• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Phantom Crash

Cambio titolo
  1. #1
    Utente L'avatar di Hallo
    Registrato il
    02-05
    Località
    caverne
    Messaggi
    14.117

    Phantom Crash

    Phantom Crash (xbox only, che io sappia)Phantagram ltd., 2002, su licenza Genki ltd. (dedotto dalla confezione)

    Decisamente un colpo di fortuna, ho trovato questo vg usato a poco prezzo. essendo cresciuto a pane e robot giapponesi non ho saputo resistere, anche se non ne avevo mai sentito parlare l'ho comprato. e non me ne pento.

    Essenzialmente si tratta di un "simulatore" di combattimenti tra macchine più o meno antropomorfe pilotate da uomini o donne. Ma ci sono tanti piccoli particolari che ne fanno un genere a parte almeno nell'ambito console.

    La storia: nel 2031, alcune zone di Tokio, abbandonate a causa dell'estremo inquinamento, sono diventate arene per uno sport molto seguito, e altamente sponsorizzato dalle TV, il Rumbling. Protagonisti di questi moderni "ludi gladiatorii" sono, stranamente, adolescenti giapponesi con vari problemi, solitudine, amori non corrisposti o semplicemente sete di denaro e fama. Ad aiutarli nel difficile compito di combattere negli scoobes, come vengono familiarmente chiamati i robot SV, sono intelligenze artificiali (CHIP) dall'aspetto di animali ma con personalità varie e molto umane.

    La tua carriera inizia come niubbo, e naturalmente lo scopo è di diventare il "first Ranker", il miglior pilota. Compito difficlie ma non impossibile.

    Inizi creando un pilota, un semplice nickname e niente altro. A disposizione hai un pugno di New Yen, la valuta virtuale che si utilizza in città. La mappa principale è semplicemente una carta topografica semplificata con gli edifici con cui puoi interagire. L'Hangar, dove selezioni e modifichi i tuoi SV, salvi e carichi la partita, imposti la colonna sonora dei tuoi combattimenti, controlli il calendario degli incontri e puoi rimirare i tuoi trofei.

    Ci sono poi le tre case costruttrici degli SV: Kojima, American Star e Il Ventuno, rispettivamente giapponese, americana e italiana (!), da cui comprare il primo scoobe per poter gareggiare. Io, sollecitato da amor patrio, ho preso un Ventuno.

    C'è un negozio di moduli e SV usati, dove comprare e vendere armi, parti di scoobe, accessori vari e CHIPs.

    C'è un officina per potenziare i moduli che compongono lo scoobe e i CHIP, e c'è un negozio di musica per ampliare la tua colonna sonora personalizzata.

    Infine, c'è il club "Wired", in cui iscriversi e partecipare al "campionato", il vero fulcro di questo gioco insieme al "tuning" dei robot.

    Il campionato dura 60 giorni, e ogni giornata ci sono tre battaglie, una per ogni arena disponibile. Le gare partono dalle "free class", che non richiedono tassa di entrata, passando per le classi D,C,B,A e infine le battaglie contro i boss di ogni arena.

    Iniziamo con un SV piuttosto pietoso, ma per ogni nemico abbattuto guadagnamo dei soldi da spendere in nuove armi, armature, tipi di gambe diversi, colorazioni e adesivi in grande quantità, persino oggetti inutili come idoli, estintori, zuccheriere, ecc.

    Entrando in un arena ci troviamo a battaglia già iniziata, con svariati scoobee che corrono veloci intorno a noi sparandosi tra di loro. svanito lo scudo protettivo che ci protegge nei primi secondi, diventiamo un bersaglio, per cui armiamoci di pazienza e attiviamo il dissimulatore. Col tasto X infatti possiamo diventare invisibili simil-predator (trasparenza ondulata) per un periodo di tempo più o meno breve e seconda dei moduli OCG che abbiamo acquistato. E' una abilità fondamentale da utilizzare il più possibile.

    La visuale standar è in terza persona, ma col digipad puoi passare anche a una meno utile ma molto più bella visuale cockpit, oppure a visuali laterali o libere assolutamente da evitare nel combattimento.

    Gli effetti delle armi da fuoco, missili, gatling, laser, ecc sono tutti realizzati ottimamente, e le esplosioni sono molto realistiche. una raffica di gatling può spingerti via, così come uno sciame di razzi. Il mirino è molto grande, in quanto la mira è semiautomatica, dipende ciè dal livello del tuo CHIP. un CHIP molto potenziato aggancia più velocemente il bersaglio, ha un raggio di aggancio più ampio, una maggiore possibilità di colpi critici e di generare uno scudo protettivo momentaneo.

    Si guadagnano soldi anche abbattendo le parti dello scenario che sono distruggibili (non molte, carcasse di auto, container e barili per la maggior parte).

    Sconfiggendo il boss di ogni classe di ogni arena si ottiene il diritto di battersi contro il boss finale, una ragazzina e il suo CHIP canino
    Battuto anche il boss finale, si sbloccano tre SV segreti mooolto potenti.
    Oltre a Live, c'è anche una modalità multiplayer split screen fino a quattro giocatori.

    E ora la pagella:

    Grafica: 9

    per essere un gioco del 2002, sia i robot che le arene sono realizzati ottimamente, con un gran numero di poligoni, niente scalettature e effetti di trasparenza, fumo, luce, esplosioni a volontà. Un vero piacere per gli occhi, nonostante i colori predominanti siano grigi e marroni spenti delle arene urbane abbandonate, non ho notato bug grafici di nessun tipo, al limite qualche rallentamento mai fastidioso e mai scattoso nelle battaglie più concitate.

    Gameplay: 9

    i controlli sono immediati e piuttosto classici, le due analogiche per muoversi e mirare, i grilletti per le armi a braccia e Y o B per le armi a spalla.

    l'azione è sempre frenetica e l' AI degli avversari a volte diabolica, a volte meno, si difendono comunque bene.

    I menù e l'interfaccia molto sono molto intuitivi, e i caricamenti/salvataggi sorprendentemente veloci.

    Longevità: 8

    una volta trascorsi le 60 giornate del campionato, si ricomincia per completare le gare non ancora vinte, quindi la durata della carriera è abbastanza elevata, praticamente infinita dato che si possono rigiocare battaglie già vinte per fare qualche soldino. Il numero di moduli molto elevato permette una ampia customizzabilità dello scoobee, che si può esportare per il multiplayer. si possono avere fino a dieci scoobee, anche se consiglio un massimo di tre per non spendere troppi soldi inutilmente.

    Io ho passato molto tempo e speso molti NY per costruire il SV perfetto per il mio stile di combattimento, avrò tuttora una quarantina di ore di gioco, e nonostante abbia già battuto il boss finale ci sono alcune gare speciali che devo ancora completare, insomma la longevità è assicurata

    Sonoro: 7

    i dialoghi con i vari piloti protagonisti (disegnati in stile anime) sono molto lunghi ma come se fosse una chat, senza un parlato. imho non è un problema maggiore cmq.

    le musiche sono orecchiabili, ma sono tutte musiche giapponesi, dalla techno a altri stili ibridi punk-rock ecc. se vi piacciono le sigle degli anime, queste non dovrebbero schifarvi.

    Glin effetti delle esplosioni, gli spari, gli avvertimenti del CHIP sono tutti ineccepibili

    Giudizio Complessivo: 8,5

    Sono soddisfatto dell'aquisto, imperdibile se costa intorno ai 20-30 euro, e se amate il genere.
    chi balla è spesso considerato pazzo da chi non può sentire la musica.

  2. #2
    Happy Holiday You Bastard L'avatar di GK2
    Registrato il
    06-05
    Località
    California Quindicenne
    Messaggi
    3.575
    Carina 4 su 5
    La tua firma supera il limite massimo di peso (40960 bytes). Ti invitiamo a leggere il regolamento per non ripetere l'errore.

  3. #3
    Utente L'avatar di Hallo
    Registrato il
    02-05
    Località
    caverne
    Messaggi
    14.117
    grazie
    chi balla è spesso considerato pazzo da chi non può sentire la musica.

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •