• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 35

Discussione: Chiusi nel guscio

Cambio titolo
  1. #1
    Peno, quindi sono L'avatar di Thom Yorke
    Registrato il
    10-02
    Località
    Francoforte sul Meno
    Messaggi
    16.884

    Chiusi nel guscio

    Da quando passo molti mesi dell'anno in una città come Torino,ho notato la grande quantità di persone in cerca di vincere la solitudine,un numero in costante aumento.La vecchietta rompipalle che attacca lo spiegone sulla sua vita che neanche nonno Simpson,lo zio che parla del nipote rampante,ecc..ecc..ne capitano spessissimo,come in questo caso singolare:

    una volta salgo sul tram con le mie cuffie,non ci sono posti a sedere,mi accuccio in un cantone vicino a un signore di mezza età: "la musica,eh?anch'io la ascoltavo da giovane...certo che con le cuffie uno è comodo,se la ascolta dove vuole",annuisco e mi reinfilo le cuffie,passa un secondo, "certo,la musica che ascoltavo io era un'altra,di quegli anni (tra parentesi,ascoltavo Dark Side of The Moon)",fattostà che faccio un bel 20 minuti di tragitto e questo mi parla del più e del meno,scende alla stessa mia fermata e facciamo ancora un pezzo in comune a piedi,dopodichè io ero arrivato a destinazione,saluta cordialmente e torna indietro.

    Questo si è fatto mezz'ora di spostamenti per andare in un posto che manco gli interessava...subito la cosa mi ha fatto sorridere, pensando che l'uomo,tra l'altro cordialissimo,fosse un pò svitato,a mollare i suoi impegni per parlare un pò con uno sconosciuto.

    Poi ci ho riflettuto un attimo: la paura dei criminali,la fretta,l'indifferenza,l'ormai congenita apatia dei nostri tempi,ha fatto perdere anche il minimo senso di umanità e di socializzazione. "Ma che vuole questo?e se rimango solo sul pullman con lui?magari mi dà una botta in testa e mi frega tutto quanto" sono i pensieri costanti delle persone.

    Intanto molta gente non ha nessuno con cui parlare, con il cagnolino o la pianta non puoi instaurare un dialogo,allora salti da un pullman all'altro,e cerchi qualcuno che voglia condividere un pò della sua solitudine con te,al massimo se ti va male ti becchi un "vaffa...non mi rompa i cog....i"

    "arrivederci,tante buone cose"è stato il saluto di quell'uomo,con un'espressione serena.
    E' bastata una parola su un pullman per renderlo felice.
    Sempre più persone "mendicano" solo un pò di attenzione,uno sguardo,un saluto sincero.
    E lo specchio della triste società incapsulata e indifferente di oggi.

    Che ne pensate?vi sono già capitate simili esperienze

  2. #2
    Bannato L'avatar di agente_47
    Registrato il
    08-04
    Località
    Coruscant (reggio cal)
    Messaggi
    12.259
    si, le vecchie che attaccano bottone e ti raccontano la storia della "loro" seconda guerra mondiale, come l'hanno vissuta ecc, e poi ti accorgi che sn passati 20 minuti e gli inventi una scusa

  3. #3
    Italiano L'avatar di dndssc
    Registrato il
    11-04
    Località
    Italia
    Messaggi
    1.539
    bo io se trovo qualcuno che vuole parlare faccio finta di non sentirlo e alzo la musica al max
    soprattutto di mattina che sono rimbambito nn mi va di sentire qualche rompiballe

  4. #4
    ±*Tidus*± 9.999
    Ospite
    Sì mi è capitato ma non ci ho mai parlato molto volentieri. Circa tre anni fa c'era una vecchietta che prendeva un mio stesso autobus che mi stressava ogni giorno con una marea di stronz**e (una volta m'ha chiesto di tradurle persino l'etichetta di un prodotto per la pulizia dei vetri ) al che mi sono rotto "quello che fischia l'arbitro" (finezza a go-go) e ho iniziato a cercare di evitarla il più possibile.

    Mi spiace per loro, ma non so davvero cosa farci

  5. #5
    Favolosho L'avatar di bàn
    Registrato il
    07-04
    Messaggi
    701
    Credo sia la risposta alla domanda che mi pogno molto spesso "che ***** c'avrà da guardare?"
    <-- Farai questa fine.

  6. #6
    Bannato L'avatar di agente_47
    Registrato il
    08-04
    Località
    Coruscant (reggio cal)
    Messaggi
    12.259
    lol l'altra volta sn andato a mare con l'autobus, io avevo il biglietto e il mio compagno no, allora ha cominciato a dire "io tanto nn ho documenti, gli dico un altro nome e indirizzo ecc ecc e nn mi fà niente..." così si gira una sessantenne e comincia a dire le solite cose come le multe salate il dispiacere dei genitori ecc ecc lol allora il mioa mico ribbatte che i suoi nn gli vogliono comprare il motorino, e la signora attacca un altro discorso sulla sicurezza me la preoccupazione dei genitori, poi è intervenuto un altro signore e insieme si sono messi a fare le solite ramaznine, sicchè ho fatto segno al mio amico di darci un taglio che mi ero stufato di sentirli, e abbiamo fatto come se nn esistevano cambiando discorso e parlando tra noi (lol)

  7. #7
    Uomoplay
    Ospite
    Citazione bàn
    Credo sia la risposta alla domanda che mi pogno molto spesso "che ***** c'avrà da guardare?"
    Sai che me lo chiedo spesso anche io?ti fissano fino all'ultimo...

  8. #8
    Favolosho L'avatar di bàn
    Registrato il
    07-04
    Messaggi
    701
    Citazione Uomoplay
    Sai che me lo chiedo spesso anche io?ti fissano fino all'ultimo...
    Bello è che cherci di capire DOVE guardino....

    Ma che sono sporco di dentifrocio ai lati della bocca? No...è pulito....

    Ho la maglietta zozza? No...è pure scura....

    Scarpe slacciate?
    Bottega aperta?

    No....no......ma insomma che ***** guardi? Che sei ricchione?
    <-- Farai questa fine.

  9. #9
    Peno, quindi sono L'avatar di Thom Yorke
    Registrato il
    10-02
    Località
    Francoforte sul Meno
    Messaggi
    16.884
    Attenzione,non sto parlando di quelli che si inseriscono in conversazioni o giù di lì,ma di quelli che,dal nulla, iniziano ad attaccar bottone,chi più chi meno "simpaticamente"

  10. #10
    Ex ***** VIPz Estathé L'avatar di nicjedi
    Registrato il
    12-02
    Località
    non vivo
    Messaggi
    16.148
    Citazione Thom Yorke
    Attenzione,non sto parlando di quelli che si inseriscono in conversazioni o giù di lì,ma di quelli che,dal nulla, iniziano ad attaccar bottone,chi più chi meno "simpaticamente"
    Li adoro...ti giuro che se potessi andrei ogni istante della mia vita sull'autobus per ascoltare queste persone che raccontano sprazzi della loro vita...sarò strano...ma a me piace ascoltare..e se ascoltare queste loro stoire, che spesso sono acnhe interessanti, li rende felici, ne sono ancora più felice

    Ciao

    Nicola
    "La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci"
    "Non lasciare mai che la morale ti impedisca di fare la cosa giusta"
    "La disumanità del computer sta nel fatto che, una volta programmato e messo in funzione, si comporta in maniera perfettamente onesta."
    "fare molte cose alla volta significa non farne bene nessuna"


  11. #11
    C'thulhu fhtagn!
    Registrato il
    07-04
    Località
    The Threshold
    Messaggi
    19.230
    Citazione Thom Yorke
    Che ne pensate?vi sono già capitate simili esperienze
    Sono misantropo, odio la gente tutta, figuriamoci chi cerca di attaccare bottone.
    Mezzi pubblici ne uso raramente, se qualcuno ci prova per strada gli dico molto cortesemente che vado di fretta



  12. #12
    non lo so, arrivederci L'avatar di Yagghe
    Registrato il
    03-05
    Località
    n'Ast
    Messaggi
    24.849
    se è gente anziana posso anche fermarmi a fare 4 chiacchere alla fermata del bus perchè ho molto rispetto per gli anziani. Dopotutto la maggior parte è sola e negar loro una chiaccherata di pochi minuti che li tirerà un po' su il morale mi sembra piuttosto crudele

  13. #13
    Hey Cruel World... L'avatar di Dark Avalanche
    Registrato il
    09-03
    Località
    Bologna
    Messaggi
    16.808
    Citazione Thom Yorke
    Da quando passo molti mesi dell'anno in una città come Torino,ho notato la grande quantità di persone in cerca di vincere la solitudine,un numero in costante aumento.La vecchietta rompipalle che attacca lo spiegone sulla sua vita che neanche nonno Simpson,lo zio che parla del nipote rampante,ecc..ecc..ne capitano spessissimo,come in questo caso singolare:

    una volta salgo sul tram con le mie cuffie,non ci sono posti a sedere,mi accuccio in un cantone vicino a un signore di mezza età: "la musica,eh?anch'io la ascoltavo da giovane...certo che con le cuffie uno è comodo,se la ascolta dove vuole",annuisco e mi reinfilo le cuffie,passa un secondo, "certo,la musica che ascoltavo io era un'altra,di quegli anni (tra parentesi,ascoltavo Dark Side of The Moon)",fattostà che faccio un bel 20 minuti di tragitto e questo mi parla del più e del meno,scende alla stessa mia fermata e facciamo ancora un pezzo in comune a piedi,dopodichè io ero arrivato a destinazione,saluta cordialmente e torna indietro.

    Questo si è fatto mezz'ora di spostamenti per andare in un posto che manco gli interessava...subito la cosa mi ha fatto sorridere, pensando che l'uomo,tra l'altro cordialissimo,fosse un pò svitato,a mollare i suoi impegni per parlare un pò con uno sconosciuto.

    Poi ci ho riflettuto un attimo: la paura dei criminali,la fretta,l'indifferenza,l'ormai congenita apatia dei nostri tempi,ha fatto perdere anche il minimo senso di umanità e di socializzazione. "Ma che vuole questo?e se rimango solo sul pullman con lui?magari mi dà una botta in testa e mi frega tutto quanto" sono i pensieri costanti delle persone.

    Intanto molta gente non ha nessuno con cui parlare, con il cagnolino o la pianta non puoi instaurare un dialogo,allora salti da un pullman all'altro,e cerchi qualcuno che voglia condividere un pò della sua solitudine con te,al massimo se ti va male ti becchi un "vaffa...non mi rompa i cog....i"

    "arrivederci,tante buone cose"è stato il saluto di quell'uomo,con un'espressione serena.
    E' bastata una parola su un pullman per renderlo felice.
    Sempre più persone "mendicano" solo un pò di attenzione,uno sguardo,un saluto sincero.
    E lo specchio della triste società incapsulata e indifferente di oggi.

    Che ne pensate?vi sono già capitate simili esperienze
    Mah, attaccate di bottone lunghe non me ne son mai capitate, e poi solitamente evito anche le corte, dato che la mattina quando vado a scuola l'ultima cosa di cui ho voglia è sorbirmi le chiacchere dei vecchi pensionati...
    Comunque non mi stupisce che ci sia gente così, dopotutto quando uno ha raggiunto una certa età, magari non ha famiglia o ha pochi contatti con loro cerca di comunicare con qualcuno. In ogni caso, per quanto sul momento mi possa seccare, non risponderei mai male ad una persona anziana, è altamente irrispettoso e maleducato.

  14. #14
    Er gò de ..... L'avatar di frankie85
    Registrato il
    02-05
    Località
    Asti
    Messaggi
    53.785
    Citazione Thom Yorke
    Da quando passo molti mesi dell'anno in una città come Torino,ho notato la grande quantità di persone in cerca di vincere la solitudine,un numero in costante aumento.La vecchietta rompipalle che attacca lo spiegone sulla sua vita che neanche nonno Simpson,lo zio che parla del nipote rampante,ecc..ecc..ne capitano spessissimo,come in questo caso singolare:

    una volta salgo sul tram con le mie cuffie,non ci sono posti a sedere,mi accuccio in un cantone vicino a un signore di mezza età: "la musica,eh?anch'io la ascoltavo da giovane...certo che con le cuffie uno è comodo,se la ascolta dove vuole",annuisco e mi reinfilo le cuffie,passa un secondo, "certo,la musica che ascoltavo io era un'altra,di quegli anni (tra parentesi,ascoltavo Dark Side of The Moon)",fattostà che faccio un bel 20 minuti di tragitto e questo mi parla del più e del meno,scende alla stessa mia fermata e facciamo ancora un pezzo in comune a piedi,dopodichè io ero arrivato a destinazione,saluta cordialmente e torna indietro.

    Questo si è fatto mezz'ora di spostamenti per andare in un posto che manco gli interessava...subito la cosa mi ha fatto sorridere, pensando che l'uomo,tra l'altro cordialissimo,fosse un pò svitato,a mollare i suoi impegni per parlare un pò con uno sconosciuto.

    Poi ci ho riflettuto un attimo: la paura dei criminali,la fretta,l'indifferenza,l'ormai congenita apatia dei nostri tempi,ha fatto perdere anche il minimo senso di umanità e di socializzazione. "Ma che vuole questo?e se rimango solo sul pullman con lui?magari mi dà una botta in testa e mi frega tutto quanto" sono i pensieri costanti delle persone.

    Intanto molta gente non ha nessuno con cui parlare, con il cagnolino o la pianta non puoi instaurare un dialogo,allora salti da un pullman all'altro,e cerchi qualcuno che voglia condividere un pò della sua solitudine con te,al massimo se ti va male ti becchi un "vaffa...non mi rompa i cog....i"

    "arrivederci,tante buone cose"è stato il saluto di quell'uomo,con un'espressione serena.
    E' bastata una parola su un pullman per renderlo felice.
    Sempre più persone "mendicano" solo un pò di attenzione,uno sguardo,un saluto sincero.
    E lo specchio della triste società incapsulata e indifferente di oggi.

    Che ne pensate?vi sono già capitate simili esperienze
    sai che a me è capitata la stessa cosa?!io vedo diverse persone che passano la loro giornata sui pullman...sarà che siamo della stessa zona più o meno...

  15. #15
    Utente pigro L'avatar di Italiano medio
    Registrato il
    07-04
    Messaggi
    6.011
    francamente non me ne può fregar de meno della loro vita, morte e miracoli...però se qualcuno attacca bottone mi mostro interessato e lo ascolto in modo da farlo felice...tanto non mi costa nulla e poi su un'autobus, non ho nulla di meglio da fare....


Pag 1 di 3 123 UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •