi: Duncan 13. Assist: Parker e Ginobili 5.

    Utah-Houston 90-80
    Yao Ming (nove punti e quattro rimbalzi) non è in una serata di grande vena e i Rockets cos' provano a vincere il match contro i Jazz dal perimetro. Houston però tira con brutte percentuali e i Jazz, guidati da un ottimo Andrei Kirilenko, riescono ad avere la meglio.
    Utah: Kirilenko 21 (5/12, 2/2), Okur 20, Boozer 15. Rimbalzi: Kirilenko
    12. Assist: Eisley e Arroyo 5.
    Houston: Jackson 18 (1/5, 5/10), McGrady 17. Rimbalzi: Jackson 6. Assist: Jackson 6.


    Phoenix-New Orleans 95-86
    I tifosi di Phoenix trattengono il respiro quando nel secondo quarto il leader dei Suns Steve Nash è costretto a uscire a causa di un colpo in pieno volto. Anche senza il miglior assistman della Nba i Suns riescono
    a tenere a bada gli Hornets conquistando così il loro settimo successo consecutivo. A fine partita il playmaker di Phoenix tranquillizza tutti. Martedì contro i Jazz sarà regolarmente in campo.
    Phoenix: Marion 33 (7/14, 4/8), Richardson 21. Rimbalzi: Marion 15.
    Stoudemire 14. Assist: Johnson 7.
    New Orleans: Nailon 22 (8/17). Rimbalzi: Nailon 9. Assist: Wesley 5.


    Golden State-Los Angeles Clippers 87-98
    I Clippers prendono in mano le redini del match grazie a un parziale di 10-2 al termine del terzo quarto. Continua a sorprendere Bobby Simmons che alla fine risulta decisivo mettendo a referto 17 punti e 12 rimbalzi.
    Golden State: Claxton 22 (6/7, 0/1), Richardson 17, Pietrus 16. Rimbalzi: Foyle 9. Assis: Richardson e Robinson 3.
    Los Angeles: Brand e Simmons 17. Rimbalzi: Simmons 12. Assist: Jaric 7.


    Los Angeles Lakers-Sacramento 106-109
    Kobe Bryant si carica sulle spalle l'attacco dei Lakers, segna 40 punti ma alla fine a sorridere sono i Kings. Sacramento, infatti, ringrazia la precisione di Peja Stojakovic dalla lunetta (13/13, con quattro liberi decisivi negli ultimi secondi del match) e conquista sul parquet dello Staples Center il settimo successo consecutivo.
    Los Angeles: Bryant 40 (8/13, 3/4), Mihm e Cook 15. Rimbalzi: Odom 14. Assist: Bryant 8.
    Sacramento: Stojakovic 26 (5/8, 1/9), Webber 22. Rimbalzi: Webber 16. Assist: Webber 7.


    Seattle-New Jersey 92-79
    Un problema alla spalla sinistra costringe Rashard Lewis a dare forfait nel terzo quarto. I Sonics però trovano la sorprendente produzione del miglior Danny Fortson della stagione (20 punti e otto rimbalzi) e battono senza troppi problemi i sempre più deludenti Nets.
    Seattle: Fortson 20 (6/7), Allen 19. Rimbalzi: Evans 11. Assist: Ridnour 5.
    New Jersey: Jefferson 21 (6/17, 0/2), Williams 20. Rimbalzi: Scalabrine 10. Assist: Jefferson, Best e Scalabrine 2.
    Dho! 3 punti maledetti!

  14. #14
    Morosato L'avatar di matten21
    Registrato il
    05-03
    Località
    Ravenna
    Messaggi
    4.201
    houston continua a perdere,eppure hanno mcgrady e yao!
    invece ormai non è più una novità vedere i lakers perdere

  15. #15
    Don't take me for granted L'avatar di joshband
    Registrato il
    08-04
    Località
    Devi venirmi a trovare?
    Messaggi
    2.071
    Citazione AxelKnoldge
    Dho! 3 punti maledetti!
    Mi viene rabbia... ! !

Pag 1 di 36 123411 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •