• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 7 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 101

Discussione: castlevania: la saga infinita

Cambio titolo
  1. #1
    Utente L'avatar di white lhio
    Registrato il
    11-04
    Località
    Navacchio (PI)
    Messaggi
    10.296

    castlevania: la saga infinita

    terza recensione per me e... nessun'altro. stavolta il mio fedele assistente manciotek non è disponibile per darmi una mano , ma farò del mio meglio per illustrarvi con una recensione riassuntiva, la storia e la qualità di tutti gli episodi della mitica saga di castlevania fino ad ora usciti (mancheranno quindi castlevania per nintendo ds e il secondo episodio per la play2).

    NOTA: verrano di seguito trattati solamente gli episodi del filone originale, nel senso che i remake o simili verrano solo citati.

    NOTA 2rendero in considerazione gli episodi in ordine cronologico, seguendo la storia dall'inizio alla presunta fine (sicuramente poi continua) e non tengo conto dell'ordine di uscita.

    ok partiamo.

    CASTLEVANIA LAMENT OF INNOCENCE

    CONSOLE: ps2

    ANNO: 2003

    STORIA: è il tempo delle crociate dove la chiesa combatteva per eliminare i nemici di DIO. fra tutti i fedeli di cui essa poteva disporre, due in particolare erano fra i migliori in assoluto, Leon Belmont, formidabile guerriero che aveva gia ottenuto numerose vittorie, e Mathias Cronqvist, un geniale uomo di scienza e grande amico di Leon. ma una volta tornato da una battaglia vittorosa, Mathias trovo ad attenderla la propria moglie gravemente malata, la quale morì qualche tempo dopo. anche Leon fu colto dalla malasorte, viene infatti a sapere che la sua amata fidanzata Sara, è stata rapita da un malvagio vampiro di nome walter che la ha condotta nel suo castello. ora Leon è costretto a lasciare il suo titolo di barone e la chiesa per cercare di salvare Sara. si avvia quindi verso il castello, ma poco prima si imbatte in uno'anziano uomo, Rinaldo Gandolfi, che ha anche lui dei risentimenti verso walter. per aiutare il govane Belmont, Rinaldo gli dona una frusta alchemica efficace contro le creature della notte (la futura vampire killer). Leon parte quindi determinato verso il castello di walter...

    DATI DI GIOCO: il primo castlevania per ps2, non è un capolavoro ma appare piacevole è in parte ben realizzato. la grafica è molto curata ed il motore rende il gioco fluidissimo in ogni circostanza. le animazioni dei personaggi sono talvolta ottime (nel caso di Leon) e talvolta un po' legnose (come in alcuni nemici). leon può contare su un vasto inventario di oggetti magici e vari equipaggaiamenti, eccenzion fatta per la frusta che non si potra mai cambiare con altre armi ma solo potenziare. sempre parlando della frusta, essa ha la possibilta di eseguire molti attacchi e varie cambo, talvolta spettacolari. possono anche essere utilizzati le classiche sottoarmi, quali il coltello, l'acqua santa, la croce ecc. buono anche il comparto sonoro che in alcune location si alza nche sopra la media. i nemici sono vari anche se non sempre ben realizzati (tranne i favolosi boss, quelli sono eccellenti). i livelli invece sono la vera pecca del gioco; si basa tutto o quasi su stanza enormi collegate fra loro da dei corridoi, tutto ben realizzato certo, la bellezza estetica è sopraffina, ma alla lunga ripetitiva. l'unaca cosa che dovremmo fare è spostarci da una stanza ad un 'altra in attesa di arrivare al boss. fortuna che ci sono anche stanze e oggetti segreti ad aumentare la longevità (che di suo è un po' corta). in definitiva, un castlevania medio ma piacevole.

    VOTO: 7

    CASTLEVANIA LEGEND

    CONSOLE: game boy

    ANNO: 1997

    STORIA: circa nel 1400, il popolo della transilvania sta attraversando un periodo oscuro e terribile, per via di un vampiro malvagio che ha gettato la sua ombra su tutto. il vampiro si chiama Dracula (per capire le sue origini bisogna aver provato lament of innocence) ed è intenzionato a distruggere tutte le persone, perche responsabili della morte di sua moglie Lisa. una giovane ragazza discendente di Leon belmont, Sonia belmont, raccogliera tutto il suo coraggio e la frusta "vampire killer" del suo avo e si dirigera ad affrontare dracula al suo castello, dove all'interno trovera un altro nemico del malvagio vampiro. il figlio stesso di Dracula; Alucard.

    DATI DI GOCO: il terzo castlevania per gameboy, forse il peggiore dei tre. l'unica nota veramente degna di merito e la stupenda colonna sonora che esprime tutti i sentimenti e l'atmosfera di ogni livello. la protagonista sonia potra utilizzare la sua frusta come unico attacco ed è in grado di potenziarsi brevemente con la pressione dei tasti contemporaneamente (quando si potenzia ricorda vagamente un super saian). per il resto niente da dire, ogni livello è molto lungo ma le ambientazioni sono ripetitive, ogni livello ha quei 2 o 3 dettagli che lo ricoprono per tutta la sua interezza. i nemici son ancora peggio, ce ne saranno tre o quattro in tutto, mal ralizzati e facili da eliminare. per allungare la longevità è stato agginta la possibilità di trovare nel castello oggetti segreti che permetteranno di allungare il finale, ma questo non riesce a salvare il gioco.

    VOTO: 5/6

    CASTLEVANIA 3 DRACULA's CURSE

    CONSOLE: nintendo

    ANNO : 1992

    STORIA: Il figlio di Sonia, Trevor Belmont, ritorna in transilvania dalla quale i belmont erano stati cacciati (la gente aveva paura della loro forza) per combattere nuovamente dracula, tornato in vita per seminare di nuovo terrore. armato della storica frusta, Trevor si confronterà con dracula aiutato da tre amici incontrati nel castello; Grant dinasty, Sypha belnandes e l'immortale figlio di Dracula, Alucard.

    DATI DI GIOCO: terzo episodio uscito per nes, probabilmente il migliore dei tre. la formula è la solita di cv legend, livellli da percorrere e nemici da distruggere, ma qui è tutto realizzato a regola d'arte. dobbiamo considerare però il tempo in cui è uscito per giudicarlo. il gioco vanta della possibilità di scegliere la strada da percorrere per arrivare al finale. a seconda di cosa sceglieremo percorreremo alcuni livelli invece di altri. la vasta gamma di nemici è notevole, i livelli sono ben strutturati e richiamano abbastanza bene le atmosfere del catello. le musiche (secondo come erano nel nes) sono varie e orecchiabili, alcune sranno riprese anche in altri eposodi, con qualche miglioria. il sistema di controllo non è ancora perfetto e può dar dei problemi manovrare il nostro trevor. la longevità infine e abbastanza lunga, sarà divertente ripercorrere strade che avevamo ignorato in precedenza dove troveramo altre sotto armi, il cassico coltello, acqua santa, croce ecc... forse un po' ripetitivo alla fine ma non si può pretendere troppo visto il periodo della data di uscita

    VOTO: 8

    CASTLEVANIA ADVENTURE

    CONSOLE: game boy

    ANNO: 1991

    STORIA: siamo nella seconda metà del 1500, Dracula è tornato in vita (se non c’è nessuno che lo resuscita egli torna in vità ogni cento anni, a meno fino a che ci sarà la cattiveria nell’animo umano). Cristopher è Il nuovo discendente della famiglia Belmont, ormai diventati i cacciatori di vampiri per eccellenza. Il nuovo Belmont si arma con la classica frusta di famiglia, “l’ammazza vampiri” e parte per sconfiggere il male.

    DATI DI GIOCO: il primo castlevania per gameboy. A dire il vero questo episodio non aggiunge nulla di nuovo alla saga ed appare poco più che un passatempo. Comunque, mettendo da parte alcune limitazione grafiche dovute alla potenza del primo game boy, noteremo un prodotto di sufficiente fattura. Le ambientazione non sono molto suggestive, ma appaiono varie anche se nei limiti del game boy, comunque si poteva fare di più. per il resto ci ritroviamo il solito schema a livelli in cui mietiamo nemici con la nostra frusta fedele e le varie sotto armi. I nemici sono tanti ma risultano piuttosto anonimi. Buono invece il comparto sonoro, come sempre, ci ritroveremo musichette evocative e suggestive che difficilmente scorderemo. Un piccolo problema riguardante il gioco è dovuto ad un leggero calo di frame rate durante alcune azioni. Un’altra pecca è il pesante sistema di controllo; troppo “duro” risulta il movimento del personaggio e troppo lente alcune azioni. Anche la longevità è un po’ bassina, vi basteranno poche ore per portarlo a termine. A parte tutto il gioco in definitiva funziona anche se sembra indirizzato più ai fan della saga che non agli altri.

    VOTO,5

    CASTLEVANIA 2 BELMONT REVENGE

    CONSOLE: game boy

    ANNO: 1991

    STORIA: sono passati molti anni da quando Cristopher ha sconfitto Dracula (in adventure) e ora tocca a suo figlio Soleyue essere eletto nuovo cacciatore di vampiri. Ma una notte Soleyue viene rapito da i servitori di Dracula, che dopo essere stato riportato in vita medita vendetta contro Cristopher e i Belmont. A Cristopher non rimane altro che impugnare nuovamente la “vampire killer” e dirigersi al castello del malefico vampiro. Solo che questa volta il Belmont dovrà distruggere altri quattro castelli, ognuno con caratteristiche particolari, prima di poter evocare quello di dracula. Ma Cristopher non sa che da qualche parte Soleyue, posseduto dai poteri di Dracula stesso, lo aspetta…

    DATI DI GIOCO: la seconda prova per un castlevania su game boy. Stavolta le cose sono davvero migliorate rispetto all’episodio precedente. Un sistema di controllo più morbido e facile da utilizzare. Grafica potenziata, le location dei 4 castelli e quelle dello stesso castlevania sono davvero belle, sfruttando perfettamente le potenzialità del game boy. Nemici e trappole varie e divertenti movimenteranno l’azione e come se non bastasse la longevità si è allungata. Il comparto sonoro è come sempre di buona fattura, migliore in questo caso di adventure. Alcuni punti risultano magari frustranti anche per i giocatori più bravi (la battaglia finale è estenuante all’invero simile). In definitiva, questo castlevania non è un prodotto solo per appassionati, ma per tutti quelli interessati agli action-adventure portatili (ovviamente mi riferisco a quei tempi, non posso giudicare il gioco allo stesso modo oggi)

    VOTO: 7,5

    CASTLEVANIA

    CONSOLE: nintendo

    ANNO: 1988

    STORIA: inizi del 1600. il nipote di Cristopher, Simon Belmont, è l’attuale cacciatore di vampiri e deve dirigersi anch’esso a combattere contro Dracula, che torna in vita ogni secolo.

    DATI DI GIOCO: che dire? Il primo castlevania uscito. Schema di gioco semplicissimo, come quello di molti platform presenti sul nes; andare avanti e mietere nemici con la frusta. La grafica ben curata per il tempo, il castello realizzato pazientemente in ogni angolo, dando caratteristiche proprie ad ogni livello, ed anche le musiche, sebbene ancora da perfezionare, facevano buona compagnia raggiungendo la sufficienza. Per il resto nulla da dire, è il primo castlevania, era innovativo gia di suo ma anche molto semplice. E ottenne così grande successo, ispirando gli altri episodi.

    REMAKE: esistono 2 remake di questo episodio erroneamente scambiati per seguiti. Uno è super castlevania 4 e l’altro e castlevania crhonicles

    VOTO: 7/10

    CASTLEVANIA 2 SIMON’S QUEST

    CONSOLE: nintendo

    ANNO: 1988

    STORIA: Dracula è morto. Simon riuscì a sconfiggerlo anni addietro, ma il crudele vampiro, prima di morire, scagliò una maledizione sia la cacciatore di vampiri che all’intera Transilvania. Ora Simon, in pericolo di vita, deve ritrovare i pezzi del corpo di Dracula, resuscitarlo e distruggerlo di nuovo, cosicché potrà spezzare la maledizione. Ma il tempo stringe e più il tempo passa, più Simon diventa debole…

    DATI DI GIOCO: il castlevania più particolare, ma anche innovativo per il tempo. Il gioco non si svolge come al solito nel castello di dracula, ma nelle vicine città, dove Simon viaggerà in lungo e in largo cercando i pezzi di dracula. Si troverà anche ad affrontare temibili mostri. Se dal punto di vista grafico il gioco si dimostra sufficiente ma non eccelso, il suo punto forte è lo schema di gioco. Non più fisso e lineare, Simon viaggerà nel paesaggio labirintico intorno a castlevania per cercare ciò che gli serve. Ci sono anche elementi di gdr (aumento di lv, possibilità di comprare armi e oggetti). Il comparto sonoro è buono, ma le musiche sono poche. È possibile ottenere tre finali a seconda del tempo impiegato per terminarlo

    VOTO: 7/8

    CASTLEVANIA HARMONY OF DISSONANCE

    CONSOLE: game boy advance

    ANNO: 2002

    Storia: prima metà del 1700, il nipote di Simon, juste Belmont, viene a sapere dal suo amico Maxim del rapimento di una loro amica di infanzia. Maxim ha perso la memoria e si ricorda solo che la loro amica è stata portata in uno strano castello. Juste con l’inseparabile frusta ammazza vampiri si dirige insieme a maxim in questo castello. I due si separano e dopo poco juste fa un terribile incontro, si trova di fronte alla morte (uno dei servi di Dracula che appare più spesso). Forse Juste si trova nel castello di Dracula? E quest’ultimo è resuscitato?

    DATI DI GIOCO: secondo episodio apparso per game boy advance. Questo appartiene ai castlevania di nuova generazione, dove non c’è più uno schema dove si avanzava di livello in livello, qui si può esplorare liberamente il castello e se necessario torniamo in location già visitate per poter prendere oggetti (reliquie) che danno a Juste poteri speciali, cosicché possa proseguire l’avventura. In oltre il nostro protagonista potrà contare su vari incantesimi a seconda della sotto arma equipaggiata e dai libri di magie trovati, potrà aumentare di livello e diventare più forte e potra potenziarsi grazie agli equipaggiamenti. Fra le pecche troviamo un comparto sonoro poco curato, con musichette anonime. Oppure alcune animazioni un po’ legnose e bruttine. Il castello invece e ben elaborato, ricco di dettagli ma forse non suggestivo come altre volte. Comunque un gran gioco.

    VOTO: 8

    DRACULA X RONDO OF BLOOD

    CONSOLE: pc engine

    ANNO: 1995

    STORIA: anno 1792. vestiamo ancora i panni di un Belmont; Richter. Dracula, tornato ancora alla carica (ma non muore mai questo?) rapisce la fidanzata di Richter “Annette” e la sorella di questa, Maria. E Richter da bravo belmont parte per riprendersi la sua amata e dare già che c’è una batosta a Dracula.

    DATI DI GOCO: castlevania appartenente alla vecchia generazione, quella dove si avanza di livello e si miete nemici. Al suo tempo comunque, l’innovatività stava nella nuova veste grafica, infatti il 16 bit era l’ideale per ricreare gli ambienti suggestivi di castlevania. Così ci ritroviamo di fronte ad un castlevania vecchio stile ma potenziato al massimo livello. Ogni stage è curata benissimo e richiama i cartoni animati giapponesi. Il comparto sonoro è come sempre di ottima fattura e non solo, qui è la prima volta che vengono utilizzate delle musiche davvero indimenticabili. In’oltre è la prima volta che troviamo un castlevania con scene di intermezzo, o se vogliamo, il primo episodio a dare veramente importanza alla trama. Il sistema di controllo magari andava ancora perfezionato, ma poi ci si abitua…

    REMAKE: esiste un remake per snes per questo gioco dal titolo vampire kiss. Si consiglia se possibile di reperire l’originale che è superiore in ogni aspetto.

    VOTO: 8,5

    CASTLEVANIA SIMPHONY OF THE NIGHT

    CONSOLE: playstation

    ANNO: 1997

    STORIA: Richter è scomparso. Quattro anni dopo aver sconfitto Dracula, il più grande cacciatore di vampiri è svanito nel nulla. Maria, sua cognata, parte alla sua ricerca, scoprendo che il castello di Dracula è riapparso dalle tenebre. Nel frattempo, Alucard (provate a leggere il suo nome al contrario) sente il pericolo rappresentato da suo padre (dracula) crescere. Ritorna quindi in Transilvania per distruggere il malvagio vampiro, ma una volta nel castello scopre che Richter è posseduto, e ora è il nuovo signore di castlevania.

    DATI DI GIOCO: questo è il massimo per tutti gli appassionati di videogame. Castlevania sotn non è solo il miglior castlevania mai fatto, ma è anche uno de migliori videogame della storia. Ambientazione favolose, ricreate perfettamente con ogni minimo dettaglio, animazioni stupende, la possibilità di aumentare di livello come in un gdr, migliaia di nemici e magie e armi (non si usa la frusta ma tanti altri accessori) e equipaggiamenti a disposizione. Bellissima storia e sviluppo narrativo. Che dire poi delle musiche? Sublimi, magnifiche, evocative, fantastiche, da oscar, sono gli aggettivi che mi vengono in mente. Sistema di controllo perfetto. Tutto rasenta la perfezione e guai a chi dice che il gioco fa schifo perché è 2d.

    VOTO: 9/10

    fine prima parte



  2. #2
    Utente L'avatar di white lhio
    Registrato il
    11-04
    Località
    Navacchio (PI)
    Messaggi
    10.296
    seconda parte

    CASTLEVANIA CIRCLE OF THE MOON



    CONSOLE: game boy advance



    ANNO: 2001



    STORIA: 1830. Camilla, una specie di strega, resuscita Dracula per portare il caos nel mondo, che secondo lei è gia caotico, ci vuole quindi qualcuno che lo comandi. A fermare la strega ed il vampiro ci penserà un ‘allievo di Richter Belmont; Morris Baldwin, accompagnato da suo figlio Huge e dal, forse suo figlio adottivo, Nathan Graves. Quest’ultimo ha ricevuto come arma una certa “vampire killer”



    DATI DI GIOCO: primo episodio per game boy advance. Davvero meritevole con la sua grafica cartoon col suo schema di gioco. Appartiene alla categoria dei cv di nuova generazione, deve si può esplorare il castello. Anche qui troviamo elementi di gdr e la possibilità di equipaggiare armature varie e oggetti potenziatori, indispensabili per procedere nell’avventura. I mostri non sono molto vari ma comunque danno filo da torcere visto l’elevatissima difficoltà del prodotto. Come al solito, le musiche sono ottime, infatti sono riprese da altri episodi e modernizzate. Innovativo anche il sistema di creare le magie con le carte che lasciano i nemici battuti. Il castello è ben realizzato, ma difficilmente riuscirete ad esplorarlo tutto vista la vastezza.



    VOTO: 8



    CASTLEVANIA LEGACY OF DARKNESS



    CONSOLE: Nintendo 64



    ANNO: 2000



    STORIA: 1840. La città di Valachia (non so se si scrive proprio così) è stata attaccata da un orda di creature mostruose e non morti. Esse sono saltate fuori dai pressi di un antico castello (si è quello).



    Cornell, un umo lupo scopre che la propria sorella è stata rapita e portata nel castello in questione. Senza pensarci un minuto, il ragazzo parte, ignaro del fatto che I servi di Dracula (tra cui la morte) stanno architettando qualcosa di malefico…



    DATI DI GIOCO: secondo episodio per nintendo 64. questo, insieme a l’altro episodio per questa console, sono I peggiori episodi della serie. Da dove partire? Grafica misera con texture prive di dettagli con un terribile effetto “nebbia” (non si vede bene oltre qualche metro). Sistema di controllo da rivedere. Musiche ed effetti sonori, a parte qualche eccezione, ripetitivi e mal realizzati. Il gioco in se è noioso e poco profondo. Gli ambienti non sono neanche lontanamente paragonabili a quelli degli altri episodi da tanto poveri di dettagli e spessore. Il tutto sembra un giochino fatto in fretta e furia, senza preoccuparsi, non solo di renderlo innovativo, ma neanche di realizzarlo decentemente. Le animazioni sono anch’esse poca cosa e alcuni nemici fanno ridere. L’approccio un po’ alla tomb rider in oltre è fuori luogo.



    VOTO: 5



    CASTLEVANIA 64



    CONSOLE: nintendo 64



    ANNO: 1999



    STORIA: pochi anni dopo la storia di Cornell, il male non è ancora stato sconfitto… Castlevania esiste ancora. Finalmente vediamo il ritorno di un Belmont; Reinhardt, il quale affrontera le mille insidie del castello armato con la solita leggendaria frusta “ammazza vampiri. Ma anche un ‘altro personaggio appare nella storia, una ragazzina dai poteri soprannaturali, carrie ( che film vi ricorda?). all’interno del castello si trova anche un ragazzino; Malus, che sembra in pericolo, ma le cose stanno diversamente…



    DATI DI GIOCO: …… questa cosa qui è l’offesa più grande che si potesse fare ad un appassionato di castlevania. Non solo è l’episodio più brutto in assoluto, ma è anche uno dei videogame peggiori della storia. Tutto è mal realizzato, sistema di controllo improponibile, avventura lineare e noiosa, animazioni scadenti, nemici idioti, nessuna innovazione, grafica orrenda e priva di dettagli, location improbabili e ambienti freddi e anonimi. La musica peggiore di tutti I castlevania (si salva solo la track iniziale) e poche azioni a disposizione. Se poi aggiungiamo che il tutto non coinvolge neanche tanto…



    VOTO: 4



    CASTLEVANIA BLOODLINE ( oppure the next generation)



    Console: sega megadrive



    ANNO: 1994



    STORIA: siamo nel 1900, prima metà. La strega Elisabeth Barthley vuole resuscitare Dracula, ma necessita di un potere particolare che si trova sparso in tutta l’europa in alcuni posti mistici. John Morrison (non vi dice nulla Stoker?) un parente americano dei Belmont e suo cigino spagnolo Enrique, partono in pellegrinaggio per tutta l’europa per fermare la strega.



    DATI DI GIOCO: primo e unico cv apparso per il sega. Piacevole ma non molto di più. Appartiene alla vecchia generazione e a parte il fatto che il tutto si svolge non a castlevania ma in giro per l’europa (una delle zone mistiche è…gulp… la torre di Pisa!?!) non ci sono grandi innovazioni. Buono il sistema di controllo, simpatiche le musichette ( non gli effetti sonori poco realistici), il gioco scorre liscio fino alla fine, anche se un po’ troppo velocemente. Manca totalmente la suggestività degli altri cv, anche perché gli ambienti sono diversi. Per il resto nulla di nuovo.



    VOTO: 6/7



    CASTLEVANIA ARIA OF SORROW



    CONSOLE: game boy advance



    ANNO: 2003



    STORIA: anno 2035 (futuro quindi) giappone. Soma cruz, si sta dirigendo con la sua amica Mina a vedere un eclissi solare. Improvvisamente un enorme castello appare proprio SULL’ECLISSI, teletrasportando Soma e Mina al suo interno. Qui troveranno uno strano tizio di nome Genia Aricado (in realtà Alucard) che dirà ai due giovani che in realtà si trovano nel castello di Dracula, ma non quello in europa. La cosa strana è che stavolta Dracula non c’è, è stato distrutto da Julius belmont nel 1999. in realtà la presenza di Soma in quel posto non è casuale…



    DATI DI GIOCO: terzo ed ultimo episodio per game boy advance, Il migliore dei 3. davvero ben realizzato, ritroviamo tutti gli elementi migliori dei cv di nuova generazione, dalle musiche alla grafica, con in oltre la possibilità di personalizzare il personaggio principale grazie a i numerosi poteri ottenuti dalla distruzione dei nemici. È il più vicino a sotn questo episodio, molto coinvolgente (soprattutto al livello di trama, il finale è sbalorditivo. In poche parole un must per tutti gli appassionati e non.



    VOTO 9


    CASTLEVANIA DAWN OF SORROW


    CONSOLE: nintendo DS

    ANNO: 2005

    STORIA: un anno dopo le vicende narrate in aria of sorrow; Soma si è lasciato alle spalle l'avventura passata nel castello demoniaco, intrappolato nell'eclissi. la vita per lui sembra continuare tranquillamente, ma una nuova minaccia sconvolge nuovamente la sua esistenza; appare Celia, la sacerdotessa di un malefico culto, intenzionata a riportare in vita il signore oscuro intrappolato dentro Soma. lo costringe dunque a recarsi nei meandri di un castello apparentemente abbandonato, dove il protagonista reincontrerà tutti i suoi ex compagni di avventura. purtroppo, il castello non è altro che una trappola di morte, piene di orrende creature. in oltre, due temibili avversari dagli straordinari poteri magici, nati nel giorno della distruzione di dracula, cercheranno di impadronirsi dell'anima di Soma, per divenire così il nuovo signore oscuro. ma il pericolo è dietro l'angolo, e Soma dovrà faticare per non cedere al potere malefico dentro di lui...

    DATI DI GIOCO: dopo quasi 8 anni dall'uscità di sotn, il nuovo gioco targato konami entra nel mondo dei vg, in grandissimo stile. finalmente un titolo degno di rivaleggiare con il mitico symphony of the night, in tutto e per tutto. la grafica e la creazione dei livelli sono uno spettacolo per gli occhi, davvero bellissimi gli scenari. i nemici sono vari e sempre suggestivi, compresi gli stupendi boss. il sonoro è davvero magnifico, non batte sotn, ma rimane su livelli stratosferici. la modalità di gioco è una versione potenziata di quella di aos, con l'aggiunta di nuove chicche, quali la creazione delle armi con le anime dei mostri eliminati. la trama si discosta un po' dai castlevania precedenti, ma questo non è un male, anzi. il touch screen è poco utilizzato, ma poco ve ne accorgerete. il gioco è lievemente lineare, ma le tonnellate di segreti (in primis la raccolta totale di anime)allungheranno l'esperienza ludica. in conclusione, non si può continuare a videogiocare, senza aver provato l'unico cv in grado di battere (musiche a parte) sotn.

    VOTO: 10
    Ultima modifica di white lhio; 19-12-2005 alle 19:33:57


  3. #3
    Utente L'avatar di Eddy'90
    Registrato il
    05-05
    Località
    a Dreamland
    Messaggi
    12.864
    il voto di aria of sorrow è molto azzeccato
    però hai scritto solo poche righe a capitolo e i voti andrebbero ritoccati, così come le piattaforme (e scrivi NES invece di nintendo no?)
    3/5
    [...] perché quando quando l'interesse personale di un individuo viene anteposto a quello di un'intera nazione, prima o poi giunge il momento dei rendiconti.

  4. #4
    Utente L'avatar di white lhio
    Registrato il
    11-04
    Località
    Navacchio (PI)
    Messaggi
    10.296
    Citazione Eddy'90
    il voto di aria of sorrow è molto azzeccato
    però hai scritto solo poche righe a capitolo e i voti andrebbero ritoccati, così come le piattaforme (e scrivi NES invece di nintendo no?)
    3/5
    che voti ritoccheresti?


  5. #5
    Utente L'avatar di Eddy'90
    Registrato il
    05-05
    Località
    a Dreamland
    Messaggi
    12.864
    circle of the moon non merita 8
    sono arrivato alla clock tower ma non ho avuto la forza di continuare
    harmony of dissonance era già meglio ma gli avrei dato 7, visto che in confronto con aria of sorrow è veramente brutto, nonostante l'aggiunta dell'arredamento (imho inutile, visto che non riesce nell'intento di allungare la vita al gioco)
    con Aria mi trovi daccordo
    è il castlevania che mi ha preso di più
    [...] perché quando quando l'interesse personale di un individuo viene anteposto a quello di un'intera nazione, prima o poi giunge il momento dei rendiconti.

  6. #6
    Utente L'avatar di white lhio
    Registrato il
    11-04
    Località
    Navacchio (PI)
    Messaggi
    10.296
    Citazione Eddy'90
    circle of the moon non merita 8
    sono arrivato alla clock tower ma non ho avuto la forza di continuare
    harmony of dissonance era già meglio ma gli avrei dato 7, visto che in confronto con aria of sorrow è veramente brutto, nonostante l'aggiunta dell'arredamento (imho inutile, visto che non riesce nell'intento di allungare la vita al gioco)
    con Aria mi trovi daccordo
    è il castlevania che mi ha preso di più
    e con gli ltri sei daccordo?
    ps : non sei andato avanti a circle of the moon perché non ti ha preso o perché è troppo difficile?


  7. #7
    Utente L'avatar di Eddy'90
    Registrato il
    05-05
    Località
    a Dreamland
    Messaggi
    12.864
    Citazione white lhio
    e con gli ltri sei daccordo?
    ps : non sei andato avanti a circle of the moon perché non ti ha preso o perché è troppo difficile?
    per gli altri devi chiedere a chi ha più esperienza

    per circle la colpa è un pò di entrambi i fattori
    c'era quella parte col demone elettrico dove morivo sempre
    [...] perché quando quando l'interesse personale di un individuo viene anteposto a quello di un'intera nazione, prima o poi giunge il momento dei rendiconti.

  8. #8
    Utente L'avatar di white lhio
    Registrato il
    11-04
    Località
    Navacchio (PI)
    Messaggi
    10.296
    Citazione Eddy'90
    per gli altri devi chiedere a chi ha più esperienza

    per circle la colpa è un pò di entrambi i fattori
    c'era quella parte col demone elettrico dove morivo sempre
    infatti ho citato la sua elevata difficoltà. comunque ho fatto recensioni corte per via di lunghezza e tempo, per fare tutto questo ho impiegato 3 ore e qualcosa. in oltre non ho fatto il paragone "aria of sorrow"-"harmony of dissonance" perché non son usciti in contemporanea.


  9. #9
    Utente
    Registrato il
    10-04
    Messaggi
    680
    white lhio
    DRACULA X RONDO OF BLOOD

    CONSOLE: pc engine

    ANNO: 1995

    STORIA: anno 1792. vestiamo ancora i panni di un Belmont; Richter. Dracula, tornato ancora alla carica (ma non muore mai questo?) rapisce la fidanzata di Richter “Annette” e la sorella di questa, Maria. E Richter da bravo belmont parte per riprendersi la sua amata e dare già che c’è una batosta a Dracula.

    DATI DI GOCO: castlevania appartenente alla vecchia generazione, quella dove si avanza di livello e si miete nemici. Al suo tempo comunque, l’innovatività stava nella nuova veste grafica, infatti il 16 bit era l’ideale per ricreare gli ambienti suggestivi di castlevania. Così ci ritroviamo di fronte ad un castlevania vecchio stile ma potenziato al massimo livello. Ogni stage è curata benissimo e richiama i cartoni animati giapponesi. Il comparto sonoro è come sempre di ottima fattura e non solo, qui è la prima volta che vengono utilizzate delle musiche davvero indimenticabili. In’oltre è la prima volta che troviamo un castlevania con scene di intermezzo, o se vogliamo, il primo episodio a dare veramente importanza alla trama. Il sistema di controllo magari andava ancora perfezionato, ma poi ci si abitua…

    REMAKE: esiste un remake per snes per questo gioco dal titolo vampire kiss. Si consiglia se possibile di reperire l’originale che è superiore in ogni aspetto.

    VOTO: 8,5
    qui non ci siamo. innanzitutto Dracula x: chi non rondo non è un gioco per una piattaforma a 16 bit, bensì ad 8, ma grazie alle potenzialità tecniche dell'hardware del turbo due è stato possibile mostrare molti più colori su schermo e animazioni complesse rispetto alle altre console ad 8 bit. in oltre "il vecchio stile" persiste, ma con una fondamentale peculiarità che hai dimenticato. in Dracula X è possibile trovare passaggi alternativi che ci porteranno a stage altrettanto diversi per permetterci di liberare le 4 ragazze che dracula ha fatto imprigionare nel castello (nell'ordine maria, iris, tera e annette), dimentichi in oltre che una volta liberata la prima delle quattro donzelle in pericolo ,maria, questa diventa un personaggio giocabile, con mosse , armi ed attacchi speciali tutti suoi, raddoppiando quindi la giocabilità del titolo con questo personaggio del tutto differente dall'eroe belmont.appuntino finale, dracula xx (o vampire kiss) non è un vero e proprio remake, bensì un rifacimento al 90% completamente differente dal titolo originale per pc engine, sotto alcuni aspetti superiore per level design e bilanciamento della difficoltà, quasi assente in rondo of blood che appare anzi troppo semplice. apparte tutto bel lavoro




  10. #10
    Utente L'avatar di white lhio
    Registrato il
    11-04
    Località
    Navacchio (PI)
    Messaggi
    10.296
    Citazione [DarkMatte]
    qui non ci siamo. innanzitutto Dracula x: chi non rondo non è un gioco per una piattaforma a 16 bit, bensì ad 8, ma grazie alle potenzialità tecniche dell'hardware del turbo due è stato possibile mostrare molti più colori su schermo e animazioni complesse rispetto alle altre console ad 8 bit. in oltre "il vecchio stile" persiste, ma con una fondamentale peculiarità che hai dimenticato. in Dracula X è possibile trovare passaggi alternativi che ci porteranno a stage altrettanto diversi per permetterci di liberare le 4 ragazze che dracula ha fatto imprigionare nel castello (nell'ordine maria, iris, tera e annette), dimentichi in oltre che una volta liberata la prima delle quattro donzelle in pericolo ,maria, questa diventa un personaggio giocabile, con mosse , armi ed attacchi speciali tutti suoi, raddoppiando quindi la giocabilità del titolo con questo personaggio del tutto differente dall'eroe belmont.appuntino finale, dracula xx (o vampire kiss) non è un vero e proprio remake, bensì un rifacimento al 90% completamente differente dal titolo originale per pc engine, sotto alcuni aspetti superiore per level design e bilanciamento della difficoltà, quasi assente in rondo of blood che appare anzi troppo semplice. apparte tutto bel lavoro
    ragazzi abbiate pietà se alcune cose le ho tralasciate, non ho tutto il tempo del mondo. se dovevo fare una recensione completa per ogni titolo a quest'ora non ero manco a metà.


  11. #11
    oneiros L'avatar di Judo
    Registrato il
    05-05
    Località
    Milano
    Messaggi
    18.782
    Ottima ricostruzione.

    I voti di Harmony of dissonance e Circle of the Moon imho sono altini.
    Ma anche quello di Aria of Sorrow.

    Sotn secondo me è almeno una spanna sopra Aria of sorrow,non può avere lo stesso voto(o dai 10 a Sotn,oppure 8 a Aria of sorrow XD).


    Concordo sui giudizi di Simon's Quest e Castlevania 3.
    Ultima modifica di Judo; 12-07-2005 alle 00:53:47

    Playing: Thief Deadly Shadows, Braid

  12. #12
    Sydney
    Ospite
    Il voto di Aria of Sorrow imho non può essere ai livelli di quelli di Symphony of the Night.
    SOTN è grande almeno il doppio di AOS, e a parte la trama (imho migliore in AOS) trovo SOTN superiore in tutto.
    E' vero che il gioco PSX/Saturn è facile, ma nemmeno AOS è impegnativo. E poi con Ritcher la difficoltà sale decisamente in SOTN (peccato che perda gli elementi da gdr.......ma vabbeh.....).

  13. #13
    Sydney
    Ospite
    A, dimenticavo, voto 5.
    Per l'impegno di scrivere tutte quelle rece, per la passione, ma anche per la stesura.

  14. #14
    Utente L'avatar di white lhio
    Registrato il
    11-04
    Località
    Navacchio (PI)
    Messaggi
    10.296
    il voto alto per gli episodi del game boy advance può forse risultare un po' altino, ma considerate che, come nel caso "aria of sorrow-simphony of the nigth", nel gba ci ritroviamo di fronte a limitatazioni tecniche che non ha la playstation, quindo, come sarebbe stato aos sulla ps?


  15. #15
    [falkar]
    Ospite
    manca chronicle per x68000

Pag 1 di 7 1234 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •