• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 34

Discussione: Halo 3

Cambio titolo
  1. #1
    Utente
    Registrato il
    12-04
    Messaggi
    727

    Halo 3

    Bill Gates ha confermato che lo sparatutto di Bungie uscirà solo nella primavera del 2006 e che la nuova console Sony quando uscirà dovrà confrontarsi con esso.



    Finalmente sapremo come va a finire (se finirà..)

  2. #2
    Utente L'avatar di anamichiN1
    Registrato il
    05-03
    Messaggi
    26.421
    Citazione the legend killer
    Bill Gates ha confermato che lo sparatutto di Bungie uscirà solo nella primavera del 2006 e che la nuova console Sony quando uscirà dovrà confrontarsi con esso.



    Finalmente sapremo come va a finire (se finirà..)
    com'era la trama scusa?

  3. #3
    Utente
    Registrato il
    12-04
    Messaggi
    727
    Citazione anamichiN1
    com'era la trama scusa?
    il genere umano sta combattendo una disperata battaglia contro una potentissima razza aliena, conosciuta come "Covenant". Dopo essere stato svegliato dalla criogenesi, abbattuto e abbandonato nel remoto mondo di HALO, dovrai cominciare la tua attività di guerriglia, recuperando i superstiti e organizzando la resistenza.Questa è la trama del primo.Il protagonista,Master Chief,nel secondo si ritrova di nuovo a combattere i Covenant,ma si capisce chiaramente alla fine cho non è finita (diciamo che il difetto più grande di Halo 2 è stato proprio la mancanza di un finale)

  4. #4
    L'artista L'avatar di Rage
    Registrato il
    04-04
    Località
    Casalnuovo (NA)
    Messaggi
    4.242
    Citazione anamichiN1
    com'era la trama scusa?

  5. #5
    Utente L'avatar di anamichiN1
    Registrato il
    05-03
    Messaggi
    26.421
    Citazione Rage
    bella trama,alla fine devi combattere e basta..

  6. #6
    L'artista L'avatar di Rage
    Registrato il
    04-04
    Località
    Casalnuovo (NA)
    Messaggi
    4.242
    Citazione anamichiN1
    bella trama,alla fine devi combattere e basta..
    dopo kuello ke hai appena detto non so se ti considererò normale d'ora in poi

  7. #7
    Bananocrate L'avatar di giobbe
    Registrato il
    03-03
    Località
    Ankhmorpork
    Messaggi
    12.037
    Citazione anamichiN1
    bella trama,alla fine devi combattere e basta..
    La trama è stata abbastanza ridotta all'osso.
    Si è omesso che i Covenant non sono una razzia aliena ma una adunanza di diverse razze aliene comandate dal consiglio teocratico dei Profeti. I Covenant infatti hanno rinvenuto diversi artefatti di una antica razza, artefatti che tecnologicamente danno la birra e alle tecnologie aliene e a quelle umane. Studiando questi artefatti sono convinti che questa antica razza, adesso scomparsa, abbia effettuato un viaggio in una nuova dimensione. Sono convinti che il portale per questa dimensione sia attivata dagli anelli orbitanti, gli Halo, sparsi per tutta la galassia.
    L'approccio degli alieni all'anello è quindi mistico. Per loro non è tecnologia ma un tempio sacro, e l'attivazione dell'anello stesso è l'inizio del grande viaggio.

    Al contrario gli umani, che hanno scoperto gli anelli molto più tardi dei covenant, hanno un approccio più realistico. Atterrati sull'anello si scopre che l'anello è semplicemente un enorme laboratorio, una riproduzione in larga scala di un biosistema. All'inizio non si capisce perchè siano stati creati, ma verso la fine l'intento è chiaro. Gli anelli sono abitati dai Flood, razze simbiote dotate di potenziale distruttivo enorme. Uccidono qualsiasi essere vivente e ne prendono il possesso. L'attivazione dell'anello non apre il portale, ma semplicmente distrugge l'anello stesso con i flood e la loro fonte di sostentamento. Ma essendo ogni forma di vita la fonte di sostentamento dei flood, si scopre che l'attivazione dell'anello preveda la distruzione dell'intera galassia.

    In Halo 1 la cosa è vista solo dagli occhi degli umani, con i primi passi e le prime scoperte all'interno dell'anello e si conclude con la distruzione dello stesso da parte di Master Chief, prima che potesse essere attivato. Il secondo capitolo offre i due punti di vista contemporaneamente, quello degli alieni e quello degli umani, ed è teatro di una bizzarra alleanza fra Master Chief (campione degli umani) e l'Arbiter (figura sacra conliatrice dei covenant).

    Non si capisce però come va a finire il tutto, non si capisce perchè gli "antichi" custodissero i flood e non si capisce perchè i covenant ce l'abbiano a morte con gli umani.

    Ovvio poi, se poi il tuo intento è semplicemente parlare di quello che non conosci solo per il gusto di sparare vaccate, non è un problema... è ovvio che devi combattere, è un FPS!

  8. #8
    L'artista L'avatar di Rage
    Registrato il
    04-04
    Località
    Casalnuovo (NA)
    Messaggi
    4.242
    Citazione giobbe
    Ovvio poi, se poi il tuo intento è semplicemente parlare di quello che non conosci solo per il gusto di sparare vaccate, non è un problema... è ovvio che devi combattere, è un FPS!
    non ho mai visto un fps dove non si combatte

    è vero i noob stanno invadendo la terra (naturalmente non c'è l'ho con jobbe)

  9. #9
    smoderhunter L'avatar di hardcorino
    Registrato il
    05-04
    Località
    tra pianeti e pianetini
    Messaggi
    22.903
    cmq questa dell'uscita contemporanea a sony è una bella e grossa stronzata

  10. #10
    L'artista L'avatar di Rage
    Registrato il
    04-04
    Località
    Casalnuovo (NA)
    Messaggi
    4.242
    Citazione hardcorino
    cmq questa dell'uscita contemporanea a sony è una bella e grossa stronzata
    infatti

  11. #11
    Utente
    Registrato il
    10-02
    Località
    Midgar
    Messaggi
    31.152
    Non sarà certo un solo gioco ad ostacolare la PS3, comunque si vedrà.

  12. #12
    Flooder Incallito L'avatar di Pulcinella89'
    Registrato il
    10-03
    Località
    Da mute city
    Messaggi
    17.614
    Citazione Vegeth Ssj
    Non sarà certo un solo gioco ad ostacolare la PS3, comunque si vedrà.
    esatto, non può da solo valere il prezzo della console.

  13. #13
    Bannato L'avatar di delta08
    Registrato il
    04-05
    Messaggi
    390
    Citazione anamichiN1
    bella trama,alla fine devi combattere e basta..
    già, che schifo, vuoi mettere master chief che organizza matrimoni o vende fiori, alla bungie non capiscono proprio nulla

  14. #14
    Bannato L'avatar di delta08
    Registrato il
    04-05
    Messaggi
    390
    Citazione Vegeth Ssj
    Non sarà certo un solo gioco ad ostacolare la PS3, comunque si vedrà.
    questo è sicuro, ma chissà potrebbero crollare le azioni sony

  15. #15
    se volete dimostrare di non essere gnubbi leggete qua:

    Siamo nel 26° secolo e gli umani hanno colonizzato altri sistemi nelle profondità della galassia, a causa del della Terra. Ad ogni modo, l’instabilità politica e le fazioni ribelli portano pericolosamente il genere umano sull’orlo della guerra civile. La dottoressa Catherine Halsey sviluppa un programma di esperimenti segreti chiamato SPARTAN-II con lo scopo di creare dei super soldati destinati a diventare la forza d’assalto dell’esercito dell’UNSC (Comando Spaziale delle Nazioni Unite, sotto il governo unficato della Terra). Così viaggia per lo spazio alla ricerca di bambini di soli 6 anni aventi i geni ideali per essere sottoposti a dei potenziali test. Dopo aver rapito 75 bambini, torna con loro in un rifugio segrato su Reach, una delle più grandi basi militari del genere umano, dove inizia un rigoroso e duro allenamento. Uno dei bambini, di nome John, si distingue tra gli altri grazie alla sua superiore disciplina. Diventerà quello che noi conosciamo come Master Chief.

    Quando i bambini raggiungono l’età di 14 anni, cominciano una serie di pesanti esperimenti biotecnologici che li fanno diventare fisicamente più veloci, più forti, pronti e intelligenti. Sfortunatemente, meno della metà del gruppo iniziale sopravvive al potenziamento. I sopravvissuti così diventano la divisione elite dell’UNSC, con il compito di sedare le insurrezioni ribelli e gli attacchi dei banditi.

    Un giorno una forza misteriosa e sconosciuta attacca improvvisamente il pianeta Harvest (colonia umana) e lo distrugge completamente con un bombardamento plasma-nucleare. La loro tecnologia è a dir poco superiore a quella umana, e come se non bastasse, il nuovo nemico dichiara una guerra santa, precisando che l’annientamento della specie umana è “il volere degli dei”. L’improvvisa comparsa del nuovo nemico costringe il progetto SPARTAN ad accellerare la sua fase finale: il progetto MJOLNIR.

    MJOLNIR è un’armatura avanzata che è in grado di disperdere l’energia derivata dai colpi subiti, è equipaggiata con un computer collegato tramite un interfaccia a degli impianti neurali, e amplifica la forza e la velocità. In ogni modo, le persone normali non hanno i riflessi o la forza sufficiente per poter operare con questa armatura: è per questo che sono stati “creati” gli Spartan. Gli spartan geneticamente potenziati dentro le armature MJOLNIR creano così una combinazione letale che rimane l’unica speranza contro la superiorità nemica.

    Passano 20 anni, e nel frattempo gli sporadici attacchi nemici sono diventati una vera e propria guerra di dimensioni imponenti. Il nemico viene identificato come una confederazione, un’alleanza tra diverse razze aliene conosciute come il “Covenant”, che si sono unite in nome della loro devozione religiosa. Numerosi avamposti umani sono caduti uno dopo l’altro sotto l’inarrestabile avanzata dei covenant. Benchè gli Spartan abbiano vinto ogni missione assegnata, sono troppo pochi per risollevare le sorti del conflitto. Inoltre le forze aeree vengono facilmente battute durante i combattimenti spaziali. Mentre il Covenant distrugge le roccaforti, gli umani sono costretti a indietreggiare e rimanere sulla difensiva, rischiando da un momento all’altro l’estinzione. Le colonie esterne vengono distrutte e miliardi di persone massacrate. Con la crescente diminuzione degli avamposti umani, allontanare il Covenant dal localizzare la Terra diventa l’obiettivo principale.

    Così gli umani attaccano disperatamente battaglia ogni volta che possono. Il comandante Keyes, al comando della nave Irquois, ottiene una miracolosa vittoria vicino al pianeta Sigma Octanus IV contro 4 navi interstellari dei covenant, che si ritirano dopo un breve attacco. In seguito Keyes viene promosso al grado di capitano, ma scopre con costernazione che i covenant hanno lanciato 34 drop ship sulla superficie di quel pianeta e stanno convergendo verso la sua città più grande: Cote d’Azur. Master chief e una squadra di Spartan vengono spediti sul pianeta per liberarlo ed eliminare gli invasori.

    Una volta raggiunta la città, la squadra incontra una nuova specie di covenant che non hanno mai visto prima. Le fluttuanti creature vagano per la città assemblando e disassemblando vari macchinari umani. i soldati ipotizzano che queste creature possono essere scienziati o ingenieri. Ma la situazione è strana; normalmente il Covenant distrugge tutto senza lasciare niente, però questa volta un museo viene misteriosamente protetto. Dentro l’edificio Master chief scopre che due cacciatori stanno analizzando una strana roccia e stenno trasmettendo infornazioni nello spazio. Lui e la sua squadra riescono ad ucciderli e a rubare il prezioso manufatto, e infine con una grossa esplosione eliminano la presenza dei covenant dal pianeta, sacrificando la città.

    Nel frattempo scoppia una feroce battaglia attorno al pianeta. Improvvisamente la flotta nemica si disperde e si ritira immediatamente. Sembra che i covenant abbiano trovato ciò che cercavano, ma come la flotta si ritira, viene inviata una sonda automatica ad attaccare la vicina colonia di Iroquois…

    MC torna su Reach per dare spiegazioni all’alto comando dell’UNSC e alla dottoressa Halsey. Alla fine giungono alla conclusione che il Covenant si sta dando molto da fare nella ricerca di misteriose rocce. La composizione di queste pietre è sconosciuta, di sicuro non sono prodotte dai covenant ma devono essere resti di un’antica razza aliena.

    Di fronte alla possibilità di un nuovo nemico, Halsey riceve finalmente il permesso di ultimare il progetto SPARTAN. In questo momento entra in gioco anche Cortana, un intelligenza artificiale creata clonando il cervello della dottoressa Halsey, in previsione della missione più importante degli spartan. I servizi segreti ipotizzano che in cima alla gerarchia dei covenant risiedono i Profeti, una ristretta casta che viene considerata divina.

    La missione degli spartan è questa: imbarcarsi insieme al capitano Keyes sulla sua nuova nave, la Pillar of Autumn, e sconfiggere una grosso “vascello” covenant. Abbordare la nave e prenderne il controllo, trovare la posizione del pianeta madre e catturare un Profeta per negoziare la pace.

    Per aiutare la missione, Halsey decide di procedere con l’ultima fase del programma SPARTAN: la vera armatura MJOLNIR. Quella che gli spartan hanno usato fin ora è solo una frazione rispetto a quella che si apprestano ad indossare. Le nuove armature sono equipaggiate con la tecnologia covenant per la ricarica degli scudi e in grado di potenziare agilità e riflessi. Oltre a questo, è inclusa la capacità di portare una AI portatile che può provvedere a fornire informazioni strategiche e può infiltrarsi nei sistemi informatici. Cortana viene assegnata come sappiamo al nostro MC.

    Ma prima che la missione possa avere inizio, la Pillar riceve un’importante comunicazione: Reach è sotto attacco, assediata da più di 300 navi covenant! Il nemico ha scoperto la locazione di Reach attraverso alcune sonde automatiche. La massiccia difesa con i cannoni riesce ad abbattere un terzo della flotta, ma è troppo tardi; centinaia di navi da trasporto hanno già sbarcato migliaia di covenant. La missione è annullata, così MC manda gli spartan a combattere gli invasori su Reach, mentre lui e un piccolo manipolo cercano di distruggere le informazioni sulle navi umane catturate, perché il covenant non scopra il luogo dove è situata. MC ci riesce, ma nella fuga perde tutti i suoi uomini. Reach è sconfitta e uno stormo di caccia alieni bombarda completamente la base militare. Il Covenant è ora alle porte della Terra. MC è costretto a scappare e a lasciare sul pianeta i suoi compagni. Si ritrova ad essere l’ultimo spartan sopravvissuto.

    Cortana scopre che i simboli incisi sulla roccia trovata su Sigma Octanus sembrano essere delle indicazioni di navigazione, così riesce a ricavarne delle coordinate: raggruppa l’equipaggio a bordo della Pillar, incluso MC, che resterà ibernato per la durata del viaggio.

    Una volta giunti a destinazione, scoprono che il luogo indicato dalle coordinate è in realtà una gigante struttura a forma di anello di centinaia di chilometri di diametro, nello spazio profondo. L’oggetto è certamente artificiale, anche se possiede un’atmosfera e un livello di gravità simili a quelli terrestri. Le navi covenant hanno preceduto la Pillar e stanno attendendo il suo passaggio. Gli uomini a bordo sono presto sotto attacco: MC viene scongelato e viene ordinato di proteggere Cortana…a tutti i costi. La nave non ha la minima speranza di sopravvivere sotto il pesante attacco nemico, così Keyes decide di provare un atterraggio di fortuna sull’anello. L’equipaggio viene evacuato tramite le navette di salvataggio che si precipitano verso l’anello.

    Una volta atterrati, i sopravvissuti scoprono che i covenant sono già sparsi per tutto l’anello: sembrano molto interessati a questo oggetto. Cortana intercetta le loro comunicazioni e comprende che il nemico ha catturato la Pillar e imprigionato il capitano Keyes su di un loro incrociatore: il Truth and Reconciliation. MC e un manipolo di soldati, con un incursione notturna, si infiltrano a bordo attraverso un ascensore gravitazionale (usato dai covies per trasportare truppe e rifornimenti..) e lo liberano. Keyes informa che il pianeta a forma di anello è chiamato Halo. Cortana, decriptando le comunicazioni nemiche, scopre che Halo è in realtà un arma incredibilmente devastante e che il covenant vuole assumerne il controllo.

    Il capitano assegna a Chief una nuova missione: cacciare il Covenant dalla sala di controllo in modo che non possa usare Halo contro l’umanità, mentre Keyes si reca in cerca del suo attivatore. Cortana scopre che esiste una mappa che fornisce le coordinate per la camera di controllo: una volta trovate non perdono tempo e si dirigono in quel luogo. Cortana è scioccata di apprendere che i covenant hanno trovato qualcosa di orribile nelle profondità dell’anello e ordine MC di fermare Keyes prima che sia troppo tardi.

    Viene trasportato da Forehammer nel luogo dove si presume sia atterrato keyes, una zona stagnante e paludosa, ma una volta atterrato trova un pelican precipitato, ormai abbandonato. MC entra in un vicino edificio: un marine impazzito urla frasi senza senso; MC entra in una stanza adiacente e trova un soldato morto: le ultime registrazioni dal suo elmetto svelano cosa sia accaduto. Guardando il video MC scopre che Keyes e i suoi uomini hanno aperto una porta sigillata dai covenant, ma una volta dentro sono stati attaccati da una valanga di misteriose creature parassitiche. MC viene attaccato dagli stessi, ma sono troppi perciò si dà alla fuga. In suo aiuto giunge un misterioso robot chiamato 343 Guilty Spark (per gli amici Sparky … ) che comanda un gruppo di droni volanti, le Sentinelle, che eliminano in poco tempo i fastidiosi parassiti. Sparky (io lo chiamo così) afferma di essere il guardiano di Halo e svela che qualcuno (scopriremo che questo qualcuno sono i Forerunners) molto (ma molto) tempo prima aveva rinchiuso i flood. Promettendo di aiutare MC a distruggere i nuovi nemici, lo teletrasporta in un buio ma imponente edificio e, facendosi strada tra ondate di Flood, lo conduce verso uno strano oggetto chiamato “L’Indice”.

    Sparky lo riporta alla sala di controllo per inserirci l’indice, apparentemente per attivare le difese di Halo e distruggere i flood. Cortana è ancora nella sala e svela a MC l’inganno teso da Sparky: Halo non ucciderà i flood, ma eliminerà il loro cibo, quindi ogni forma di vita dell’intero universo. L’unico modo per estirpare i flood è lasciarli morire di fame, e Halo è stato progettato per privare l’universo di ogni forma di vita. In particolare, Halo è conosciuto come INSTALLAZIONE 04, quindi un numero sconosciuto di simili costruzioni è disseminato nello spazio, costruiti dai Forerunners, una civiltà avanzatissima che esisteva centinaia di milioni di anni fa (venerati dai covenant come “antenati” si pensa che derivi da loro gran parte della loro tecnologia; non sappiamo con certezza se questa civiltà sia veramente estinta..).

    Halo fu creato in un tempo remoto da questi per studiare e contenere i flood. A causa del loro pericolo per l’abilità di moltiplicarsi molto rapidamente e distruggere il sistema nervoso dei loro ospiti, i forerunners hanno creato una prigione che contenesse i parassiti, che hanno “riposato” qui per milioni di anni. Ma quando la loro prigione è stata aperta dagli uomini, sono evasi e hanno cominciato a infestare i corpi dei loro incoscienti liberatori per moltiplicarsi velocemente.

    Cortana si impossessa dell’indice e si rifiuta di restituirlo a Sparky, che ordina alle sentinelle di attaccare. MC e Cortana riescono a fuggire, allora lei suggerisce di provocare l’esplosione dei reattori della Pillar in modo da destabilizzare l’anello e distruggere Halo. Per attivare la detonazione Cortana ha bisogno dell’impianto neurale del capitano Keyes: MC lo trova sulla Truth ma ormai è stato assorbito dai flood e sta morendo lentamente. MC riesce comunque a recuperare l’impianto, così Cortana è ora pronta a fare detonare l’esplosione.

    I due tornano alla Pillar, ma Sparky li ostacola: MC è così costretto a causare manualmente l’esplosione destabilizzando i reattori mentre ondate di flood sbucano da tutte le parti. Infine riesce a imbarcarsi su di un caccia e allontanarsi velocemente dall’anello: Halo è distrutto e i suoi resti vagano per lo spazio.

    Nello spazio aperto MC trova alcuni sopravvissuti, umani ma anche covenant. Con il caccia riscono ad atterrare nell’hangar della nave covenant e a catturarla grazie alla scarsa resistenza nemica: così possono sfruttare la velocità e l’abilità di saltare velocemente nello spazio e riescono a tornare. Cortana li aiuta nella missione infiltrandosi nella rete nemica e scoprendo molte posizioni di basi covenant. Cortana è stupefatta dalla immensa superiorità tecnologica in possesso dei covenant, che gli consente di fare manovre nello spazio con estrema precisione. Il resto dell’equipaggio vuole tornare sulla Terra e raccontare l’accaduto, ma MC decide di tornare su Reach e salvare il salvabile: incuor suo spera di trovare qualche compagno ancora vivo.

    Quello che MC non conosce è che 5 suoi spartan sono ancora vivi. Normalmente, quando il Covenant distrugge un pianeta, bombarda ogni centimetro della sua superficie. Questa volta la distruzione non è totale e il Covenant si è rifiutato di bombardare l’area intorno ad un Bunker collocato in profondità, dietro una montagna. Infatti, hanno fatto convergere il loro esercito proprio intorno alla montagna. La squadra di spartan è riuscita a rifugiarsi qui dentro e si è riunita con la dottoressa Halsey.

    Dentro alla base abbandonata, Halsey cerca di cerca di curare gli spartan feriti e cerca di trovare il punto in cui è nascosta la pietra rubata ai covies durante la missione su Sigma Octanus. Non appena i covenant cominciano a scavare nella montagna per raggiungere il bunker, Halsey e gli spartan fuggono attraverso nei vecchi tunnel minerari, nelle profondità della montagna, cercando una via d’uscita e il motivo dell’interesse del nemico. Infine raggiungono un’antica stanza circolare di un paio di chilometri di diametro. Al centro si trova un cristallo fluttuante su un piedistallo, che il gruppo riesce a prendere prima che l’esercito dei covenant affluisca nella grossa sala.

    Come la nave covenant rubata esce dallo spazio profondo e approda su Reach, l’equipaggio nota subito che una piccola area è stata risparmiata dai bombardamenti. Udendo un segnale conosciuto solo agli spartan, ripetuto ad intervalli regolari, MC si convince che ci sono superstiti ed è ancora più determinato ad atterrare sulla supercificie. Lui e un manipolo di soldati abbattono una nave di trasporto e si riuniscono con un paio di spartan nascosti dai covenant. Si dirigono verso la base e ritrovano gli altri sopravvissuti. Quello che MC vede lo fa rimanere a bocca aperta: l’immensa caverna è infatti piena di covenant che trattengono il fuoco davanti alla dottoressa Halsey, poiché sta tenendo tra le sue mani il misterioso cristallo.

    A bordo della nave rubata, Cortana è disperata perché la sua memoria è sovraccarica, così decide di usare il progamma di duplicazione dell’IA dei covenant e in questo di duplicarsi e liberare un po’ di memoria. Ma dopo questo processo, scopre che può capire perfettamente il linguaggio Covenant e comprende con orrore che il nemico ha scoperto il luogo dove si trova la Terra e si sta preparando per una massiccia e colossale invasione.

    Il gruppo dei sopravvissuti riesce ad allontanarsi da Reach, ma si trova ben presto circondato da decine di navi nemiche. Non appena provano a saltare nello spazio profondo, il misterioso cristallo comicia a girare su se stesso e lo spazio appare contorto con forme distorte. Approfittando di questa situazione riescono a fuggire e Halsey conclude che il cristallo può non soltanto piegare lo spazio ma modificare anche il tempo. Cortana scopre che il grosso dei Covenant si riunirà in una base, chiamata Unyielding Hierophant, prima di attaccare la Terra. Gli spartan decidono di attaccarli e ritardare la loro invasione.

    Nel frattempo Halsey distrugge il cristallo così da evitare che finisca in mano ai covenant. Per tutta la sua vita si è sempre sentita colpevole per i rapimenti di bambini durante il programma SPARTAN e per averli costretti ai suoi esperimenti. Alla fine si pente e sequestra Kelly, una degli Spartan feriti, per fuggire segretamente senza dirlo a nessuno per una missione che solo lei conosce.

    Prima che gli spartan partano per la missione, Cortana ricarica un copia di se stessa su MC. Quando il gruppo atterra sulla stazione covenant, trova centinaia di astronavi parcheggiate nell’hangar. MC collega Cortana alla loro rete in modo che possa disattivare i sistemi di sicurezza e guidare la squadra nella base, ma quando la missione ha inizio, viene attaccata dalle intelligenze artificiali dei covenant ed è costretta e duplicarsi centinaia di volte per continuare le comunicazioni con Chief. Tutte le copie di Cortana sono frammentate e deboli.

    Fortunatamente MC e i suoi compagni riescono a piazzare le cariche sul reattore principale e a fuggire prima che esplodano distruggendo l’intera armata. Il Covenant ha subito un grave sconfitta, ma MC e gli altri spartan hanno solo rimandato lo scontro inevitabile, che si terrà purtroppo sul nostro amato pianeta: la Terra.

    Come potete vedere questi sono i presupposti su cui si baserà l’intera avventura di Halo2. Bungie si guarda bene dal rivelare la trama prima del 9 novembre. Quello che sappiamo con certezza è che il Covenant attaccherà la Terra, ma ci sono ancora molte, troppe domande che necessitano di risposte: dove sono finiti Halsey e lo spartan ferito Kelly? Cortana ha riportato gravi danni dopo l’attacco ricevuto e dopo la sua duplicazione? Si rivelerà un pericolo per gli uomini? MC combatterà a fianco degli altri spartan? Ci saranno altre strutture simili ad Halo? MC salverà l’umanità?
    Lo sapremo l’11 novembre, l’H-Day, il giorno del giudizio…
    si ringrazia Dekko per la stodia completa

Pag 1 di 3 123 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •