• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Visualizzazione risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Mangiati vivi!

Cambio titolo
  1. #1
    Licenza di uccidere L'avatar di Gallforce007
    Registrato il
    03-05
    Località
    Palemmo
    Messaggi
    23.681

    Mangiati vivi!

    Ecco un altro film sui cannibali, e credo ke lo rivedremo presto su Italia1, ma censurato

    NewYork.
    Tre uomini vengono uccisi con frecce imbevute di veleno di cobra da uno strano assassino, che perirà in un incidente travolto da un camion. Dell’uomo si conosce solo l’origine asiatica, mentre nelle sue tasche viene trovato un filmino girato in 8 mm. appartenente a Diana Morris (Paola Senatore), una documentarista ormai irreperibile da mesi. La polizia convoca la sorella di Diana, Sheila (Janet Agren), per scoprire il possibile collegamento tra gli omicidi, l’assassino e la donna. Il filmino è stato girato nel sud-est asiatico e mostra scene rituali di una certa crudeltà, che sembrano provenire dalla "Setta della Purificazione", guidata da un certo Jonas.
    Sheila parte con destinazione l’area subtropicale, dove trova come guida un ex-marine disertore di nome Mark. Col suo piper si reca al villaggio di Sakir, possibile meta di Diana; luogo dove incontrano un adepto (Mel Ferrer) dal quale ricevono utili informazioni non solo sulla sorella ma anche sul nascondiglio di Jonas e dei suoi accoliti. Mark e Sheila penetrano quindi nella giungla, ma la loro avventura è ostacolata da pericoli e trappole fino alla meta. L’incontro col dispotico Jonas (Ivan Rassimov) ed i succubi seguaci non migliorerà la loro situazione. Diana è diventata una componente della comunità e non riusciranno a convincerla a tornare in patria, né a scappare dalle grinfie maniacali del "Reverendo".

    L'inquietante leader della setta predica la purezza dello spirito attraverso il dolore e non permette a nessuno di abbandonare il villaggio, pena atroci sofferenze o addirittua la morte, come dimostrano le tre vittime di New York. Diana, Sheila e Mark tentano ugualmente la fuga, aiutati da una bella indigena (Me Me Lai), ma incapperanno in una tribù di selvaggi che pratica il cannibalismo, con conseguenze poco piacevoli per i fuggiaschi…

    Girato tra Sri Lanka e Stati Uniti, la storia è chiaramente e liberamente ispirata ad un episodio realmente accaduto: la strage della Guyana, dove il pazzo reverendo Jones convinse al suicidio collettivo centinaia di adepti. Il susseguirsi di immagini di giungla, lotte tra animali, affamati antropofagi che assalgono i malcapitati protagonisti ed il malatissimo, fanatico reverendo Jonas (alter ego cinematografico del “vero” reverendo Jones), regalano momenti spettacolari difficilmente trascurabili.
    Anche se ammise di averlo girato solo su commissione e per motivi "alimentari" (scusa addotta da molti registi in centinaia di circostanze), tutto sommato
    Umberto Lenzi dirige un'opera onesta, senza cali di sceneggiatura o tensione. La recitazione è nella media del genere proposto, con la presenza di attori di una certa notorietà ed icone del cinema di genere, come Ivan Rassimov, la biondissima Janet Agren e la bellissima attrice di origine thailandese Me Me Lai, presenza costante dei cannibal-movies (compare nel cast di Ultimo Mondo Cannibale di Deodato e Il Paese Del Sesso Selvaggio dello stesso Lenzi). Da segnalare la partecipazione anche di Paola Senatore, attrice di commedie sexy che, a causa della dipendenza da droghe, sarà costretta a dedicarsi alle riviste per soli uomini ed al cinema a luci rosse. Ad una sorte simile è destinato lo stesso Kerman, che presterà la sua "virilità" a diverse pellicole hard.

    Non mancano citazioni importanti in omaggio a film più famosi, come la scena in cui Kerman, disertore del Vietnam, "gioca" a braccio di ferro con i coltelli piantati sul tavolo; un omaggio alla roulette russa e a Christopher Walken, anch'egli disertore nel film Il Cacciatore.
    Restando fedeli al filone, sono presenti autentiche uccisioni di animali, alternate a scene di lotta in stile documentaristico, dove in una di queste un varano “rigurgita” quello che in apparenza sembra un serpente!!!
    Gli effetti speciali sono di tipo artigianale, ma ugualmente curati grazie anche all'abilità del regista toscano che piazza la telecamera nei punti strategici e dando l’idea della drammaticità della scena. In definitiva un buon film, valido per gli amanti dello splatter, indispensabile per gli appassionati dei cannibal-movies e… per chi non ha particolari problemi di stomaco!

    Citazione:
    "Io me ne frego dei vostri sporchi interessi politici od economici! Il mondo intero deve sapere che siamo rimasti ancora all'età della pietra e che l'era spaziale è solo un privilegio di pochi. (Janet Agren)"


  2. #2
    le comiche L'avatar di paura
    Registrato il
    07-04
    Località
    nel cosmo
    Messaggi
    7.228
    questi film sono da nolleggiare, visto che italia 1 li rovina
    "Senti me, mia nonna diceva sempre: meglio un fottuto, un bellissimo dove non c'è un cazzo....no anzi: a che serve un bel piatto se non c'è un bel cazzo dentro?". "...Vuol dire?". "Ma che ne so, mia nonna era arteriosclerotica, stava sempre a pisciarsi addosso…..e anche a cacare se per questo”

  3. #3
    Licenza di uccidere L'avatar di Gallforce007
    Registrato il
    03-05
    Località
    Palemmo
    Messaggi
    23.681
    Citazione paura
    questi film sono da nolleggiare, visto che italia 1 li rovina
    mi ero preoccupato di te, pensavo ma Paura nn risponde
    Leggi anke il post "nn si deve profanare il sonno dei morti", anke perckè è il periodo buono ke Itali1 lo ritrasmette, smp censurato

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •