• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema
Visualizzazione risultati da 1 a 13 di 13

Discussione: Lady D: La morte di una principessa

Cambio titolo
  1. #1
    Bannato L'avatar di y2k
    Registrato il
    10-02
    Località
    0=2
    Messaggi
    22.972

    Lady D: La morte di una principessa

    Quel 31 agosto 1997 ricordo che eravamo ritornati dalle vacanze e la sera al TG ci fu questa notizia: In un incidente stradale muore lady D.

    Susseguirono mesi di indagini, costate 3 milioni di sterline e portarono tutte a un'unica strada: quella dell’incidente, per la polizia francese e gli investigatori britannici era chiaro: si trattava di un incidente stradale.

    Ma che accadde veramente?

    Vediamo i retroscena precedenti all’incidente

    Il 3 giugno 1997 Al Fayed la invitò nella sua residenza estiva a Saint-Tropez per una vacanza e l’11 giugno Diana accettò l’invito. Aveva appena finito di pagare 15 milioni di sterline per lo yatch Jonikal: il luogo dove sarebbe nata la storia tra Diana e Dodi (che stava con una modella americana) che faceva tutto ciò che gli diceva il padre.

    La modella Kelly Fisher era colei che avrebbe voluto invitare sullo yatch ma il padre disse che si doveva recare immediatamente a Saint-Tropez per incontrare Diana.

    Ecco alcuni pezzi dell’intervista a Kelly Fisher nel programma Dispatches della BBC:



    “(Dodi)disse che doveva andare a Londra, ma che quando sarebbe tornato, saremmo andati a Saint-Tropez. Quella sera non mi telefonò e alla fine riuscii a chiamarlo sul cellulare. Dissi. <Dodi, dove sei?> e lui mi rispose che era a Londra. Risposi, <Va bene, ti chiamo più tardi nel tuo appartamento> Disse: <No, non mi richiamare> Allora gli chiesi di nuovo: <Dodi, ma dove sei?> e a quel punto lui mi confessò di trovarsi nella Francia meridionale. Ora so che suo padre gli aveva chiesto di andare la senza di me”



    Due giorni dopo Kelly arrivò a Saint-Tropez con un aereo privato e fu ospitata su un’altra barca: nel frattempo Dodi e Diana erano insieme.

    Il 31 luglio del 96’ Diana fu invitata un’altra volta a Saint-Tropez nel frattempo Kelly preparava i matrimoni che dovevano essere celebrati il 9 Agosto.

    Ma due giorni prima tutto andò a puttane a causa della scoperta della storia d’amore tra Dodi e Diana.



    “Cominciai a chiamarlo a Londra perché il suo arrivo era previsto il giorno dopo. Chiamai il suo numero privato, ma non mi rispose nessuno. Allora chiamai la segretaria e le chiesi di poter parlare con lui ma lei non me lo passò.. A quel punto prese il telefono in mano Mohamed e ricoprendomi di insulti mi disse di non chiamare mai più. Io ribattei: <E’ il mio fidanzato, di cosa stai parlando> lui buttò giù e lo richiamai ma la segretaria mi disse di non chiamare mai più perché non mi avrebbe passato nessuno. Fu una cosa orribile”



    Diana era una manica delle cimici, infatti faceva sempre controllare Kingston Palace, e ironia della sorte la villa a Saint-Tropez era piena di cimici e così potè facilmente capire le abitudini di Lady D.

    Si scoprì anche la sua colonna sonora preferita che sulla barca veniva sempre fatta suonare. Entrambi avevano molto in comune:



    • Nati in famiglie benestanti
    • Padri freddi e distaccati
    • Divorzio dei genitori
    • Fuga delle madri
    • Frequentarono in Svizzera scuole che non erano distanti l’una dall’altra
    Diana e Dodi lasciarono la Francia del sud alle 13:30 del 30 agosto e su un Jet del padre andarono a Parigi

    Alle 15:20 l’aereo arrivo a Le Bourget di Parigi e una Mercedes seguita da una Range Rover verde li stava aspettando. Nell’auto c’era anche la guardia del corpo di Dodi: Trevor Rees-Jones, 29enne che era stato membro del reggimento scelto dei Parà britannici e nella Range Rover c’era Henri Paul, il capo di sicurezza al Ritz e un’altra guarda del corpo, Kes Wingfield.

    E si fermarono a Villa Windsor, una casa che oggi appartiene a Mohamed Al Fayed che si vociferava sarebbe stato il loro regalo di nozze. Non è vero che si fermarono per lungo tempo ma da come afferma la seconda guardia del corpo si fermarono li per circa 10 minuti. Il Ritz si trova in Place Vendome e tutti i palazzi che circondano la piazza, al primo piano, presentano simboli del sole e della croce molto simili ai simboli usati dagli antichi per rappresentare il percorso del sole nl corso dell’anno. Il sole era anche un simbolo di Luigi XIV, noto come “Re Sole” che a Versailles fece decorare alcune stanze in onore di Apollo, dio sole e di Diana, dea della luna. Al centro della piazza inoltre c’è una statua che ricorda molto la colonna Nelson a Trafalgar Square.

    La protezione di Diana come abbiamo visto era affidata alle guardie di Al Fayed e non al SPHP, per i VIP, della polizia Parigina.

    L’SPHP si offrì di scorta per più volte ma Dodi rifiutò.

    I promessi sposi andarono nella Suite Imperiale seicentesca delRitz (6000$ a notte)

    Li chiamò un suo amico, giornalista del Daily Mirror Richard Kay al quale confessò di voler ritirarsi dalla scena pubblica a novembre, era molto felice.

    Poco dopo le 19:00 la Mercedes fu condotta lungo gli Champs Elysées fino all’appartamento di Dodi vicino all’arco di trionfo.

    Henri Paul che aveva finito di lavorare alle 19:00 fino alle 22:00 sparì, e nessuno ha mai svelato dove sia stato in quelle ore.

    Quando lasciarono l’hotel Ritz, dove avevano cenato non c’era nessuna scorta e si imbarcarono su un’altra Mercedes, oa S-280 della serie 600 che era priva dei vetri oscurati.

    Al volante c’era Henri Paul e alle 12:20 partì a grande velocità.

    Dopo aver percorso Rue Camion girò a destra in Rue Rivoli fino a Place de la Concorde, poi si fermò un attimo al semaforo, dove un paparazzo si accostò alla Mercedes e così quando c’era ancora il semaforo rosso si diresse verso Cours la Reine e imboccarono la gallera fatale e si schiantarono contro il pilastro n°13

    Henri e Dodi morirono all’instante mentre Diana fu clinicamente morta dopo 20 minuti, cioè molto tempo prima che arrivasse all’ospedale. Trevor Rees-Jones sopravisse grazie alla cintura di sicurezza.

    Ma… il tunnel del Pont de L’Alma non si trova sulla strada che porta all’appartamento di Dodi, ma sulla strada opposta.

    L’assassino principale poteva essere Henri Paul, il quale ubriaco aveva fatto sbattere la macchina contro il palo. Due giorni prima una perizia di una visita medica disse che lui non aveva mai fatto abusi di alcolici. L’unica anomalia era che il suo sangue conteneva il 20,7% di monossido di carbonio (alcol nel sangue)



    Fine della prima parte



    Ora, ho quasi riscritto completamente i resoconti del libro, per non allungare il tutto ho levato alcune parti, ho scritto tutto a mano: non è un copia incolla.



    1)Che ne pensate di questo incidente?

    2)E’ stato un omicidio o un semplice incidente?

    3)Se un omicidio, per voi chi sono i colpevoli?



    Discutiamo, non soffermiamoci solo su queste 3 domande


    In sua memora
    Ultima modifica di y2k; 20-08-2005 alle 19:34:17

  2. #2
    مرحبا نينو L'avatar di fools
    Registrato il
    07-04
    Messaggi
    30.371
    segnalato , così lo spostano...

    ti do comunque il mio parere, anzi nò, sarebbe troppo cattivo nei confronti di quella donna, meglio lascair perdere ...
    KATA TON ΔAIMONA EAYTOY


  3. #3
    Bannato L'avatar di y2k
    Registrato il
    10-02
    Località
    0=2
    Messaggi
    22.972
    Citazione fools
    segnalato , così lo spostano...

    ti do comunque il mio parere, anzi nò, sarebbe troppo cattivo nei confronti di quella donna, meglio lascair perdere ...
    beh siamo in agorà... c'è libertà di parola

  4. #4
    Neo-Atlantideo L'avatar di Marcus85
    Registrato il
    12-02
    Località
    Toronto (ON) - Canada
    Messaggi
    8.360
    E' un thread nel complesso interessante. Allo stato attuale, e dopo avere considerato diversa documentazione, non escludo a priori l'ipotesi che l'incidente sia stato provocato. Forse un'altra auto speronò l'auto sulla quale viaggiava Diana. Esistono molti particolari difficilmente credibili nella vicenda. A partire dai tassi alcolemici dichiarati per l'autista, che difficilmente gli avrebbero anche solo consentito di sostenersi in piedi, ai limiti del coma etilico, fatto che potrebbe lasciare credere i referti siano stati falsificati. Del resto, Diana era diventata un personaggio scomodo, una spina nel fianco nei confronti della famiglia reale britannica. Ma è anche possibile esistessero ulteriori motivi.
    Repubblica della nuova Atlantide 1,2,3

    GLI DEI TORNERANNO (?)

    Moderazione in rosso e grassetto.Chiarimenti ne Il forum del forum o in privato.

  5. #5
    Bannato L'avatar di y2k
    Registrato il
    10-02
    Località
    0=2
    Messaggi
    22.972
    Citazione Marcus85
    E' un thread nel complesso interessante. Allo stato attuale, e dopo avere considerato diversa documentazione, non escludo a priori l'ipotesi che l'incidente sia stato provocato. Forse un'altra auto speronò l'auto sulla quale viaggiava Diana. Esistono molti particolari difficilmente credibili nella vicenda. A partire dai tassi alcolemici dichiarati per l'autista, che difficilmente gli avrebbero anche solo consentito di sostenersi in piedi, ai limiti del coma etilico, fatto che potrebbe lasciare credere i referti siano stati falsificati. Del resto, Diana era diventata un personaggio scomodo, una spina nel fianco nei confronti della famiglia reale britannica. Ma è anche possibile esistessero ulteriori motivi.
    Perchè secondo te era diventata un personaggio "scomodo"?

  6. #6
    Utente L'avatar di jakopo996
    Registrato il
    02-05
    Località
    Prov. di Milano
    Messaggi
    5.168
    L'hai sentito su Top Secret rete 4?
    Citazione For$aken
    io sto aspettando che finisca l'asta su ebay per il diario di spongebob che non l'ho trovato in nessun negozio

  7. #7
    Bannato L'avatar di y2k
    Registrato il
    10-02
    Località
    0=2
    Messaggi
    22.972
    Citazione jakopo996
    L'hai sentito su Top Secret rete 4?
    informazioni confidenziali
    come potevo sentirlo li se ho scritto tutto a mano?
    Cmq ci sarà un'altra parte che in seguito posterò

  8. #8
    Jolly Roger
    Ospite
    Ancora con Lady Diana?
    Ora,non entro nel merito del complotto.Ma non azzardatevi a mitizzarla,visto che l'unica cosa "degna di nota" che ha fatto nella vita e' stata mettere le corna al marito.

  9. #9
    Bannato L'avatar di agente_47
    Registrato il
    08-04
    Località
    Coruscant (reggio cal)
    Messaggi
    12.259
    non è da escludere che lady diana era "movimentata" in auto e il suo focore abbia provocato l'incidente
    A parte glis cherzi, ormai è passato molto tempo, secondo me ci fanno credere cose false, loro sanno già la verità, le autorità sono state pagate per non dirle. Come succede tutti i giorni, in tutti gli stati del mondo.

  10. #10
    Bannato
    Registrato il
    07-05
    Messaggi
    172
    UNo dei personaggi più mitizzati della storia, non ha fatto niente di particolarmente rilevante.

    Cmq, penso sia stata uccisa.

  11. #11
    Bannato
    Registrato il
    09-04
    Località
    Ovunque
    Messaggi
    25.920
    Penso che l'incidente sia stato provocato volutamente. Poi come al solito si é insabbiata e modificata la cosa

  12. #12
    .:MacBookOwner:. L'avatar di jedipro88
    Registrato il
    12-02
    Località
    Magenta(MI)
    Messaggi
    3.293
    una donna che alla sua morte è stata celebrata come donna che ha fatto gran cose, buona e per bene.........ora sembra che abbia fatto gran cose più a letto che altro...
    MacBook PRO C2D 2.53gHz 4Gb RAM

    Apple is the way.......

  13. #13
    Fiero di essere TERRONE L'avatar di Peppigno
    Registrato il
    10-02
    Località
    Nel paese delle puttanone
    Messaggi
    39.065
    Citazione y2k
    Quel 31 agosto 1997 ricordo che eravamo ritornati dalle vacanze e la sera al TG ci fu questa notizia: In un incidente stradale muore lady D.

    Susseguirono mesi di indagini, costate 3 milioni di sterline e portarono tutte a un'unica strada: quella dell’incidente, per la polizia francese e gli investigatori britannici era chiaro: si trattava di un incidente stradale.

    Ma che accadde veramente?

    Vediamo i retroscena precedenti all’incidente

    Il 3 giugno 1997 Al Fayed la invitò nella sua residenza estiva a Saint-Tropez per una vacanza e l’11 giugno Diana accettò l’invito. Aveva appena finito di pagare 15 milioni di sterline per lo yatch Jonikal: il luogo dove sarebbe nata la storia tra Diana e Dodi (che stava con una modella americana) che faceva tutto ciò che gli diceva il padre.

    La modella Kelly Fisher era colei che avrebbe voluto invitare sullo yatch ma il padre disse che si doveva recare immediatamente a Saint-Tropez per incontrare Diana.

    Ecco alcuni pezzi dell’intervista a Kelly Fisher nel programma Dispatches della BBC:



    “(Dodi)disse che doveva andare a Londra, ma che quando sarebbe tornato, saremmo andati a Saint-Tropez. Quella sera non mi telefonò e alla fine riuscii a chiamarlo sul cellulare. Dissi. <Dodi, dove sei?> e lui mi rispose che era a Londra. Risposi, <Va bene, ti chiamo più tardi nel tuo appartamento> Disse: <No, non mi richiamare> Allora gli chiesi di nuovo: <Dodi, ma dove sei?> e a quel punto lui mi confessò di trovarsi nella Francia meridionale. Ora so che suo padre gli aveva chiesto di andare la senza di me”



    Due giorni dopo Kelly arrivò a Saint-Tropez con un aereo privato e fu ospitata su un’altra barca: nel frattempo Dodi e Diana erano insieme.

    Il 31 luglio del 96’ Diana fu invitata un’altra volta a Saint-Tropez nel frattempo Kelly preparava i matrimoni che dovevano essere celebrati il 9 Agosto.

    Ma due giorni prima tutto andò a puttane a causa della scoperta della storia d’amore tra Dodi e Diana.



    “Cominciai a chiamarlo a Londra perché il suo arrivo era previsto il giorno dopo. Chiamai il suo numero privato, ma non mi rispose nessuno. Allora chiamai la segretaria e le chiesi di poter parlare con lui ma lei non me lo passò.. A quel punto prese il telefono in mano Mohamed e ricoprendomi di insulti mi disse di non chiamare mai più. Io ribattei: <E’ il mio fidanzato, di cosa stai parlando> lui buttò giù e lo richiamai ma la segretaria mi disse di non chiamare mai più perché non mi avrebbe passato nessuno. Fu una cosa orribile”



    Diana era una manica delle cimici, infatti faceva sempre controllare Kingston Palace, e ironia della sorte la villa a Saint-Tropez era piena di cimici e così potè facilmente capire le abitudini di Lady D.

    Si scoprì anche la sua colonna sonora preferita che sulla barca veniva sempre fatta suonare. Entrambi avevano molto in comune:


    • Nati in famiglie benestanti
    • Padri freddi e distaccati
    • Divorzio dei genitori
    • Fuga delle madri
    • Frequentarono in Svizzera scuole che non erano distanti l’una dall’altra
    Diana e Dodi lasciarono la Francia del sud alle 13:30 del 30 agosto e su un Jet del padre andarono a Parigi

    Alle 15:20 l’aereo arrivo a Le Bourget di Parigi e una Mercedes seguita da una Range Rover verde li stava aspettando. Nell’auto c’era anche la guardia del corpo di Dodi: Trevor Rees-Jones, 29enne che era stato membro del reggimento scelto dei Parà britannici e nella Range Rover c’era Henri Paul, il capo di sicurezza al Ritz e un’altra guarda del corpo, Kes Wingfield.

    E si fermarono a Villa Windsor, una casa che oggi appartiene a Mohamed Al Fayed che si vociferava sarebbe stato il loro regalo di nozze. Non è vero che si fermarono per lungo tempo ma da come afferma la seconda guardia del corpo si fermarono li per circa 10 minuti. Il Ritz si trova in Place Vendome e tutti i palazzi che circondano la piazza, al primo piano, presentano simboli del sole e della croce molto simili ai simboli usati dagli antichi per rappresentare il percorso del sole nl corso dell’anno. Il sole era anche un simbolo di Luigi XIV, noto come “Re Sole” che a Versailles fece decorare alcune stanze in onore di Apollo, dio sole e di Diana, dea della luna. Al centro della piazza inoltre c’è una statua che ricorda molto la colonna Nelson a Trafalgar Square.

    La protezione di Diana come abbiamo visto era affidata alle guardie di Al Fayed e non al SPHP, per i VIP, della polizia Parigina.

    L’SPHP si offrì di scorta per più volte ma Dodi rifiutò.

    I promessi sposi andarono nella Suite Imperiale seicentesca delRitz (6000$ a notte)

    Li chiamò un suo amico, giornalista del Daily Mirror Richard Kay al quale confessò di voler ritirarsi dalla scena pubblica a novembre, era molto felice.

    Poco dopo le 19:00 la Mercedes fu condotta lungo gli Champs Elysées fino all’appartamento di Dodi vicino all’arco di trionfo.

    Henri Paul che aveva finito di lavorare alle 19:00 fino alle 22:00 sparì, e nessuno ha mai svelato dove sia stato in quelle ore.

    Quando lasciarono l’hotel Ritz, dove avevano cenato non c’era nessuna scorta e si imbarcarono su un’altra Mercedes, oa S-280 della serie 600 che era priva dei vetri oscurati.

    Al volante c’era Henri Paul e alle 12:20 partì a grande velocità.

    Dopo aver percorso Rue Camion girò a destra in Rue Rivoli fino a Place de la Concorde, poi si fermò un attimo al semaforo, dove un paparazzo si accostò alla Mercedes e così quando c’era ancora il semaforo rosso si diresse verso Cours la Reine e imboccarono la gallera fatale e si schiantarono contro il pilastro n°13

    Henri e Dodi morirono all’instante mentre Diana fu clinicamente morta dopo 20 minuti, cioè molto tempo prima che arrivasse all’ospedale. Trevor Rees-Jones sopravisse grazie alla cintura di sicurezza.

    Ma… il tunnel del Pont de L’Alma non si trova sulla strada che porta all’appartamento di Dodi, ma sulla strada opposta.

    L’assassino principale poteva essere Henri Paul, il quale ubriaco aveva fatto sbattere la macchina contro il palo. Due giorni prima una perizia di una visita medica disse che lui non aveva mai fatto abusi di alcolici. L’unica anomalia era che il suo sangue conteneva il 20,7% di monossido di carbonio (alcol nel sangue)



    Fine della prima parte



    Ora, ho quasi riscritto completamente i resoconti del libro, per non allungare il tutto ho levato alcune parti, ho scritto tutto a mano: non è un copia incolla.



    1)Che ne pensate di questo incidente?

    2)E’ stato un omicidio o un semplice incidente?

    3)Se un incidente, per voi chi sono i colpevoli?



    Discutiamo, non soffermiamoci solo su queste 3 domande

    In sua memora
    omicidio

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •