• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Cross Racing Championship 2005

Cambio titolo
  1. #1
    Moderatore Avvocato L'avatar di Sah
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    9.375

    Cross Racing Championship 2005

    Dall' Ungheria con furore

    Nel mercato videoludico attuale l' Europa dell' Est riveste un ruolo di primaria importanza. Tanto per citare un esempio ricordiamo S.T.A.L.K.E.R. della GSC che fin dalle prime apparizioni ha saputo conquistare una grossa fetta di pubblico, soprattutto tra gli amanti degli sparatutto in prima persona. La P3j non si è ancora distinta per titoli di notevoli spessore; ricordiamo i sufficienti Kult: Eretic Kingdom, gioco di ruolo con visuale isometrica in stile Baldur's Gate, e RC Cars simpatico simulatore di macchine radiocomandate. La stretta collaborazione con Invictus, team originario dei Paesi Bassi, e la volontà di conquistare un ruolo di primo piano tra i simulatori di guida ha portato al compimento del progetto Cross Racing Championship 2005.

    Quando il gioco si fa sporco..

    Cross Racing Championship 2005( CRC d'ora in poi), si propone al pubblico con l'intento di proporre una nuova giocabilità nel campo dei simulatori di guida. Per raggiungere il proprio scopo è stato deciso di ampliare il concetto di rally e di impreziosirlo con la spettacolarità del "Dirt Track" e la competitività dell' "Autocross". In altre parole in CRC non ci ritroveremo a dover affrontare lunghi tracciati polverosi con il solo obbiettivo di raggiungere il traguardo nel minor tempo possibile, ma dovremo fare i conti anche con piloti aggressivi pronti a tagliarci la strada e con dossi, salite, discese e salti che rischiano di farci perdere il controllo della vettura al più piccolo errore. Prima di affrontare l'analisi legata alla giocabilità del titolo riteniamo opportuno sottolineare l'eccellente lavoro svolto da P3j sull' Intelligenza Artificiale dei nostri avversari, il loro comportamento inizialmente sarà neutrale e cercheranno si di darci del filo da torcere ma senza rischiare di perdere posizioni con incidenti o altro. Se dovessimo esagerare nelle sportellate o ci dovessimo macchiare di scorrettezze , l'atteggiamento neutrale diventerà sempre più aggressivo fino al punto da costringere il nostro avversario a lasciar perdere la gara e pensare solo alla vendetta. Nel caso in cui dovremmo riportare un gran numero di vittorie gli avversari neutrali cominceranno ad avere paura e tenderanno a non infastidirci troppo. Questo sistema di gestione della I.A. ,per quanto già presente in altri giochi, si rivela particolarmente adatto e efficace, nel corso della nostra prova abbiamo tentato più soluzioni e i risultati sono stati sempre soddisfacenti.
    Il gioco offre sei modalità di gioco; oltre alla carriera sarà possibile cimentarsi in una gara veloce, in una gara a cronometro nella free ride e nelle due modalità multiplayer: hot seat(off-line) e multigiocatore(online). La modalità carriera è, ovviamente, il fulcro del gioco; dopo aver creato il vostro pilota virtuale vi sarà proposta una schermata statica dove potrete scegliere la gara da intraprendere, vincendo o raggiungendo posizioni da podio sarete ripagati con preziose sponsorizzazioni o con nuovi bolidi oltre a sbloccare ovviamente le sfide successive. La modalità a tempo vi permetterà di affinare le proprie qualità di pilota su piste particolarmente ostiche, la gara veloce, come dice il nome stesso, ci permetterà di partire immediatamente su uno dei circuiti sbloccati mentre la modalità free ride ci permetterà di scorrazzare liberamente tra i vasti circuiti senza alcuna limitazione di tempo.

    Questa estate, mare o montagna?

    Personalmente direi mare ma se dovessi rispondere da pilota di CRC sarei costretto a dire entrambe. Il gioco infatti offre un notevole numero di scenari dove correre, si passa dalle polverose strade forestali, alle merivagliose spiagge californiane (per chi provasse un senso di dejavu specifichiamo che alla P3j hanno optato per una rielaborazione dello scenario già presente in RC Cars) fino alle ermi colli tirolesi. Riprendendo l'idea utilizzata da TDK Media in World Racing, gli sviluppatori hanno creato tracciati molto estesi sui quali poi sono stati creati dei sotto-circuiti, con questo metodo è stato possibile realizzare ben sessantacinque( 65!) tracciati differenti. I vari scenari sono rappresentati in un modo piuttosto accurato e attento, anche gli effetti della polvere sollevata e dell'acqua sono credibili mentre non convince la caratterizzazione esterna delle vetture che appaiono spoglie e piuttosto bruttine esteticamente parlando. Per quanto possa risultare scomodo per molti giocatori, consigliamo la visuale interna dove invece è possibile ammirare alle risoluzioni più elevate un cruscotto con volante ricco di dettagli che in compagnia di un buon volante con ritorno di forza darà la sensazione di trovarsi veramente nell'abitacolo della vettura. Affrontare i dossi e i lunghi salti avrà tutto un altro significato. Concludiamo l'analisi dell'aspetto grafico sottolineando a malincuore una inaspettata pesantezza del motore grafico che ha mostrato tutti i limiti delle schede video di medio livello.

    Il cross su 4 ruote

    Il cross non è più una prerogativa delle moto. In CRC infatti, effettuare lunghi salti cercando di mantenere il controllo della vettura avrà una importanza pari( o forse superiore) ai sorpassi e agli scontri con le altre vetture. Sottovalutare una curva potrebbe farci perdere facilmente secondi guadagnati in precedenza con tanta fatica. La giocabilità di CRC punisce i distratti in modo a dir poco perfido. E' bene pensare che questa scelta sia anche un pò un limite del gioco, guidare una normale vettura da cross si rivela a volte più difficoltoso di un buggy o di un pick-up(un piccolo camioncino), a volte i controlli si rivelano imprecisi e una stessa sterzata produce un doppio effetto sul comportamento della vettura. Il problema non sarebbe grave se ci trovassimo in presenza di circuiti lunghi e larghi ma essendo costretti a correre su curve strette e tratti pericolosi una sterzata potrebbe fare da giudice tra la vittoria e la sconfitta.
    La scelta di collaborare con una band musicale per la realizzazione della colonna sonora del gioco è da apprezzare quanto la possibilità di aggiungere una playlist personale con i nostri brani preferiti. In definitiva CRC 2005 è un gioco curato e divertente offerto ad un prezzo decisamente appetibile( 20€ ). Peccato per un sistema grafico ingiustificatamente pesante e a qualche incertezza nella giocabilità, ci avrebbe consegnato un vero gioiellino..

    GRAFICA: 7 1/2
    SONORO: 8
    GIOCABILITA': 7
    LONGEVITA': 7
    VOTO FINALE 7 1/2

  2. #2
    Bannato L'avatar di THE GAME:HHH
    Registrato il
    10-02
    Località
    Napoli
    Messaggi
    22.284
    3/5 è un pò breve

  3. #3
    Moderatore Avvocato L'avatar di Sah
    Registrato il
    10-02
    Messaggi
    9.375
    un pò breve? Scusa la domanda ma giudichi la mia recensione corta e le tue lunghe? e comunque giudichi una recensione dalla lunghezza?

  4. #4
    Non male...dettagliata enon è affatto corta: 4/5
    enhanced by sony_acer_sandisk_nintendo_kindle_iphone_akg_pioneer

    "Il cielo stellato sopra di me, la legge morale dentro di me"

    _mixcloud _soulrape _giulioc

  5. #5
    Matrice
    Ospite
    Molto buona

  6. #6
    Utente
    Registrato il
    01-05
    Messaggi
    248
    Ottima recensione, non c'è dubbio

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •