• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 11 di 11

Discussione: ESPN NHL 2K5 [Recensione]

Cambio titolo
  1. #1
    4 8 15 16 23 42 L'avatar di Andy1986
    Registrato il
    10-02
    Località
    Bellinzona [CH]
    Messaggi
    8.582

    ESPN NHL 2K5 [Recensione]

    La stagione sportiva 2004/2005 è stata sicuramente l’annata peggiore che la National Hockey League (NHL), vale a dire la lega di hockey su ghiaccio nordamericana, abbia mai passato nel corso della sua storia. Infatti, si sono verificate alcune incomprensioni tra i proprietari delle squadre ed i giocatori in merito agli stipendi, che secondo i dirigenti erano a dir poco esagerati. Inizialmente si era pensato ad un ritardo dell’inizio delle competizioni di un paio di mesi o, nella peggiore delle ipotesi, all’inizio del campionato dopo le festività Natalizie. Malauguratamente però la faccenda si è rivelata ben più intricata del previsto: le “stars” che militavano nella NHL non hanno ceduto alle richieste di riduzione degli stipendi e, capitanati della NHLPA (ossia l’associazione dei giocatori) hanno definitivamente deciso di non scendere in pista in territorio nordamericano in segno di protesta.
    Di conseguenza alcune compagini dei campionati europei hanno dato spazio a svariati di questi campioni vedendo così il loro livello qualitativo salire alle stelle. Infatti, chi guarda con un occhio di riguardo all’hockey europeo si sarà accorto che i campionati appena conclusosi sono indubbiamente stati i più spettacolari degli ultimi dieci anni.
    Tutto questo scombussolamento non ha però impedito ad EASports e SEGA di lavorare ai seguiti dei loro gettonatissimi titoli dedicati all’hockey, anche perché la mancanza di due titoli così importanti nella loro lineup avrebbe comportato la formazione di un buco economico non indifferente. Ma tant’è, sia SEGA, che si è sempre contraddistinta grazie ad una linea sportiva di alto livello, ed EA che, anche se di recente è sempre più vista come un vampiro dell’industria videoludica, confeziona sempre dei giochi che bene o male a tutti piacciono, sono presenti anche quest’anno a centro pista, pronti ad incrociare i bastoni per l’ingaggio d’inizio…

    La rivalità tra Electronics Arts e SEGA Sports sembra una storia infinita, destinata a ripetersi ad ogni annata senza che nessuno dei due contendenti riesca a sovrastare completamente l’altro. Se c’era però una serie dove SEGA poteva vantare un prodotto notevolmente superiore a quello della diretta concorrenza, questa era senz’altro quella dedicata all’hockey su ghiaccio, almeno fino al 2003. Infatti, due anni fa la simulazione della casa nipponica non aveva rivali, anche perché si trovava ad essere fondamentalmente l’unica simulazione di hockey presente sul mercato, poiché la serie NHL di EA era impostata totalmente in chiave arcade e, francamente parlando, gli ultimi episodi (vedi NHL 2002, NHL 2003) rasentavano la sufficienza. La software house nordamericana era però consapevole del fatto che il loro prodotto era di livello medio/basso e, in occasione dell’edizione 2004, ha completamente rinnovato il team di sviluppo, ed i frutti di questa operazione non si sono fatti attendere. Infatti, NHL2004 è risultato un gioco stupendo, ma questa è un’altra storia…
    Fatto sta che la serie 2K si è vista improvvisamente confrontata con un gioco che prima poteva essere considerato diametralmente opposto…

    Come tutta la lineup SEGA Sports, la punta di diamante di NHL 2K5 è indubbiamente una giocabilità molto curata, che viene poi coronata da una grafica ogni anno migliore e da una miriade di modalità e opzioni diverse. Le affinità con Pro Evolution Soccer si sprecano.
    La casa giapponese riesce nella difficile impresa di conciliare alla perfezione un’impostazione dedita alla simulazioni ed alcuni elementi tipicamente arcade. Il gioco propone ad ogni modo dei settaggi della giocabilità predefiniti, su cui il giocatore può intervenire come meglio crede modificando i vari parametri, ottenendo così sostanzialmente il tipo di gioco che più si addice alle sue capacità e preferenze. Inoltre, ci sono un paio di opzioni che andrebbero modificate prima di giocare seriamente a NHL2K5, come ad esempio le impostazioni del timer di gioco disattivando il tempo accelerato, ma visualizzando il contatore reale. Così facendo eviterete che le penalità di due minuti durino, di fatto, una manciata di secondi, il che modificherebbe non poco lo scorrere degli eventi, siccome sostanzialmente si annullerebbe una limpida possibilità di operare una pressione intensa verso la porta avversaria. L’intensità con la quale metterete sotto pressione la difesa avversaria ha infatti un ruolo non indifferente, visto che nella parte superiore dello schermo è presente una sorta di indicatore il quale aumenta ogni volta che effettuerete delle azioni significative, come ad esempio molti tiri in porta in un arco di tempo ridotto, delle parate spettacolari oppure dei check particolarmente duri. Questo tipo di indicatore aveva già fatto una fugace apparizione in NHL2001 sotto il nome di “momentum meter”, ma era poi stato abbandonato nelle edizioni successive. Quando la barra corrispondente alla vostra squadra sarà completamente riempita avrete l’opportunità di usufruire di alcuni attimi in cui le caratteristiche dei vostri giocatori, soprattutto la velocità, saranno ritoccate verso l’alto, dandovi così l’opportunità di scardinare la difesa avversaria con relativa facilità.

    La giocabilità si attesta, come in passato, su livelli eccelsi, anche se francamente le modifiche o le migliorie apportate in questo senso sono veramente minime. Oltre ai comandi “classici” è ancora presente lo stupendo gioco alla balaustra che vi consente di compiere una serie di movimenti quando venite pressati contro il plexiglas: avrete l’opportunità di sgomitare ai fini di liberarvi dalla morsa dell’avversario, potrete calciare il disco verso un vostro compagno oppure chiamare i rinforzi facendo intervenire un secondo giocatore della vostra squadra nell’azione. Un altro aspetto interessante è la gestione delle trattenute. Generalmente nei giochi di hockey il trattenere un giocatore porta ad enormi benefici nel frenare l’impeto dell’attacco avversario, ma parecchie volte si incorre in un fallo. In NHL 2K5, quando ci cerca di effettuare questa mossa, la tipica icona circolare che segnala il giocatore controllato diventa progressivamente rossa, a dipendenza della durata della nostra trattenuta. Se quest’ultima sarà troppo insistita l’icona diventerà completamente di colore rosso, il giocatore avversario cadrà ed il fallo sarà pressoché inevitabile. Questo meccanismo risulta veramente utile per verificare quando si sta ostacolando l’avversario in modo troppo intenso, e vi darà la possibilità di interrompere il contrasto prima che il fallo avvenga.
    L’unica vera rivoluzione apportata nell’edizione di quest’anno riguarda le cosiddette “bagarre”, vale a dire le zuffe tra giocatori. Per la prima volta in un videogioco avrete le facoltà di muovere il vostro giocatore liberamente, alla ricerca del giusto angolo con cui colpire l’avversario. Con i due tasti dorsali L1 e R1 potrete afferrare per la maglia l’altro giocatore, ed inoltre avrete la capacità di schivare i pugni sferrati del vostro contendente. Insomma, niente di eccezionale, ma che rende questa sorta di minigioco un po’ più profondo del solito, dove in passato l’unico vero scopo era quello di premere freneticamente un singolo pulsante per vincere la contesa.

    Le modalità di gioco principali sono tra le più classiche del genere sportivo, ovvero la partita d’esibizione, stagione, playoffs, torneo e la modalità “franchise”, in cui avrete il compito di gestire ogni aspetto della vostra squadra, dallo stipendio dei giocatori agli schemi di gioco.
    Oltre a quelle sopraccitate è presente la nuovissima modalità party mode pensata, come suggerisce il nome, per frenetiche sfide multiplayer tramite una ventina di minigiochi disponibili. Le sfide spaziano dalla precisione nei passaggi alla potenza dei tiri, passando per le sfide di forza, come ad esempio quelle riguardanti i cross-check. Tutto questo avviene però in chiave decisamente esilarante, con arene contraddistinte da colori sgargianti e minigiochi al limite della demenza (in senso positivo, naturalmente).
    Alcune di queste sfide, come quelle riguardanti la precisione e la potenza di tiro, solo riproposte in chiave “seria” nella modalità “skills”, la quale contiene varie sfide tipiche di un all-star game.

    Tutti i vostri progressi e record vari saranno custoditi in un’apposita sezione del gioco, denominata “Sky Box” dove, oltre a poter visionare i trofei da voi conquistati, avrete l’accesso ad una miriade di unlockables, ovvero degli oggetti (maglie storiche, nuove squadre, nuove arene e via discorrendo) o delle modalità inedite che possono essere acquistati grazie a dei crediti che vengono accumulati ad ogni partita giocata. Sotto questo punto di vista si può tranquillamente affermare che NHL 2K5 è certamente il gioco di hockey più vasto che si sia mai visto, con migliaia di giocatori, maglie e opzioni tutte da scoprire. Il database è veramente immenso.

    Dal punto di vista estetico il gioco si presenta in gran forma: i modelli dei giocatori sono pressoché perfetti e molto somiglianti alla controparte reale. Non mancano i tocchi di classe, come la lucidità dei caschi dei giocatori o la diversità dei bastoni disponibili. I campi da gioco inoltre sono realizzati in modo eccelso, ad iniziare dal ghiaccio, sul quale si scorgono dei riflessi realizzati a regola d’arte, i quali riproducono sia i giocatori ma anche l’ambiente circostante (noterete subito il tabellone segnapunti che viene riflesso in maniera impressionante). Peccato che tutto questo non sia accompagnato dall’usura del ghiaccio con il passare del tempo come avviene in NHL2005, sarebbe stata davvero la ciliegina sulla torta.
    La realizzazione del pubblico è invece parecchio deludente visto che è formato da texture in 2d (il classico pubblico “cartonato”), per giunta realizzate maluccio. La delusione si accentua ancora di più visto che nella versione X-Box del gioco gli spettatori sono realizzati in modo decisamente migliore, con dei modelli poligonali soddisfacenti, molto simili a quelli presenti in NHL2005 di EA.
    Le animazioni tramite le quali i giocatori solcano il ghiaccio invece sono letteralmente spettacolari, e davvero verosimili a quanto accade nella realtà, soprattutto quelle riguardanti i portieri ed i contrasti tra giocatori di movimento.
    Come accade da due anni a questa parte la lineup sportiva di SEGA è impreziosita dal marchio “ESPN”, che dona ai vari giochi uno stampo televisivo tramite un’interfaccia che riprendere in tutto per tutto quella utilizzata dalla rinomata emittente televisiva durante le sue trasmissioni.
    Anche la telecronaca degli incontri segue questa tendenza, e viene infatti affidata ai cronisti più famosi di ESPN. È da segnalare il fatto che sia l’interfaccia di gioco che la telecronaca sono completamente in inglese.
    Possiamo però consolarci grazie al completo supporto della codifica audio Dobly Pro Logic II, che vi calerà in un vero clima da palazzetto del ghiaccio.

    Purtroppo nemmeno quest’anno la modalità online su PS2 è diventata una realtà, come accade invece nella versione NTSC del gioco. E pensare che la versione X-Box vanta questa opzione da parecchi anni oramai… Peccato, la longevità ne avrebbe tratto sicuramente beneficio.

    La nuova incarnazione del gioco di hockey SEGA si rinnova modificando leggermente alcuni aspetti della giocabilità, introducendo nuove modalità di gioco, proponendo una grafica migliorata ma ancora inferiore alla concorrente EASports ed un database veramente esagerato. Da provare anche se non amate particolarmente questo sport, visto anche il prezzo decisamente allettante.

    Globale: La serie SEGA si conferma una perla nei giochi sportivi introducendo alcune piccole novità, supportate da una gamma di opzioni e di squadre veramente ampia. Peccato per alcune incertezze grafiche e per la mancanza della modalità online, 8.5

    Grafica: Sia i modelli dei giocatori che le loro animazioni sono veramente ben realizzate. Questo vale anche per gli elementi di contorno, che presentano però alcune fastidiose incertezze. 8

    Audio: Una telecronaca in pieno stile ESPN (completamente in inglese) e degli effetti audio nella norma fanno sì che NHL 2K5 abbia un comparto audio rispettabile. Il tutto può essere ad ogni modo impreziosito ulteriormente grazie al supporto Dobly Pro Logic II. 8

    Giocabilità: Questo aspetto non è stato particolarmente modificato rispetto allo scorso episodio, e questo non deve essere necessariamente un male, anzi! NHL2K5 presenta ancora il miglior sistema di controllo mai visto in un videogioco di hockey. 9

    Durata: Per un appassionato di questo sport NHL2K5 significa veramente ore ed ore di divertimento. Anche coloro che non sono particolarmente attratti da questo sport potranno comunque divertirsi parecchio, grazie ad una serie di minigiochi esilaranti e alla possibilità di impostare la giocabilità in chiave puramente arcade. 8.5

    Pregi: Giocabilità ai massimi livelli, un marea di opzioni ed elementi sbloccabili ed un comparto grafico e audio di buon livello.

    Difetti: Poche innovazioni rispetto ad NHL2K4. Il gioco presenta inoltre delle lacune rispetto alla versione X-Box, che propone una grafica in alcuni aspetti migliori ed una modalità online. Inoltre l’hockey non piace a tutti…

    Andrea Branca

  2. #2
    4 8 15 16 23 42 L'avatar di Andy1986
    Registrato il
    10-02
    Località
    Bellinzona [CH]
    Messaggi
    8.582
    nessun commento ?

  3. #3
    Cloud_88
    Ospite
    Grande Andys XDDDDD

    No seriamente, è molto ben realizzata 4 sTelle, 5 perchè sei tu XD

  4. #4
    4 8 15 16 23 42 L'avatar di Andy1986
    Registrato il
    10-02
    Località
    Bellinzona [CH]
    Messaggi
    8.582
    grande cloddo

  5. #5
    Utente L'avatar di Piroteca
    Registrato il
    11-04
    Messaggi
    869
    Citazione Andy1986
    Andrea Branca
    Andrea Branca? Strano qui su Ludus c'è lo stesso nome
    Citazione ludus
    a cura di
    Andrea Branca (Aprile 2005)

  6. #6
    Swiss Power L'avatar di wurgi
    Registrato il
    10-02
    Località
    Toronto, CANADA
    Messaggi
    4.175
    Per forza, sono la stessa persona ^^'

    Cmq, bella rece, complimenti Andy
    « Forza Inter »

  7. #7
    4 8 15 16 23 42 L'avatar di Andy1986
    Registrato il
    10-02
    Località
    Bellinzona [CH]
    Messaggi
    8.582
    ehm, io mi chiamo Andrea Branca

  8. #8
    Utente L'avatar di m@cCo
    Registrato il
    04-03
    Località
    Trecate (NO)
    Messaggi
    5.468
    Branca Branca Branca, leon leon leon, fiiiit pum!
    - Io voglio sapere. Non credere. Non supporre. Voglio sapere. Voglio che Dio mi tenda la mano, che mi sveli il suo volto, mi parli. Lo chiamo nelle tenebre, ma a volte è come se non esistesse. -
    - Forse non esiste. -
    - Allora la vita è un assurdo errore. Nessuno può vivere con la Morte davanti agli occhi sapendo che tutto è nulla. -

    Il Settimo Sigillo


  9. #9
    4 8 15 16 23 42 L'avatar di Andy1986
    Registrato il
    10-02
    Località
    Bellinzona [CH]
    Messaggi
    8.582
    lol, non sai quante volte me lo hanno detto

  10. #10
    Cloud_88
    Ospite
    Vedi che attiro gente io Andys

  11. #11
    PCista e BOXaro L'avatar di gutmann.p
    Registrato il
    01-05
    Località
    rovereto:provincia trento
    Messaggi
    3.672
    bella bella bella !

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •