• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Syberia

Cambio titolo
  1. #1
    Don't try this at home L'avatar di rede9
    Registrato il
    12-04
    Messaggi
    12.177

    Syberia

    Ho finito Syberia da poco e voglio provare a darne un giudizio (dato che non ho esperienza non siate troppo duri nel giudicarmi).



    C'era una volta un gruppo di persone convinte che le avventure grafiche erano morte e ancora oggi c'è chi lo pensa ancora. In realtà le avventure grafiche non sono come vampiri che muoiono una volta scomparso chi li ha generati (le avventure Lucasarts) e questo gioco ha dimostrato d’essere molto innovativo.

    La storia comincia con Kate Walker, avvocata che deve sovrintendere l'acquisizione di una fabbrica d’automi che era molto conosciuta ai suoi tempi.

    Purtroppo la titolare della fabbrica muore e si scopre che ha un erede misterioso. Adesso voi penserete che vi ritroverete coinvolti in segreti di Stato o a respingere invasioni aliene, invece no; Syberia è l'unica avventura grafica che conosco a non avere antagonisti, lo scopo del gioco è semplicemente quello di trovare quest’erede misterioso e fargli firmare un pezzo di carta. Facile direte voi, ma in realtà è difficile quanto trovare un bagno nella Legacy of Kain (alcuni hanno dichiarato di averne visto uno in Soul Reaver e molti sono morti nel tentativo di trovarlo). Questo erede infatti era stato dichiarato morto in un incidente ed è attualmente in qualche remoto angolo della Syberia e per trovarlo dovrete ripercorrere le tappe della sua vita.

    Passiamo al gioco in se lasciando stare il potere della trama.

    Syberia vanta una gran libertà di gioco, infatti troverete degli oggetti che saranno assolutamente inutili, realizzati tanto per farvi prendere coscienza del luogo in cui vi trovate e della storia (come ritagli di giornali e vecchie corrispondenze). Ci saranno anche alcuni scenari (i quali sono tutti disegnati a mano e arricchiti con sorprendenti animazioni ed effetti sonori che danno un tocco di realismo) che dovrete semplicemente attraversare ammirandone la realizzazione. L'interfaccia è molto semplice in quanto si tratta di un’avventura punta e clicca dove dovrete alternare l'uso del tasto destro e sinistro per svolgere quattro azioni: usa, guarda, prendi, parla. Una volta che un oggetto del vostro inventario o con cui avrete interagito avrà svolto la propria funzione, esso non sarà più disponibile e/o selezionabile. Ciò rende più piacevole lo svolgimento di quelli che possiamo definire dei "livelli di gioco" (separati da filmati) che corrispondono ai vari luoghi che visiterete durante la vostra ricerca, ma non vuol dire che il gioco sia particolarmente facile, infatti gli enigmi anche se non sono particolarmente stressanti o complicati sono ben fatti e necessitano di un buon ragionamento prima di agire. Non sarà possibile fondere gli oggetti, ma ciò non costituirà una pecca.

    Nel gioco non potrete proseguire da soli, infatti sarà molto importante il dialogo con i vari personaggi e dalle discussioni emergeranno piccole quest obbligatorie e nuovi argomenti di conversazione (che non corrisponderanno alla stessa frase per ogni personaggio) che dovrete usare con chi potrà illuminarvi e per questo è importante parlare più volte con tutti. Durante il viaggio voi non sarete soli, infatti sarete accompagnati da uno spiritoso automa Oscar che desidera tanto ritrovare l'erede che è il suo creatore, nonostante troverà sempre scuse per non lavorare legate alla fragilità dei suoi meccanismi, e riceverete spesso chiamate al cellulare da persone che vogliono accertarsi della vostra attuale condizione (mamma, migliore amica e fidanzato), ma anche dal vostro capo che vi stresserà di continuo dicendovi di concludere in fretta l'acquisizione della fabbrica. Il cellulare però si dimostrerà anche uno strumento indispensabile per la risoluzione di particolari enigmi e non un oggetto superfluo.

    Il gioco è interamente in italiano a parte per i titoli di coda e vanta la presenza di voci assai ricorrenti nel mondo del doppiaggio dei videogiochi.

    La longevità del gioco è buona e anche per i giocatori incalliti (come me) costituirà una buona occasione per mettersi alla prova ed è favorita da una di quelle trame che ti tengono attaccato allo schermo dal desiderio di scoprire come si concluderà l'avventura. Una volta finito il gioco non ci sarà un particolare interesse a provarlo di nuovo, semmai ci sarà il capriccio di vedere cimentarsi un proprio amico nell'aiutare la giovane avvocata.

    Questa avventura però è solo il primo capitolo in cui si concluderà solo la vicenda della protagonista, ma non quella dell'erede il cui fascino la spingerà a...

    In conclusione Syberia è un avventura consigliata sia agli appassionati sia a coloro che sono alle prime armi con questo genere.



    Adesso immagino di dover dare i soliti voti (che sarà per me come dare i numeri al Lotto):

    Grafica 8

    Sonoro 8

    Giocabilità 9

    Longevità 7/8

  2. #2
    Nintendaro professionista L'avatar di carre92
    Registrato il
    01-05
    Località
    polo nord
    Messaggi
    1.660
    2 stelle
    Sto giocando final fantasy 9
    My pc:
    procioentium d 2,8 ghz
    scheda video: x1950pro
    ram: 2x512 s3plus
    mobo5vd2-mx

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •