• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 34 123411 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 498

Discussione: Strano affare a Dagger Falls

Cambio titolo
  1. #1
    Utente
    Registrato il
    01-03
    Messaggi
    104

    Strano affare a Dagger Falls

    La lunga carovana si snoda per il sentiero che s'inerpica sulle Dagger Hills. Il cartello appena oltrepassato indica chiaramente: NORD - DAGGER FALLS.
    Molti si lasciano sfuggire un'esclamazione di sollievo. Gli ultimi giorni di viaggio sono riusciti a prostrare anche i più ottimisti e allegri. Quegli stessi che alla partenza erano stati felici di fare il viaggio in compagnia, aggregandosi alla carovana, adesso non vedono l'ora di arrivare in città e liberarsi delle chiacchiere incessanti dei mercanti. Numerosi sono, infatti, gli avventurieri e i mercenari diretti a Dagger Falls. Alcuni in cerca di facili guadagni, altri perchè scelti dai mercanti stessi come scorta e pagati per questo, altri ancora spinti dal desiderio di viaggiare o di lasciarsi alle spalle un passato burrascoso...

    Le porte della città si aprono, accogliendo la stanca carovana.
    La grande piazza si riempie di curiosi e di guardie che con espressione severa lanciano occhiate diffidenti agli avventurieri che pian piano cominciano a disperdersi per la città.

    Voi fate parte di questo gruppo di avventurieri.
    A Nord della piazza si erge il palazzo governativo di Dagger Falls, ad Est la città continua fino a dove arriva lo sguardo con case di diversa grandezza divise da tortuosi vicoletti e ad Ovest il mercato, ora chiuso perchè è sera, e la locanda sempre aperta.
    Al centro della piazza un uomo a cavallo, che sembra aver aspettato proprio l'arrivo della carovana, srotola un lungo foglio e comincia a parlare:
    "Uomini e donne che siete qui giunti. Se siete in cerca di un lavoro che vi procuri immensi guadagni, se il vostro animo non disdegna il pericolo, se la vostra parola è il bene prima di tutto, se volete materiale per le vostre storie o se ciò che vi muove è la semplice curiosità... per tutti questi motivi o solo per uno fra essi venite qui e ascoltate ciò che ho da dire..."

  2. #2
    Ex admin L'avatar di Lex
    Registrato il
    10-02
    Località
    Udine
    Messaggi
    36.677
    Kortech ascolta le parole dell'uomo, e si fa largo tra la folla.
    "Io sono interessato, amo l'avventura, parlate."
    You will die, mortal


    Gli interventi di moderazione sono in rosso e grassetto. Chiarimenti a riguardo in privato.
    A causa di limiti di tempo, non risponderò a questioni relative al forum su MSN salvo in casi di reale emergenza. Se avete bisogno di contattarmi, mandatemi un mp.

  3. #3
    Utente L'avatar di Roy
    Registrato il
    10-02
    Località
    Limbo
    Messaggi
    5.225
    Ish'mael si avvicina.
    "Una nuova storia per il Popolo. Parlate, gentile signore, così sentirò su quale sentiero dovrò dirigermi per trovare l'illuminazione".

  4. #4
    Utente L'avatar di Christopher N.
    Registrato il
    02-03
    Località
    Murias
    Messaggi
    66
    Il peso della cappa di lana, accentuato dalle piogge che avevano imperversato in quelle terre per l'intera giornata, gravava sulle spalle e sul capo del bardo come un'armatura da legionario.
    Incrociando le braccia, Christopher poggia le spalle al muro, e accavallando pigramente le gambe osserva la scena ad una distanza di trenta passi dal resto della folla.
    Una guardia, insospettita dalla figura incappucciata, muove una decina di passi verso Christopher, chiedendo di mostrare il volto libero dal pesante cappuccio, senza tuttavia ottonere risposta, ne cenno alcuno. La guardia, obbligata ai suoi doveri, torna al proprio posto di guardia, pur fissando insistentemente il bardo.
    Fu nell'attimo in cui la guardia fissò il proprio sguardo su uno sparuto gruppo di ubriachi che Christopher percorse rapidamente i pochi metri che lo separavano dall'uscio dell'entrata est del monastero, che dava sulla piazza, all'ombra del quale riprese ad ascoltare: "...per tutti questi motivi o solo per uno fra essi venite qui e ascoltate ciò che ho da dire..."
    Ultima modifica di Christopher N.; 21-02-2003 alle 02:51:27
    Acoustique

    Il denaro appaga l'avidità dei potenti, come la musica ripaga le sofferenze dei pezzenti
    (Christopher N.)

  5. #5
    Utente L'avatar di Jaheira
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    889
    Rowena si stringe nel mantello, calando sul viso il cappuccio. Udendo le parole dell'uomo, si avvicina e ascolta.
    "Io non mi sono mai sognato di contestare alla Chiesa il suo diritto a restare fedele a se stessa, cioè ai comandamenti che le vengono dalla Dottrina. […] Ma ch'essa pretenda d'imporre questo comandamento anche a me che non ho la fortuna (e la prego di fare attenzione alle mie parole: dico e ripeto: non ho la fortuna) di essere un credente, cercando in ogni modo e attraverso tutte le influenze di cui dispone di travasarlo nella legge civile, in modo che diventi obbligatorio anche per noi non credenti, le sembra giusto? A me, no. […] Finché essa opera e si appella alla Legge Divina, è libera di dire e di fare ciò che vuole. Ma quando cerca d'influenzare la Legge civile, commette un abuso perché toglie al cittadino una scelta che gli appartiene." Indro Montanelli

  6. #6
    The Floodder L'avatar di Invisibile
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    4.441
    Kouran incuriosito dalle parole dell'uomo, si distese sul tetto di una casa lì vicina; rosicchiando un pezzo di pane, ormai secco, ascoltò le parole del banditore...
    Altezza firma 270+ pixel. Cancellata. Leggete il regolamento...

  7. #7
    Utente
    Registrato il
    01-03
    Messaggi
    104
    L'uomo si interrompe per qualche secondo, aspettando. Poi, lanciando un'occhiata alla piccola folla che si è radunata intorno a lui, riprende a parlare.
    "Il mio signore, Lord Vaon, può offrirvi tutto questo. Egli non è solo magnanimo e di nobile cuore, ma è potente e non ha paura di spendere i propri averi per una giusta causa. Pensate - l'uomo alza la voce, per dare risalto alle proprie parole - un uomo così, ammirato e amato da tutti, un uomo di tale levatura morale, un esempio per la nostra comunità..."
    "Quanto la fate lunga Nemek. - lo interrompe ridendo un signore ben vestito che si fa largo tra la folla - Credo che queste persone abbiano altro a cui pensare, non possono star a sentire tutta la notte le vostre chiacchiere. Sappiamo tutti com'è Lord Vaon, sicuramente anche i nuovi arrivati conosceranno presto le qualità che tanto elogiate in lui... - la sua bocca assume una piega ironica - cioè vedranno quanto è arrogante e pomposo quel poco di buono..."
    "Come vi permettete!! - il viso di Nemek diventa paonazzo per l'ira - Non vi sfido seduta stante, Lord Yliem, solo perchè in apparenza siete in nobile anche voi!"
    Quasi rendendosi conto solo allora che altri stavano ascoltando quello scambio di battute, si rivolge alla folla:
    "Ignorate le parole di questo folle, non sa cosa significano le parole onore e rispetto! Lui non sa cosa Lord Vaon ha dovuto subire in questi giorni, non sa che un gruppo di feroci banditi si sono introdotti in casa sua rubando e distruggendo tutto ciò che aveva di più caro, arrivando a rapire ADDIRITTURA la sua unica e amata figlia!! Ed è per questo che egli chiede il vostro aiuto! - s'interrompe per un istante per dare enfasi alle parole - Dal momento che il mio dicorso è stato disturbato da costui, invito tutti coloro che vogliono saperne di più a recarsi domattina di fronte il palazzo del mio signore, si trova dietro il palazzo govenativo, di fronte il tempio di Lathander."
    "Ricordate, il mio signore può offrirvi qualsiasi cosa. - continua Nemek - Domattina, nel palazzo del mio signore, potrete fare le vostre richieste e ascoltare ciò che in cambio si richiede a voi."
    Lancia un'ultima occhiata a Lord Yliem, che gli risponde con un sorriso divertito, e si allontana sempre a cavallo dalla piazza.

    Terminato il discorso, gran parte della folla si disperde, Lord Yliem si dirige ridacchiando verso la locanda ed entra.
    Una guardia, la cui attenzione fino ad allora era stata catturata dalla scena svoltasi in piazza, si accorge dell'elfo sdraiato sul tetto della casa.
    "Ehi tu! Scendi immediatamente da lì!"
    Con il viso rivolto verso l'elfo e le mani sui fianchi la guardia lo squadra con espressione torva.

  8. #8
    Utente L'avatar di Christopher N.
    Registrato il
    02-03
    Località
    Murias
    Messaggi
    66
    Dopo una lenta occhiata alla piazza oramai sgombra, Christopher ferma lo sguardo su Lord Yliem, che si allontana dalla piazza con passo deciso.

    "Esiste forse un nobile la cui arroganza non pesi tanto quanto l'oro che gli riempie le tasche?" - pensò Christopher - "Ad ogni modo sarà un'interessante opportunità... Magari mi divertirò a scrivere un'altra ballata sbeffeggiatrice e ironica sul pomposo nobile e il prode cavalier dal cuore puro che si lancia in groppa al suo ronzino alla volta del covo dei rapitori della dolce donzella figlia del disperato "cappello di velluto"... Sono le più divertenti da cantare nelle piazze..."

    *si lascia scappare un sorriso*

    Allontanatosi dall'uscio del portoncino laterale del monastero, il bardo si incammina verso la taverna più vicina, che probabilmente avrebbe trovato poco lontano dalla via dalla quale era spuntato il gruppetto di ubriachi, poi stramazzati tra mille risate di fronte alla guardia.
    Acoustique

    Il denaro appaga l'avidità dei potenti, come la musica ripaga le sofferenze dei pezzenti
    (Christopher N.)

  9. #9
    Utente
    Registrato il
    01-03
    Messaggi
    104
    Inviato da Christopher N.
    Dopo una lenta occhiata alla piazza oramai sgombra, Christopher ferma lo sguardo su Lord Yliem, che si allontana dalla piazza con passo deciso.

    "Esiste forse un nobile la cui arroganza non pesi tanto quanto l'oro che gli riempie le tasche?" - pensò Christopher - "Ad ogni modo sarà un'interessante opportunità... Magari mi divertirò a scrivere un'altra ballata sbeffeggiatrice e ironica sul pomposo nobile e il prode cavalier dal cuore puro che si lancia in groppa al suo ronzino alla volta del covo dei rapitori della dolce donzella figlia del disperato "cappello di velluto"... Sono le più divertenti da cantare nelle piazze..."

    *si lascia scappare un sorriso*

    Allontanatosi dall'uscio del portoncino laterale del monastero, il bardo si incammina verso la taverna più vicina, che probabilmente avrebbe trovato poco lontano dalla via dalla quale era spuntato il gruppetto di ubriachi, poi stramazzati tra mille risate di fronte alla guardia.
    L'intuizione del bardo si rivela esatta: dopo pochi minuti di cammino, il chiasso e l'odore di carne ben cotta rivelano la presenza della taverna. Il cartello posto sopra la porta mostra la scritta: "Taverna del sole che ride".
    Mentre Christopher si avvicina, un gruppo di uomini esce improvvisamente dalla taverna ridendo a crepapelle. Uno di essi, barcollando, si scontra con il bardo e inciampando sui suoi stessi piedi cade a terra.
    Gran parte della camicia dell'uomo è bagnata da quella che dall'odore sembra birra.
    "Ehi! - esclama l'uomo, non appena si rende conto di stare per terra - Shtai più attento...!"
    Dall'alito è chiaro che ha bevuto e molto...
    "Guarda dove metti i piedi, *hic* vecchio."
    Con fatica e mostrando un sorriso da ebete tenta di rialzarsi.

  10. #10
    Utente L'avatar di Jaheira
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    889
    Inviato da Master[GDR]

    .................
    "Ricordate, il mio signore può offrirvi qualsiasi cosa. - continua Nemek - Domattina, nel palazzo del mio signore, potrete fare le vostre richieste e ascoltare ciò che in cambio si richiede a voi."
    Lancia un'ultima occhiata a Lord Yliem, che gli risponde con un sorriso divertito, e si allontana sempre a cavallo dalla piazza.
    Rowena osserva il cavaliere allontanarsi dalla piazza. Indecisa sul da farsi si guarda intorno. I suoi occhi si posano su un'anziana donna che, seduta vicino l'uscio di una casa, intreccia fili di paglia fra loro; ai suoi piedi sono disposte con ordine una fila di cesti di paglia.
    La mezzelfa si avvicina alla donna e abbassa il cappuccio scoprendo il viso:
    "Scusate se vi disturbo, signora, posso farvi una domanda? Vorrei sapere quali templi ci sono in città..."
    "Io non mi sono mai sognato di contestare alla Chiesa il suo diritto a restare fedele a se stessa, cioè ai comandamenti che le vengono dalla Dottrina. […] Ma ch'essa pretenda d'imporre questo comandamento anche a me che non ho la fortuna (e la prego di fare attenzione alle mie parole: dico e ripeto: non ho la fortuna) di essere un credente, cercando in ogni modo e attraverso tutte le influenze di cui dispone di travasarlo nella legge civile, in modo che diventi obbligatorio anche per noi non credenti, le sembra giusto? A me, no. […] Finché essa opera e si appella alla Legge Divina, è libera di dire e di fare ciò che vuole. Ma quando cerca d'influenzare la Legge civile, commette un abuso perché toglie al cittadino una scelta che gli appartiene." Indro Montanelli

  11. #11
    Utente L'avatar di Roy
    Registrato il
    10-02
    Località
    Limbo
    Messaggi
    5.225
    Ish'mael comincia a guardarsi attorno, appena l'uomo ha finito di parlare. Lentamente si guarda intorno. Decide di seguire Lord Yliem, per chiedergli qualcosa.

  12. #12
    Utente L'avatar di Christopher N.
    Registrato il
    02-03
    Località
    Murias
    Messaggi
    66
    Il bardo osserva l'uomo mentre cerca goffamente di rialzarsi dopo essergli rimbalzato letteralmente contro, e ignorando le parole sconclusionate dell'ubriaco, si china su di lui, lasciandolo per un attimo interdetto, seduto sulla strada.

    "Tu hai ancora sete... ah, che bello sarebbe poter annegare ancora una volta in un boccale di birra..." - Christopher non attende risposta, e incalza - "...fredda e ottima birra... in cambio di una piccola informazione. Ti accompagnerò io stesso a prendere un bel boccale traboccante di birra, se mi dirai dove posso trovare la dimora di Lord Yliem... Lo conosci, non è così? Abita in città, è così? Indicami la via, e ti accompagnerò dentro per un altro bel boccale..."

    Christopher osserva l'ubriaco guardarlo con occhi spenti, mentre probabilmente cerca di mettere ordine nei suoi pensieri.

    *senza espressione in volto, attende una risposta*
    Acoustique

    Il denaro appaga l'avidità dei potenti, come la musica ripaga le sofferenze dei pezzenti
    (Christopher N.)

  13. #13
    The Floodder L'avatar di Invisibile
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    4.441
    Inviato da Master[GDR]
    Una guardia, la cui attenzione fino ad allora era stata catturata dalla scena svoltasi in piazza, si accorge dell'elfo sdraiato sul tetto della casa.
    "Ehi tu! Scendi immediatamente da lì!"
    Con il viso rivolto verso l'elfo e le mani sui fianchi la guardia lo squadra con espressione torva.
    Kouran, un pò stizzito ma anche divertito dall'espressione della guardia, scese con calma il tetto, gettando poi per terra il tozzo di pane rosicchiato.
    Con occhi gelidi guardò a sua volta la guardia e si diresse verso la locanda ove passare la notte.
    Sedutosi al bancone ordinò un boccale di birra, e poggiando sul tavolo un mucchietto di monete d'oro rubate allo stolto soldato, sorseggiò la sua adorata bevanda.
    Altezza firma 270+ pixel. Cancellata. Leggete il regolamento...

  14. #14
    Ex admin L'avatar di Lex
    Registrato il
    10-02
    Località
    Udine
    Messaggi
    36.677
    Kortech finisce di ascoltare le parole dei due uomini, curioso di vedere di persona questo Lord Vaon. "Quale dei due avrà fornito la descrizione più accurata? In fondo poco importa, spesso la verità sta nel mezzo. E poi andare a sentire cosa vuole non credo che mi porterà dei guai. Adesso però ho cose più importanti a cui pensare, come ad esempio porre rimedio ai crampi della fame che mi attanagliano." E dopo essersi soffermato su questi pensieri, si dirige alla più vicina taverna, disposto a liberarsi di qualche moneta d'argento.
    You will die, mortal


    Gli interventi di moderazione sono in rosso e grassetto. Chiarimenti a riguardo in privato.
    A causa di limiti di tempo, non risponderò a questioni relative al forum su MSN salvo in casi di reale emergenza. Se avete bisogno di contattarmi, mandatemi un mp.

  15. #15
    Godo L'avatar di Tenente_Pliskin
    Registrato il
    10-02
    Località
    Potenza
    Messaggi
    5.466
    Korian, dopo aver ascoltato le deplorevoli e stolte parole del "nobile" lord Yliem, si dirige sprezzante verso la locanda. Appena entrato, si sedette di fianco a un soldato. Ordinò all'oste due bevande e chiese al soldato dove si trovasse l'abitazione di Lord Yliem...
    Citazione Thom Yorke Visualizza Messaggio
    la musica per me è la prova che c'è qualcosa di metafisico, che si chiami Dio, che si chiami Demiurgo o che si chiami Keith Jarrett.

Pag 1 di 34 123411 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •