• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 25

Discussione: La TV: mezzo di cultura o di ignoranza?

Cambio titolo
  1. #1
    Il Nonno L'avatar di R@ge
    Registrato il
    02-03
    Località
    Ravenna
    Messaggi
    2.768

    La TV: mezzo di cultura o di ignoranza?

    L'altro giorno ho intavolato una discussione con la mia compagna su quale sia il ruolo della TV al giorno d'oggi e, dalle sue risposte, mi sono chiesto: è giusto che la TV sia un mezzo di diffusione culturale o che sia un mero strumento di manipolazione mentale molto subdolo?
    E' vero che la pay per view si sta diffondendo ed in effetti io posso finalmente scegliere cosa vedere e cosa tralasciare, ma è anche vero che la percentuale degli italiani acquista la pay tv per due cose: calcio e Grande Fratello.
    Il buon Popper, affermava che, per chi facesse TV, ci volesse una patente che garantisse la serietà dei programmi. rimango allibito della povertà culturale dei programmi, della inadeguatezza da parte delle tv nazionali di portare nelle nostre case informazione e non malainformazione. Quanti di voi, ascoltano diversi telegiornali o dibattiti politici? Quanti di voi preferiscono le idiozie dei reality ad un buon documentario storico/politico?
    Continuo a pensare che il tutto sia solo per appiattire le menti delle nuove generazioni, in modo da meglio strumentalizzarle e da massificarle, in modo che il singolo individuo abbia un'idea del mondo nn propria, ma di chi muove questi fili invisibili.
    Cosa ne pensate?

    Con tutto quello che ho speso in buste, bustine, sacchi e sacchetti mi potevo prendere su ebay un ALIEN REGINA VIVO addestrato a tartufi! [cit. aledrugo1977]

  2. #2
    Utente L'avatar di Enavar
    Registrato il
    05-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    1.026
    Continuo a pensare che il tutto sia solo per appiattire le menti delle nuove generazioni, in modo da meglio strumentalizzarle e da massificarle, in modo che il singolo individuo abbia un'idea del mondo nn propria, ma di chi muove questi fili invisibili.
    Cosa ne pensate?
    Penso che il succo sia in quest'ultima frase che hai scritto. Non per dire la solita banalità, ma la televisione è uno strumento e dipende quindi da chi la gestisce. E' un enorme contenitore dove puoi trovare programmi vergognosi (Amici, Stranamore, ecc..), programmi di intrattenimento (Le Iene, Zelig) programmi intelligenti (Quark, Ballarò) programmi che rasentano l'arte (Blob).
    Poi sta a te scegliere se farti condizionare o meno. Se sei una persona di media cultura sei in grado di farlo (non sempre) se sei ignorante è più facile restare a bocca aperta davanti a qualunque minchiata senza spirito critico.
    Il punto non so se è tanto su quanto la televisione sia massificante, ma su quanto ci siano alternative valide. Finché la lettura verrà considerata roba da pipparoli (a partire da certi politici che ne fanno quasi un vanto) o finché verrà insegnata come una tortura o finché il cinema verrà visto solo come intrattenimento senza studiarlo in maniera più approfondita (è l'unica arte che non si studia a scuola), allora sarà più facile, come dici tu, che la televisione rada al suolo le menti.
    Personalmente la televisione la guardo (non ho paytv) ma non è né la prima né l'unica fonte di informazione che ho.

  3. #3
    Il Nonno L'avatar di R@ge
    Registrato il
    02-03
    Località
    Ravenna
    Messaggi
    2.768
    Quote quello che dici caro Envar, ma considera due variabili:
    1) Non tutti posso avere più fonti d'informazione e la TV è uno strumento presente in tutte le famiglie italiane.
    2)E' vero che io posso scegliere i programmi da seguire, ma è anche vero che certi programmi li propina in orari impensati.
    Prova a fare uno zapping alle 20,30 e guarda la percentuale dei programmi da te suddivisa: guarda che valore hanno i programmi intelligenti!
    Sono sconcertato!

    Con tutto quello che ho speso in buste, bustine, sacchi e sacchetti mi potevo prendere su ebay un ALIEN REGINA VIVO addestrato a tartufi! [cit. aledrugo1977]

  4. #4
    does not wear any pants L'avatar di ezed
    Registrato il
    08-03
    Località
    Trieste
    Messaggi
    14.498
    Beh non è che in passato fosse diversa la tv, solo non ce l'aveva la massa
    E sono d'accordo con te nel dire che la qualità è pessima, ma dubito dell'intrigo politico per annullare le menti dei giovani...

  5. #5
    Utente L'avatar di Enavar
    Registrato il
    05-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    1.026
    Quote quello che dici caro Envar, ma considera due variabili:
    1) Non tutti posso avere più fonti d'informazione e la TV è uno strumento presente in tutte le famiglie italiane.
    2)E' vero che io posso scegliere i programmi da seguire, ma è anche vero che certi programmi li propina in orari impensati.
    Prova a fare uno zapping alle 20,30 e guarda la percentuale dei programmi da te suddivisa: guarda che valore hanno i programmi intelligenti!
    Sono sconcertato!
    Considero le tue variabili:
    1) Un buon libro costa mediamente 10-15 euro. Sulle bancarelle anche meno. In biblioteca è gratis. Un giornale costa 0.90 centesimi. Non mi sembrano cifre da capogiro. Solo il teatro e la musica hanno prezzi spaventosi, ma leggersi un buon libro mi pare alla portata di qualunque famiglia non sull'orlo della povertà.
    2) Te lo concedo, purtroppo il mercato è quello e a quello ci si deve adattare. L'unica possibilità è non guardare una cazzata solo "perché non c'è altro in Tv", perché allora si perde qualunque diritto alle lamentele.

  6. #6
    Utente L'avatar di cerberus
    Registrato il
    01-03
    Località
    Salaria Sport Village
    Messaggi
    18.301
    Continuo a pensare che il tutto sia solo per appiattire le menti delle nuove generazioni, in modo da meglio strumentalizzarle e da massificarle, in modo che il singolo individuo abbia un'idea del mondo nn propria, ma di chi muove questi fili invisibili.
    Cosa ne pensate?
    Non credo esista una grande mente, o un oscuro disegno dietro l'impoverimento qualitativo della televisione moderna...
    Gradualmente, lentamente, cercando di soddisfare da un lato le richieste del pubblico dall'altro le esigenze degli sponsor si è arrivati alla televisione attuale...
    evidentemente sintesi perfetta tra esigenze di pubblico e sponsor...
    non credo in nessun oscuro signore dell'etere...
    Engineers do it better
    "Lo scienziato non studia la natura perché è utile, ma perché ne prova piacere e ne prova piacere perché è bella. Se la natura non fosse bella, non varrebbe la pena studiarla e la vita non varrebbe la pena di essere vissuta”.( Henri Poincaré )
    "Scientists discover the world that exists; engineers create the world that never was."

  7. #7
    ±*Tidus*± 9.999
    Ospite
    La TV è come i giornali: c'è focus e c'è playboy, non puoi generalizzare

  8. #8
    Utente L'avatar di Enavar
    Registrato il
    05-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    1.026
    Citazione ±*Tidus*± 9.999
    La TV è come i giornali: c'è focus e c'è playboy, non puoi generalizzare
    Nel senso di spazzatura e pornografia?

  9. #9
    ±*Tidus*± 9.999
    Ospite
    Citazione Enavar
    Nel senso di spazzatura e pornografia?
    E sottolineo pornografia (cmq forse ho cannato il titolo del giornale dato che non leggo mai riviste di cultura )

  10. #10
    Il Nonno L'avatar di R@ge
    Registrato il
    02-03
    Località
    Ravenna
    Messaggi
    2.768
    Bhe...diciamo che Playboy è un giornale culturale, solo che qui da noi lo trovate vicino Le Ore e Blitz, piuttosto che vicino riviste tipo Max!
    Cmq ritornando in topic il paragone del "La TV è come i giornali: c'è focus e c'è playboy, non puoi generalizzare" è riduttivo, perchè, se dall'edicolante ho 1000 scaffali con diversi generi di lettura, in TV sui 10/11 canali nazionali, forse solo "la 7" e "rai Tre" sono canali di diffusione culturale. Come vedi io non ho l'oppurtinità di scegliere ad un determinato orario di vedermi...che sò...il caso Moro!

    Con tutto quello che ho speso in buste, bustine, sacchi e sacchetti mi potevo prendere su ebay un ALIEN REGINA VIVO addestrato a tartufi! [cit. aledrugo1977]

  11. #11
    Idiota L'avatar di Fabianooooo
    Registrato il
    12-04
    Località
    Ceccano (Fr)
    Messaggi
    510
    Bhe...diciamo che Playboy è un giornale culturale, solo che qui da noi lo trovate vicino Le Ore e Blitz, piuttosto che vicino riviste tipo Max!
    Cmq ritornando in topic il paragone del "La TV è come i giornali: c'è focus e c'è playboy, non puoi generalizzare" è riduttivo, perchè, se dall'edicolante ho 1000 scaffali con diversi generi di lettura, in TV sui 10/11 canali nazionali, forse solo "la 7" e "rai Tre" sono canali di diffusione culturale. Come vedi io non ho l'oppurtinità di scegliere ad un determinato orario di vedermi...che sò...il caso Moro!
    Beh ho seguito il discorso nel 3d e sono perfettamente d'accordo con te... il problema è che, se la televione è in grado di manipolare le menti della maggiorparte degli italiani (e lo è), allora c'è un problema alla radice: perchè le menti degli italiani (e non) sono manipolabili?!
    STO GIOCANDO A: Valkyrie profile 2 - Pes6 - Ys: TAON - Disgaea
    STO ASPETTANDO: Rogue galaxy

  12. #12
    Utente L'avatar di Devil 87
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    15.530
    Di cultira ne vedo oggettivamente davvero poca
    Si vive per scoprire nuova bellezza, di solito tanta quanta se ne dimentica.

    - Half Devil -

  13. #13
    (un po' meno) cattivo L'avatar di L33T
    Registrato il
    10-02
    Località
    Ovunque e in nessun luogo
    Messaggi
    3.908
    La tv è una sorta di dietologa avida, che propone ai suoi pazienti (già grassi) diete piene dei cibi che amano. Se ne accattiva così la simpatia (che per lei vale denaro), ma li fa ingrassare ulteriormente.
    Ho solo una domanda: cosa succederà quando il peso diverrà intollerabile? Esiste un medico serio a cui affidarsi senza timore?
    Es ist nichts schrecklicher als eine tätige Unwissenheit.

  14. #14
    -JD-
    Ospite
    Continuo a pensare che il tutto sia solo per appiattire le menti delle nuove generazioni, in modo da meglio strumentalizzarle e da massificarle, in modo che il singolo individuo abbia un'idea del mondo nn propria, ma di chi muove questi fili invisibili.
    Cosa ne pensate?
    Quoto, ho notato che il nostro modo di fare si sta avvicinando sempre di più a ciò che c'è in televisione, indubbiamente essa agisce in modo quasi inevitabile sul nostro comportamento. A volte imho è anche un po' positivo, ad esempio degli eventi fittizi narrati in telefilm possono insegnare qualcosa sulla vita reale, ma spesso la tv mi sembra un globale e lento lavaggio del cervello, e sta a noi saperla distinguere bene dalla realtà.

  15. #15
    Utente pigro L'avatar di Italiano medio
    Registrato il
    07-04
    Messaggi
    6.011
    Cosa ne pensate?

    che non mi faccio condizionare dalla tv e che decido io per la mia vita...


Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •