• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 12 di 12

Discussione: 1984

Cambio titolo
  1. #1
    Fr4nk
    Ospite

    1984

    Cosa ne pensate della Privacy sul web?

    Vi fidate nel dare informazioni personali nei siti sui quali vi iscrivete? Quali informazioni fornite con riluttanza e solo se strettamente necessario?

    Effettuate shopping via web? Pensate che i vostri dati siano al sicuro?
    Come pagate? Carta di Credito? Postapay? Paypal? Contrassegno?

    Credete che i servizi che utilizzate sul web (ftp, http, e-mail, irc, chat, icq...) siano monitorati?
    Avete mai sentito parlare della rete Echelon ?

  2. #2
    Neo Mod L'avatar di Darth Threepwood
    Registrato il
    10-02
    Località
    DosBox/WinUAE
    Messaggi
    12.851
    Se un sito/forum che mi interessa richiede di inserire le generalità per potersi registrare, metto nomi a caso.

    Se invece attraverso un sito devo comprare qualcosa (e qui ho risposto pure alla seconda questione) metto, ovviamente, le vere generalità.
    NON credo che i miei dati siano al sicuro, nonostante praticamente tutti i siti riportano il contrario, con tanto di normativa e bla bla bla.
    Ma non mi riferisco ad intrusioni esterne, atte a cercare di ciulare un codice di carta di credito.. penso (e spero) che da quel punto di vista, siamo abbastanza sicuri.
    Sai che, per esempio, gli ospedali vendono i nostri nomi?
    Mi spiego: tua moglie ha un bambino? il giorno dopo trovi sulla cassetta della posta il volantino per poter ordinare l'enciclopedia "educare tuo figlio in 748 mosse - dalla culla alla prima erezione - De Agostini".
    "E come minchia lo sanno, che abbiamo avuto un figlio?!"
    quindi, non ho ragione di credere che i gestori dei siti facciano diversamente.
    Preferisco pagare in contrassegno, se non fa, non compro (anche se ho una mezza idea di farmi la carta PostePay).

    Penso che qualcuno ci controlli.
    Ho letto qualcosa di inquietante a riguardo, su Telecom.
    La verità.. è la fuori.

    Echelon? lo conosco grazie a Deus Ex.
    Cmq ora do' un occhiata al link.. ^^
    Ultima modifica di Darth Threepwood; 19-06-2005 alle 05:06:13
    www.beppegrillo.it - Il blog di Beppe Grillo. | Wikipedia, l'enciclopedia libera.

    Citazione cc84ars
    ecco, questi sono i tipici interventi bossi-fini

  3. #3
    Cowboy in Love L'avatar di Loto.Nero
    Registrato il
    05-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    7.109
    Carino il riferimento al libro di Orwell.

    In ogni caso, esprimendo il mio personale parere devo dire che mi fido solo parzialmente della sicurezza informatica. O meglio, oramai esistono protocolli di sicurezza con crittografia avanzata e a più bit che dovrebbero garantire la quasi assoluta protezione negli acquisti web.

    E' anche vero però che tutti questi protocolli di sicurezza funzionano come una porta blindata in un deserto. Per attraversarla avresti bisogno della chiave, ma in realtà basterebbe girarci attorno per portare a segno il colpo. Ritengo molto più facile e plausibile che un furbo usi spiando nel tuo pc riesca a rubarti il codice della tua carta di credito monitorando i tasti premuti dalla tua tastiera piuttosto che forzare la sicurezza di chi gestisce la transazione.

    In un certo senso, acquisto on-line, "parandomi" senza riserba i fondi curando la salute del mio pc e comprando su siti affidabili. Tantomeno preferisco comunicare i miei dati di accesso ad un amico per telefono se necessario, o quanto meno ad utilizzare i miei dati personali il più raramente possibile.

    La sicurezza totale non ci sarà mai purtroppo, per problemi di supporto ( SO ) e sopratutto umani.

    Per quanto riguarda i servizi da te citati, il fatto che possano essere monitorati ( se tu ovviamente intendi l'occhio di qualcuno che controlla il tuo flusso di dati ) mi preoccuperebbe non poco.

    In ogni caso, come dice anche un libro ( di cui non ricordo nè titolo nè autore ) la probabilità che un sistema di crittografia di ultima generazione ( ad esempio quelli che offre Paypal ) venga bypassato è la stessa probabilità che si ha di vincere la lotteria ed essere colpiti da un fulmine nello stesso giorno.

    Non è poco eh..
    Ultima modifica di Loto.Nero; 19-06-2005 alle 14:58:44
    lotonero.deviantart.com // stefanobroli.it

    Citazione Tuco Benedicto Pacifico
    Ciao, sono il sarcasmo, vuoi essere mio amico?

  4. #4
    ]Pet®ucci.son[
    Ospite
    Quel libro è

  5. #5
    Utente Tostapane L'avatar di WarriorXP
    Registrato il
    10-02
    Località
    MI C.le - LE
    Messaggi
    23.429
    Mi fido dei forum ma non dei siti che offrono servizi gratuiti (es. inserimento di annunci, newslettering ecc.), fornisco con riluttanza l'indirizzo e-mail e quello fisico, e quest'ultimo lo tendo quasi sempre a mascherare con nomi fittizi per evitare un'invasione di "spam postale" (ho sentito di gente alla quale è successo). Per quanto riguarda l'indirizzo e-mail uso quello principale solo in caso di servizi rinomati e/o affidabili (che immagino non abbiano bisogno di vendere le informazioni degli utenti), in caso contrario, oppure nel caso di siti che poi lo pubblicano, ne uso uno secondario (difatti invaso dallo spam per via degli spider), in tutti gli altri casi uso un indirizzo qualsiasi, fasullo.

    Per quanto riguarda l'e-commerce, credo sia uno degli aspetti più sicuri della navigazione (sempre rimanendo nell'ambito di siti di un certo livello): dò senza problemi le informazioni necessarie e utilizzo Contrassegno e PostePay (però che c'entra con la sicurezza? ).

    Non credo che internet sia monitorato, e se lo é si tratta di monitoraggi mirati (con parole chiave et simila), ho sentito di Echelon ma non mi dà grossi grattacapi, tanto più che é inevitabile.

  6. #6
    Fr4nk
    Ospite
    Citazione Loto.Nero
    In ogni caso, come dice anche un libro ( di cui non ricordo nè titolo nè autore ) la probabilità con cui un sistema di crittografia di ultima generazione *manca qualcosa* ( ad esempio quelli che offre Paypal ) è la stessa probabilità che si ha di vincere la lotteria ed essere colpiti da un fulmine nello stesso giorno.
    Intendi dire "la probabilità che un sistema di crittografia.. sia violato" ?
    Hai dimenticato di sciverlo

  7. #7
    Fr4nk
    Ospite
    Citazione WarriorXP
    Mi fido dei forum ma non dei siti che offrono servizi gratuiti (es. inserimento di annunci, newslettering ecc.), fornisco con riluttanza l'indirizzo e-mail e quello fisico, e quest'ultimo lo tendo quasi sempre a mascherare con nomi fittizi per evitare un'invasione di "spam postale" (ho sentito di gente alla quale è successo). Per quanto riguarda l'indirizzo e-mail uso quello principale solo in caso di servizi rinomati e/o affidabili (che immagino non abbiano bisogno di vendere le informazioni degli utenti), in caso contrario, oppure nel caso di siti che poi lo pubblicano, ne uso uno secondario (difatti invaso dallo spam per via degli spider), in tutti gli altri casi uso un indirizzo qualsiasi, fasullo.
    Io utilizzo cinque indirizzi e-mail

    Citazione WarriorXP
    Per quanto riguarda l'e-commerce, credo sia uno degli aspetti più sicuri della navigazione (sempre rimanendo nell'ambito di siti di un certo livello): dò senza problemi le informazioni necessarie e utilizzo Contrassegno e PostePay (però che c'entra con la sicurezza? ).
    Qualcuno potrebbe utilizzare la *tua* carta di credito per i suoi acquisti violando un archivio mal protetto o facilmente decriptabile.
    E' poca la gente che si fida a dare i dati della propria CC.
    Anche io. Preferisco pagare qualcosa di più, ma utilizzare il metodo del contrassegno.

    Citazione WarriorXP
    Non credo che internet sia monitorato, e se lo é si tratta di monitoraggi mirati (con parole chiave et simila), ho sentito di Echelon ma non mi dà grossi grattacapi, tanto più che é inevitabile.
    Prova a dare uno sguardo al link.

  8. #8
    Nothing to no one L'avatar di Toad
    Registrato il
    07-03
    Località
    Vigevano
    Messaggi
    12.470
    Citazione Fr4nk
    Cosa ne pensate della Privacy sul web?

    Vi fidate nel dare informazioni personali nei siti sui quali vi iscrivete? Quali informazioni fornite con riluttanza e solo se strettamente necessario?

    Effettuate shopping via web? Pensate che i vostri dati siano al sicuro?
    Come pagate? Carta di Credito? Postapay? Paypal? Contrassegno?

    Credete che i servizi che utilizzate sul web (ftp, http, e-mail, irc, chat, icq...) siano monitorati?
    Avete mai sentito parlare della rete Echelon ?
    Se devo per forza metterle,ad esempio un negozio online,lo faccio altrimenti no.Penso non siano controllati i servizi per download o di chat,anche se sicuramente il mio provider terrà un registro dove ci sono tutti i siti a cui mi sono connesso.

  9. #9

  10. #10
    Utente Tostapane L'avatar di WarriorXP
    Registrato il
    10-02
    Località
    MI C.le - LE
    Messaggi
    23.429
    Citazione Fr4nk
    Prova a dare uno sguardo al link.
    Si, lo conosco, ma dubito che una manciata di persone (perché quanti mai possono lavorare all'analisi dei dati che fornisce?) assolutamente sconosciute e col tempo disinteressate agli affari altrui possano essere invasive, perlopiù avendo di continuo svariati miliardi di kb da controllare...

  11. #11
    Cowboy in Love L'avatar di Loto.Nero
    Registrato il
    05-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    7.109
    Citazione Fr4nk
    Intendi dire "la probabilità che un sistema di crittografia.. sia violato" ?
    Hai dimenticato di sciverlo
    Ops, sì hai ragione.

    Effettivamente era un pò tardi quando ho scritto
    lotonero.deviantart.com // stefanobroli.it

    Citazione Tuco Benedicto Pacifico
    Ciao, sono il sarcasmo, vuoi essere mio amico?

  12. #12
    Fr4nk
    Ospite
    Citazione WarriorXP
    Si, lo conosco, ma dubito che una manciata di persone (perché quanti mai possono lavorare all'analisi dei dati che fornisce?) assolutamente sconosciute e col tempo disinteressate agli affari altrui possano essere invasive, perlopiù avendo di continuo svariati miliardi di kb da controllare...
    Utilizzando un database si può accedere ad un archivio di svariati gigabyte in pochi secondi. Più o meno come fa la polizia quando hai precedenti.

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •