• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 36

Discussione: Storiella sulla natura umana

Cambio titolo
  1. #1
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307

    Storiella sulla natura umana

    Prefazione, svolgimento, 1,2,3° capitolo del libro quinto. Conclusione. Riflessione a piacere (Vostra)


    Era una splendida giornata primaverile. La bicicletta reclamava la mia attenzione, l’avevo distrattamente lasciata in cantina per mesi. Dopo un’adeguata manutenzione saltai in sella dirigendomi verso il fiume africano “UGA UGA”. Era un grande fiume, non molto distante dal mio fortino/abitazione. I ribelli non esplodevano colpi di mortaio da mesi. La tribù dei “piedi neri” viveva una relativa tranquillità. Vidi alcuni di loro in lontananza che trasportavano casse di frutta e di caffè grezzo. Una giovane puledra mi sorride, forse ha visto il brand “Fiat” e conosce Lapo Elkann. Simpatica fanciulla, le allungo una moneta bucata e proseguo verso la riva del fiume. Lascio la bicicletta, scruto l’orizzonte e vedo un aereo perdere quota. Peccato, erano aiuti umanitari. Ascolto i rumori molesti dell’ippopotamo, per fortuna l’unico coccodrillo nei paraggi è quello cucito sulla mia polo quindi posso rilassarmi tranquillamente. Estraggo dal marsupio l’iPod e inizio ad ascoltare “My Boo”. Dopo un paio di minuti la canzone si interrompe e nel mentre cerco di ripristinare l’audio,spunta come dal nulla un vecchietto, si avvicina e inizia a parlarmi.Tento di interagire con lui, ma lui parla come un libro stampato e quando ha terminato si alza e si allontana. Resto interdetto. Controllo il portafoglio, l’iPod, il brand, la bici; c’è tutto. Allora inizio a pensare alla storia che mi ha raccontato. Rifletto, medito, mi alzo e torno a casa…ve la voglio raccontare anche a voi, cari amisci…………tutto questo per parlare della Natura Umana.

    Uno scorpione deve attraversare il fiume. In lontananza scorge una rana, si avvicina e le chiede aiuto:" Potresti caricarmi sulla schiena? vorrei attraversare il fiume."
    “Non posso – risponde la rana - la tua coda è velenosa, io ho paura!”
    “Fidati di me – dice lo scorpione con voce suadente - se ti pungo, affogo anche io.”
    La rana si convince e carica sulla schiena lo scorpione. Arrivati a metà strada la rana si sente bucare: “Cosa stai facendo? Sapevo che non dovevo fidarmi di te! Moriremo entrambi!”
    Lo scorpione, un attimo prima di affogare nella profondità del fiume dice: “Lo so, ma è la mia natura…e non posso farci nulla.”

  2. #2
    Edonista Immoralista L'avatar di *Kintaro*
    Registrato il
    06-04
    Località
    Old No. 7
    Messaggi
    6.754
    OLD.Postata da Max,20 volte.
    Comunque è stupenda.

    " Bisogna fare la propria vita come si fa un'opera d'arte. Bisogna che la vita di un uomo d'intelletto sia sua opera. La superiorità vera e propria è tutta qui. "

  3. #3
    Bannato L'avatar di x-max
    Registrato il
    10-02
    Località
    Bar Zucchi
    Messaggi
    14.023
    bellissima, la ho anke in firma da qlke gg su daily

    anke io, come lo scorpione, spesso sono autolesionista, ma è la mia natura...

  4. #4
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Citazione *Kintaro*
    OLD.Postata da Max,20 volte.
    Comunque è stupenda.
    Si parla della Natura umana, la storiella è un pretesto.

  5. #5
    Neo-Atlantideo L'avatar di Marcus85
    Registrato il
    12-02
    Località
    Toronto (ON) - Canada
    Messaggi
    8.360
    Molto profonda.
    Repubblica della nuova Atlantide 1,2,3

    GLI DEI TORNERANNO (?)

    Moderazione in rosso e grassetto.Chiarimenti ne Il forum del forum o in privato.

  6. #6
    Un uomo senza qualità L'avatar di Dynamite
    Registrato il
    05-04
    Messaggi
    10.555
    Citazione IL CONTE
    Uno scorpione deve attraversare il fiume. In lontananza scorge una rana, si avvicina e le chiede aiuto:" Potresti caricarmi sulla schiena? vorrei attraversare il fiume."
    “Non posso – risponde la rana - la tua coda è velenosa, io ho paura!”
    “Fidati di me – dice lo scorpione con voce suadente - se ti pungo, affogo anche io.”
    La rana si convince e carica sulla schiena lo scorpione. Arrivati a metà strada la rana si sente bucare: “Cosa stai facendo? Sapevo che non dovevo fidarmi di te! Moriremo entrambi!”
    Lo scorpione, un attimo prima di affogare nella profondità del fiume dice: “Lo so, ma è la mia natura…e non posso farci nulla.”
    E lì, ho temuto di andare avanti.
    Che ci vuoi fare, era uno scoprione stupido. Doveva pungerla appena arrivati a riva.
    Può anche darsi che non ci vedremo mai più.


  7. #7
    Mvesim
    Ospite
    Simpatica... ma devo dire che mi ha colpito molto di più la prima parte del racconto che la banale storiella...

    Il consumismo dilaga mentre noi ce ne freghiamo del mondo dell'Africa... triste ma sin troppo veritiero. 8(


  8. #8
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Citazione Mvesim
    Simpatica... ma devo dire che mi ha colpito molto di più la prima parte del racconto che la banale storiella...

    Il consumismo dilaga mentre noi ce ne freghiamo del mondo dell'Africa... triste ma sin troppo veritiero. 8(


  9. #9
    aka "Music~Man" L'avatar di Valiant
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    24.562
    Insegna che per piacere agli altri dobbiamo andare contro la nostra natura.

  10. #10
    Nothing to no one L'avatar di Toad
    Registrato il
    07-03
    Località
    Vigevano
    Messaggi
    12.470
    Citazione IL CONTE
    Uno scorpione deve attraversare il fiume. In lontananza scorge una rana, si avvicina e le chiede aiuto:" Potresti caricarmi sulla schiena? vorrei attraversare il fiume."
    “Non posso – risponde la rana - la tua coda è velenosa, io ho paura!”
    “Fidati di me – dice lo scorpione con voce suadente - se ti pungo, affogo anche io.”
    La rana si convince e carica sulla schiena lo scorpione. Arrivati a metà strada la rana si sente bucare: “Cosa stai facendo? Sapevo che non dovevo fidarmi di te! Moriremo entrambi!”
    Lo scorpione, un attimo prima di affogare nella profondità del fiume dice: “Lo so, ma è la mia natura…e non posso farci nulla.”
    Vuoi dire che anche se nn abbiamo intenzione di freagre il prossimo,lo facciamo lo stesso perchè è nella nostra natura?
    Secondo me nn è del tutto vero,spesso accade ciò,ma nn si può generalizzare qualcosa che è di per sè irrazionale come l'uomo.

  11. #11
    Un uomo senza qualità L'avatar di Dynamite
    Registrato il
    05-04
    Messaggi
    10.555
    Citazione Mvesim
    Simpatica... ma devo dire che mi ha colpito molto di più la prima parte del racconto che la banale storiella...

    Il consumismo dilaga mentre noi ce ne freghiamo del mondo dell'Africa... triste ma sin troppo veritiero. 8(

    Proprio l'altro giorno ho comprato l'ipod da 40gb, ma non penso di dovermi sentire colpevole per questo no?
    Che cosa intendi per consumismo?
    Cosa dovremmo fare per cambiare questa situazione? Perchè dovremmo cambiarla?

    Può anche darsi che non ci vedremo mai più.


  12. #12
    Mvesim
    Ospite
    Citazione Dynamite
    1- Proprio l'altro giorno ho comprato l'ipod da 40gb, ma non penso di dovermi sentire colpevole per questo no?
    2- Che cosa intendi per consumismo?
    3- Cosa dovremmo fare per cambiare questa situazione?
    4- Perchè dovremmo cambiarla?

    1- Per niente... l'uomo è basato sul menefreghismo... se tutti dovessero sentirsi colpevoli per tutto, vivremmo tutti in delle umili case e tutti avremo le stesse cose. Ovviamente ciò sarebbe comunismo... ma personalmente io vivo bene con la mia ricchezza sulla media e non mi sentirei di certo in colpa se comprassi un nuovo videogioco invece di mandare quei soldi ai bambini dell'Africa. Un po' di menefreghismo fa benissimo!

    2- La concorrenza che non sta a guardare i sentimenti degli umili.

    3- Personalmente non so se stare tranquillo a godermi la vita e vivere come fare tutti o rimboccarmi le mani e vedere se si può fare veramente qualcosa. Cmq finchè non finisco il liceo penso che mi limiterò a vivere.

    4- Appunto... perchè? Forse per battere il nostro menefreghismo quotidiano... ovviamente non dico che sia obbligatorio, anche perchè io amo il mio menefreghismo quotidiano (Internet, pianoforte, videogiochi, fumetti). Ci vorrà una nuova evoluzione dell'umanità per poter cambiare questa condizione.


  13. #13
    Non è male, ma è old di migliaia di anni (sul serio).
    "Il sonno della ragione genera mostri"

  14. #14
    vuole solo la juveh!1!1!! L'avatar di Vulcan Raven
    Registrato il
    03-03
    Località
    un puntino in prov. NA
    Messaggi
    31.902
    sono autolesionista solo se riesco a non coinvolgere gli altri. ergo, imho, quello scorpione è un pirla

  15. #15
    Un uomo senza qualità L'avatar di Dynamite
    Registrato il
    05-04
    Messaggi
    10.555
    Citazione Mvesim
    1- Per niente... l'uomo è basato sul menefreghismo... se tutti dovessero sentirsi colpevoli per tutto, vivremmo tutti in delle umili case e tutti avremo le stesse cose. Ovviamente ciò sarebbe comunismo... ma personalmente io vivo bene con la mia ricchezza sulla media e non mi sentirei di certo in colpa se comprassi un nuovo videogioco invece di mandare quei soldi ai bambini dell'Africa. Un po' di menefreghismo fa benissimo!

    2- La concorrenza che non sta a guardare i sentimenti degli umili.

    3- Personalmente non so se stare tranquillo a godermi la vita e vivere come fare tutti o rimboccarmi le mani e vedere se si può fare veramente qualcosa. Cmq finchè non finisco il liceo penso che mi limiterò a vivere.

    4- Appunto... perchè? Forse per battere il nostro menefreghismo quotidiano... ovviamente non dico che sia obbligatorio, anche perchè io amo il mio menefreghismo quotidiano (Internet, pianoforte, videogiochi, fumetti). Ci vorrà una nuova evoluzione dell'umanità per poter cambiare questa condizione.

    Su alcune cose concordo, su altre meno.
    Ad esempio, per me un classico esempio di consumismo e uno che cambia il cellulare ogni mese per avere quello alla moda. Più che stare a fare dei pensieri sull'Africa, o come pensare di modificare una cosa su cui ho uno scarso controllo, io cercherei di capire cosa spinge questo tizio, a spendere centinaia di euro al mese, e se possibile fargli capire che può spendere quei soldi in modo migliore forse. E questo mi sembra molto più fattibile.
    Tutto questo per dire, che è più conveniente limitarsi a guardare al proprio orizzonte, se si vuole incominciare a cambiare qualcosa nella società del reality.

    Quello descritto da te, mi sembra che sia normale, e più che di consumismo si tratta di economia. Per farla funizonare, i sentimenti non contano. Ed è per questo che non mi sento di far parte di quel mondo.
    Può anche darsi che non ci vedremo mai più.


Pag 1 di 3 123 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •