• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 23

Discussione: Max Payne (pc)

Cambio titolo
  1. #1
    Utente L'avatar di Yamaha
    Registrato il
    06-05
    Messaggi
    58

    Ok! Max Payne (pc)

    Max Payne
    Ultima modifica di Yamaha; 16-07-2005 alle 20:10:38

  2. #2
    Utente
    Registrato il
    01-05
    Messaggi
    248
    Beh, scusa, ma ti sembra possibile che tu abbia imparato a scrivere in questo modo nello spazio di un giorno?
    Direi di dare un sguardo qui http://next.videogame.it/html/articolo.php?id=1911

  3. #3
    Bannato
    Registrato il
    06-05
    Località
    Tra il Nulla e l'Addio.
    Messaggi
    5.013
    Citazione Yamaha
    Max Payne

    Una famiglia distrutta e una città sconvolta da una nuova potentissima droga sono un ottimo pretesto per scatenare nell'anima di un poliziotto il più inarrestabile degli istinti omicidi. In un turbinio di sangue e violenza approda su PC uno dei più rivoluzionari e spettacolari sparatutto in terza persona degli ultimi anni.

    Finalmente, dopo una lunga e interminabile attesa fatta di immagini, filmati e date di uscita mai rispettate, Max Payne ha raggiunto gli assolati scaffali estivi. In un agosto come di tradizione piuttosto povero di novità 3D Realms e Remedy Interactive hanno dato alla luce uno dei più originali e coinvolgenti sparatutto in terza persona degli ultimi anni donando, a tutti coloro ancora lontani dalle sudaticce spiagge italiane, un valido pretesto per restarsene a casa.

    VALCHIRIA, LA DROGA CHE TI CAMBIA LA VITA
    Come nel più classico dei film polizieschi anche la vita di Max Payne è fatta di tristezza e solitudine: poliziotto nel distretto di New York, l'antieroe di Remedy incontra il giocatore nel momento più tormentato della sua esistenza, vittima di un destino crudele che gli ha tolto, in una gelida notte d'inverno, la moglie e la figlia appena nata. Trucidata da una banda di tossicomani, devoti alla nuova e potentissima droga Valchiria, la famiglia del giocatore (ebbene si, era anche la vostra) è solo la prima vittima di una carneficina che di lì a pochi mesi coinvolgerà tutti i più importanti boss malavitosi della Grande Mela.
    Infiltrato tra le fila del clan mafioso di Jack Lupino l'agente speciale Payne del Dipartimento Anti-Droga si trova invischiato in una ragnatela che lo catapulta direttamente al banco degli imputati, braccato non più soltanto dalle famiglie mafiose di New York ma anche dalla stessa polizia che gli ha voltato le spalle.
    Il genere degli sparatutto, notoriamente a digiuno di trame minimamente coinvolgenti e ben strutturate, acquista con Max Payne una nuova vitalità riuscendo a trasferire su CD-ROM il coinvolgimento e il fascino delle pellicole cinematografiche. Seguendo uno stile e un'impostazione divenuta particolarmente famosa grazie al regista John Woo, l'ultima produzione di 3D Realms si appresta dunque a dare una significativa svolta al pianeta degli sparatutto da troppo tempo a digiuno di significative innovazioni.

    PILLOLA BLU O PILLOLA ROSSA?
    La rivoluzione di Max Payne non va tuttavia ricercata esclusivamente nell'ottima trama bensì, come suggeriscono anche le immagini, nel motore grafico progettato da Remedy Interactive. Capace di riprodurre immagini di impressionante livello qualitativo, l'engine va elogiato soprattutto per il cosiddetto Bullet Time, il vero protagonista di questo gioco.
    Perfettamente identico per quanto riguarda l'impostazione di base al più tradizionale gioco d'azione in terza persona (la telecamera cioè segue costantemente il protagonista ponendosi alle sue spalle) Max Payne offre al giocatore di stravolgere, per pochi attimi, la dimensione di gioco rallentando il normale flusso del tempo a proprio vantaggio. Esattamente come accadeva in Matrix (il paragone purtroppo è inevitabile) il novello Neo di 3D Realms può alterare lo scorrere del tempo rallentandolo fin quasi al punto di fermarlo e lasciando però immutata, e qui sta il vantaggio, la propria velocità. Parlando dal punto di vista puramente pratico ciò si traduce in una serie di spettacolari duelli a colpi di arma da fuoco nei quali, per pochi secondi, viene data al giocatore la possibilità di rallentare gli avversari e i loro rispettivi proiettili: in questo prezioso lasso di tempo sarà così possibile colpire con maggiore tranquillità e precisione il nemico evitandone al tempo stesso l'attacco.
    Quello che negli scorsi mesi sembrava dunque essere soltanto uno sfizioso effetto grafico, assolutamente inutile ai fini del gameplay, si è rivelato invece come il pilastro portante del gioco e il motivo principe del suo successo.

    FERMO, NON TI MUOVERE!
    La possibilità di rallentare a piacimento il tempo durante gli scontri a fuoco è, chiaramente, un enorme vantaggio per il giocatore. Per far sì che questa affascinante modalità non stravolga tuttavia la difficoltà e di conseguenza la longevità del gioco sono stati adottati una serie di utili accorgimenti. Innanzitutto la possibilità di ricorrere al Bullet Time non è infinita ma si consuma a ogni utilizzo fino a scomparire del tutto, per poi ricaricarsi in piccola parte dopo ogni nemico ucciso. In secondo luogo è stata incrementata la difficoltà degli scontri rispetto ai tradizionali sparatutto e ciò significa che, oltre a una resistenza ai colpi da parte di Max pressoché realistica (un colpo di fucile a pompa da pochi metri è sufficiente per lasciarci le penne), anche il numero degli avversari a cui bisogna far fronte in un duello è sempre molto alto (difficilmente ci si trova ad affrontare meno di due persone alla volta). Grazie a questi semplici accorgimenti si è reso non tanto possibile quanto piuttosto fondamentale un utilizzo costante del Bullet Time che riveste così il giusto ruolo di protagonista senza diventare un banale cheat a favore del giocatore.


    Diversamente da quanto potrebbe sembrare la possibilità di rallentare lo scorrere del tempo non coincide affatto con un ritmo di gioco più lento ma anzi, proprio grazie a questa modalità, i frequenti scontri acquistano una frenesia e spettacolarità mai vista prima in titoli di questo genere. Con il tasto destro del mouse (che di default attiva il rallentamento) costantemente armato il giocatore dovrà allontanarsi dal tipico stile di combattimento dei tradizionali sparatutto per imparare nuove e più entusiasmanti tattiche di combattimento capaci di donare assai più grandi soddisfazioni.

    QUANDO IL REALISMO E' TUTTO
    Già di per sé unico nel suo genere per il sopraccitato Bullet Time, il motore grafico sviluppato da Remedy Interactive si contraddistingue tuttavia per un'altra eccezionale dote tecnica. Come dovrebbe risultare oltremodo evidente dalle immagini Max Payne vanta infatti anche uno dei più impressionanti livelli di dettaglio mai raggiunti su PC. Il merito di questa spettacolarità va ricondotto in particolare alle splendide texture utilizzate che sfiorano ai livelli più alti la soglia del fotorealismo. Il meglio di sé Max Payne lo offre tuttavia proprio nel momento in cui si attiva il Bullet Time: in quei pochi alterati secondi è possibile ammirare non solo le splendide esplosioni delle armi da fuoco ma anche ogni singolo proiettile sparato e la sua impalpabile scia che attraversa l'aria.
    Meno convincente e oggetto di critica da parte dei giocatori è invece il modello poligonale dei personaggi e degli oggetti che vantano purtroppo un numero piuttosto ridotto di poligoni. Benché ciò renda pressoché assente la mimica facciale dei personaggi va detto tuttavia che i movimenti di Max e dei suoi nemici sono comunque ben realizzati e convincenti.
    Diverso è invece il discorso per quanto riguarda il design dei livelli di gioco: in questo caso non si può far altro che applaudire al lavoro svolto da Remedy Interactive che ha dato vita a un mondo virtuale semplicemente perfetto in quanto a realismo. L'ambientazione scelta come è già stato detto è quella di New York e pertanto ci si trova costantemente inseriti in un contesto urbano fatto di palazzi, metropolitane e altre strutture simili. A rendere ancora più "vero" il tutto si aggiungono una serie pressoché infinita di oggetti con i quali è possibile interagire nel corso della partita: gabinetti, docce, distributori di bevande e televisori funzionanti sono solo alcuni dei suppellettili che arredano gli scenari e che il giocatore potrà "utilizzare" o distruggere a piacimento.

    PRESENTATO IN DOLBY SURROUND
    Di come questo gioco abbia a cuore il coinvolgimento del giocatore se ne è già discusso in merito alla trama e alla sua fondamentale importanza. Un altro elemento che contribuisce a rendere ancora più grande questa esperienza è tuttavia anche il sonoro, capace di raggiungere un livello di assoluta eccellenza. Non solo le musiche si dimostrano particolarmente azzeccate e valide (del resto ispirandosi a Matrix non si poteva certo tralasciare un simile aspetto) ma anche gli effetti sonori, dal più semplice colpo di arma da fuoco (ogni arma è riprodotta alla perfezione) alle voci dei personaggi sono stati curati con eccezionale maestria. I dialoghi, come del resto la vicenda narrata, sono senza dubbio adatti a un pubblico maturo e l'ottima caratterizzazione dei personaggi rende il tutto davvero indistinguibile dalla più classica delle pellicole poliziesche. Grazie ad uno splendido doppiaggio in italiano è inoltre finalmente possibile godere appieno gli ottimi dialoghi, sia parlati sia scritti, pur non conoscendo la lingua d'Oltremanica.
    Unica nota veramente dolente di questo riuscitissimo progetto è la mancanza dell'ormai consueta modalità multiplayer, ma, dovrebbe essere piuttosto chiaro a tutti, proprio a causa dell'impostazione particolare data dal Bullet Time risulterebbe piuttosto difficile anche solo pensare a una sfida tra più avversari umani.

    Pro
    +Grafica e sonoro spettacolari
    +Trama coinvolgente
    +Rivoluzionaria modalità Bullet Time
    +Incredibilmente divertente
    Contro
    -Perde di fascino una volta terminato
    -Nessuna modalità multiplayer

    COMMENTO
    Indubitabilmente Max Payne ha mantenuto la promessa, durata ben quattro anni, di dar vita ad un innovativo sparatutto in terza persona. Grazie ad un motore grafico unico nel suo genere è stata introdotta in un genere fin troppo attaccato alle sue radici una modalità che stravolge radicalmente il tradizionale gameplay. Con il Bullet Time è finalmente possibile riprodurre le spettacolari scene di Matrix senza nulla togliere né alla spettacolarità né al coinvolgimento che, grazie soprattutto ad una trama ottimamente strutturata, riesce davvero a rapire totalmente la mente del giocatore. Un gioco incredibilmente divertente e a cui nessun amante del genere dovrebbe sottrarsi. Peccato soltanto che a causa della sua impostazione fortemente Single Player perda, una volta terminata l'avventura, gran parte del suo coinvolgimento

    Voto:8
    Quanto mi fai schifo
    Non ci vuole molto a fare un copia incolla

  4. #4
    Indagatore dell'Incubo L'avatar di savior
    Registrato il
    11-04
    Località
    ufficio di investigazioni
    Messaggi
    1.716

  5. #5
    SPURTIGLIONE L'avatar di Edivad Snake
    Registrato il
    05-05
    Messaggi
    8.205
    Citazione Yamaha



    Pro
    +Grafica e sonoro spettacolari
    +Trama coinvolgente
    +Rivoluzionaria modalità Bullet Time
    +Incredibilmente divertente
    Contro
    -Perde di fascino una volta terminato
    -Nessuna modalità multiplayer

    COMMENTO
    Indubitabilmente Max Payne ha mantenuto la promessa, durata ben quattro anni, di dar vita ad un innovativo sparatutto in terza persona. Grazie ad un motore grafico unico nel suo genere è stata introdotta in un genere fin troppo attaccato alle sue radici una modalità che stravolge radicalmente il tradizionale gameplay. Con il Bullet Time è finalmente possibile riprodurre le spettacolari scene di Matrix senza nulla togliere né alla spettacolarità né al coinvolgimento che, grazie soprattutto ad una trama ottimamente strutturata, riesce davvero a rapire totalmente la mente del giocatore. Un gioco incredibilmente divertente e a cui nessun amante del genere dovrebbe sottrarsi. Peccato soltanto che a causa della sua impostazione fortemente Single Player perda, una volta terminata l'avventura, gran parte del suo coinvolgimento

    Voto:8


    certa gente mi fa piangere
    Ultima modifica di Edivad Snake; 16-07-2005 alle 19:04:34

  6. #6
    Bannato
    Registrato il
    06-05
    Località
    Tra il Nulla e l'Addio.
    Messaggi
    5.013
    Citazione Yamaha
    Max Payne
    E inutile che modifichi il post tanto l'abbiamo quotato...
    Hai fatto la bambinata e ora ti prendi le tue responsabilità
    Domani segnalo il topic a Lex che ti bannerà come è giusto che sia

  7. #7
    Utente L'avatar di Joe McGorry
    Registrato il
    07-05
    Località
    Road of the Righteous
    Messaggi
    2.118
    Fai schifo lo sai?

  8. #8
    Ogni lasciata è persa L'avatar di iMaX
    Registrato il
    05-03
    Località
    : àtilacoL
    Messaggi
    26.783
    vedere le recensioni prima e vedere questa è come fare un salto da Tom Bombadillo a Indro Montanelli...

    adesso voglio vedere se ha il coraggio di tornare e di chiedere scusa...
    Amici,
    per questioni di tempo mi è impossibile controllare contemporaneamente tutte le sezioni del forum.

    Per qualsiasi necessità Vi invito caldamente a:

    • Usare il tasto "Segnala"
    • Citarmi/Quotarmi all'interno delle discussioni
    • Inviarmi un MP

    Grazie!

  9. #9
    Bannato L'avatar di ZandroCuzensa
    Registrato il
    09-04
    Località
    Las Venturas
    Messaggi
    6.658
    Citazione Yamaha
    Max Payne
    Bella recensione

  10. #10
    Bannato L'avatar di mdimi
    Registrato il
    11-03
    Località
    -
    Messaggi
    2.718
    VERGOGNA 8(

  11. #11
    Ma lol...che gente c'è in giro
    enhanced by sony_acer_sandisk_nintendo_kindle_iphone_akg_pioneer

    "Il cielo stellato sopra di me, la legge morale dentro di me"

    _mixcloud _soulrape _giulioc

  12. #12
    Utente L'avatar di Devil 87
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    15.530
    Citazione Lupo1987
    possibile che tu abbia imparato a scrivere in questo modo nello spazio di un giorno?
    No
    Si vive per scoprire nuova bellezza, di solito tanta quanta se ne dimentica.

    - Half Devil -

  13. #13
    SPURTIGLIONE L'avatar di Edivad Snake
    Registrato il
    05-05
    Messaggi
    8.205
    difenditi ora sei hai le palle

  14. #14
    Bannato L'avatar di giopaluke892
    Registrato il
    03-05
    Messaggi
    3.675
    Citazione Joe McGorry
    Fai schifo lo sai?
    finalmente ti quoto

    yamaha un ban non te lo leva nessuno.

  15. #15
    Bannato L'avatar di ZandroCuzensa
    Registrato il
    09-04
    Località
    Las Venturas
    Messaggi
    6.658
    Citazione giopaluke892
    finalmente ti quoto

    yamaha un ban non te lo leva nessuno.
    Intnato è ancora libero di cazzeggiare nel forum

Pag 1 di 2 12 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •