• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Maledetta patente S, GT4.

Cambio titolo
  1. #1
    Game Tag: caccorutto L'avatar di busdriver
    Registrato il
    08-04
    Località
    Sul bus
    Messaggi
    523

    Occhiolino Maledetta patente S, GT4.

    8( 8( 8(
    Ragazzi ho rimandato la patente S ma ora mi tocca prenderla,
    Volevo sapere se l' esame finale, quello sul Nurburgring, era tirato o no.
    Perchè io per il momento mi sto impastando a metà circuito, perchè tiro come un disgraziato !!!
    Ma se mi dite che il tempo è abbastanza largo vedo di limitare i danni e prendermela con filosofia!!!
    Aspetto con fiducia, denkiu.
    Codice Wii: 1175-9548-4506-8925
    Codice amico Mario Kart: 1161-0171-1865

  2. #2
    Utente L'avatar di maxpayne88
    Registrato il
    12-03
    Località
    vicino ancona
    Messaggi
    69
    io ce l'ho fatta al 3 tentativo. basta non andare troppo forte, il tempo è + ke sufficiente.
    ho sfornato bestemmie di varia qualità x la prova di chamonix invece, ci ho perso u pomeriggio

  3. #3
    fire's dragon L'avatar di vanette73
    Registrato il
    10-04
    Messaggi
    382
    questo è tutto quello che ho trovato in rete...è pochino ma magari può aiutarti!!!





    14. Patente S
    Primo test, giro a tempo: correrete su un circuito di cui avete già visto vari tratti, usando un’auto da corsa: i freni saranno particolarmente potenti. Attenzione alle traiettorie, cercate di ricordare le sezioni che avete già affrontato nei test precedenti. La vostra velocità massima dipenderà nei rettilinei dal modo in cui avete affrontato le curve precedenti, quindi tenete sempre a mente velocità di entrata ed uscita, e le traiettorie.
    Secondo test, giro a tempo: un giro completo su un percorso italiano, lo avete già visto più volte. Le numerose curve strette vi metteranno alla prova, ma se pensate ad uscita-ingresso-uscita troverete un ritmo adeguato. Provate a ricordare come si comportava l’auto pilota su questo tracciato.
    Terzo test, giro a tempo: affronterete un tracciato che non avete mai visto in precedenza, molto tecnico in alcune sezioni, con delle “S” e delle curve con apice verso il fondo, quindi state attenti. Guiderete inoltre un veicolo particolare, saranno messe alla prova tutte le vostre abilità. La parte più importante del tracciato è la serie di curve dopo il tunnel: non concentratevi su una singola curva, pensate all’intero tratto come a una sezione unica. Dovrete frenare sul rettilineo mentre ancora siete in salita, poi dopo la curva ci sarà un altro rettilineo, e una curva a destra che dovrete affrontare in modo simile. Non siate troppo aggressivi su questo tracciato o ne pagherete le conseguenze.
    Quarto test, giro a tempo: correrete su un circuito italiano; dopo la parte in salita, che vi porta fino in cima all’isola, vi si presenterà un lungo tratto in discesa. Il disegno generale del tracciato può essere riassunto in: una manciata di rettilinei collegati da curve. La velocità di uscita da queste determinerà le vostre prestazioni globali. Nella prima parte del percorso, in salita, avrete più sottosterzo del normale a causa della perdita di peso sulle ruote anteriori. Frenate a fondo per trasferire peso sull’avantreno prima di sterzare nella direzione voluta. Nella seconda parte, in discesa, frenate su traiettorie rettilinee, se frenate sterzando alterete l’assetto del mezzo.
    Quinto test, giro a tempo: benvenuti a Seattle, anche questo è un tracciato che non avete ancora visto, un percorso cittadino con parecchie curve difficili una dietro l’altra, quindi siate certi di memorizzare il disegno generale del percorso prima di affrontarlo. Dovrete frenare circa 200 metri prima della prima curva dopo l’inizio; il rettilineo in salita conduce a una curva cieca ad angolo retto, dovrete iniziare a frenare prima che la curva sia visibile. Ci sono poi due punti in cui vi staccherete dal suolo, il tracciato si allarga in questa zona, fate quindi uso dell’intera sua ampiezza. Usate i cordoli che si trovnao in quasi tutte le curve, vi aiuteranno a mantenere le traiettorie adatte.
    Sesto test, giro a tempo: qui guiderete sulla neve e sul ghiaccio. Anche se si tratta di un percorso breve come lunghezza, è abbastanza impegnativo a causa delle superfici su cui correrete. Accelerare è forse più difficile che frenare, siate gentili con il gas. Controllate attentamente le derapate in curva.
    Settimo test, giro a tempo: altro percorso che avete incontrato in precedenza. La parte fondamentale è una sezione subito dopo il tunnel, la superficie nella prima curva è scivolosa, quindi attenti al sottosterzo. Nel tunnel successivo tenetevi a destra, portatevi gradualmente a sinistra. Tagliate il bordo giallo all’uscita e acquisite più velocità possibile per il rettilineo. Ci sarà una stretta curva cieca poi, ma se trovate la traiettoria ideale potrete mantenere alta la velocità.
    Ottavo test, giro a tempo: eccovi nel bel mezzo di Tokio. Questo lungo tracciato non presenta complessivamente grandi difficoltà, dunque le traiettorie sono fondamentali per mantenere alta velocità. Uno dei punti cruciali è identificare il punto di frenata per la prima curva, iniziate a frenare poco prima di arrivare al cartello dei 100 metri. Poi ci sarà una sezione ovale, state all’interno, sul cordolo; la velocità attraverso l’ultima curva sotto al cavalcavia è anch’essa importante. State attenti a non andar troppo veloci in alcune parti del tracciato, e siate certi di utilizzare il più possibile i cordoli: così facendo otterrete tempi migliori, non solo qui ma sulla maggior parte dei percorsi.
    Pausa caffé: una corsa speciale, dovrete colpire ognuno dei 50 coni; non sarete squalificati se colpirete i muri, ma risulterà in una perdita di tempo, quindi cercate di evitarlo. Potete anche usare la retromarcia in questa prova, non ha importanza, basta che abbattiate i coni. Cercate di identificare il percorso migliore per risparmiare tempo.
    Nono test, giro a tempo: bentornati a El Capitan, di cui avete già visto varie sezioni. Ricordatevi dei cambiamenti in latezza; la parte fondamentale è quella subito dopo la prima curva a destra. Attenti al sottosterzo, e anche alla prima curva cieca dopo il tunnel, siate pronti per questa quando non sarà ancora visibile. Ci saranno parti del tracciato in cui vedrete rocce e ghiaia sui bordi, l’aderenza qui sarà scarsa, evitate se possibile ogni genere di irregolarità.
    Decimo test, giro a tempo: un circuito su sterrato di tre kilometri e mezzo. Ci saranno molte curve in cui dovrete derapare, quindi è fondamentale che manteniate il controllo della vettura per stabilire un buon tempo.
    Undicesimo test, giro a tempo: nuovamente nelle strade parigine. Anche se questa è uan corsa relativamente semplice, ci sono numerose chicane nelle sezioni aperte: è importante quindi rallentare adeguatamente in queste zone; siccome le prestazioni del veicolo sono elevate, dovrete valutare correttamente i migliori punti per iniziare a frenare. Ci sono inoltre alcune irregolarità nel fondo stradale, quindi sestate sui lati esterni sperimenterete sottosterzo. In Place de la Concorde troverete partenza e traguardo. Pensate all’intero circuito, mentre vi preparate ad affrontarlo.
    Dodicesimo test, giro a tempo: la vostra gara contro il cronometro ha luogo in Giappone, a Suzuka; userete un’auto che corre nel campionato giapponese. Troverete molte curve famose, su questo tracciato, e avrete bisogno di tutte le vostre capacità per ottenere un buon tempo. Non potete concentrarvi sulle singole curve, dovete sempre programmare almeno una o due curve successive, per stabilire le migliori traiettorie e ottenere la miglior velocità.
    Tredicesimo test, giro a tempo: correrete in un popolare circuito californiano, dal disegno unico. Dopo la partenza, affronterete una ripida salita, è difficile vedere la strada qui, con angoli ciechi a bizzeffe, e punti scivolosi in cui perderete trazione, procedete con cautela. Circa a metà del tracciato, inizierete a scendere, ed incontrerete poi una serie di lente curve, stabilire un buon ritmo sarà importante in questa zona. Utilizzerete una vettura da corsa, inutile dire forse che il controllo della velocità è vitale.
    Quattordicesimo test, giro a tempo: rieccovi a Chamonix, e riecco neve e ghiaccio. Anche se a inizio tracciato c’è poca neve, la trazione e l’aderenza sono scarse; se state sull’esterno del percorso, molto probabilmente perderete il controllo a causa della differenza di superficie su cui si trovano le ruote. Nel tunnel evitate la neve al suolo, siate delicati con l’acceleratore e dovreste cavarvela. Ci sono molti punti in cui l’assetto del veicolo subirà variazioni, quindi cercate di non essere troppo aggressivi per non perdere aderenza.
    Quindicesimo test, giro a tempo: lo sfondo è il noto circuito internazionale di Le Mans. La corsa è divisa in tre sezioni ad alta velocità. La prima e più lunga, il rettilineo Mulsanne, ha due chicane, ma la più complicata è il rettilineo che conduca alla curva di Indianapolis. Qui il tracciato è più stretto, quindi dovrete stare molto attenti alla traiettoria o finirete fuori. Non state troppo sui cordoli. La sezione interna del tracciato ha variazioni in altezza con curve difficili a vedersi, ci sono inoltre curve su un pianoro subito dopo una ripida salita. Ricordate di mantenere il peso sull’avantreno per evitare sottosterzo.
    Sedicesimo e ultimo test, giro a tempo: ancora il Nurburgring, è la vostra ultima sfida. Fate uso di tutte le vostre abilità. Dopo aver attraversato il ponte vicino alla partenza, incontrerete una sezione ad alta velocità dove le traiettorie dovranno essere molto precise. Poi segue una parte tecnica, usate i cordoli. Cercate di effettuare cambiamenti leggeri nelle traiettorie invece che bruschi, per ottenere miglior velocità.
    Taty'73

  4. #4
    Team JangeL L'avatar di Ph0en1X
    Registrato il
    10-03
    Messaggi
    11.076
    Io c'è l'ho fatta al secondo tentativo
    Il trucco è il non lasciarsi prendere dalla fobia, quindi nn devi tirare cm 1 matto xke nn c'è n'è bisogno!
    Io, seppur uscendo un sacco di volte fuori strada, senza xò tokkare le pareti laterali, avevo preso l'argento cn 1 sforzo piuttosto minimo!
    Quindi il mio consiglio è: Non avere fretta e c riuscirai senza problemi! :9

  5. #5
    Dimension Hatröss L'avatar di Slayer
    Registrato il
    02-03
    Località
    Milano
    Messaggi
    25.651
    Io sto bestemmiando da 1 settimana a Chamonix

  6. #6
    Game Tag: caccorutto L'avatar di busdriver
    Registrato il
    08-04
    Località
    Sul bus
    Messaggi
    523
    Ce l' ho fattaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

    Col tempo di 7' 48":9 ho conquistato l' ultima patente.
    E effettivamente non bisognava tirare troppo, però la cosa più difficile da controllare sono quei dislivelli maledetti che ci sono su tutto il percorso .
    Comunque è fatta e ora sotto con le gare estreme
    Codice Wii: 1175-9548-4506-8925
    Codice amico Mario Kart: 1161-0171-1865

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •