• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: MMS e Privacy: un freno alla mania

Cambio titolo
  1. #1
    Utente L'avatar di pasquale7bellezze
    Registrato il
    05-03
    Località
    Torino
    Messaggi
    11.760

    MMS e Privacy: un freno alla mania

    Niente riprese senza consenso, e luci di segnalazione sul cellulare contro i video clandestini. Per combattere i furti di immagine, il Garante della privacy lancia le regole e una proposta alle aziende: dotare i videotelefonini di dispositivi luminosi o segnali acustici che "denuncino" la "camera" in azione. L'Authority è intervenuta per chiarire i termini di un uso corretto dei nuovi cellulari che consentono di fotografare e registrare filmati diffondendo immagini in tempo reale. Sono lecite le videochiamate ad uso personale, non lo è invece la diffusione di immagini, anche on line, senza il consenso degli interessati. L'ufficio presieduto da Stefano Rodotà richiama l'attenzione pure sulla eventualità che in determinati luoghi pubblici e privati, posti di lavoro, l'uso del videotelefonino sia inibito.

    L'invito è alla cautela. I nuovi cellulari permettono di violare più facilmente, anche involontariamente, i diritti delle persone interessate dalla ripresa, come pure terzi inconsapevoli. I videotelefonini possono essere impiegati per usi invasivi della sfera privata e lesivi di libertà fondamentali, come quella di conversare e di comunicare in assenza di molestie e intercettazioni indebite. Le immagini e i suoni sono infatti dati personali che diventano "sensibili" se riguardano lo stato di salute, la sfera politica, religiosa o sindacale, le abitudini sessuali.

    Rispetto ai cellulari che inviano Mms, osserva il Garante della privacy, i videotelefonini sono dotati di "camere" di dimensioni molto ridotte con le quali si possono effettuare riprese durante una conversazione. Con questi apparecchi è possibile raccogliere immagini e suoni durante una telefonata e diffonderli. Si tratta dunque di un uso ulteriore rispetto a quello ordinario del cellulare. E per il Garante, il collegamento diretto con il telefono rappresenta un elemento distintivo rispetto alle videocamere e alle fotocamere digitali.

    Se le videochiamate rimangono nella sfera personale e le immagini circolano fra un numero ristretto di persone non si applica il codice sulla protezione dei dati personali. Sarebbe invece illecita una comunicazione sistematica o una diffusione via internet delle immagini senza rispettare i diritti degli interessati. Bisogna informare l'interlocutore che si sta "andando" in video e chiedere il "consenso libero e informato". La procedura riguarda anche eventuali terzi, identificati o identificabili, ripresi nelle immagini.

    Insomma chi utilizza l'apparecchio è tenuto a rispettare gli obblighi previsti in materia di sicurezza dei dati, a risarcire danni anche morali, a non ledere il diritto all'immagine e al ritratto. È per questo che il Garante della privacy ha invitato imprese produttrici di apparecchi o impegnate nella realizzazione di software di dotare i cellulari di indicatori luminosi che segnalino le "riprese".


    (di ELSA VINCI - Repubblica)
    ___________________________________________

    Una proposta condivisibile. Oramai l'invasione di questa mania a sua volta invasiva lede le libertà altrui, la libertà di mantenere se stessi in privato. Già solo una pubblicità, di una macchina, raffigura una ragazza che fotografa un automobilista nell'atto di mettersi.. le dita nel naso. Ecco, questi eventi non potranno più verificarsi.

  2. #2
    Utente L'avatar di cerberus
    Registrato il
    01-03
    Località
    Salaria Sport Village
    Messaggi
    18.301
    Arr...
    penso che 3/4 dei miei compagni di corso tenteranno il suicidio...
    ( io no... sono fermo al Nokia 3310 )...
    Engineers do it better
    "Lo scienziato non studia la natura perché è utile, ma perché ne prova piacere e ne prova piacere perché è bella. Se la natura non fosse bella, non varrebbe la pena studiarla e la vita non varrebbe la pena di essere vissuta”.( Henri Poincaré )
    "Scientists discover the world that exists; engineers create the world that never was."

  3. #3
    boh L'avatar di Jack89
    Registrato il
    11-03
    Località
    Bolzano (Alto Adige)
    Messaggi
    13.884
    Io che ho il Nokia 3510 non sono minimamente toccato da questo discorso.

    Però credo che sia una scelta doverosa


  4. #4
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Si è una scelta che condivido. Personalmente non sono un cultore delle fotografie...le faccio ogni tanto, quando veramente ne vale la pena

  5. #5
    ... L'avatar di L'Esorcista
    Registrato il
    12-04
    Località
    Prov. di Catania
    Messaggi
    8.258
    Ho un Nokia 6600 e (oltre ad aver quesi aperto un topic uguale)questa mi sembra una delle solite cavolate politiche che ormai da anni affliggono il nostro paese. Niente di +
    PSU: CoolerMaster GX 650W 80PLUS Bronze MB: Asrock Z77 PRO3 bios 1.90 CPU: Intel Core i5 3570k RAM: 2*8GB Corsair Vengeance Black 1600Mhz GPU: Sapphire Radeon HD7850 OC 2 GB RAM HD: Samsung 850 Evo 500 GB / Western Digital Caviar Black 1TB CASE: Thermaltake V4 Black Edition DVD/RW: Samsung SH224BB 24X Mouse: Cm Storm Recon Monitor: Samsung SyncMaster 932MW Router: Vodafone Station Revolution ADSL: Vodafone Iperfibra 100 Mega FTTC OS: Windows 10

  6. #6
    Dopo inizieranno a lamentarsi del rumore e delle luci moleste.
    "Il sonno della ragione genera mostri"

  7. #7
    Utente L'avatar di cerberus
    Registrato il
    01-03
    Località
    Salaria Sport Village
    Messaggi
    18.301
    Citazione cerberus
    Arr...
    penso che 3/4 dei miei compagni di corso tenteranno il suicidio...
    ( io no... sono fermo al Nokia 3310 )...
    Mi auto cito...
    se mettessero luci e suoni il politecnico di Milano diventerebbe il maggior produttore mondiale di inquinamento acustico e luminoso...
    Engineers do it better
    "Lo scienziato non studia la natura perché è utile, ma perché ne prova piacere e ne prova piacere perché è bella. Se la natura non fosse bella, non varrebbe la pena studiarla e la vita non varrebbe la pena di essere vissuta”.( Henri Poincaré )
    "Scientists discover the world that exists; engineers create the world that never was."

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •