• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 4 1234 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 53

Discussione: Richiesta di evoluzione del genere umano!

Cambio titolo
  1. #1
    Utente L'avatar di davehill78
    Registrato il
    01-05
    Messaggi
    7

    Richiesta di evoluzione del genere umano!

    Hai dato uno sguardo al mondo fuori oggi? Noti niente di stano? La tua macchina è parcheggiata dove l'hai la sciata ieri sera, i tuoi vicini sono ancora i tuoi vicini, ke abitano vicino a te, esattamente a 10.000 Km di distanza? Ti guardi intorno e tutto sembra normale, la strada ke fai per andare a lavoro, la gente ke incontri, a volte sembra di stare tra i familiari anche tra sconosciuti che vedi tutti i giorni, e ti domandi: come mai oggi il signore coi baffi non è lì dov'è ogni mattina? Comunque non voglio dilungarmi molto, (perchè volendo potrei andare avanti per ore!) il senso di queste domande è: viviamo la nostra unica vita avvinghiati ad una continua e costante routine, dalla quale crediamo di riuscire a liberarci, o addirittura di non esserci nemmeno imbrigliati, ma quanto sappiamo veramente di ciò che ci circonda ogni giorno? Delle persone ke vivono la loro vita in una simbiosi "incontaminata" con noi? Quanto sappiamo veramente di noi stessi? Siamo noi stessi quando siamo da soli? Quando siamo con gli altri? se pensiamo che possiamo facilmente cambiare il nostro comportamento a seconda della persona con la quale abbiamo contatti, alla fine il nostro IO a cosa corrisponde? ad una moltitudine di IO frammentati che seguono una linea Morale Nostra? e quanto di questa linea morale appartiene veramente a noi, e non a quello che ci viene insegnato nella società in cui viviamo? Saranno domande scontate, retoriche da "adolescente in crisi", ma credo che se ogni essere umano si svegliasse dal letargo che la società gli cala sul libero pensiero, saremmo tutti delle persone più consapevoli, capaci di agire per ragionamenti propri, che siano giusti o sbagliati non importa, ma che siano il frutto unico del pensiero di un essere evoluto.

    La pubblicità è l'anima del commercio. e la rovina dell'uomo. In ogni attimo della nostra vita i mass media svolgono il più efferato crimine terroristico dei nostri tempi, basta girasi intorno per sentirsi circondati da comunicazioni commerciali, lo scopo ultimo della pubblicità è quello di promuovere prodotti per incentivarne il consumo, e fin quì niente di male. Ma con la loro invadenza e assidua e costante presenza nella nostra vita, giorno dopo giorno anno dopo anno ci hanno reso inconsapevolmente e subdolamente schiavi del consumismo, e la cosa più rivoltante è ke agiscono talmente bene ke la maggior parte delle persona si ritrova a viviere la propria vita in una sorta di coma programmato, sentendo delle necessità inutili! Il bisogno di comprare, comprare COMPRARE! Siamo tutti dei drogati! Milioni e milioni di prodotti differenti atti a scovare i desideri più assurdi del consumatore più bizzarro! ( e quì si potrebbero elencare un infinità di prodotti completamente INUTILI) e tutti li a subire sorridenti e soddisfatti queste immensa macchinazione commessa ai nostri danni!

    L'informazione, la cronaca, i telegiornali, dovrebbero essere, insieme a tanti altri mezzi di comunicazione liberi, ambienti "asettici" privi di ogni "parassitismo Politico" ...il fatto è...ke le cose non vanno proprio così! i telegiornali, come i giornali, i quotidiani ecc ecc son la trasposizione della realà rivista in chiave politica, è come il dopo gara di un incontro sportivo: nei telegiornali si continuano a riflettere le ideologie politiche dei loro "sponsor", poche informazioni (a volte anche romanzate) solo su i temi più richiesti dall'opinione pubblica.....................................ma è possibile che l'opinione pobblica reputi un risultato sportivo sia più importante della vita dell persone??????? E' questo il mondo in cui vivo? Sono queste le persone che incontro ogni giorno per strada? Le stesse persone che credono sia più importante sapere chi ha vinto il Grande Fratello che sapere che il mondo nel quale vive sta volgendo nello squllore più basso e decadente? e magari se glielo vai a rinfacciare ti dice ke non è così poi dopo 10 minuti si chiede: alla fine chi è ke ha vinto il GF? Possibile ke sono così poche le persone ke la pensano come me? Non c'è niente ke possiamo fare per cambiare questa situazione decisamnte umiliante per tutto il genere umano? Questi non sono ke piccoli esempi di una moltitudine...aiutami a trovarne altri.
    So ke non sono solo....

  2. #2
    Atlus hater L'avatar di Davy
    Registrato il
    01-05
    Messaggi
    26.450
    nn ho voglia di leggere il post..
    Cmq sta'affaroni vengono stranamente di notte, verso le 23/30 -24....

  3. #3
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    60 anni fa un pazzo ha dichiarato guerra a mezzo mondo. Ci siamo evoluti in questi 50 anni, siamo l'avamposto della democrazia e del benessere. Abbiamo qualche garanzia in piu dell'america con il vecchio stato sociale. Io sono ottimista.

  4. #4
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    La pubblicità è l'anima del commercio. e la rovina dell'uomo. In ogni attimo della nostra vita i mass media svolgono il più efferato crimine terroristico dei nostri tempi, basta girasi intorno per sentirsi circondati da comunicazioni commerciali, lo scopo ultimo della pubblicità è quello di promuovere prodotti per incentivarne il consumo, e fin quì niente di male. Ma con la loro invadenza e assidua e costante presenza nella nostra vita, giorno dopo giorno anno dopo anno ci hanno reso inconsapevolmente e subdolamente schiavi del consumismo, e la cosa più rivoltante è ke agiscono talmente bene ke la maggior parte delle persona si ritrova a viviere la propria vita in una sorta di coma programmato, sentendo delle necessità inutili! Il bisogno di comprare, comprare COMPRARE! Siamo tutti dei drogati! Milioni e milioni di prodotti differenti atti a scovare i desideri più assurdi del consumatore più bizzarro! ( e quì si potrebbero elencare un infinità di prodotti completamente INUTILI) e tutti li a subire sorridenti e soddisfatti queste immensa macchinazione commessa ai nostri danni!
    Questo "diabolico" meccanisco permette anche a dave, piccolo ingranaggio del sistema di utilizzare il pc e molti altri beni. Se questo meccanismo "terrorista" si fermasse l'intero Sistema si arresterebbe e non potremo leggere nemmeno questo topic. Lunga vita al consumismo!!!

  5. #5
    Phemt
    Ospite
    Citazione IL CONTE
    Questo "diabolico" meccanisco permette anche a dave, piccolo ingranaggio del sistema di utilizzare il pc e molti altri beni. Se questo meccanismo "terrorista" si fermasse l'intero Sistema si arresterebbe e non potremo leggere nemmeno questo topic. Lunga vita al consumismo!!!
    ... a quest'ora non ho voglia di leggere tutto il post...

    ... conte, se la pensi in quel modo, allora mi fido e ti quoto ...

  6. #6
    Bannato
    Registrato il
    09-04
    Località
    Ovunque
    Messaggi
    25.920
    sono stupito, primo mess di un nuovo utente e già un topic molto impegnato

  7. #7
    AttrattoreStrano
    Ospite
    Richiesta di evoluzione del genere umano: hai ragione ma non sei tu solo a richiederlo. E' la natura che lo impone:se si continua così prima o poi finisce...il paese dei balocchi per alcuni, le pezze al culo per tanti altri.

  8. #8
    AttrattoreStrano
    Ospite
    Citazione Phemt
    ... a quest'ora non ho voglia di leggere tutto il post...

    ... conte, se la pensi in quel modo, allora mi fido e ti quoto ...
    piccoli vassalli subordinati al conte crescono......

  9. #9
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Citazione AttrattoreStrano
    Richiesta di evoluzione del genere umano: hai ragione ma non sei tu solo a richiederlo. E' la natura che lo impone:se si continua così prima o poi finisce...il paese dei balocchi per alcuni, le pezze al culo per tanti altri.

    L'evoluzione (ma perche no, anche l'involuzione) del genere umano è un processo naturale o cmq qualcosa che è sempre avvenuta nella storia. Mi sembra che lui descriva una situazione fatiscente e un poco patetica.

  10. #10
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Citazione AttrattoreStrano
    piccoli vassalli subordinati al conte crescono......

    Marceremo su Roma(cit) Silvio preparati

    Villa Certosa sarà mia

  11. #11
    AttrattoreStrano
    Ospite
    Citazione IL CONTE
    L'evoluzione (ma perche no, anche l'involuzione) del genere umano è un processo naturale o cmq qualcosa che è sempre avvenuta nella storia. Mi sembra che lui descriva una situazione fatiscente e un poco patetica.
    esattamente: mi riferisco al fatto che da almeno 150 anni l'uomo ha la possibilità di distruggere veramente l'ecosistema in cui vive con l'unico risultato di autoestinguersi: il mio intervento era inteso in questo senso (se ci pensi bene è applicabile facilmenteensa ad un mondo sempre più affollato in cui una minima parte della popolazione consuma quasi tutto: il risultato è uno stato perenne di guerra e terrorismo e in seguito l'inevitabile esaurimento delle risorse): ecco allora che l'evoluzione sarà automatica: in un senso o nell'altro che è pessimistico come dici tu: sono due vie però obbligate ma autoescludenti.

  12. #12
    Oscenità al Potere L'avatar di CUNY
    Registrato il
    06-03
    Località
    Italia, 3° mondo
    Messaggi
    1.853
    Citazione davehill78
    Hai dato uno sguardo al mondo fuori oggi? Noti niente di stano? La tua macchina è parcheggiata dove l'hai la sciata ieri sera, i tuoi vicini sono ancora i tuoi vicini, ke abitano vicino a te, esattamente a 10.000 Km di distanza? Ti guardi intorno e tutto sembra normale, la strada ke fai per andare a lavoro, la gente ke incontri, a volte sembra di stare tra i familiari anche tra sconosciuti che vedi tutti i giorni, e ti domandi: come mai oggi il signore coi baffi non è lì dov'è ogni mattina? Comunque non voglio dilungarmi molto, (perchè volendo potrei andare avanti per ore!) il senso di queste domande è: viviamo la nostra unica vita avvinghiati ad una continua e costante routine, dalla quale crediamo di riuscire a liberarci, o addirittura di non esserci nemmeno imbrigliati, ma quanto sappiamo veramente di ciò che ci circonda ogni giorno? Delle persone ke vivono la loro vita in una simbiosi "incontaminata" con noi? Quanto sappiamo veramente di noi stessi? Siamo noi stessi quando siamo da soli? Quando siamo con gli altri? se pensiamo che possiamo facilmente cambiare il nostro comportamento a seconda della persona con la quale abbiamo contatti, alla fine il nostro IO a cosa corrisponde? ad una moltitudine di IO frammentati che seguono una linea Morale Nostra? e quanto di questa linea morale appartiene veramente a noi, e non a quello che ci viene insegnato nella società in cui viviamo? Saranno domande scontate, retoriche da "adolescente in crisi", ma credo che se ogni essere umano si svegliasse dal letargo che la società gli cala sul libero pensiero, saremmo tutti delle persone più consapevoli, capaci di agire per ragionamenti propri, che siano giusti o sbagliati non importa, ma che siano il frutto unico del pensiero di un essere evoluto.

    La pubblicità è l'anima del commercio. e la rovina dell'uomo. In ogni attimo della nostra vita i mass media svolgono il più efferato crimine terroristico dei nostri tempi, basta girasi intorno per sentirsi circondati da comunicazioni commerciali, lo scopo ultimo della pubblicità è quello di promuovere prodotti per incentivarne il consumo, e fin quì niente di male. Ma con la loro invadenza e assidua e costante presenza nella nostra vita, giorno dopo giorno anno dopo anno ci hanno reso inconsapevolmente e subdolamente schiavi del consumismo, e la cosa più rivoltante è ke agiscono talmente bene ke la maggior parte delle persona si ritrova a viviere la propria vita in una sorta di coma programmato, sentendo delle necessità inutili! Il bisogno di comprare, comprare COMPRARE! Siamo tutti dei drogati! Milioni e milioni di prodotti differenti atti a scovare i desideri più assurdi del consumatore più bizzarro! ( e quì si potrebbero elencare un infinità di prodotti completamente INUTILI) e tutti li a subire sorridenti e soddisfatti queste immensa macchinazione commessa ai nostri danni!

    L'informazione, la cronaca, i telegiornali, dovrebbero essere, insieme a tanti altri mezzi di comunicazione liberi, ambienti "asettici" privi di ogni "parassitismo Politico" ...il fatto è...ke le cose non vanno proprio così! i telegiornali, come i giornali, i quotidiani ecc ecc son la trasposizione della realà rivista in chiave politica, è come il dopo gara di un incontro sportivo: nei telegiornali si continuano a riflettere le ideologie politiche dei loro "sponsor", poche informazioni (a volte anche romanzate) solo su i temi più richiesti dall'opinione pubblica.....................................ma è possibile che l'opinione pobblica reputi un risultato sportivo sia più importante della vita dell persone??????? E' questo il mondo in cui vivo? Sono queste le persone che incontro ogni giorno per strada? Le stesse persone che credono sia più importante sapere chi ha vinto il Grande Fratello che sapere che il mondo nel quale vive sta volgendo nello squllore più basso e decadente? e magari se glielo vai a rinfacciare ti dice ke non è così poi dopo 10 minuti si chiede: alla fine chi è ke ha vinto il GF? Possibile ke sono così poche le persone ke la pensano come me? Non c'è niente ke possiamo fare per cambiare questa situazione decisamnte umiliante per tutto il genere umano? Questi non sono ke piccoli esempi di una moltitudine...aiutami a trovarne altri.
    So ke non sono solo....

    Visto fight club recentemente?
    Cmq sono perfettamente d'accordo IN TUTTO ma è impossibile boicottare il sistema, ci siamo incastrati dentro e qualsiasi azione porta a delle conseguenze "consumistiche" che danneggiano altri...anche accendere il pc
    Ciò non toglie che possiamo aggirarlo e sfruttarlo nel modo + oculato, intelligente, indipendente e (se ti piace) onesto
    Piccole gocce...ma di cosa è fatto l'oceano?

    Basta esserne consapevoli e dare sempre un senso proprio a ciò che facciamo...tanto non possiamo scappare...quindi stai tranquillo e vivi serenamente il tuo piccolo, portando sempre un sorriso al prossimo (basta che non sia un delinGuente o Il Conte ovvio )

    ps. 1° post, complimenti!
    Cosa dire di Ratzinger? Grazie a Dio sono gay.

  13. #13
    Inno alla gioia L'avatar di IL CONTE
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    23.307
    Citazione AttrattoreStrano
    esattamente: mi riferisco al fatto che da almeno 150 anni l'uomo ha la possibilità di distruggere veramente l'ecosistema in cui vive con l'unico risultato di autoestinguersi: il mio intervento era inteso in questo senso (se ci pensi bene è applicabile facilmenteensa ad un mondo sempre più affollato in cui una minima parte della popolazione consuma quasi tutto: il risultato è uno stato perenne di guerra e terrorismo e in seguito l'inevitabile esaurimento delle risorse): ecco allora che l'evoluzione sarà automatica: in un senso o nell'altro che è pessimistico come dici tu: sono due vie però obbligate ma autoescludenti.

    Il mondo è sempre stato perennemente in guerra. C'è da dire che le democrazie non si sono mai fatte la guerra tra loro. Quindi dove c'è democrazia c'è pace Barilla (cit.)

    Il consumismo non è un male in quanto "consumismo". E' un male se il consumismo diviene l'assoluto metro di giudizio, l'unico valore. Se accompagnato ad altri valori (anche la religione, perche no) è utile all'uomo, perche l'economia gira e ringrazia Spot (cit.)

  14. #14
    AttrattoreStrano
    Ospite
    Citazione IL CONTE
    Il mondo è sempre stato perennemente in guerra......
    sono state guerre di altro tipo: religiose, territoriali, di conquista.
    Lo stato attuale è particolare: una guerra senza campi di battaglia, che è diversa da quelle che ho citato ma che le somma nelle identità delle persone:una guerra tra ricchi e poveri in cui gli interessi di base sono sempre di chi è ricco e potente: si fa leva sul crescente disagio e sulla povertà per creare convinzioni. Forse tra venti anni il quadro sarà chiaro:a me la situazione attuale sembra già una guerra di risorse, globalizzata, che non ha eguali nel passato.
    Potrei pure dire, in uno slancio di pessimismo. che GAIA sta prendendo i suoi automatici provvedimenti, che lo stato attuale è un fenomeno feedback non molto dissimile da quelli base dell'ecosistema. Solo che in gioco non c'è la CO2 o il livello dei mari.
    In fin dei conti, se l'uomo si estinguerà per questo, sarà quella che tu chiami "involuzione" ma lo sarà solo relativamente al punto di vista umano.Dal punto di vista ecosistemico l'evoluzione ha un senso solo:ci possono essere più o meno vicoli ciechi, ma il risultato sarà sempre quello di reinstaurare una condizione di equilibrio vantaggiosa all'ecosistema preso nel suo insieme.
    La tua economia non vale nulla, nemmeno se il consumismo non sarà l'unico valore.Il consumismo è estraneo alla natura, ed agli equilibri che ti ho citato prima.

    P.S= stò cercando di fare un discorso a-politico: ragiono in base a convinzioni puramente "scientifiche".Penso che sia il modo migliore per affrontare un discorso del genere che in quattro e quattr'otto diventerebbe pieno zeppo di post pro o contro il capitalismo occidentale.
    Ultima modifica di AttrattoreStrano; 22-02-2005 alle 01:19:04

  15. #15
    ...in Murillo I trust... L'avatar di danuz82
    Registrato il
    01-03
    Località
    Granada, Spain
    Messaggi
    950
    Mi sono appena ripreso in mano 1984 di Orwell, quello si che è un mondo angosciante...
    Cmq la situazione non è così grave, sono semplicemete convinto che l'uomo sia destinato a volare basso x sua natura, cosa che ha sempre saputo fare fin troppo bene... Anche io se mi guardo attorno a volte resto sconvolto dalla pochezza di certe persone, il cui unico orizzonete è l'audi a3 nuova e il pantalone cavalli (vedo un amico...), se non molto peggio, ma sono anche convinto che non sia colpa della società e basta, ma che sia nella nostra stessa natura. Non siamo tutti ugluali e se tu ti fai di questi problemi troverai 100 persone che non si pongono nemmeno la questione! E vivono felici lo stesso. Io non credo di essere un genio, ma so x certo che molti di quelli che mi stanno attorno non potrebbero aspirare a più di quello che sono campassero 1000 anni! Purtroppo è così e temo nessuno possa farci gran che...

    "La guerra è pace - La libertà è schiavitù - L'ignioranza è forza"

    L'igniorante è sempre felice... Spesso lo invidio...
    In Italia per trecento anni sotto i Borgia ci sono stati guerra, terrore, criminalità, spargimenti di sangue. Ma hanno prodotto Michelangelo, Leonardo, il Rinascimento. In Svizzera vivevano in amore fraterno, hanno avuto cinquecento anni di pace e democrazia. E cosa hanno prodotto? L'orologio a cucù. Orson Welles
    La vita è ciò che succede mentre noi pensiamo ad altro. Oscar Wilde
    Quando Dio ha distribuito la stupidità, qualcuno ha fatto la fila due volte
    Il dubbio non è piacevole, ma la certezza è ridicola. Solo gli imbecilli son sicuri di ciò che dicono. (Voltaire)

Pag 1 di 4 1234 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •