• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Il terrore nella guerra

Cambio titolo
  1. #1
    Utente L'avatar di Lollo86
    Registrato il
    01-04
    Località
    Nella CAPITALE!
    Messaggi
    35

    Il terrore nella guerra

    Vorrei avere da voi qualche consiglio su una tesi che dovrò sostenere. Quali autori ne parlano apertamente nei loro libri? Secondo me può essere un ottimo argomento da trattare in sede d'esame no?

  2. #2
    Neo Mod L'avatar di Darth Threepwood
    Registrato il
    10-02
    Località
    DosBox/WinUAE
    Messaggi
    12.851
    Ti consiglio di chiedere in questa sezione: http://forum.gamesradar.it/forumdisplay.php?f=25
    www.beppegrillo.it - Il blog di Beppe Grillo. | Wikipedia, l'enciclopedia libera.

    Citazione cc84ars
    ecco, questi sono i tipici interventi bossi-fini

  3. #3
    Gaseous Snake
    Ospite
    Ma quando vi si dice che Agorà non è per i compiti dove state, dall'otorino? Sembra proprio di sì.

  4. #4
    Bannato L'avatar di Falco Bianco
    Registrato il
    11-02
    Località
    Palermo
    Messaggi
    17.264
    Citazione Gaseus Snake
    Ma quando vi si dice che Agorà non è per i compiti dove state, dall'otorino? Sembra proprio di sì.
    si é registrato da poco da quel ke vedo... in ogni caso hai ragione...

  5. #5
    Utente L'avatar di pasquale7bellezze
    Registrato il
    05-03
    Località
    Torino
    Messaggi
    11.760
    Cambiamo direzione: secondo voi quali sono gli autori più eminenti nel panorama storico?

    Gli autori possono essere anche dell'epoca romana, autori come Cicerone hanno saputo dare una loro visione particolare della guerra. Una delle poche che ho letto, condivisibile, era la visione sua sul trattamento dei prigionieri di guerra: l'agire con violenza su di essi è dannoso, e per questo bisogna usare anche con loro moderazione.
    Qui viene rappresentato mediamente, il rapporto che avevano i Romani con i nemici: il terrore non c'era, la loro supremazia militare li rendeva quasi invincibili. Il terrore quindi, è la conseguenza di una premonizione o di un realismo, che concerne spesso la propria sconfitta. Solo le invasioni (o immigrazioni, dipende dai punti di vista) hanno scosso questo equilibrio. Svariati autori (i nomi ora mi vengono difficili da ricordare) hanno giudicato con terrore e paura questi fenomeni, questa serie di eventi che hanno portato alla tremenda sconfitta di Roma.

  6. #6
    Distruggi Community L'avatar di fulminato
    Registrato il
    02-04
    Località
    Maestro errante deL'OTU
    Messaggi
    26.241
    Citazione Gaseus Snake
    Ma quando vi si dice che Agorà non è per i compiti dove state, dall'otorino? Sembra proprio di sì.

    non è propio un compito parla di una tesi, è qualcosa di idverso e poi cis i può costruire una buona discussione (non ho le conoscenze quindi posso al massimo inserirmi in un discorso avviato) come detto da pasquale7bellezze.
    "Per il resto la serie TES cesserà di interessare quando Fulminato smetterà di fare errori di battitura nei suoi post"
    Dark_Angel83
    "Physics is like sex: sure, it may give some practical results, but that's not why we do it."
    Richard P. Feynman
    "A mathematician is a blind man in a dark room looking for a black cat which isn't there."
    Charles R Darwin
    "Una nuova verità scientifica non si impone perché i suoi detrattori via via l'accettano, ma perché questi mano mano muoiono, e nel contempo sorge una nuova generazione in grado di accettarla."
    Max Planck

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •