• In diretta da GamesVillage.it
    • News
    • -
    • In Evidenza
    • -
    • Recensioni
    • -
    • RetroGaming
    • -
    • Anteprime
    • -
    • Video
    • -
    • Cinema

Pag 1 di 6 1234 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati da 1 a 15 di 76

Discussione: L'amicizia

Cambio titolo
  1. #1
    Ray Charles L'avatar di FelS
    Registrato il
    10-02
    Località
    Georgia
    Messaggi
    1.012

    L'amicizia

    L’amicizia è un’astrazione fondamentale nella vita di un uomo. Non è forse attendibile che l’uomo senza amici non può vivere? Secondo me no, l’uomo ha un bisogno coercitivo si d’amicizia, ma la stessa, si può in ogni modo celare in un’ansa minuscola del proprio essere e tentare di opporsi perché non venga fuori. Perché la gente ha così necessità dell’altro? Bah, io posso replicare per quello che mi riguarda. Essere sociale è un’imposizione della società che ti valuta e ti sentenzia, ma perché non evitare tutto questo e starsene con se stessi? La società ti sbatterà comunque di continuo in faccia e quindi è vano andare a cercare una qualsiasi forma di socialità. L’amicizia non è altro che un impulso opportunistico che l’uno e l’altro,amico, nutre nei nostri/suoi confronti. La fedeltà, quella poi non esiste, come non esiste nulla che un amico vero ti possa dare e che tu non ti possa realizzare. Sarai sì una persona artica, senza sentimenti, premunita, ma è infruttuoso scontrarsi contro la vera realtà e rimanerne ustionati. Forse se si è un po’ più freddi farà meno dolore, o forse no…
    La rosa, per ricordare

  2. #2
    Rika78
    Ospite
    Quoto,la penso come te

  3. #3
    Bannato L'avatar di Bastard Crow
    Registrato il
    01-03
    Località
    Roma
    Messaggi
    8.715
    Sono d'accordo con FelS.......................................
    troppe volte persone che credevi esserti amiche ti hanno girato le spalle quando avevi bisogno di aiuto

  4. #4
    Utente L'avatar di Shalyen
    Registrato il
    01-03
    Località
    Falvaterra
    Messaggi
    446
    Normalmente ci vuole molto tempo prima che io inizi a considerare una persona un "amico"; molto tempo prima che arrivi a confidarmi con lui o con lei. Sono estremamente restia a parlare di amicizia riguardo il rapporto tra me e un' altra persona, eppure l' amicizia è ciò che più cerco.

    Tradimenti? Solo una volta, e spero di aver imparato da allora, senza contare che la mia situazione attuale è sicura da quel punto di vista.
    "C'è da scommettere che ogni idea e luogo comune siano sciocchezze, perchè hanno avuto l'approvazione della maggioranza"

  5. #5
    Utente L'avatar di Uther Pendragon
    Registrato il
    03-03
    Località
    Torino
    Messaggi
    18
    Non credo.Nonostante abbia ricevuto [email protected]@@@e estreme non sono in grado di sottoscrivere la tua idea.
    E' vero,certa gente è davvero bastarda fino al midollo ma gli amici VERI non ti tradiscono mai...
    Ovviamente considero un persona un vero amico solo dopo un paio d'anni; gli altri sono solo gente di passaggio con cui puoi condividere piccoli ritagli di vita.

  6. #6
    Shickadance L'avatar di arachnia
    Registrato il
    01-03
    Località
    Palermo
    Messaggi
    2.523
    Io ho più volte avuto delusioni da persone che reputavo mie amiche, soprattutto da una, l'anno scorso, a causa della quale sono ancora traumatizzata e quando me ne parlano o sfortunatamente la vedo provo un misto di rabbia, rancore e tristezza che non avevo mai provato prima. Ma nonostante ciò, io cerco ancora l'amicizia delle altre persone, disperatamente. Penso di avere solo una persona, attualmente, che possa reputare "amica", ma purtroppo è molto lontana da me e possiamo sentirci solo al telefono o via internet, dove ci siamo conosciuti. Ciò significa che dalle persone che ho conosciuto "normalmente", non ho ancora ricevuto l'affetto che desidero, mentre io ne ho dato tanto, forse alle persone sbagliate. Anche io penso di aver fatto del male a delle persone che reputavano me un amica e non mi sono neanche potuta scusare per questo, ma almeno so di aver sbagliato e non ho di certo continuato imperterrita nei miei errori ma purtroppo non ho potuto comunque rimediare ad essi.
    L'amicizia serve e anche tanto, perché trovare una persona amica, che sia capace di donarti affetto senza volere nulla in cambio penso sia la cosa più bella che possa capitare, anche se difficile. Se fosse facile penso che saremmo tutti più felici, ma quante cose sono difficili da raggiungere?
    Penso che credere di poter restare soli e farci bastare la nostra sola presenza, il nostro solo aiuto e il nostro solo affetto sia l'effetto di qualcosa che è andato storto, non credo si possa essere così forti da non soffrire mai di solitudine o così presuntuosi da pensare di poter convivere con noi stessi soltanto! Certo, si soffre anche per un'amicizia, ma questo è normale e purtroppo va superato per andare avanti.
    Non voglio giudicare nessuno, le mie sono solo supposizioni da ignorante (nel senso che ignoro =)) ma credo solo che l'amiciza serva a tutti, anche se può far male.

  7. #7
    Io SO! Tu impara, quindi L'avatar di iamalfaandomega
    Registrato il
    10-02
    Località
    Varese
    Messaggi
    14.008
    FelS, la tua stessa presenza in questo forum é la negazione totale di ciò che affermi. E questo vale per tutti quelli che "oh, gli amici no, l'amicizia e l'amore fanno sofrire, voglio stare solo". Se voleste davvero stare soli, non sareste qui.
    I am Alpha and Omega, the Beginning and the End, the First and the Last

    Né dei, né giganti

  8. #8
    Rika78
    Ospite
    Inviato da iamalfaandomega
    E questo vale per tutti quelli che "oh, gli amici no, l'amicizia e l'amore fanno sofrire, voglio stare solo". Se voleste davvero stare soli, non sareste qui.
    Beh essere soli e non avere amici non è la stessa cosa:io frequento molte persone,sia sul lavoro che all'Università,ma non per questo le considero amiche,quindi la distinzione c'è caro alfa,e per quanto riguarda l'amore,mai detto che fa soffrire o che ci rinuncerei
    Il forum poi non lo uso certo per stabilire rapporti di amicizia virtuali,che,se permetti,mi sembrano ridicoli e patetici........anzi arrivo a dirti una cosa:molti di quelli che si sentono soli arrivano qua proprio per sentirsi parte di qualcosa......io lo uso solo per discutere e per distrarmi

  9. #9
    TheCalsipher L'avatar di Kalozzo
    Registrato il
    10-02
    Località
    Su e giù
    Messaggi
    4.601
    quanto pessimismo sprizzate dai pori...
    come si può affermare che l'amicizia non esiste quando non la si ha mai sperimentata? è troppo facile rassegnarsi solo perchè il mondo ci sembra bastardo. dire che l'amicizia non esiste è la più grande delle generalizzazioni più superficiali, è come dire che tutte le persone sono egoiste, e questo non è assolutamente vero. il fatto che non avete mai incontrato un amico vero in vita vostra non significa che non vi succederà un giorno.
    L'amicizia è soprattutto comprensione, significa guardare la realtà dagli occhi dell'altro (non è cosa facile), capire le sue esigenze ed essere felici nell'aiutarlo, e non perchè così ci sentiremo utili o appagheremo la nostra autovalutazione, ma semplicemente perchè se noi fossimo nei suoi panni vorremmo che qualcuno ci aiutasse. in poche parole: "ama il tuo prossimo". tutto qui.
    credete che non ci sia nessuno in grado di farlo? beh iniziate a farlo voi, e vedrete.

  10. #10
    Oggettivista L'avatar di space king
    Registrato il
    10-02
    Località
    Palermo
    Messaggi
    10.359
    Innanzitutto Fels mi pare che tu confonda la socialità con l'amicizia (ma posso anche sbagliarmi). Il bisogno di un amico non nasce dalla necessità di stare con gli altri, ma piuttosto da qualcosa di più profondo. L'amico non è colui che ti sta accanto, che esce con te, che ti parla, che ti presta i soldi quando sei a corto o che ti passa gli appunti; o almeno non è soltanto quello. L'amico è colui che innanzitutto non ti ferirà mai, perchè è quello che ti conosce di più; è colui che sa ascoltarti, perchè è quello che ti capisce di più; è colui che non si offenderà mai per qualcosa che tu dici, perchè è quello che sa che tu gli sei vero amico (e viceversa). Perdonatemi: sto dicendo delle eresie, non esiste una simile categoria, è solo un'utopia. O perlomeno esistono dei gradi di conoscenza, credo. Posso approssimativamente distinguerli in: coetanei, conoscenti, compagni e amici. I coetanei sono quelli con cui magari esci una volta e mai più, con i quali non parli e c'è ignoranza reciproca. I conoscenti sono... i parenti (ad esempio i cugini). I compagni sono quelli con cui esci spesso, o, in generale, quelli con le caratteristiche che ho descritto prima dicendo "l'amico non è colui che...". E infine l'amico. Che non esiste. Non credo si possa prescindere dalla ricerca di una persona comprensiva, perchè ritengo che la solitudine ci renda sì forti, ma in qualche modo ci indebolisce da due diversi punti di vista: quello sociale, perchè ci si disabitua al rapporto anche formale con gli altri; e quello più strettamente personale, perchè verremo costantemente fraintesi. L'ostilità verso un'apertura amicale porta proprio a questo, secondo me: all'incomprensione. E l'incomprensione è una delle cose più peggiori che l'uomo possa augurarsi. E non credo che a qualcuno possa importar poco di questo, semplicemente perchè la natura dell'uomo è quella di esprimere e divulgare le proprie idee, ma sopratutto quella di prendere una posizione rispetto agli altri, cioè omologarsi o diversificarsi. Poi c'è lo sfogo: l'amico è una valvola di sfogo come poche altre (il sacco della boxe per esempio), e soprattutto di permette di avere calore umano poco prezzo: tutto il costo sta nel ricambiarlo. Ho avuto anch'io molte delusioni nella vita. La prima in quinta elementare, dopo un'amicizia di ben cinque anni, liquidato con un secco: "che ***** vuoi, *********o!"
    E poi tante altre, un po' per motivi di distaccamento, un po' perchè ognuno ha trovato altri interessi... peccato.
    Ritengo che anche in maniera virtuale si possano trovare degli amici: io ne ho trovati. Sarebbe piuttosto lungo da spiegare perchè li ritengo amici, ma posso accennare qualcosa. Entrambi riusciamo a parlare ore al telefono raccontando ognuno i fatti dell'altro (e fin qui tutto normale), senza però che nessuno dei due possa giudicare le azioni dell'"amico", o possa sentirsi offeso o turbato dai consigli che egli da. Questo è un vero amico? Probabilmente se ci potessimo vedere dal vivo, la risposta sarebbe positiva, ma di nulla v'è certezza. L'amore è molto vicino all'amicizia, tanto che è difficilissimo distinguere le due cose. Francamente trovo che le ragazze (le donne in genere) abbiamo una sensibilità più spiccata, più disposta verso tutti ad ascoltare, ma forse è solo un'opinione personalissima dettata dall'esperienza. Chiudo dicendo che...
    è meglio una donna per amico, che un amico per donna!
    Ahi serva Italia di dolore ostello, nave senza nocchiere in gran tempesta,
    non donna di provincie ma bordello! (VI Purgatorio)

    Di rider finirai pria dell'aurora!


  11. #11
    Il Nonno L'avatar di R@ge
    Registrato il
    02-03
    Località
    Ravenna
    Messaggi
    2.768
    La tua idea di amicizia, King si avvicina molto a quella aristotelica (e anche alla mia). Per quanto riguarda le donne come amico, non metto in dubbio che le qualità femminili nel saper ascoltare e discutere i tuoi problemi, sono sempre un gradino sopra alla controparte maschile, non per altro 80% delle mie amicizie corrisponde al "gentil sesso" (con buona pace della mia morosa ).
    Cosa aggiungere se non quotare in tutto quello che dice il buon King?
    Olaz

    Con tutto quello che ho speso in buste, bustine, sacchi e sacchetti mi potevo prendere su ebay un ALIEN REGINA VIVO addestrato a tartufi! [cit. aledrugo1977]

  12. #12
    Paladino decaduto L'avatar di -steve-
    Registrato il
    10-02
    Località
    Catania
    Messaggi
    15.538
    Evidentemente non hai mai avuto un vero amico, FesL. Forse fidandoti un po' più del prossimo ci riuscirai, con un atteggiamento da superuomo che non ha bisogno degli altri e a cui basta sè stesso per andare avanti non ci andrai avanti, andrai solo indietro.

  13. #13
    Rika78
    Ospite
    Quante belle parole
    ma se permettete
    un pò ipocrite

  14. #14
    Il Nonno L'avatar di R@ge
    Registrato il
    02-03
    Località
    Ravenna
    Messaggi
    2.768
    Inviato da Rika78
    Quante belle parole
    ma se permettete
    un pò ipocrite
    In che senso?

    Con tutto quello che ho speso in buste, bustine, sacchi e sacchetti mi potevo prendere su ebay un ALIEN REGINA VIVO addestrato a tartufi! [cit. aledrugo1977]

  15. #15
    Rika78
    Ospite
    Inviato da [email protected]
    In che senso?
    Nel senso che sono frasi banali,scontate e retoriche
    Parlate tutti dell'amicizia in modo teorico,ma nella pratica,personalmente,non ho mai avuto riscontri delle vostre belle chiacchiere dottrinali

Pag 1 di 6 1234 ... UltimoUltimo

Regole di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •