• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 6 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 80

Discussione: I videogiochi e la morale etica.

Cambio titolo
  1. #1
    Roma caput mundi L'avatar di Robert Blanc
    Registrato il
    08-04
    Località
    Il Regno dei Morti
    Messaggi
    2.193

    Messaggio I videogiochi e la morale etica.

    Sono il primo ad ammettere quanto i videogiochi richiedano tempo per la progettazione,il design e il rodaggio. Ma non mi interessa. Sono il primo ad ammettere quanto i videogiochi richiedano soldi per la messa sul mercato e per la pubblicità. Ma non è quello il punto. La mia attenzione,oggi,si sofferma su particolari tipi di videogiochi : i videogiochi che ispirano morte,violenza,sesso e perdita di valori. Sono videogiochi che hanno anche causato delle vittime tra ragazzi,che probabilmente soli nella loro follia e disperazione per una vita non soddisfacente(avete mai visto Dawson's Creek ?) si sono rifugiati nella realtà virtuale sfogando la loro rabbia e la loro frustrazione,mentre i genitori,quasi mai a casa,non si preoccupavano della vita del proprio figlio. Ora io mi chiedo : che senso ha proporre quel genere di videogiochi? Qual è il loro fine? Il divertimento degli utenti? Che divertimento sarebbe vedere teste mozzate,e sangue, e morti da tutte le parti? Ispirerebbe forse la matrice artistica e letteraria dell'utente ? Non credo. Io credo che sia l'ora di dare la regolata a questo genere di giochi : vero è che hanno un limite di età,ma cosa importa? Affrontare un tema tanto delicato come la morte in modo così leggero ha un sapore diverso se affrontato in età un po' più matura? Di fronte a questo scenario sconfortante,sorge il dubbio che l'unica ragione per cui questi giochi vengano messi sul mercato,è che i soldi servono più di quanto si possa credere,che il consumismo ha corrotto le menti di molti e annebbiato le menti dei più giovani. Sia chiaro che con questo discorso non voglio passare per il vecchio bigotto di turno,ho sempre accettato le opinioni d'altri(lavorando tra ragazzi,è molto facile)anche se non le ho sempre condivise,avendo le mie. E la mia opinione in proposito è una totale opposizione nei confronti della violenza gratuita nei videogiochi.

    IL sito ufficiale del campione giallorosso.


    DAJE FRANCE' !!!!

  2. #2
    Master Of Gnocca ® L'avatar di Evil666
    Registrato il
    12-02
    Località
    Roma
    Messaggi
    42.116
    A sto punto facciamo solo giochi come quelli di Barbie Capraperonzoruzzolatadaunburrone e trasmettiamo solo stupidissime soap opera prive di violenza, no?



    La violenza gratuita è ovunque, non solo nei vg...

    edit: se qualcuno muore, o uccide, a causa dei vg, lasciamelo dire, la colpa non è dei vg... in primis è dei genitori che non si sono accorti di avere un figlio psicopatico
    Ultima modifica di Evil666; 30-06-2005 alle 16:57:09

    "Non mi sono mai chiesto perché scattassi delle foto. In realtà la mia è una battaglia disperata contro l'idea che siamo tutti destinati a scomparire. Sono deciso ad impedire al tempo di scorrere"
    Robert Doisneau

  3. #3
    Utente L'avatar di Eddy'90
    Registrato il
    05-05
    Località
    a Dreamland
    Messaggi
    12.864
    Citazione Robert Blanc
    Sono il primo ad ammettere quanto i videogiochi richiedano tempo per la progettazione,il design e il rodaggio. Ma non mi interessa. Sono il primo ad ammettere quanto i videogiochi richiedano soldi per la messa sul mercato e per la pubblicità. Ma non è quello il punto. La mia attenzione,oggi,si sofferma su particolari tipi di videogiochi : i videogiochi che ispirano morte,violenza,sesso e perdita di valori. Sono videogiochi che hanno anche causato delle vittime tra ragazzi,che probabilmente soli nella loro follia e disperazione per una vita non soddisfacente(avete mai visto Dawson's Creek ?) si sono rifugiati nella realtà virtuale sfogando la loro rabbia e la loro frustrazione,mentre i genitori,quasi mai a casa,non si preoccupavano della vita del proprio figlio. Ora io mi chiedo : che senso ha proporre quel genere di videogiochi? Qual è il loro fine? Il divertimento degli utenti? Che divertimento sarebbe vedere teste mozzate,e sangue, e morti da tutte le parti? Ispirerebbe forse la matrice artistica e letteraria dell'utente ? Non credo. Io credo che sia l'ora di dare la regolata a questo genere di giochi : vero è che hanno un limite di età,ma cosa importa? Affrontare un tema tanto delicato come la morte in modo così leggero ha un sapore diverso se affrontato in età un po' più matura? Di fronte a questo scenario sconfortante,sorge il dubbio che l'unica ragione per cui questi giochi vengano messi sul mercato,è che i soldi servono più di quanto si possa credere,che il consumismo ha corrotto le menti di molti e annebbiato le menti dei più giovani. Sia chiaro che con questo discorso non voglio passare per il vecchio bigotto di turno,ho sempre accettato le opinioni d'altri(lavorando tra ragazzi,è molto facile)anche se non le ho sempre condivise,avendo le mie. E la mia opinione in proposito è una totale opposizione nei confronti della violenza gratuita nei videogiochi.

    www.nintendo.it
    [...] perché quando quando l'interesse personale di un individuo viene anteposto a quello di un'intera nazione, prima o poi giunge il momento dei rendiconti.

  4. #4
    Neo 1977
    Ospite
    Citazione Evil666
    A sto punto facciamo solo giochi come quelli di Barbie Capraperonzoruzzolatadaunburrone e trasmettiamo solo stupidissime soap opera prive di violenza, no?



    La violenza gratuita è ovunque, non solo nei vg...

    edit: se qualcuno muore, o uccide, a causa dei vg, lasciamelo dire, la colpa non è dei vg... in primis è dei genitori che non si sono accorti di avere un figlio psicopatico

  5. #5
    Master Of Gnocca ® L'avatar di Evil666
    Registrato il
    12-02
    Località
    Roma
    Messaggi
    42.116
    Citazione Neo 1977

    "Non mi sono mai chiesto perché scattassi delle foto. In realtà la mia è una battaglia disperata contro l'idea che siamo tutti destinati a scomparire. Sono deciso ad impedire al tempo di scorrere"
    Robert Doisneau

  6. #6
    La "morale etica" cosa sarebbe, scusa? Un pleonasmo?
    "Il sonno della ragione genera mostri"

  7. #7
    GV...full of grammar nazi L'avatar di Vaan88
    Registrato il
    06-05
    Località
    Somma Vesuviana(NA)
    Messaggi
    7.640
    Citazione Robert Blanc
    Sono il primo ad ammettere quanto i videogiochi richiedano tempo per la progettazione,il design e il rodaggio. Ma non mi interessa. Sono il primo ad ammettere quanto i videogiochi richiedano soldi per la messa sul mercato e per la pubblicità. Ma non è quello il punto. La mia attenzione,oggi,si sofferma su particolari tipi di videogiochi : i videogiochi che ispirano morte,violenza,sesso e perdita di valori. Sono videogiochi che hanno anche causato delle vittime tra ragazzi,che probabilmente soli nella loro follia e disperazione per una vita non soddisfacente(avete mai visto Dawson's Creek ?) si sono rifugiati nella realtà virtuale sfogando la loro rabbia e la loro frustrazione,mentre i genitori,quasi mai a casa,non si preoccupavano della vita del proprio figlio. Ora io mi chiedo : che senso ha proporre quel genere di videogiochi? Qual è il loro fine? Il divertimento degli utenti? Che divertimento sarebbe vedere teste mozzate,e sangue, e morti da tutte le parti? Ispirerebbe forse la matrice artistica e letteraria dell'utente ? Non credo. Io credo che sia l'ora di dare la regolata a questo genere di giochi : vero è che hanno un limite di età,ma cosa importa? Affrontare un tema tanto delicato come la morte in modo così leggero ha un sapore diverso se affrontato in età un po' più matura? Di fronte a questo scenario sconfortante,sorge il dubbio che l'unica ragione per cui questi giochi vengano messi sul mercato,è che i soldi servono più di quanto si possa credere,che il consumismo ha corrotto le menti di molti e annebbiato le menti dei più giovani. Sia chiaro che con questo discorso non voglio passare per il vecchio bigotto di turno,ho sempre accettato le opinioni d'altri(lavorando tra ragazzi,è molto facile)anche se non le ho sempre condivise,avendo le mie. E la mia opinione in proposito è una totale opposizione nei confronti della violenza gratuita nei videogiochi.

    Scusa ma tu a cosa gioki?

  8. #8
    Neo 1977
    Ospite
    Citazione Robert Blanc
    Sono il primo ad ammettere quanto i videogiochi richiedano tempo per la progettazione,il design e il rodaggio. Ma non mi interessa. Sono il primo ad ammettere quanto i videogiochi richiedano soldi per la messa sul mercato e per la pubblicità. Ma non è quello il punto. La mia attenzione,oggi,si sofferma su particolari tipi di videogiochi : i videogiochi che ispirano morte,violenza,sesso e perdita di valori. Sono videogiochi che hanno anche causato delle vittime tra ragazzi,che probabilmente soli nella loro follia e disperazione per una vita non soddisfacente(avete mai visto Dawson's Creek ?) si sono rifugiati nella realtà virtuale sfogando la loro rabbia e la loro frustrazione,mentre i genitori,quasi mai a casa,non si preoccupavano della vita del proprio figlio. Ora io mi chiedo : che senso ha proporre quel genere di videogiochi? Qual è il loro fine? Il divertimento degli utenti? Che divertimento sarebbe vedere teste mozzate,e sangue, e morti da tutte le parti? Ispirerebbe forse la matrice artistica e letteraria dell'utente ? Non credo. Io credo che sia l'ora di dare la regolata a questo genere di giochi : vero è che hanno un limite di età,ma cosa importa? Affrontare un tema tanto delicato come la morte in modo così leggero ha un sapore diverso se affrontato in età un po' più matura? Di fronte a questo scenario sconfortante,sorge il dubbio che l'unica ragione per cui questi giochi vengano messi sul mercato,è che i soldi servono più di quanto si possa credere,che il consumismo ha corrotto le menti di molti e annebbiato le menti dei più giovani. Sia chiaro che con questo discorso non voglio passare per il vecchio bigotto di turno,ho sempre accettato le opinioni d'altri(lavorando tra ragazzi,è molto facile)anche se non le ho sempre condivise,avendo le mie. E la mia opinione in proposito è una totale opposizione nei confronti della violenza gratuita nei videogiochi.

    DAI....mi sembra di tornare a qualche mese fa, quando in Inghilterra si diffuse la voce che "Manhunt" avesse plagiato le menti di alcuni ragazzi portandoli all'emulazione....secondo te è possibile? ci sono molte menti malate in giro....quante persone nel mondo hanno giocato a GTA senza diventare terroristi? chi gioca con gli sparatutto nella vita reale si comporta ugualmente?nahahah non tiene ! allora che VG esisterebbero? solo platform dove si sparano "banane"?

  9. #9
    GV...full of grammar nazi L'avatar di Vaan88
    Registrato il
    06-05
    Località
    Somma Vesuviana(NA)
    Messaggi
    7.640
    Citazione Neo 1977
    DAI....mi sembra di tornare a qualche mese fa, quando in Inghilterra si diffuse la voce che "Manhunt" avesse plagiato le menti di alcuni ragazzi portandoli all'emulazione....secondo te è possibile? ci sono molte menti malate in giro....quante persone nel mondo hanno giocato a GTA senza diventare terroristi? chi gioca con gli sparatutto nella vita reale si comporta ugualmente?nahahah non tiene ! allora che VG esisterebbero? solo platform dove si sparano "banane"?
    Se vanno in un okkio le banane fanno male .

  10. #10
    Neo 1977
    Ospite
    Citazione Vaan88
    Se vanno in un okkio le banane fanno male .

  11. #11
    Bannato L'avatar di The_Nameless_One
    Registrato il
    05-04
    Località
    S.Siro
    Messaggi
    1.527
    secondo me i videogiochi non rendono le persone violente perchè anche se la violenza è gratuita se si ha la maturità giusta per capirla e comprendere che è sempre e comunque violenza virtuale non crea molti danni, ma se questa maturità non c'è o peggio il giocatre è mentalmente "disturbato" non metto in dubbio che videogiochi violenti possano favorire certi comportamenti....ma ti assicuro per esperienza personale che conosco molti ragazzi che sono sempre stati limitati e controllati dai loro genitori nell' utilizzo dei vg che sono molto piu "violenti" e irresponsabili di me che non ho mai avuto limiti.....

  12. #12
    Bannato L'avatar di The_Nameless_One
    Registrato il
    05-04
    Località
    S.Siro
    Messaggi
    1.527
    Citazione Neo 1977
    DAI....mi sembra di tornare a qualche mese fa, quando in Inghilterra si diffuse la voce che "Manhunt" avesse plagiato le menti di alcuni ragazzi portandoli all'emulazione....secondo te è possibile? ci sono molte menti malate in giro....quante persone nel mondo hanno giocato a GTA senza diventare terroristi? chi gioca con gli sparatutto nella vita reale si comporta ugualmente?nahahah non tiene ! allora che VG esisterebbero? solo platform dove si sparano "banane"?
    i malati di mente restano sempre malati di mente, videogiochi o meno....

  13. #13
    Neo 1977
    Ospite
    Citazione The_Nameless_One
    i malati di mente restano sempre malati di mente, videogiochi o meno....
    non ti seguo

  14. #14
    Bannato L'avatar di The_Nameless_One
    Registrato il
    05-04
    Località
    S.Siro
    Messaggi
    1.527
    Citazione Neo 1977
    non ti seguo
    dico che se uno è un maniaco omicida gia di suo non diventa certo violento a causa dei vg...

  15. #15
    Comunque, al di là della "morale etica", la violenza gratuita non affatto preoccupante.
    Trovo molto più esecrabile l'esaltazione del consumismo e la promozione di subculture apparentemente "cool" ma in realtà imperialismo culturale di bassa lega (Need for Speed: Underground, Grand Theft Auto: San Andreas, i giochi di wrestling...).
    "Il sonno della ragione genera mostri"

Pag 1 di 6 1234 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •