• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 4 1234 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 48

Discussione: I Terroristi sono resistenti (g. Bocca)

Cambio titolo
  1. #1
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307

    I Terroristi sono resistenti (g. Bocca)

    Un amico dei rapitori di Giuliana
    E’ Bocca, solidale con la resistenza islamista, paragonata alla nostra


    E’ sperabile che la gente in piazza oggi per la liberazione di Giuliana Sgrena compri e legga l’Espresso di questa settimana. C’è tutto quel che è necessario per capire che anche i sequestratori dalle cui mani vogliono togliere l’ostaggio, liberando lei e la pace, hanno le loro ragioni. In polemica con Piero Fassino, che a sorpresa aveva tolto ai terroristi iracheni il titolo di resistenti e lo aveva trasferito agli elettori che li hanno sfidati ai seggi, Giorgio Bocca scrive che “i veri resistenti in Iraq sono quelli che resistono e non quelli che la pensano come noi, i ricchi della Terra che, gira e rigira, la pensiamo come gli americani”. Bocca è scandalizzato all’idea che si considerino “presenze demoniache indegne del nome di resistenti” quei bravi ragazzi che “guidano le autobombe, che attaccano la polizia collaborazionista”. Per essere a suo modo ancora più chiaro, Bocca tesse una obliqua ma trasparente apologia dei terroristi suicidi, che a noi “nati e cresciuti in una democrazia e cultura cristiana” possono non piacere, anche se “nella galleria dei nostri eroi ci stanno combattenti che andarono deliberatamente alla morte, anche se nelle lettere dei condannati a morte della Resistenza ci sono scelte per la morte preferibile al tradimento e alla trattativa con il nemico”. La resistenza di bin Laden e di al Zarqawi “non può essere storicamente negata”, è parte del “risorgimento islamico”, e “quando faceva comodo a noi l’abbiamo praticata” con le atomiche sul Giappone e i bombardamenti al fosforo a Dresda. Chissà se questo esempio di memoria condivisa (come si dice oggi) farà piacere alle associazioni partigiane e a coloro che combatterono in Europa contro i collaborazionismi, i fascismi e il Terzo Reich o ai loro eredi. Chissà se si riconosceranno negli angeli sterminatori islamisti radicali, da Beslan a Baghdad alle Torri, e nella loro vocazione di combattenti reazionari per l’oppressione e la tirannia.
    Bocca non è nuovo di questi boschi. Negli anni del terrorismo italiano adorava, vezzeggiava e coccolava la meglio gioventù potoppista, brigatista, estremista perché la trovava più moderna, più capace di leggere le contraddizioni e le ristrutturazioni del capitalismo. Le gambizzazioni e la geometrica potenza di via Fani lo affascinavano come oggi le decapitazioni in pieno “risorgimento islamico”. Non è sapienza storica, realismo, rispetto per il nemico, come Bocca vorrebbe far credere: è l’inversione del rapporto di amico-nemico, è semplice tradimento della democrazia per miserabili frustrazioni di casta, e in nome della lotta contro il paese alle vongole che non gli dà corda abbastanza. In Bocca, come in tutti i moralisti intransigenti, come in tutta quella schiatta di polverosi e rancorosi cattivi maestri, spesso passati in volata dalla scivolata fascista e antisemita a una guerra che portò soccorso al vincitore angloamericano, c’è una violenta ambiguità ideologica che avvelena da decenni la nostra vita pubblica. Ora si è solo fatto amico dei rapitori di Giuliana Sgrena, banditore dei loro valori e della loro funzione storica, perché il paese alle vongole è alleato di quello a stelle e strisce.



    Ora compro l'espresso, mi auguro che Ferrara abbia calcato la mano (ma ci sono le virgolette) senno uno come bocca è da ricovero. Sono allibito

    Dice molte cose giuste ferrara, anche perche le ha vissute in prima persona. Senza mai rinnegare il proprio passato come invece hanno fatto altri. L'intellighenzia parteggiava per gli estremisti di sinistra, i rivoluzionari...e poi si vede che fine hanno fatto. Cmq non è questo che interessa. Quella è roba vecchia. Qui si fa apologia del terrorismo. Fino a questo punto si erano spinti solo gli estremisti di indymedia e della sinistra estremista....o forse era molto tempo che non leggevo certi "cattivi maestri".

    E pensare che da giovane, Bocca, tanto innalzato dalla sinistra era un "lurido "fascista, antisemita....e dopo è diventato uno dei padri della resistenza...si, ma di quella islamica fondamentalista

  2. #2
    Utente L'avatar di cerberus
    Registrato il
    01-03
    Località
    Salaria Sport Village
    Messaggi
    18.301
    Va bhe... gli anni passano per tutti...
    Engineers do it better
    "Lo scienziato non studia la natura perché è utile, ma perché ne prova piacere e ne prova piacere perché è bella. Se la natura non fosse bella, non varrebbe la pena studiarla e la vita non varrebbe la pena di essere vissuta”.( Henri Poincaré )
    "Scientists discover the world that exists; engineers create the world that never was."

  3. #3
    Paladino del Nord
    Ospite
    Il fascista Bocca non è nuovo a simili sconcertanti performance con la penna...

  4. #4
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Citazione Paladino del Nord
    Il fascista Bocca non è nuovo a simili sconcertanti performance con la penna...

    No. E purtroppo confermo quello che ha detto Ferrara. Ho letto attentamente l'articolo.

  5. #5
    Utente
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    1.634
    Bhè... si... inquietudine.
    Penso che ormai, ciò che abbiamo visto negli anni più recenti sia solo l'inizio di uno scontro tra culture che è destinato ad intesificarsi e a durare molto a lungo.
    Spero solo se ne possa uscire senza conseguenze catastrofiche.

  6. #6
    Utente
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    1.634
    Rettifico: non uno scontro di culture, cultura e religione son solo strumentalizzate per persegiure interessi di gruppi ristretti di persone. Il motore vero di questo scontro è la ricerca del consenso e del potere politico. Ma ormai il dibattito si è focalizzato sullo scontro tra civiltà.

  7. #7
    LAMEM L'avatar di Guttenflax
    Registrato il
    07-03
    Località
    Palermo
    Messaggi
    886
    Scontro tra culture? Cucire le vagine alle neonate perché sono femmine e quindi impure...questa è una cultura?

  8. #8
    Utente
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    1.634
    E' una tradizione che rappresenta un singolo aspetto di una cultura.

    Puoi contestarla o meno, ma poi l'importante è cosa scegli di fare se decidi di agire attivamente per evitarlo.

    Se la reazione è tra quelle che sento sempre più spesso e cioè: "Perché non si apre una crepa sulla terra e inghiotte tutti i mussulmani?" o "Bombaridamoli e sterminiamoli tutti" allora temo si risolva poco o nulla.

  9. #9
    AttrattoreStrano
    Ospite
    Citazione IL CONTE
    Un amico dei rapitori di Giuliana
    E’ Bocca, solidale con la resistenza islamista, paragonata alla nostra


    In polemica con Piero Fassino, che a sorpresa aveva tolto ai terroristi iracheni il titolo di resistenti e lo aveva trasferito agli elettori che li hanno sfidati ai seggi, Giorgio Bocca scrive che “i veri resistenti in Iraq sono quelli che resistono e non quelli che la pensano come noi, i ricchi della Terra che, gira e rigira, la pensiamo come gli americani”. quei bravi ragazzi che “guidano le autobombe, che attaccano la polizia collaborazionista”.
    semplice:non può aver detto questo. Ovviamente qualcuno continua a giocare tra le definizioni di terrorismo e guerriglia.

    @paladino: G.Bocca fascista?

  10. #10
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Citazione AttrattoreStrano
    semplice:non può aver detto questo. Ovviamente qualcuno continua a giocare tra le definizioni di terrorismo e guerriglia.

    @paladino: G.Bocca fascista?

    1) Comprati l'Espresso. O fidati delle mie parole (ho letto l'art.)

    2) Bocca è stato un fascista ed un antisemita.

  11. #11
    AttrattoreStrano
    Ospite
    Citazione IL CONTE
    1)

    2) Bocca è stato un fascista ed un antisemita.
    ti prendi la responsabilità di poter essere smentito a breve?
    comunque l'espresso l'ho già comprato.Ripeto IMHO c'è qualcosa che non quadra. E poi scusa, i giornalisti fraintendono sempre Berlusconi ma non possono fraintendere Bocca?

  12. #12
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Citazione AttrattoreStrano
    ti prendi la responsabilità di poter essere smentito a breve?
    comunque l'espresso l'ho già comprato.Ripeto IMHO c'è qualcosa che non quadra. E poi scusa, i giornalisti fraintendono sempre Berlusconi ma non possono fraintendere Bocca?
    Aspe...ti do io il promemoriaaaaa:


    Un esempio?
    Il 4 agosto 1942 La "Provincia Granda" pubblica a firma di Giorgio Bocca:
    "Questo odio degli ebrei contro il fascismo è la causa prima della guerra attuale. La vittoria degli avversari solo in apparenza infatti, sarebbe una vittoria degli ebrei. A quale ariano, fascista o non fascista, può sorridere l’idea di dovere, in un tempo non lontano, essere lo schiavo degli ebrei?". Lascio ai lettori ogni commento.




    Giampaolo Pansa, intervistato da Radio 24, affronta il tema degli attacchi e degli insulti ricevuti per la pubblicazione del suo libro "Il sangue dei vinti": "In tutta la mia vita non ho scritto una riga per conto di qualcuno. E non un singolo fatto mi è stato contestato. Nel libro ci sono soltanto cose vere e documentate. Sono partito dalle persone, dalle vicende personali, non da numeri o da divise. Quelli che mi chiedono di contestualizzare, in realtà vorrebbero chiedermi di giustificare le vendette e i massacri."
    Incalzato sui giudizi taglienti di Giorgio Bocca nei suoi confronti, Pansa ribatte:" Non rispondo per rispetto per l'età di Bocca. Questo signore ha detto cose false e ridicole a Liberazione che peraltro le ha pubblicate senza battere ciglio. Addirittura mi ha accusato di aver scritto Il sangue dei vinti perchè volevo diventare direttore del Corriere della Sera. Non rispondo a tali infamie. E ha detto tutto ciò prima che il libro uscisse, quindi senza nemmeno averlo letto. Il mio vecchio amico Giorgio Bocca, ex amico, ha detto anche che io ero visceralmente comunista. Io che non sono neanche visceralmente juventino, figuriamoci. Lui invece era visceralmente fascista, antiebreo, anzi antisemitico, come lui stesso scriveva sul giornale fascista di Cuneo".


    Fascista rinnegato come tanti. Vespa, nell'ultimo libro, ha fatto un'impietosa lista di chi aveva appoggiato il regime, chiesto favori al duce etc.... Il fior fiore degli intellettuali di sinistra

  13. #13
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Appurato che Bocca è stato fascista dimmi cosa c'è da fraintendere in quel relativismo portato all'eccesso.

    Posso capire, che tu, da estremista di sinistra possa avere in simpatia Bocca. Ma davanti a certe vaccate(come quelle di vattimo) sulla resistenza e su queste prese di posizioni (non parla della resistenza civile irachena, parla proprio del terrorismo!) la condanna intellettuale è scontata.

  14. #14
    AttrattoreStrano
    Ospite
    Pansa,Vespa? non li prendo molto sul serio.
    Più serio è il tuo riferimento al 42 quando Bocca aveva 22 anni.Anche fosse vera la tua citazione (non ho motivo di dubitarne) meglio non parlare di chi era e di chi E' fascista o di chi era Pduista o di chi era razzista (o di chi ancora è razzista e mi pare che nella lega ce ne siano molti).
    Bocca per quello che posso dire è da almeno 50 anni di orientamento socialista ( Nenni).E' stato partigiano in "Giustizia e Libertà". Ci sono ministri che erano fascisti fino a ieri.
    Detto questo, ripeto il mio scetticismo;se viene fuori che sono parole sue, vuol dire che si è rincoglionito di brutto.
    Ultima modifica di AttrattoreStrano; 20-02-2005 alle 01:54:01

  15. #15
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Citazione AttrattoreStrano
    Pansa,Vespa? non li prendo molto sul serio.
    Più serio è il tuo riferimento al 42 quando Bocca aveva 22 anni.Anche fosse vera la tua citazione (non ho motivo di dubitarne) meglio non parlare di chi era e di chi E' fascista o di chi era Pduista o di chi era razzista (o di chi ancora è razzista e mi pare che nella lega ce ne siano molti).
    Bocca per quello che posso dire è da almeno 50 anni di orientamento socialista ( Nenni). Ci sono ministri che erano fascisti fino a ieri.
    Detto questo, ripeto il mio scetticismo;se viene fuori che sono parole sue, vuol dire che si è rincoglionito di brutto.
    Suvvia, attrattore. Che Bocca sia stato fascista lo sanno anche in sassi. Si sarà reso conto dell'errore, come molti altri, però non si può negare una verità. Non prendere sul serio un intellettuale serio come Pansa e un cronista affidabile come Vespa mi sembra assurdo. Perche? Uno è un uomo di sinistra da sempre... che conosce Bocca da una vita. L'altro non è mai stato smentito, i suoi libri sono fulgidi esempi di giornalismo. Va bene...è stato simpatizzante della DC, ma non mi pare una colpa.

    Pure io ci sono rimasto male (per bocca) senno non avrei questo topic. E per conferma (sempre controllare la Fonte) ho comprato il settimanale.

Pag 1 di 4 1234 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •